lunedì 30 maggio 2011

Bento abruzzese

Come resistere di fronte a un contest così divertente?
Parlo di Via col bento di semplicementepeperosa e kittyskitchen

Fino alla scorsa settimana non avevo la minima idea di cosa fosse un bento.

Ora ne ho visti realizzati diversi, alcuni strepitosi .
Anche io, nel mio piccolo , ho voluto dare un contributo.

Non sono un'esterofila, mi piace riportare le cose alla realtà che mi circonda, ho pensato di contestualizzare ( per usare un parolone) anche il bento, che tradotto in italiano delle mie parti sarebbe "la mappetella", un pò come quella che i nostri nonni portavano nei campi...ancora non si capisce di cosa sto parlando?
Ok , 80 anni fa si utilizzavano gli strofinacci da cucina ( le mappine, appunto) per avvolgere la colazione che si portava in campagna, non so se vi è mai capitato di vedere quelle pagnotte di pane e le pezze di formaggio che facevano da pranzo a chi lavorava in campagna, magari con un fiasco di vino.
Provate a immaginarle in una scatola 15X20, come quelle in cui i giapponesi infilano il pranzo, tutto organizzato e preciso, come solo loro sanno fare..
 Paese che vai mappetelle che trovi ; )
Comunque , per tornare alla preparazione del bento, ho pensato di farlo il più tradizionale possibile e così  il contenuto dei piatti viene direttamente dalla tradizione culinaria abruzzese.
Naturalmente è andato a finire in un contenitore di plastica, per la mappetelle dovrò attrezzarmi.

Bento abruzzese


contenuto:
  • pallotte cacio e uova
  • fave e pecorino
  • pane abbrustolito con peperoni abbrustoliti
  • pizzelle con la marmellata
  • vino rosso Montepulciano
Pallotte cacio e uova
  • pane raffermo
  • uova
  • pecorino
  • latte
  • olio evo
Per il condimento
  • passata di pomodoro fatta in casa
  • aglio rosso di Sulmona
  • olio evo
  • basilico
  • sale
Rimuovere la crosta alle fette di pane, ridurle in pezzi piccoli e metterle a bagno con poco latte, aspettare che si siano ammorbidite , strizzare e buttare il latte in eccesso.
Unire un uovo e il pecorino, lavorare fino ad avere un composto non troppo molle, aggiungere altro pecorino se occorre.


Far scaldare l'olio e friggere le pallotte, scolare e mettere su carta assorbente.



Preparare il condimento, versare in una padella l'olio, unire l'aglio e far soffriggere.
 Aggiungere la passata e il basilico fresco.




Far cuocere brevemente, adagiare nel sugo le pallotte e continuare a cuocere fino a che non si sarà un pò ristretto.







Pecorino e fave
  • pecorino d'abruzzo     
  • fave fresche
Tagliare a bastoncini il pecorino , sbucciare le fave fresche.


Pane abbrustolito e peperoni arrostiti
  • pane
  • peperoni
  • aglio
  • olio
  • sale

Abbrustolire i peperoni , spellarli, ridurli in listarelle, condire con olio,sale e aglio a fettine.








Abbrustolire delle fettine di pane, versare un filo d'olio, fare uno strato di peperoni, sovrapporre un'altra fetta di pane.








Pizzelle

per la ricetta vedere in questo post

  • marmellata di fragole fatta in casa
Spalmare un velo di marmellata e accoppiare le pizzelle.
  

E per finire vino rosso Montepulciano d'Abruzzo


Con questa ricetta partecipo al contest via-col-bento




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

venerdì 27 maggio 2011

Giveaway di Picciesdecor...ho vinto io, ecco il premio : )

A maggio ho partecipato al giveaway di Nina , gironzolando per la bogsfera, mi sono imbattuta nel suo poetico blog http://picciesdecor.blogspot.com/ .


E' un blog creativo , perchè ci sono tante bellissime creazioni, e poetico , perchè in ogni idea realizzata c'è tanto cuore e si sente.
Consiglio vivamente di dare un'occhiata al suo blog intanto vi lascio le foto del  primo regalo nella mia vita da blogger ; )



































































GRAZIE NINA !!!

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

mercoledì 25 maggio 2011

palline di ricotta e pecorino ai pistacchi

Piccolo appetizer da preparare in anticipo, ma gustoso e saporito.
Probabilmente è più lungo il titolo che tutta la ricetta ; )


Palline di ricotta e pecorino ai pistacchi



  • 250 gr ricotta ( io ho usato quella vaccina)
  • 100 gr pecorino grattugiato
  • pistacchi salati tritati
  • mandorle a lamelle
Sgocciolare bene la ricotta, lavorarla a crema con una forchetta e aggiungere il pecorino, amalgamare bene e formare delle palline grandi come una noce.
Per aiutarsi inumidire leggermente il palmo delle mani con acqua ...mi raccomando, LEGGERMENTE!

Una volta ottenute le palline rotolarle nei pistacchi tritati o nelle lamelle di mandorle e adagiarle in pirottini o direttamente su un piatto da portata.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

lunedì 23 maggio 2011

Tagliatelle alla crema di peperoni

Questa ricetta non è semplice...di più.
Eppure nella sua semplicità ha sapore e corpo.
Da fare quando proprio si và di fretta , ma si ha voglia di qualcosa in più.

Tagliatelle alla crema di peperoni


Per 4 persone

  • 1 peperone rosso
  • 100 gr ricotta
  • 1 cipolla
  • Olio EVO
  • Prezzemolo
  • Sale
  • 350 gr tagliatelle all’uovo


Rosolare  nell’olio una cipolla tritata, unire il peperone a dadini e cuocere per 15’.


Frullare il tutto con 100 gr di ricotta, prezzemolo e sale.
Condire  la pasta con la salsa , se dovesse essere troppo asciutta unire un po’ di acqua di cottura.
















Con questa ricetta partecipo al contest di mammapaperasblog

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

venerdì 20 maggio 2011

Tofe alla crema di asparagi

Oramai stanno quasi per sparire, e se ne riparlerà alla prossima primavera.
Pur non utilizzandoli in modo esagerato ho avuto l'impulso di acquistarne un mazzo e così ho dovuto pensare a come cucinarli.
Ho girato un pò cercando un modo diverso, ma poi ho pensato che la semplicità, in questo caso, potesse essere la soluzione migliore, così sono andata sul classico: una crema di asparagi per condire le Tofe.






Ingredienti per 4 persone
  • un mazzo di asparagi
  • formaggio cremoso
  • olio
  • parmigiano
  • tofe
Pulire gli asparagi, tagliare la parte legnosa finale.
Cuocere gli asparagi  al vapore mettendoli in piedi all'interno di una pentola.
Al termine tagliare a tocchetti , lasciando da parte le punte , e rosolarli brevemente nell'olio.
Passare al mixer e versare di nuovo nella padella aggiungere le punte e unire un cucchiaio di formaggio cremoso, eventualmente allungare con  un cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
Scolare la pasta e unirla alla crema, mantecare con del parmigiano grattugiato.





con questa ricetta partecipo al contest di nonna papera
 
 

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

giovedì 19 maggio 2011

Polpette da passeggio

Ed eccomi pronta per la seconda sfida di quelle mattacchione di nasodatartufo , la mia squadra è sempre quella di Luca Montersino
Roxy
e siamo una gran bella squadra ringrazio tutte le componenti per le idee e il lavoro fatto insieme( nonostante la mia minima partecipazione ; )) , alla prima sfida non è andata poi malissimo, siamo arrivate seconde e va bene così


La sfida proposta questa volta era un pò più accessibile : )


creare un piatto che utilizzi almeno 2 alimenti tra:
pasta
verdure
carne
pesce
che sia adatto ad una famiglia perché gradito nel gusto, ma soprattutto nell'aspetto a dei bambini...


Confesso che ho pensato più al sapore che alla presentazione, perchè i miei figli anche se l'aspetto è bello non si lasciano infinocchiare, loro badano alla sostanza.Così ho realizzato delle polpette in cui ho nascosto delle verdure e alla fine le ho montate su uno stecco di legno per renderle più divertenti.
E' piaciuto l'aspetto, ma ancora di più il sapore, e cosa c'è di meglio in primavera che andare per prati con una bella polpetta da passeggio?

Polpette da passeggio
  • 2 salsiccette di tacchino e pollo
  • verdure miste (ho usato quelle per il minestrone)
  • scalogno
  • 1 tuorlo
  • parmigiano reggiano grattugiato
  • mollica di pane sbriciolata
  • 2 fette di mortadella tritate
  • olio EVO
Per impanare
  •  1 albume
  • pangrattato
  • parmigiano
  • rosmarino
Far rosolare in un tegame lo scalogno con l'olio, unire le verdure a cubetti e lasciar cuocere per 12 minuti.Salare.

In una ciotola versare le salsiccette sbriciolate, il parmigiano, il pane, la mortadella tritata, il tuorlo le verdure e mescolare come per fare delle polpette, aggiustare di sale.

Fare delle piccole crocchette , passarle nell'albume e poi nel pangrattato in cui avrete aggiunto un cucchiaio di parmigiano e del rosamrino secco.
Infilzare con uno stecco di legno e porre su un foglio di carta forno, procedere fino a che non sia terminato l'impasto, cospargere con un filo di olio e cuocere a 180° per 25'.


Con questa ricetta partecipo al contest di Gianni


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

martedì 17 maggio 2011

Risi e bisi ovvero mousse ai piselli con cialdine alla farina di riso

,La ricetta di questo mese dell'MTC era molto invitante: Risi e bisi nella realizzazione tradizionale, addirittura con il brodo fatto con le bucce dei piselli.
E già qui il primo ostacolo, i piselli mangiatutto qui in zona non li ho trovati, ho anche chiesto alle colleghe con i mariti, papà ecc. ortaioli, ma NIENTE.
Secondo ostacolo a me il riso con i piselli non  fa proprio impazzire.

E allora...visto il margine di variazioni sul tema che si poteva eseguire, beh! Ho variato e mi sono anche divertita a farlo.
Il risultato è stato un pò diverso dall'esperimento precedente ( leggere qui ) soprattutto nella consistenza, ma gli ingredienti principali c'erano : RISO, PISELLI, per ovvi motivi non ho potuto inserire il guanciale , nè il prosciutto ; )

Mousse ai piselli con cialda alla farina di riso



Per la mousse di piselli


  • 150 gr piselli freschi
  • 100 ml panna fresca
  • 25 gr zucchero
  • 50 ml acqua
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
Sgranare i piselli.

Far bollire i piselli in acqua per 6', scolarli.

Preparare uno sciroppo con l'acqua e lo zucchero.
Unire lo sciroppo ai piselli e frullare fino ad avere un composto senza grumi.
Passare al setaccio e far raffreddare.
Versare in un sifone e unire la panna in cui sono stati aggiunti i 2 cucchiai di zucchero a velo.
Mescolare , caricare con due cartucce di gas e lasciare in frigo per tutta la notte.

Cialdine alla farina di riso
  • burro 60gr
  • zucchero 90 gr
  • uova 1
  • farina di riso 60 gr
  • sale un pizzico
Mescolare il burro fuso con lo zucchero, unire l'uovo, montare bene.
Aggiungee la farina di riso setacciata e il pizzico di sale.

Versare su carta forno con un cucchiaio creando delle sctrisce di 5cm x 1,5 cm
Cuocere a 180° per 5'.

 Comporre il dolce

Al mattino prelevare il sifone, agitare bene e versare nelle coppette ( per me queste di atmosferaitaliana )
Decorare con una cialdina al riso.

 Con questa ricetta partecipo al contest di maggio di menuturistico

e al contest di atmosferaitaliana


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

lunedì 16 maggio 2011

Ciotoline di cioccolata fondente alla ganache di cioccolato bianco e fiori di acacia

Avevo proprio voglia di pasticciare un pò con la cioccolata, tipo che quando cominci a manipolarla dopo averla sciolta ti ritrovi ad imbrattare mezza cucina e non sai come.

Visto che ancora circola per casa quella avanzata dalle uova ho pensato di utilizzarne un pò e visto che ancora ci sono le acacie fiorite perchè non approfittarne??
E così un altro capitolo delle ricette "ditelo con i fiori e poi mangiateli".

Ciotoline di cioccolata fondente alla ganache di cioccolato bianco e fiori di acacia



Ingredienti per 4 ciotoline
  • cioccolata fondente  100 gr
  • panna da montare non zuccherata 125 ml
  • cioccolato bianco 50 gr
  • una manciata di fiori di acacia
  • un plumcake allo yogurt (o un qualunque avanzo di dolce da sbriciolare)
  • gelatina alla fragola



















Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato e spennellare l'interno dei pirottini di carta , effettuare più passate per rendere il guscio spesso.
Far rapprendere in frigorifero.














Nel frattempo porre la panna sul fuoco e aggiungere i fiori di acacia lavati e asciugati, lasciare riscaldare a fuoco dolce, fino a che non bolle.

Spegnere e versare sul cioccolato bianco spezzettato,passandola  attraverso un colino.
Amalgamare bene fino a completo scioglimento del cioccolato.
Lasciar raffreddare e cominciare a montare con una frusta elettrica fino a che non risulti spumosa.
Mettere in frigo per un paio di ore.

Comporre il dolce
Prendere le ciotoline di cioccolato e rimuoverle dai pirottini.
Fare sul fondo uno strato di briciole con il plumcake ( o con quello che avete).
Versare un cucchiaio di gelatina alla fragola.
Recuperare la ganache dal frigo, porla in un sac a poche e creare un bel ciuffo al di sopra della gelatina, decorare con due fiori di acacia e mettere in frigo.




Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Paneepomodoro




 

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...