mercoledì 7 maggio 2014

Cornetti semintegrali a lievitazione naturale con confitures di Christine Ferber framboises e violette

E basta con questa pioggia.
Siamo a maggio e io continuo ad accendere il forno perchè ci sta benissimo quel pò di tepore, ma si può?
Prima che scoppi quel caldo africano che continuerà a farci lamentare ( ma poi, perchè stiamo sempre a lamentarci del tempo?) io ne approfitto, che tanto il forno non lo spengo praticamente mai.

Una domenica pomeriggio passata a coccolare il lievito in tutti i modi possibili pur di renderlo forte e vivace, dopo il cambio di farina.

Ne sono nati questi cornetti, semplici e realizzati con farina 0 e farina integrale di un mulino a pietra, da mangiare accompagnandoli con dell'ottima marmellata o, se proprio lo preferite, con una crema al cioccolato.
Sono poco dolci, quindi perfetti da farcire, volendo si può aumentare la quantità di zucchero.



Cornetti semintegrali con lievito madre
Per circa 15 cornetti ( impasto crudo totale 1100 g)
  • 150 g farina 0
  • 100 g farina integrale
  • 185 g lievito madre attivo
  • 50 g zucchero di canna ( aumentare se si preferiscono più dolci)
  • 1/2 cucchiaino di malto d'orzo
  • 70 ml latte tiepido
  • 50 g burro morbido
  • essenza di vaniglia
  • 1 uovo medio
  • zucchero a velo per lucidare
  • acqua per lucidare
Spezzettare il lievito nella ciotola della planetaria e versarvi il latte tiepido.
Far sciogliere il lievito, utilizzando il gancio a foglia,  aggiungere lo zucchero e le farine.
Sostituire la foglia con il gancio per impastare e continuare a lavorare, unendo il sale , l'uovo leggermente sbattuto,la vaniglia, far assorbire bene.
In ultimo inserire il burro gradualmente, facendo assorbire bene, prima di inserire un altro pezzetto.

Quando l'impasto risulterà ben incordato , rimuovere dalla ciotola, versarlo su una tavola di legno imburrata, arrotondare e coprire con una ciotola.
Far lievitare per almeno 2 ore.

Trascorso questo tempo dividere l'impasto in due.
Appiattire con le mani e creare un rettangolo di 10 cm per 30 cm.
Ritagliare dei triangoli, incidere la base con un taglietto ( servirà per avvolgerlo meglio) e arrotolare allungando leggermente la punta.

Porre su cartaforno, coprire con della pellicola e far lievitare per 4-5 ore al caldo.

Preriscaldare il forno a 180°C , cuocere per 12'-13'.

Prima di sfornare i cornetti preparare uno sciroppo con 20 g di acqua e 20 g di zucchero a velo, facendo bollire fino a quando lo zucchero non risulterà sciolto.

Spennellare i cornetti bollenti con lo sciroppo, a contatto con la superficie calda dei cornetti lo sciroppo si asciugherà, regalando una bella superficie lucida ( piccola chicca appresa dal maestro Piergiorgio Giorilli).

Far intiepidire e farcire a piacere, io ho utilizzato la Confiture Extra di Christine Ferber Framboises et Violette, buonissima, anzi di più.





Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

19 commenti:

  1. Che voglia!! Stavo giusto alzandomu a far colazione! Io sono alle prese con il mio primo lievito madre, primi rinfreschi!! Per il momento con quanto lievito di birra posso sostituirla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, mantieniti bassa con il lievito di birra, direi sui 6 g, un quarto di cubetto, considera che i tempi di lievitazione si modificheranno un pò.

      Elimina
  2. Anche io non vedo l'ora arrivi il caldo. Di quello non mi lamento, anzi. E il forno è sempre bello arzillo, anche in piena estate. L'estate scorsa, col mio Alfonsino, ne ho sfornate di ogni: pane ciabatta, pangoccioli, coppiette di Ferrara, insomma, veramente di ogni :) E sicuramente proverò anche i tuoi cornetti :) Ho proprio voglia di provare qualcosa di fragrante e burroso :) E con quel velo di marmellata sono invitanti. Poi la foto del tuo cucciolo la dice lunga su quanto possano essere buoni :D

    A presto e bacioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo io continuo ad avere il senzanome! :)

      Elimina
  3. Ne prendo uno anch'io!! ^_^ anzi due... Così ne provo uno con la marmellata e uno con la nutella!!! Poi ti dico!! ;P
    Si vede proprio che sono a dieta vero?? -_- povera me!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici Roberta, qui con i lievitati lievito anche io, meno male che questi sono poco dolci ( mi consolo così!)

      Elimina
  4. Che meraviglia Lory! Solo una domanda. A un certo punto dici appiattire con le mani e formare un rettangolo. Tutto a mano? Il mattarello non va usato??? fammi sapere perché questo impasto mi piace troppo... Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, non usare il mattarello, per non sgonfiare troppo l'impasto, io ho appiattito con le mani, lasciando comunque l'impasto abbastanza doppio, proprio per non rovinare la lievitazione già avvenuta.
      Fammi sapere se ti piacciono, io oggi li ho rifatti aumentando a 80 g lo zucchero, penso di essere golosa ad uno stato cronico, oramai.

      Elimina
  5. Che voglia che mettono questi cornetti e l'ultima foto è molto simpatica.
    Hai ragione, il forno acceso in questo periodo ci sta bene.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui il sole appare e poi nuvolo tutto il giorno, se continua così non lo spegnerò mai!

      Elimina
  6. Mmmm..è una poesia questa ricetta,bravissima!!:-)
    Baci cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daiana, baci anche a te :)

      Elimina
  7. prima che mi scoppia il lievito in frigo devo usarlo bellissimi e perfetti questi cornetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica, il mio lievito è in un periodo di superlavoro, ma , a differenza mia, lui più lavora più diventa forte !

      Elimina
  8. sono davvero invitanti, Loredana, che belle le ultime foto!

    RispondiElimina
  9. Buonissimi, mi piacciono molto i cornetti fatti in casa!

    RispondiElimina
  10. Sono fantastici, con delle farine che adoro.. e hanno un aspetto bellissimo!

    RispondiElimina
  11. Semplicemente favolosi...hai ragione io sono come te...il mio forno è sempre acceso ora, e poi in estate si riposa...il mio sogno è il forno a legna fuori...chissà prima o poi.... Che buoni questi cornetti, in questo momento ne ho in lievitazione un bel po' fatti con l'esubero di pasta madre...peccato non aver letto prima la tua ricetta...ti avrei rubato l'idea delle farine!!!!!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  12. Quando la Gennaro mi raccontò la storia della Ferber il moto d'odio partì in automatico (detesto quelle che hanno delle fortune allucinanti e, per me, insperabili).. però quel libro di confetture è eccezionale, ce ne sono alcune davvero incredibili!

    E quanto mangerei uno di questi cornetti!!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...