venerdì 31 agosto 2018

Cake alle carote con stevia da una ricetta di Knam

Non riesco proprio a non modificare le ricette.
Le copio per bene, me le leggo con attenzione e già lì l'altra me inizia suggerire : E se provi a cambiare la farina? E se aggiungi un po' di questo? E se metti un pizzico di quest'altro?
E puntualmente mi ritrovo tra le mani una preparazione completamente stravolta, non sempre riuscita, ma spesso si.
Sulla pagina Facebook di Knam ho trovato la ricetta di un cake alle carote, condiviso dallo stesso .
Ho deciso di provarlo, dimezzando le dosi, cambiando la farina usata e sostituendo lo zucchero  con la stevia.
Praticamente un'altra cosa, ma buona e questo mi basta.
Il cake dura due al massimo tre giorni.





Cake alle carote e stevia
Dose per uno stampo da plumcake  8 X 16 cm

  • 75 g burro morbido
  • 6 ml Stevia
  • 50 g tuorli
  • 25 g latte d'avena
  • 50 g albume
  • 135 g carote grattugiate
  • 50 g biscotti macinati
  • buccia di arancia grattugiata
  • vaniglia
  • 150 g farina integrale
  • 8 g lievito per dolci
Montare il burro con la foglia, unire la stevia,i tuorli a temperatura ambiente e il latte a temperatura ambiente.
Separatamente montare a neve ferma gli albumi.
Unirli al composto senza smontare.
Inserire la farina mescolata ai biscotti e al lievito , aggiungere le carote e gli aromi e versare in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato, se non è usa e getta.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 35' circa.
SHARE:

martedì 28 agosto 2018

Muffin solo albumi allo yogurt e mirtilli

Altra ricetta per riciclare gli albumi, stavolta dei muffin soffici, leggeri, allo yogurt e , mia aggiunta, dei mirtilli rossi disidratati al posto della crema.
Per la ricetta originale potete guardare da Sprinklesdress.



Muffin solo albumi allo yogurt e mirtilli rossi disidratati
Per 10/12 pezzi

  • 120 g albumi ( circa 4 )
  • 145 g zucchero ( diviso in 70 g + 75 g )
  • 80 g olio di semi di girasole
  • 270 g farina 00
  • 200 g yogurt, per me alla fragola
  • Vaniglia
  • Scorza di limone bio
  •  8 g Lievito per dolci
  • una manciata di mirtilli rossi disidratati
Montare gli albumi a neve inserendo i 70 g di zucchero poco alla volta.
In una ciotola mescolare farina setacciata con lievito, lo zucchero rimanente, inserire lo yogurt, l'olio, gli aromi.
Mescolare bene e inserire gli albumi, senza smontare il composto in ultimo i mirtilli rossi disidratati.
Versare negli stampi da muffin foderati con gli appositi pirottini, cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 15' / 18'.




SHARE:

sabato 25 agosto 2018

Muffin proteici con datteri e banane senza zucchero

È risaputo che una bella immagine non sempre corrisponde ad un buon contenuto.
Nel caso delle ricette ancora di più.
Ho letto e realizzato tante ricette all'apparenza invitantissime, almeno a vedere le immagini, per poi rivelarsi fuffe o non all'altezza delle foto instagrammate.
Se ci si aggiunge che sono sempre alla ricerca di ricette senza zucchero, senza uova, senza farina, praticamente a base di aria fritta , ma golose, allora la cosa si complica.
Questa volta però ho beccato una ricetta che mi  ha subito conquistato.
La ricetta viene da questo  profilo Instagram.
Avevo un solo albume e ne ho realizzato una monoporzione, il gusto é ottimo e soddisfa la voglia di golosità.




Muffin proteici con datteri e banane
Dose per circa 10 pezzi o uno stampo unoco da 16 cm 

  • 200 g banana matura
  • 100 g datteri secchi
  • 220 g albumi
  • 30 g cacao amaro
  • Muesli o fiocchi d'avena per decorare
Inserire tutti gli ingredienti nel frullatore , mixare tutto fino ad avere un composto omogeneo.
Versare in stampi da muffin al silicone oppure in uno stampo a cerniera foderato con cartaforno di 15 cm.
Decorare con muesli o fiocchi d'avena.
Cuocere per 20' a 180°C per i muffin, per lo stampo unico cuocere a 170°C  per 30'.

Si gonfiano molto in cottura, poi si abbassano.
Ottimi , provateli.

SHARE:

giovedì 23 agosto 2018

Bucce di fichi d'india in agrodolce

Di tanto in tanto vado sul salato, ricetta particolare e del riciclo, amate i fichi d'India ? Non buttate più le bucce: mangiatele.


Bucce di fichi d'india in agrodolce.
 Ricetta per una porzione

  • buccia di 4 fichi d'india
  • mezza cipolla rossa di Acquaviva
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
  • Aceto di vino bianco 2 cucchiai
  • Zucchero di canna 1 cucchiaio raso
  • Peperoncino
Pelare i fichi, sciacquare le bucce in acqua corrente.
Portare a bollore dell'acqua salata e immergervi le bucce, cuocere due minuti dalla ripresa del bollore.
Sgocciolare e tagliare a striscioline.
In una padella versare l'olio, poco peperoncino e la cipolla affettata sottilmente, lasciare ammorbidire a fuoco dolcissimo, unire le bucce e cuocere per un paio di minuti, aggiungere l'aceto in cui avrete disciolto lo zucchero e proseguire per qualche altro minuto.
Servire freddo.
.
Ricetta presa dal blog Pasticci e pasticcini - Mimma blog.


SHARE:

lunedì 20 agosto 2018

Anelli olimpici di Massari

Sono una persona organizzata, in linea di massima.
Soprattutto quando devo preparare dolci e fare in modo di utilizzare tutte le confezioni  che apro, per non sprecare niente.
Non sempre mi riesce e la cosa mi disturba abbastanza, non posso accettare di non sapere cosa fare con un ingrediente avanzato e così metti che hai bisogno di 100 g di albumi e,  per la prima volta nella mia vita, sono obbligata ad utilizzare delle uova intere, metti che poi restino in frigo quei tre tuorli...che non ti metti a cercare una ricetta per usarli?
E no, non potevo farci una frittata ( non mi piacciono ) e neanche due tagliatelline ammassate, la pasta segue lo stesso destino della frittata, l'unica cosa era trovare una ricetta dolce.
Ci ho perso un'oretta, indecisa tra una crema allo zenzero, dei muffin ai mirtilli o una frolla, che tanto è sempre utile, poi l'illuminazione : biscotti.
E allora perché non cimentarsi con una ricetta di un grande Maestro?
Sfoglio il libro Non solo zucchero vol. 1 e trovo quello che fa per me, adatto tutti gli ingredienti alla quantità dei miei tuorli e procedo.
La ricetta è semplice e anche veloce, l'unica accortezza è nell'inserire la farina, per evitare di avere un impasto che non mantenga la forma in cottura, non è servito neanche il passaggio in frigo, ricetta perfetta così come è, ma non poteva essere altrimenti trattandosi del Maestro Massari.






Anelli olimpici di Massari
 da Non solo zucchero vol.I
Dose per circa 50 pezzi

  • 125 g burro tedesco
  • 125 g zucchero a velo
  • limone, buccia grattugiata o vaniglia
  • sale
  • 250 g farina 00
  • 50 g tuorli
  • 25 g latte ( io non lo avevo ed ho sostituito con panna fresca )
In planetaria con la foglia montare burro e zucchero, unire l'aroma scelto e il pizzico di sale, inserire poco alla volta metà della farina prevista alternandola ai tuorli precedentemente mescolati con il latte ( per me panna liquida ).
Aggiungere il resto della farina mescolando con una spatola.
Versare il composto ottenuto in una sac à poche con bocchetta dentellata e formare degli anelli su cartaforno.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C , ventilato, lasciando lo sportello leggermente socchiuso, per 15'.
Far raffreddare prima di rimuovere dalla teglia.
Ottimi da soli , è possibile anche farcirli con marmellata o cioccolato.

SHARE:

sabato 18 agosto 2018

Tarallini dolci

La semplicità è il segreto.
Negli anni ho imparato a realizzare tanti dolci, anche relativamente impegnativi eppure quelli che preferisco restano i dolci da credenza, datemi una crostata e farete di me una donna felice.
Oltre ai dolci da colazione , ho un'altra passione e riguarda i biscotti, anche in questo caso più sono semplici, quasi da inzuppo e più mi sono graditi.
Quando mi trovo al supermercato resto sempre incantata di fronte alle confezioni di biscotti, quelli preparati dai forni, nelle buste di cellophane, che dicono  comprami.
In particolare un tipo ha sempre attirato il mio sguardo e il movimento quasi involontario della mano che afferra la confezione e prova a metterla nel carrello:le ciambelline, dette anche taralli dolci.
Dopo secoli di inutili lotte con me stessa tra il comprali e il non ci provare neanche , finalmente mi sono decisa a provare a realizzarli .
La ricetta viene da questo blog e il risultato è esattamente come me lo aspettavo, ciambelline friabilissime e leggere, perfette per accompagnare un the o un caffè.
Ho provato a formarle grandi, piccole e tipo occhi di bue, al pargolo piace la forma a frollino da farcire, al maritino la versione media e a me quelli piccoli.
La bontà non dipende dalla forma.



Tarallini dolci

  • 300 g farina 00
  • 70 g fecola di patate
  • 100 g zucchero
  • 90 g burro
  • 1 uovo + un tuorlo
  • 8 g lievito per dolci
  • Buccia di limone grattugiata o vaniglia
  • Un pizzico di sale
Versare tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria e lavorare con la foglia fino ad avere un impasto omogeneo e non appiccicoso, tipo una frolla, toccando con le dita il composto dovrà essere compatto e non attaccarsi alle dita.
Avvolgere nella pellicola e conservare in frigorifero per 30' circa.
Su un piano leggermente infarinato dividere l'impasto, formare dei bastoncini di circa 15 g e 10 cm e arrotolare formando delle ciambelline.
Porre su cartaforno , cuocere a 180°C modalità statico per 17'/ 20', oppure a 160°C per 12'/15' ventilato.
SHARE:

giovedì 9 agosto 2018

Cornetti integrali di pasta lievitata al formaggio

Ancora non ho capito se amo di più i cornetti all'italiana o quelli sfogliati.
Nel frattempo continuo a provare ricette diverse cercando di ottenere il massimo risultato andando ad alleggerire il carico di uova e burro.
La ricetta da cui sono partita l'ho letta qui poi , strada facendo, l'ho modificata.
Ve la lascio così come l'ho realizzata.
L'esperimento è riuscito e piaciuto anche al pargolo numero due.





Cornetti integrali al formaggio
Dose per 6 cornetti

  • 100 g farina 00
  • 100 g farina integrale
  • 35 g zucchero di canna
  • 15 g burro fuso
  • 1 tuorlo e poco albume
  • 25 ml latte
  • 75 g formaggio cremoso ( tipo Philadelphia )
  • 5 g lievito di birra fresco
  • Buccia grattugiata di mezzo limone biologico
  • Vaniglia
  • sale un pizzico
Versare nella ciotola della planetaria le farine, lo zucchero, l'uovo e mescolare.
Unire il lievito, precedentemente sciolto nel latte tiepido, il formaggio e il sale, mescolare e inserire il burro fuso fatto intiepidire e gli aromi.
Lavorare con la foglia fino ad ottenere un impasto che si aggrappi alla foglia, ribaltare la pasta un paio di volte, poi artotondare , coprire e far raddoppiare.
Trascorso questo tempo stendere su un piano leggermente infarinato, dare una serie di pieghe a tre, far lievitare un'altra ora.
Stendere formando un cerchio, allo spessore di 4/5 mm.
Ritagliare sei spicchi, allungare leggermente e artotolare, formando i cornetti.
Porre su cartaforno e far lievitare coperto con pellicola per un'altra ora, circa.
Preriscaldare il forno a 190°C , spennellare con l'albume rimasto, cospargere con zucchero a granella e cuocere per 15'. 
SHARE:

giovedì 2 agosto 2018

Biscotti proteici cioccolato e noci

Ricetta utile per utilizzare un pochino di esubero di lievito madre e per smaltire le farine strane acquistate come sempre d'impulso.

Ricetta trovata curiosando nei siti vegani/vegetariani o giù di lì, ma che poi tanto male non è.





Biscotti proteici cioccolato e noci
Ricetta presa qui
Dose per 18 pezzi circa

  • 110 g farina integrale
  • 40 g farina di fave ( o fagioli o piselli )
  • 10 g stevia
  • 30 g esubero di lievito madre
  • 1 uovo + un albume
  • 30 ml olio di semi 
  • Sale
  • ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 35 g noci sgusciate
  • 50 g cioccolato fondente tritato
In planetaria mescolare uova, stevia e lievito madre
Aggiungere le farine, il bicarbonato, sale e olio e far amalgamare.
In ultimo inserire noci e cioccolato tritato.
Formare delle palline grandi come noci, su cartaforno, appiattire a un centimetro.
Riposo in frigo per un'ora.
Preriscaldare il forno a 180°C e cuocere per 15' circa.


SHARE:
Template by pipdig