venerdì 21 febbraio 2014

Dolcetti egiziani ai datteri...e iniziamo a riciclare

Non so voi, ma a me avanza sempre tanta roba in dispensa.

Sono sempre convinta di dover nutrire un reggimento e allora giù con scorte da caserma!
Nel periodo delle feste passate, ad esempio, ho acquistato un chilo di datteri, perchè ho scoperto da poco tempo che mi piacciono molto, poi si sa cosa accade: tanta roba da mangiare, troppa roba da mangiare e figuriamoci se finivano i datteri.
Son rimasti tutti lì , ma mi sono ricordata di una ricetta buonissima, veloce veloce e anche esotica passatami da una giovane collega, anzi dalla suocera egiziana , la signora Altaf.

Ho impiegato circa due anni prima di provarla, ma questa volta il momento è stato proprio giusto.

Non spaventatevi per le quantità, si può tranquillamente realizzare un quarto della dose, ma anche un quinto, se amate provare quantità minime, ma sporcare allo stesso modo tutta la cucina!



Dolcetti egiziani ai datteri
  • burro100 g
  • datteri morbidi 1 kg
  • zucchero 100 g
  • biscotti secchi 10 ( tipo Orosaiwa) oppure biscotti gluten free per una ricetta senza glutine
  • 2 uova intere
  • vaniglia essenza ( consentita )
  • cocco grattugiato per la finitura
Sciogliere il burro, aggiungere lo zucchero e i datteri disossati e tritati con un robottino, mescolare bene, su fuoco bassissimo, fino a quando il composto non risulterà ben amalgamato.

Tritare finemente i biscotti e unirli al composto, continuando a mescolare.

Nel frattempo battere le uova con una forchetta e unire la vaniglia.

Lontano dal fuoco versare le uova nel composto e iniziare a mescolare, rimettere sul fuoco e lavorare con un cucchiaio di legno, fino a quando le uova non saranno state completamente assorbite.

Allontanare dal fuoco, cospargere una teglia rettangolare di farina di cocco e rovesciarvi il composto, livellare bene con un cucchiaio di legno umido, allo spessore di 2/2,5 cm.
Coprire la superficie con altra farina di cocco, lasciar raffreddare , avvolgere in una pellicola e porre in frigorifero per una notte.

 Rimuovere dallo stampo, tagliare a cubetti di 2/3 cm, rotolare in altro cocco e conservare in un contenitore di latta.





  Con questa ricetta partecipo al venerdì più sglutinato del web, ovvero il



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

11 commenti:

  1. Tesoro, ma sai che li ho assaggiati e li trovo meravigliosamente buoni????
    Brava tu e la suocera del collega!!!

    RispondiElimina
  2. Non ho mai preparato dolci con i datteri e questa ricetta,oltre che veloce,mi sembra molto buona.
    Complimenti per le foto.
    P.S. ti ho vista in televisione e ti faccio i miei sinceri complimenti per la sicurezza e scioltezza mostrate.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Io i datteri li adoro! Anche se di solito me li pappo così, al massimo ripieni di crema al mascarpone! Cmq quest'idea di farne dei dolcetti non mi dispiace proprio per niente, anzi, se potessi spedirmene 4-5 casse sarebbe perfetto!!
    Baciii!!

    RispondiElimina
  4. Sono buonissimi, li adoro!!!
    Brava e grazie alla signora egiziana....qui tutte le ricette sono per un reggimento, visto quanto sono numerose le famiglie :D

    RispondiElimina
  5. ciao,ci siamo uniti ai tuoi lettori e ci complimentia per la ricetta, che belli i sapori dal mondo

    RispondiElimina
  6. Devono essere una delizia.
    Sai che ogni anno mi riprometto di riciclare i datteri avanzati (ed ho tante ricette ancora da provare) e poi finisce che non ci faccio niente. Un anno ci ho fatto le piantine, ma con i soli semi però.
    Questa la vorrei provare.
    Le foto sono bellissime!

    RispondiElimina
  7. Dolcetti ai datteri? O mamma mia cosa vedo.. meraviglia! La parola egiziani poi mi ha fatto subito drizzare le antenne.. Moolto interessanti davvero!
    SMuack:*

    RispondiElimina
  8. un pacco di datteri dovrei averlo,sepolto in credenza!!la ricetta cade a pennello :)

    RispondiElimina
  9. Che regalo! Sai quanto amo la cucina medio orientale e questi dolcetti mi riportano indietro nel tempo.....e begli gli intercambi culinari-culturali
    Grazie e grazie per averl dedicati anche al Gluten Free Friday!

    RispondiElimina
  10. I datteri sono buonissimi e con questo dolce li ha resi ancora più golosi, se mai si potesse...
    Al prossimo venerdì, allora!
    Sorrisi per te :-D

    RispondiElimina
  11. Ma sai che io non riesco più a mangiare i datteri da quando anni fa mi diedero una medicina naturale a base di datteri per la gastrite (medicina che io chiamavo "cacca di cammello" per consistenza e colore)?!
    Però me ne sono riappacificata con una torta simi-sbrisolona con ripieno ai datteri fatta un paio di anni per il compleanno di un amico.
    Penso che la tua ricetta potrebbe riportarli nelle mie grazie :)

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...