sabato 16 febbraio 2019

Brioche Bouldouk o torta delle rose facile

Di brioches simili da queste parti se ne sono viste abbastanza, qui  , qui , qui , qui ,ma siccome a fare sempre le stesse cose mi annoio, quando l'ho vista sul blog Comm'é ammaro stu'ppane, sono andata subito a sbirciare e, rimandando il post a sua  volta ad un altro blog, ho seguito le  tracce e sono arrivata a questa ricetta.
Le dosi sono perfette per una torta di circa 20/22 cm di diametro.
Dopo il primo impasto ho lasciato in frigorifero per quasi 18 ore, il composto sembra non averne sofferto e la cosa mi ha permesso di gestire le lievitazioni successive.






Brioche Bouldouk o torta delle rose facile
Dose per una torta di 20/22 cm

  • 270 g farina 0
  • 35 g zucchero semolato
  • vaniglia
  • 10 g lievito di birra
  • 130 g latte tiepido
  • 50 g burro morbido
  • 1 uovo
  • 1/4 cucchiaino di sale
  • Buccia di arancia o limone grattugiata
Per sfogliare
  • 30 g burro fuso
  • Zucchero di canna
  • Cannella in polvere
Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido.
Versare la farina  setacciata in planetaria, aggiungere il latte e il lievito, iniziare a mescolare con la foglia, inserire l'uovo e lo zucchero, lavorare fino a quando l'impasto  non sarà aggrappato sulla foglia.
Inserire il burro morbido a fiocchi, ribaltando il composto un paio di volte, dopo ogni inserimento.
Volendo proseguire con il gancio fino ad avere un composto ben incordato.
A questo punto si può procedere direttamente, ponendo il composto in una ciotola, coperto e facendo lievitare al raddoppio per due ore oppure conservare direttamente in frigorifero fino al giorno successivo ( io ho fatto così ).
Dopo la lievitazione rovesciare l'impasto su un piano leggermente infarinato e dividere in 4 pezzi.
( Avrei dovuto dare una piega e arrotondare, ma me lo sono dimenticato )
Appiattire formando 4 cerchi uguali, spennellare un lato con il burro fuso, tiepido, cospargere con zucchero di canna e cannella, sovrapporre il secondo disco e procedere  come per il primo disco, terminare con l'ultimo disco, senza spennellare.
Riporre in frigorifero per 15/30'.

Stendere la pila in un rettangolo spesso 4/5 mm da cui ritagliare 8 strisce, arrotolare su sé stesse e porre in un anello, su cartaforno, far lievitare coperto per un paio di ore.
Preriscaldare il forno a 170°C ventilato, cospargere di zucchero di canna e cuocere per 25'/ 30', temperatura al cuore 95°C.
Volendo lucidare con uno sciroppo di acqua e zucchero caldo 50/50, sul dolce appena sfornato.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

lunedì 11 febbraio 2019

Torta di mele e cioccolato vegana n° 131

Ho un'amica che ogni tanto mi chiede delle ricette da provare, solitamente la richiesta è seguita da: semplice e facile.
Nei limiti delle mie conoscenze provo a spulciare blog e quaderni, su cui appunto ricette, e solitamente qualcosa riesco a consigliare.
Negli ultimi tempi, però, al semplice e facile si è aggiunto: vegana.
E qui le cose si complicano, le ho passato questa ricetta  che è diventata il suo / mio cavallo di battaglia ( come dice lei ); qualche giorno fa la richiesta : una torta di mele vegana.
Le ho suggerito di provare questa , ma mi sono ricordata di un'altra ricetta, trascritta e non provata e così, visto che mi trovavo l'ho anche realizzata.
La torta viene dal blog di LuCake e ho leggermente modificato la ricetta a cominciare dall'utilizzo esclusivo di mele, anziché mele e pere.

Il dolce è buono, giustamente umido, ve lo lascio così come l'ho realizzato, per la versione originale passate da LuCake.





Torta di mele e cioccolato vegana n°131
Dose per uno stampo di 18 / 20 cm

  • 125 ml di avena ( o altre latte vegetale )
  • 55 ml olio di semi di mais
  • 80 g zucchero di canna integrale
  • 50 g farina di solina ( o integrale )
  • 50 g farina 00
  • 50 g farina 0
  • 4 g cremore di tartaro
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • sale
  • 50 g cioccolato fondente al 70% tritato grossolanamente
  • 200 g mela sbucciata e tagliata in parte a dadini, in parte a fette
  • cannella q.b.
Mescolare gli ingredienti secchi, versare a filo il latte e poi l'olio.
Mescolare con una frusta, aggiungere mele a cubetti, il cioccolato tritato.
Versare in uno stampo foderato con cartaforno e distribuire le fette di mele, volendo dare una spolverata di cannella.
Infornare in forno preriscaldato a 175°C/ 180°C per 30' / 40'.
Fare la prova stecchino, se occorre prolungare la cottura.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

sabato 9 febbraio 2019

Toffee apple and cinnamon cake la torta di mele n° 130

Le ricette delle torte di mele hanno su di me lo stesso potere di attrazione degli spaghetti per Alberto Sordi, la battuta è scontata : Torta di mele tu mi hai provocato e io ti provo.
Così è stato dopo il post di Mariella, che  non posso che ringraziare, per aver pensato a me e alla mia fissazione  raccolta di ricette di torte di mele , raccontandomi e raccomandandomi di provare questo dolce, e io? Non potevo non rispondere  alla chiamata.
A mia discolpa confesso di aver dimezzato le dosi, ottenendo una tortina di 15 cm di diametro e 18 cm di altezza, ma la bontà quella c'è tutta, non posso che convenire con Mariella nel dire che è un dolce strepitoso.

Ho modificato solo l'esecuzione della base, lavorando tutto insieme , dividendo nelle tre teglie e cucinando poi contemporaneamente, inoltre ho aggiunto della granella di noci pecan sulle basi, prima della cottura per dare una nota croccante.
La ricetta è meno complicata di quel che sembra , procedendo a step, non sarà stressante.







Toffee apple and cinnamon cake
Dose per una torta da 20 cm

La torta si compone di 3 strati di pan di spagna alla cannella, farcia di mele sciroppate, panna montata e caramello.

Pan di spagna alla cannella

  • 6 uova a temperatura ambiente
  • 180 g zucchero semolato
  • 180 g farina 00
  • Una bustina lievito per dolci 
  • 3 cucchiaini vaniglia
  • 1 cucchiaino e ½ di cannella
  • Poche  noci pecan tritate per la superficie.
Montare le uova con lo zucchero fono a farle triplicare di volume, occorreranno circa 12'.
Setacciare la farina con il lievito, per due volte, inserire nelle uova con una spatola senza smontare, in tre volte, inserire anche la cannella e la vaniglia.

Preriscaldare il forno a 180°C modalità ventilato, dividere il composto negli stampi scelti, adeguatamente foderati con cartaforno o trattati con spray antiattaccante.
Versare un terzo del composto in ogni stampo, coprire con la granella di noci e cuocere per 16' / 18' .
Far raffreddare .

Caramello
  • 180 g zucchero
  • 120 g acqua
  • 75 g burro
  • 80 ml panna fresca
In una casseruola dal fondo spesso versare lo zucchero e l'acqua, fare un caramello biondo, senza mescolare.
Lontano dal fuoco inserire il burro e la panna fatta intiepidire, ATTENZIONE AGLI SCHIZZI.
Mescolare bene , ottenendo una salsa omogenea.
Far raffreddare, conservare per il montaggio.

Mele sciroppate
  • 5 mele ( per me annurche )
  • 350 g zucchero
  • 200 ml acqua
  • Cannella
Sbucciare le mele e tagliarle a cubetti di circa 2,5 cm.
In una pentola versare lo zucchero e lo sciroppo, far sciogliere lo zucchero e versarvi le mele, proseguire la cottura a fuoco medio/basso fino a quando le mele non risulteranno morbide, ma non disfatte.
Versare in un contenitore con tutto lo sciroppo, unire la cannella e conservare fino al montaggio.


Farcia

  •  500 ml Panna fresca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo


Montare la panna con lo zucchero a velo, lasciandola morbida.

Montaggio
Porre il primo pandispagna su una base, sgocciolare le mele dallo sciroppo e utilizzare quest'ultimo per umettare leggermente la base.
Fare uno strato con metà delle mele, fare uno strato di panna e aggiungere il caramello a proprio gusto, proseguire con il secondo strato, allo stesso modo, lasciando qualche mela , la panna e il caramello per completare il dolce.
Aggiungere l'ultimo strato, coprire con la panna , tirarla anche sui lati , decorare la superficie con qualche mela sciroppata e il caramello.
Far riposare una notte in frigorifero.





Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

lunedì 4 febbraio 2019

Panini al latte o panini del compleanno di Bronte Aurell

Mi piace sempre l'idea di proporre pane , panini o similari al posto di quei prodotti del supermercato che, non appena li apri, vieni investito da una nube alcolica che neanche dopo una notte di bagordi.
Il problema è che non ho sempre giornate intere per dedicarmi alla produzione e così quando incrocio una ricetta relativamente veloce, la provo, immediatamente.

Questa ricetta l'ho vista qui e viene dal libro "Scandikitchen Dolci Hygge" di Bronte Aurell.
Ha molti lati positivi primo su tutti la velocità di realizzazione, iniziando nel primo pomeriggio in serata saranno pronti per essere gustati.
Per i miei gusti lo zucchero é decisamente troppo, li ho realizzati dimezzando la quantità, ma restano sempre troppo dolci, lo diminuiró ancora ad un solo cucchiaino.
Ho utilizzato solo il latte, omettendo la panna e non sostituendola in nessun modo, i panini sono venuti morbidissimi, il "trucchetto" di porre un canovaccio umido appena sfornati, mi ha permesso di ottenere dei panini dalla superficie soffice.
Con le dosi date ho realizzato 10 panini da 75 g e un cornetto da 90 g.





Panini al latte o da buffet
Da una ricetta di Bronte Aurell
Per  circa 12 pezzi da 70 g

  • 200 ml latte
  • 18 /20 g lievito di birra fresco ( o 13 g secco )
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 400 g farina tipo 1 per pane
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 uovo
  • 80 g burro morbido
  • 1 uovo per spennellare
Scaldare il latte a 36° C \ 37° C, sciogliervi il lievito mescolando.
Versare nella ciotola della planetaria e aggiungere lo zucchero e metà della farina prevista miscelata con il sale.
Unire l'uovo e il burro morbido un fiocchetto alla volta.
Inserire , poco alla volta, il resto della farina.
Lavorare fino a quando l'impasto non si staccherà dalle pareti ( circa 10 minuti ).
Coprire con pellicola e far raddoppiare ( circa 40 minuti ).
Rovesciare l'impasto su un piano leggermente infarinato, sgonfiare leggermente e dividere in pezzi del peso voluto ( per me 75 g ).
Formare i panini facendo roteare la pasta tra il piano e la mano.
Porre su cartaforno, coprire con pellicola e far lievitare altri 20 minuti.

Preriscaldare il forno a 180°C modalità ventilato.
Spennellare i panini con l'uovo sbattuto con una forchetta.
Cuocere per 12 minuti, per i cornetti o i panini da 90 g cuocere per 15 minuti circa.

Non appena sfornati coprire con un canovaccio umido. 

Conservati in una busta restano soffici anche il giorno successivo.



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

venerdì 1 febbraio 2019

Biscotti al burro alla farina di solina

Portate pazienza, il 2019 mi vede più biscottare che tortadimeleggiare, LO SO, sembra impossibile, ma ho capito che dalle parti di casa mia i biscotti vengono apprezzati di più e non si buttano mai.

Prendi una ricetta di famiglia, condivisa dalle cugine acquisite nel gruppo whatsApp di tutti i cugini del consorte e...cambiala.
Spero che le zie non se la prenderanno, per ora ve la passo così come l'ho realizzata, prima o poi vi passerò anche quella originale.



Biscotti al burro alla farina di solina

  • 100 g burro
  • 100 g zucchero di canna
  • 60 g albumi
  • 100 g farina 00
  • 100 g farina di solina
  • ½ cucchiaino ammoniaca
  • Vaniglia
  • Sale
  • Latte e zucchero per la finitura

Lavorazione di una semplicità estrema, raccogliete tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria e lavorare con 
la foglia fino ad avere un composto omogeneo.

Su un piano leggermente infarinato stendere la pasta allo spessore di 3 - 4 mm.
Ritagliare i biscotti nelle forme preferite.
Porre su cartaforno, spennellare con burro, cospargere di zucchero semolato e cuocere in forno preriscaldato a 180°C modalità ventilato per 20'.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

lunedì 28 gennaio 2019

Citron jaune da una ricetta di Cédric Grolet

Ci sono ricette che si guardano sui video, si ammirano su Instagram e poi si sogna di assaggiarle e, per le più audaci, di realizzarle .
Non avrei mai  preparato questo dessert se non ci fosse stata la spintarella della figliola con la sua solita richiesta : Mamma, me le fai? . E io che invece di rispondere: Ma che sei impazzita?  Mi metto con la santa pazienza a realizzare tutte le varie componenti del dolce e anche a pensare come sostituire gli ingredienti difficili da reperire.
Conclusione : il dolce è stato apprezzato, da tutti tranne che dalla figliola, ancora all'università, vabbè basta il pensiero, no?

Ricetta di Cédric Grolet vista qui con le mie modifiche.

Il dolce si compone di tre step, escludendo la glassa :

  • limoni sciroppati per inserti da realizzare in anticipo anche di una settimana
  • inserto di marmellata di agrumi e menta da realizzare un giorno prima
  • ganache agli agrumi che necessita di 12 ore di riposo in frigo.



Citron  jaune da una ricetta di Cédric Grolet
Dose per circa 9 pezzi circa
 Attrezzatura utilizzata:
- stampo per semisfere da 3 cm
- stampo per semisfere da 5 cm capacità 25   ml

Limoni sciroppati
Se ne utilizzeranno circa la metà

  • 170 g limoni biologici
  • 340 g acqua
  • 340 g zucchero
Lavare i limoni, tagliarli in 8 parti eliminando le estremità e la parte interna, lasciando circa 3 mm di polpa vicino alla buccia.
Far sbianchire per 3 volte partendo  da acqua fredda e portando al bollore.
Sostituire l'acqua ogni volta.
Dopo la terza volta scolare.
In una pentola mettere l'acqua prevista e metà dello zucchero, portare a bollore.
Tuffarvi i limoni e lasciar fremere, coperti fino a 70°C.
Aggiungere lo zucchero rimasto in più volte e riportare a 70°C.
Una volta raggiunti i 70°C spegnere e far abbassare la temperatura, proseguire in questo modo fino a quando le scorze non risulteranno tenere ( a me sono serviti un pao di giorni per arrivare al risultato), a questo punto scolarle dallo sciroppo e portare lo sciroppo a 103°C , versare caldo sui limoni e conservare in frigorifero fino all'utilizzo.


 Inserto di marmellata di agrumi e menta

  • 120 g acqua
  • 180 g succo di limoni
  • 30 g zucchero
  • 5 g agar agar
  • 5 g menta fresca tritata
  • 55 g pompelmo rosa pelati al vivo ( fingers lime nella ricetta originale )
  • 170 g limoni sciroppati
  • 40 g limoni pelati a vivo

Scaldare acqua e succo di limone, unire lo zucchero mescolato al'agar agar.
Bollire per 2 minuti, mescolando.
Far raffreddare , coperto con pellicola.
Mescolare con mixer senza inglobare aria fino a renderlo fluido.
Aggiungere la menta tritata finemente con un coltello, il pompelmo rosa e il limone pelati al vivo e tagliati in piccoli pezzi, il limone  sciroppato tagliato a cubetti piccoli, mescolare tutto e versare negli stampi a semisfera da 3 cm, porre in freezer.

Ganache montata agli agrumi ( che doveva essere allo yuzu )
Non avendo reperito il succo di yuzu mi sono documentata sul sapore ed ho scoperto che è un mix tra mandarino, pompelmo e limone, così ho creato un miscuglio e l'ho utilizzato al posto dello yuzu .

  • 3 g gelatina in fogli
  • 21 g acqua per ammorbidire la gelatina
  • 530 g panna fresca
  • 140 g cioccolato bianco
  • 120 g succo di mandarini, pompelmo e limoni
Ammorbidire la gelatina nell'acqua fredda prevista.
Portare a bollore METÀ della panna, sciogliervi la gelatina strizzata.
Versare progressivamente sul cioccolato spezzettato, aspettare qualche minuto e mixare.
Aggiungere la metà di panna fredda rimanente, in ultimo inserire i succhi di agrumi.
Mixare , versare in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e lasciare in frigo per 12 ore.

Il giorno successivo rimuovere le semisfere di marmellata e cercare di accoppiarle creando una piccola sfera, conservare in freezer.
Montare la ganache con la foglia fino ad avere una crema soffice.
Inserire una parte di ganache nelle semisfere, lasciando uno spazio per l'inserto al limone che andremo ad inserire subito, cercando di far risalire la ganache.
Porre un freezer per un paio di ore.
Rimuovere le semisfere dal guscio, riempire nuovamente le semisfere con la ganache avanzata, conservata a temperatura ambiente, e inserire la mezza sfera con l'inserto, in modo da creare una sfera.
Conservare ancora una parte di ganache per creare la punta dei limoni.
Attendere un'ora circa e procedere terminando i limoni, creando dei mucchietti su un lato e rifilandolo con una spatolina, lasciare in freezer.

Glassa al cioccolato bianco e burro di cacao
  • 100 g cioccolato bianco
  • 100 g burro di cacao
  • Colorante giallo
Fondere il cioccolato e il burro di cacao a bagnomaria, unendo il colorante.

Tirare fuori le sfere dal freezer, infilare ogni limone con uno spiedino e tuffare nella glassa, una volta che arriverà a 35°C .
La glassa si rapprenderá immediatamente.

Per servire lasciare scongelare frigorifero per 4/5 ore.

Presentazione del dolce : scaldare la punta di un  coltello, avvicinarlo alla punta del dolce, si scioglierà rapidamente, inserire subito un pezzetto di picciolo per rendere il dolce più realistico.
Per rendere stabile il limone io l'ho servito su un crumble fatto con 
  • 50 g farina di nocciole
  • 50 g burro
  • 50 g farina 00
  • Buccia grattugiata di un limone biologico
Mescolare tutto insieme, ottenendo delle grosse briciole, disporre su cartaforno e cuocere in forno preriscaldato 170°C fino a quando non saranno dorate.
Far raffreddare prima di rimuovere dalla cartaforno.  






Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

sabato 26 gennaio 2019

Torta di mele affondate alla farina di solina e panna n11°

La prima torta di mele per questo nuovo anno, una torta che viene direttamente dal blog di Anice e Cannella, fatta già diverse volte sempre ottima.
A questo giro ho sostituito metà farina 00 con la farina di solina , semplicemente perché ne ho tanta da smaltire.
Nel mio quaderno è la numero 11, ma tranquilli sono a quota 130.



Torta di mele affondate alla farina di solina
Dose per stampo da 22 cm

  • 100 g farina 00
  • 100 g farina di solina
  • 150 g zucchero di canna
  • 2 uova
  • 1 confezione di panna da cucina da 200 ml
  • 8 g lievito per dolci
  • 4 cucchiai olio di semi
  • un pizzico di sale
  • 2 mele ( Gala per me )
  • Cannella per la finitura
  • Zucchero di canna per la finitura
  • Burro per la finitura
Montare le uova con lo zucchero, aggiungere l'olio e 100 g di panna, le farine setacciate con il lievito e l'altra metà della panna.

Versare in uno stampo imburrato e infarinato e affondare le mele sbucciate e tagliate in spicchi grossi , disponendole a raggiera.
Spolverare la superficie con cannella, zucchero di canna e qualche fiocchetto di burro.

Infornare a 180°C / 190°C  modalità statico per 45' circa. 


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

lunedì 21 gennaio 2019

Dolce solo albumi , senza burro, al limone e farina integrale con mirtilli

Un dolce che nasce come plumcake nella ricetta originale, ma che io ho rivisitato nella forma inserendo anche dei mirtilli freschi...perché ?  Forse perché mi piace cambiare un po'.
La ricetta viene da Ig da @dagomoveat , cercatelo, propone tante idee alternative e buone.
Questa ricetta permette anche di smaltire una discreta quantità di albumi e non utilizza burro.




Dolce solo albumi senza burro al limone e farina integrale con mirtilli freschi
Per uno stampo a ciambella piccolo capacità 1 lt o per uno stampo da plumcake

  • 250 g albumi
  • 80 g zucchero
  • 60 ml olio di semi
  • 250 g farina integrale
  • 70 ml succo di limone
  • scorza grattugiata di mezzo limone bio
  • ½ cucchiaino lievito per dolci
  • mirtilli freschi
Montare a neve gli albumi con lo zucchero.
Inserire l'olio, la farina e il lievito.
Amalgamare bene e terminare con succo e buccia.
Ungere e infarinare lo stampo scelto, inserire sul fondo dei mirtilli, coprire con metà composto, distribuire un'altra manciata di mirtilli e terminare con il resto dell'impasto.

Cuocere in forno caldo a 180°C  ventilato per 35' , se utilizzate uno stampo da plumcake controllare la cottura dopo 25'.
Fare sempre la prova stecchino.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

sabato 19 gennaio 2019

Biscotti al miele, arancia e nocciole senza zucchero e senza uova

In un pomeriggio ho biscottato per tre volte di seguito, avevo una sorta di crisi di astinenza e in due ore ho preparato le scorte per affrontare le mattine, che la carica non è mai abbastanza.
La ricetta di questi biscottini è senza zucchero, senza uova, l'impasto è così profumato che vi suggerisco di assaggiarlo prima di passarlo in forno.
Fonte della ricetta La cassata celiaca .




Biscotti miele, arancia e nocciole
Dose per circa 28 pezzi

  • 125 g miele al mandarino 
  • 15 g burro
  • ½ cucchiaino di cannella
  • 30 g nocciole tritate
  • 175 g farina 00
  • 8 g lievito per dolci
  • Scorza grattugiata di un'arancia bio
Fondere burro e miele.
Mescolare la farina setacciata con il lievito, la cannella, la buccia di arancia e la farina di nocciole, inserire il burro miscelato con il miele. Ottenere un composto compatto.
Stendere allo spessore di 5 mm, ritagliare i biscotti con gli stampi scelti, l'impasto mantiene bene la forma.
Cuocere a 180°C per 10'.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

venerdì 18 gennaio 2019

Muffin di castagne senza uova , senza burro

Dolcetti che quasi ti fanno fare pace con quella parte di noi che si ingozza di questo e quell'altro mondo.
Non c'è trucco e non c'è inganno, questa è una ricetta sana, senza uova, senza burro , ma gustosa.
Unica pecca la conservabilitá : 3 giorni al massimo, poi ammuffiscono.
Ricetta presa su Ig da @dagomoveat.




Muffin castagne  senza uova , senza burro
Dose per 5/6 pezzi

  • 200 g farina di castagne
  • 50 g farina integrale
  • 20 g cacao amaro
  • 2 cucchiaini lievito per dolci
  • 40 ml olio di semi
  • 250 ml latte
Mescolare le polveri, unire i liquidi.
Lavorare poco.
Versare negli stampini scelti.

Cottura 180°C modalità ventilato per 20'.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...