Autunno, la zucca la fa da padrona sulle nostre tavole, anche per me il fascino di questo ortaggio è fortissimo.

Dopo aver scoperto che posso cuocere la zucca nel forno al microonde intera mi si è aperto un mondo, acquisto zucche e le cucino compulsivamente, resta poi pensare a cosa farne.

Come sempre evito di condividere ricette salate, ma posso assicurarvi che la maggior parte dell'utilizzo avviene in questo senso.

 Oggi ho voglia di scrivere di questa ricetta di biscotti alla zucca perché è veloce, facile e buonissima e poi, come al solito, mi fa piacere ritrovarla su questo blog quando sicuramente la dimenticherò.

La ricetta originale viene da questo profilo di Instagram , ho eseguito la ricetta due volte, la prima volta mezza dose facendo dei biscotti molto più piccoli e cucinandoli in friggitrice ad aria, la seconda volta ho fatto la dose intera e avendo poca voglia di fare biscotti piccolissimi, ho utilizzato due cucchiai per dare la forma, rotolando poi il biscotto nello zucchero.

 Devo ammettere che anche la forma un po' più grande ha il suo perché, per renderlo più accattivante oltre allo zucchero, ho spolverato con zucchero a velo prima di infornare.





Biscotti alla zucca

  • 430 g farina 00
  • 170 g zucca delica cotta
  • 100 g zucchero semolato + 30 g per la finitura
  • 100 ml olio di semi
  • 2 uova
  • Una bustina di lievito per dolci
  • Gocce di cioccolato
  • Zucchero a velo
Schiacciare la zucca cotta e ridurla in purea. Unire tutti gli ingredienti, in ultimo le gocce di cioccolato. Mescolare fino ad avere un composto omogeneo, potrebbe risultare un po' appiccicoso, aiutarsi con una spolverata di farina, ma non esagerare.
Preriscaldare il forno in modalità ventilato a 180°C.
Su una teglia coperta con carta forno porre i biscotti creati utilizzando due cucchiai e rotolandoli poi nello zucchero semolato, al termine spolverare tutti i biscotti con dello zucchero a velo.
Cuocere in forno caldo per circa 15-20 minuti, regolatevi in base al vostro forno.
La caratteristica di questi biscotti è di rimanere croccanti esternamente e relativamente morbidi all'interno.

Volendo si possono cuocere in friggitrice ad aria impostando la temperatura sempre a 180 gradi controllando la cottura dopo 15-20 minuti.

Questo liquore l'ho preparato ad agosto, poi l'ho completamente dimenticato e, con un mese di ritardo, finalmente l'ho filtrato. Deve ammettere che è talmente semplice l'esecuzione e talmente versatile la ricetta che merita di essere appuntata su questo blog così, il prossimo anno potrò provarla anche con altri frutti.

La ricetta originale viene dalla pagina Facebook di Capra e cavoli.




Liquore alle more 

di Capraecavoli 

Per questi liquore vi servono:


  • 500 g more o altri frutti di bosco
  • 150 g di alcool a 95°
  • 250 g di acqua
  • 200 g di zucchero

In un vaso di vetro inserire le more lavate e sgocciolate, schiacciarle leggermente con le mani, aggiungere lo zucchero, l'acqua e l'alcool.

Mescolare bene , chiudere ermeticamente il contenitore e porre in cantina o in altro posto fresco e lasciarlo per almeno un mese, anche due  vanno bene.

Trascorso questo tempo filtrare , assaggiare e imbottigliare.


Da tanto mancava una torta di mele, trovarmene diverse davanti agli occhi scorrendo le foto di Instagram,  mi ha fatto tornare la voglia.
Probabilmente questo tipo di torta l'ho già  realizzata,  ma mi piace sempre cercare qualcosa di diverso,  anche se alla fine sono sempre,  tutte, torte di mele.
Questa ricetta viene dal blog Cucina,  libri e gatti.




Torta di mele rovesciata  n°174
Per uno stampo da 22/24 cm

Base

  • 240 g farina 00
  • 100 g zucchero 
  • 30 g burro 
  • 2 uova
  • 120 ml latte  ( per me di mandorle) 
  • 1 bustina di lievito per dolci 
  • Vaniglia o buccia di limone grattugiata 
Mele caramellate
  • 3 mele
  • 50 g zucchero muscovado 
  • 20 g burro 
  • Succo di limone 
  • Cannella 
Iniziare  dalle mele.
Sbucciarle e tagliare a cubetti.
Irrorare con poco succo di limone per evitare che anneriscano. 
Sciogliere il burro in una padella,  unire lo zucchero  a farlo sciogliere a fiamma dolce. 
Unire le mele e far cuocere per circa 10', a fuoco basso,  fino a quando non risulteranno caramellate. 
Unire un cucchiaino di cannella.

Nel frattempo preparare l'impasto. 
Mescolare farina,  zucchero e lievito. 
Aggiungere le uova leggermente battute e il burro fuso e mescolare con una spatola. Ammorbidire l' impasto unendo il latte a filo e gli aromi scelti.
Rispetto alla ricetta originale  consiglio una teglia più  larga per avere una fetta più bassa. 
Il gusto del dolce é tutto nelle mele caramellate,  conviene aumentare la quantità di mele  e realizzare una torta più  bassa,  riconsiderando i tempi di cottura. 
Imburrare la teglia,  versare sul fondo le mele caramellate e coprire tutto con l' impasto, aiutandovi con un sac á poche, eventualmente. 
Cuocere in forno caldo a 170°C  modalità  statico, circa 30', fare sempre la prova stecchino. 
Una volta cotta,  attendere un paio di minuti e rovesciare  su un piatto. 
Non lasciare raffreddare nello stampo  altrimenti raffreddandosi non sarà  possibile sformarla.

 Tutti stiamo soffrendo per queste temperature, per la prima volta ho rinunciato ad accendere il forno, ma la colazione deve essere fatta e allora ho pensato di sfruttare il microonde.

Ho sperimentato diversi dolci al microonde, alcuni in tazza, altri direttamente nelle teglie come questa torta al cacao  quindi ho pensato di adattare qualche dolce già presente su questo blog , come questa torta versata.

Il procedimento, tutto sommato è lo stesso, l'unica differenza è nella cottura e questa dipende anche dalle funzioni del microonde utilizzato.





Il mio è un Panasonic abbastanza vecchiotto che , però ha la funzione combi , altrimenti utilizzate una potenza di 650W o fate delle prove per trovare la combinazione giusta.

Comunque non disdegnate la possibilità di utilizzare il microonde in questo momento, aiuta ed è velocissimo.

Torta versata al microonde

Per uno stampo da 26 cm

  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 150 g zucchero di canna
  • 140 ml latte
  • 50 ml olio di semi
  • 9 g lievito per dolci
  • 230 g farina 00
  • Sale
  • Vaniglia o aroma a piacere
  • Marmellata a piacere 
Montare le uova con lo zucchero, inserire il sale, la vaniglia, il latte e l'olio, in ultimo la farina setacciata con il lievito.
Oliare lo stampo scelto, adatto alla cottura in microonde, versare metà composto e cuocere in microonde funzione combi 3 per 3'/4'.
Al termine del tempo previsto la torta dovrà risultare città, anche se ancora non perfettamente, versare la marmellata a cucchiaiate estenderla uniformemente,versare l'altra metà dell'impasto e porre nuovamente nel forno al microonde per 5' circa, regolatevi, dovrà risultare leggermente dorata e asciutta alla prova stecchino.
Al termine lasciare qualche minuto in microonde e poi farò raffreddare a temperatura ambiente.

Decorare con zucchero a velo e gustare .

Volendo si può provare a farcire con crema spalmabile.



 Dopo centinaia di dolci preparati e mangiati ho scoperto che il pargolo , oltre che nutrire una passione per le crostate e le ferratelle, apprezza notevolmente i rotoli in pasta biscuit.

Ho trovato questa ricetta su Instagram sul profilo di Nathcooking ed è talmente semplice e veloce da realizzare che l'ho ripetuta già diverse volte, sapendo di fare la felicità di mio figlio.






Rotolo alla marmellata

Dose per una teglia di 33 cm X 24 cm

  • 5 uova a temperatura ambiente
  • 140 g zucchero semolato
  • ½ cucchiaio di zucchero vanigliato
  • 125 g farina 00
  • 8 g lievito per dolci
  • 50 g olio di semi di girasole
  • Marmellata o crema spalmabile
  • Zucchero a velo per la finitura
Preriscaldare il forno a 200°C.
In planetaria montare le uova con i due tipi di zuccheri.
Far triplicare, inserire la farina setacciata con il lievito e poi l'olio e mescolare bene.
Versare su una placca con carta forno, livellare e cuocere per circa 9'/10' , regolarsi con il proprio forno, ma fare attenzione a non cuocere troppo.
Appena sfornato rovesciare su un canovaccio cosparso di zucchero semolato , avvolgere e far raffreddare 
Aprire, farcire a piacere e arrotolare nuovamente.
Decorare a piacere con zucchero a velo, frutta o ciuffi di panna montata.



 Sembrava quasi impossibile riuscire a tirare fuori qualcosa dal mio frigo dopo cinque giorni di quarantana e autosorveglianza. 

Per fortuna ho sfogliato il quadernino dedicato alle ricette vegetariane e ho scovato questo, una preparazione che viene dal blog Gavinedda Island  a cui vi rimando per la ricetta originale, tipica della Sardegna, dell'Ogliastra nello specifico, io l'ho adattata a quello che il frigorifero offriva , il risultato non delude.

È una ricetta velocissima, senza latticini, uova e lievito, se saprete attendere un'ora dopo la cottura avrete un gusto ancora più buono.

Vi lascio la ricetta con le mie modifiche.




Pane di zucca

Per una teglia di circa 33 cm di diametro

  • 200 g carote grattugiate ( zucchine nella ricetta originale)
  • 160 g polpa di zucca lessata e frullata
  • una cipolla dorata 60 g
  • 150 g pomodori datterini 
  • 140 / 150 g semola rimacinata di grano duro
  • 50 g olio extravergine d'oliva
  • sale
  • erbe aromatiche fresche ( basilico, erba cipollina, timo)
Tagliare i pomodorini a cubetti, la cipolla tritata, tritare ugualmente le erbe aromatiche, mescolare tutte le verdure e unire la polpa della zucca, il sale, inserire la semola  fino ad ottenere un composto appiccicoso e non troppo asciutto, in ultimo unire l'olio.
Versare il composto su una teglia con carta forno e livellare allo spessore di 3/4 mm.
Preriscaldare il forno a 170/180°C e cuocere per 25'/30' fino a doratura.
Far riposare un'ora prima di servire.
Ottima anche il giorno successivo.





 In tutti questi anni, in tutto questo impazzare di mode gastronomiche non ho mai ceduto al fascino del Pan d'arancia, eppure ci sono stati periodi in cui era tutto un leggere le lodi di questo dolce.

Penso si aver impiegato quasi una decina di anni prima di provarlo e ...ho dovuto ammettere che è un dolce buonissimo, semplice da realizzare e se gli create una copertura al cioccolato lo renderete irresistibile.

È possibile variare la ricetta utilizzando anche limoni uniti ad arancia o mandarini, fragole, si può arricchire con canditi o confettura di arancia , volendo, dopo la cottura su può siringare con limoncello.

Un suggerimento, dato che la marmellata tende ad andare sul fondo, compromettendo la perfetta riuscita del dolce, inserirla congelata, dopo averla lasciata in freezer porzionata in cucchiaini su cartaforno o in stampini al silicone.




PANDARANCIO siciliano di L. Bruno

Per uno stampo da plumcake 25 cm X 11 cm

Ingredienti:

  • 320 g arancia intera con buccia (senza trattamenti)
  • 300 g di farina debole
  • 250 g di zucchero
  • 100 g di latte (volendo anche Moscato d’Asti)
  • 100 g di olio di semi 
  • Vaniglia 
  • Una bustina di lievito per dolci
  • 3 uova intere


In una ciotola setacciare insieme farina, zucchero e lievito e mettere da parte.

Tagliare a cubetti l' arancia intera, inserirla in una caraffa alta e stretta con un po' della dose del latte  e ridurla in purea usando il mixer ad immersione oppure un robot da cucina.

Aggiungere il latte rimanente e l’olio  e frullare due secondi ,  le uova e altri due secondi per amalgamare.

Versare la purea di arancia nella ciotola della farina e mescolare grossolanamente e vigorosamente  con la forchetta o cucchiaio, questione di meno di 10 secondi. Versare nello stampo prescelto, imburrato oppure olio spray  (no carta forno!)

Cuocere a 165°C per circa 40 minuti, dipende dal vostro forno e dagli stampi che si useranno. Per il mio che è piuttosto grande, ho prolungato la cottura di alcuni minuti , regolarsi facendo la prova stecchino. Dovrà risultare pulito, ma considerando che il dolce resta piuttosto umido.

Far raffreddare bene prima di rimuovere dallo stampo, passare in freezer prima di glassare, per almeno un'ora.

Glassa al cioccolato

  • 200 g cioccolato fondente al 55%
  • 50 ml olio di semi
Sciogliere il cioccolato al microonde o a bagnomaria, inserire l'olio e mescolare bene fino ad avere un composto omogeneo, versare sul dolce freddo, posto di una gratella, coprendo bene tutti i lati.
Conservare in frigorifero fino a quando la copertura non sarà rappresa 


Template by pipdig