mercoledì 4 giugno 2014

Pane con farina Einkorn

Una farina speciale mette sempre un pò di soggezione.
Mi è capitato con questa farina, ero talmente bloccata da temere di sprecarla con la preparazione sbagliata, così ho atteso e ho trovato la ricetta giusta per provarla.
Merito di Valentina e del suo entusiasmo, sono riuscita a buttarmi anche io.
Questa ricetta è speciale proprio per l'ingrediente principale, il pane ha un profumo ed un sapore unico, se volete provarla procuratevi  questa farina e provate.


Pane con farina Einkorn
  • 520 g farina EinKorn del Molino Grassi
  • 360g acqua a 36°C
  • 5 g lievito secco (o 15 g lievito di birra fresco)
  • 5 g malto
  • 8 g sale
Unire all'acqua il sale e il lievito.( Di solito non è consigliato, ma questa ricetta prevede proprio questo sistema e funziona così).

Unire la farina, il malto e mescolare grossolanamente con un cucchiaio di legno, aiutandovi con le mani per inglobare tutta la farina, ma senza lavorare troppo.
Lavorare in un recipiente munito di coperchio, che si lascerà appoggiato e non chiuso, asciare a temperatura ambiente per 2 ore, poi passare in frigorifero per 24 ore.

Trascorso questo tempo lasciarlo acclimatare per un'ora.
Rovesciare su un piano infarinato e dividere in 4 pezzi.
Formare delle pagnottine arrotondando  come mostrato qui.

Lasciar riposare 40 minuti coperto.

Preriscaldare il forno , se possibile conla pietra refrattaria al suo interno, a 240°C.

Infornare versando dell'acqua in un recipiente in metallo posto sul fondo, abbassare a 210°C e cuocere per 30'.



Per conoscere le caratteristiche di questa farina vi copioincollo la scheda del Molino Grassi:

Farina Einkorn
Il farro piccolo o monococco fu tra i primi cereali coltivati dall'uomo, nelle zone più orientali del Mediterraneo.
Lo fu sino al 3.000 a.C., quando fu pian piano sostituito da farro dicocco e farro spelta, in grado di garantire raccolti più abbondanti.
In realtà ha un alto contenuto di antiossidanti che, uniti ai sali minerali del grano tenero tipo 1, garantiscono notevoli vantaggi nutrizionali.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

6 commenti:

  1. Una vera meraviglia!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Questa farina non la conosco ma il tuo pane ha un aspetto magnifico. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Natalia, se ti dovesse capitare, provala :)

      Elimina
  3. Per me è la stessa cosa...a volte rischio di farle diventare vecchie per trovare la ricetta perfetta da provare!!! Tu hai ottenuto uno splendido risultato!!! Questi panini fanno venir voglia di mettersi subito in cerca della farina per provarli!!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  4. Spesso si cerca sempre la ricetta perfetta e si dimenticano quelle che ci erano piaciute.
    Un abbraccio anche a te

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...