lunedì 16 febbraio 2015

Farinata de Sante Paule di Campobasso per L'Italia nel Piatto

Nuovo appuntamento con L'Italia nel Piatto, stavolta  vi racconteremo di zuppe e minestre, sempre a modo nostro, declinando nomi di verdure e di piatti in tutti i dialetti della nostra bella Italia che amiamo tanto.

Come sempre qui l'elenco di (quasi) tutte le regioni , seguiteci, anche sul blog de L'Italia nel Piatto.


Valle d'Aosta:  Minestra di riso con porri e patate 
http://atuttopepe.blogspot.com/2015/02/minestra-di-riso-con-porri-e-patatela.html

Piemonte: non partecipa

Trentino-Alto Adige: La mosa e la trisa
http://www.afiammadolce.it/2015/02/la-mosa-e-la-trisa.html
  
Friuli-Venezia Giulia: Jota alla triestina 
http://ilpiccoloartusi.blogspot.com/2015/02/jota-alla-triestina-per-litalia-nel.html 

Veneto: La panada
http://ely-tenerezze.blogspot.com/2015/02/la-panada.html

Lombardia: La Büseca (Trippa)
http://kucinadikiara.blogspot.com/2015/02/la-buseca-trippa.html

Liguria:  carciofi con piselli (articiocche con puisci)     http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2015/02/litalia-nel-piatto-zuppe-e-verdure.html
   
Emilia Romagna: Zuppa di patate DOP di Bologna e polenta con gorgonzola
http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2015/02/zuppa-di-patate-dop-di-bologna-e.html

Toscana: Porrata bianca, ricetta fiorentina del '300
http://acquacottaf.blogspot.com/2015/02/porrata-bianca-ricetta-fiorentina-del.html

Marche: Zuppa di cicerchia: ricetta tipica delle Marche http://lacreativitaeisuoicolori.blogspot.com/2015/02/zuppa-di-cicerchia-ricetta-tipica-delle.html

Umbria: Smulicata  http://www.dueamicheincucina.ifood.it/2015/02/smulicata-per-litalia-nel-piatto

Abruzzo:Zucchine e Patate (Chicocce e patane) http://ilmondodibetty.it/zucchine-e-patate-chicocce-e-patane/

Lazio: Minestra di broccolo alla romana 
http://beufalamode.blogspot.com/2015/02/minestra-di-broccolo-alla-romana-per.html

Campania:'Mbastuocchio vruoccl e rape e fasul
http://www.isaporidelmediterraneo.it/2015/02/mbastuocchio-vruoccl-e-rape-e-fasul.html

Basilicata: Pasta e patate con peperoni cruschi e ricotta salata
http://blog.alice.tv/profumodicannella/2015/02/15/pasta-e-patate-la-mia-versione-con-peperoni-cruschi-e-ricotta-salata/

Puglia: Le cecuère salvàgge cu bbrote
http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2015/02/cucina-pugliese-le-cecuere-salvagge-cu.html

Calabria: Zuppa di fagioli, zucca gialla, funghi e borragine  http://ilmondodirina.blogspot.com/2015/02/zuppa-di-fagioli-zucca-gialla-funghi-e.html

Sicilia: Macco di fave e finocchietto selvatico
http://burro-e-vaniglia.blogspot.com/2015/02/macco-di-fave-e-finocchietto.html

Sardegna: non partecipa


E il Molise con la Farenata de Sante Paule

La farenata de Sante Paule per tradizione si prepara il 25 gennaio, ricorrenza della conversione di San Paolo.
Questo piatto è nato nella parte del centro storico di Campobasso che fa capo alla porta di San Paolo , abitata un tempo da artigiani poveri e contadini (santepaulane) in eterno contrasto con i mastri e gli ortolani di Sant'antonio Abate ( santantunare).
Ha come ingrediente la farina gialla, che non mancava mai nelle case contadine e, in qualche occasione particolare, il bollito di maiale.




Farinata de Sante Paule

 Per il condimento:
  • 500 g zucca gialla
  • un bicchiere di olio di oliva
  • un peperoncino
  • sale 
Per la pizza:
  • 700 g farina gialla macinata di fresco ( farina di mais per polenta)
  • qualche cucchiaio di olio di oliva
  • un pizzico di sale
  • acqua quanto basta
Impastare la farina con acqua molto calda salata e due cucchiai di olio, lavorate per qualche minuto l'impasto, quindi versatelo in un ruoto (teglia di forma rotonda) cosparso con olio.




Pressate bene con le mani e, dopo aver unto un pò la superficie, con le dita fate dei buchi sia per cuocerla meglio, sia per farla insaporire.



Mettetela sotto la "coppa" del camino coperta con le braci, oppure infornatela a 200°C per un'ora circa.


Preparate il condimento facendo soffriggere, in abbondante olio, lo spicchio di aglio, il peperoncino e la zucca tagliata a tocchetti, aggiungete un pò di acqua, se quella emessa dalla zucca dovesse risultare poca, salate.
Non appena sarà cotta amalgamatela, schiacciandola con una forchetta, alla pizza di granone, appena sfornata, fatta a pezzi.




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

18 commenti:

  1. Che meraviglia Loredana.... cosa darei per assaggiarlo proprio adesso!

    RispondiElimina
  2. Ciao Lori, mi incuriosiva la vostra farinata che è completamente diversa da quella che facciamo noi, ma tanto buona lo stesso! Un bacione, spero che vada tutto bene dalle tue parti, a presto

    RispondiElimina
  3. Questa è una ricetta rustica come si deve!! Complimenti.

    RispondiElimina
  4. Wow Loredana! Da te sempre ricette molto particolari e ottime!!! Questa poi è uno spettacolo allo stato puro! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  5. bello conoscere questi piatti tradizionali della tua regione, non pensavo che si festeggiava la converisione di san paolo è molto originale ma carico di significato

    RispondiElimina
  6. Non credo di aver mai fatto una farinata, ma ricordo sempre che mia nonna ne andava matta. E così quando ne vedo una è sempre un dolce ricordo.
    Ha un aspetto davvero molto buono. Deve essere ottima!

    RispondiElimina
  7. che meraviglia la tua ricetta, da provare assolutamente

    RispondiElimina
  8. wow, quella farinata con il sughetto di zucca è davvero invitante, ricetta antica e della tradizione ma molto invitante! grazie di averla condivisa!

    RispondiElimina
  9. quante ricette legate alla tradizione religiosa, questo piatto è davvero buono, un bacione

    RispondiElimina
  10. Una ricetta che sa di tradizione e di buono!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Un'appetitosissima ricetta contadina che racchiude in sè tanti significati.

    RispondiElimina
  12. Ci credi? Mi è venuta una voglia pazzesca di farla Lory!!!!!!!!!!!!!!!! Anche io ho proposto una farinata e la tua è molto articolata rispetto alla mia....facciamo a cambio?? BRAVISSIMA!!!!!!!!!!!!!! Bacione

    RispondiElimina
  13. I tuoi piatti oltre ad essere fantastici per esecuzione e materia prima, sono pieni di tradizione.
    Fantastico

    RispondiElimina
  14. Questo piatto si assapora da subito, avrà un gusto ricchissimo. E' questo un periodo dell'anno in cui la farina di mais fa da padrona. Ottima ricetta!

    RispondiElimina
  15. Che bello questo percorso tra tutte le zuppe e che strano questo del Molise, non l'avevo mai sentito né assaggiato! Fantastico davvero.

    RispondiElimina
  16. immagino il profumo di quel "ruoto" cotto sotto la coppa del camino coperta con le braci...! con quel condimento poi sarà sublime!
    che bel piatto della tradizione...bravissima Lory!
    un bacione

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...