Google traduttore

lunedì 6 gennaio 2014

Le pizzelle morbide....un regalo dalla e per la Befana


Da quando sono giunta in terra d'Abruzzo mi sono sempre imbattuta in loro.

Neole, nevole, pizzelle, ferratelle, cambiava il nome e un pò la tipologia morbida-croccante, ma sempre loro erano.

La tradizione di famiglia della mia mamma prevedeva esclusivamente la preparazione di quelle croccanti, leggermente aromatizzate con la sambuca, ma le più ambite , da me e dai miei figli, erano quelle morbide.

Sofficissime, da riempirti la bocca con un semplice morso...ventidue anni, tanto è durata la ricerca, ma alla fine ce l'ho fatta.

Sarà stato un regalo di fine anno o un anticipo della Befana?
Fatto sta che questa è la ricetta  perfetta per ottenere quelle pizzelle morbide che ho sempre acquistato, pagandole fior di quattrini, e adesso, finalmente, riesco a produrmi da me!

Indispensabile il tipo di ferro, credo che sia quello a fare la differenza!

Ve la lascio come regalo della Befana , con tutto il mio affetto.



Pizzelle morbidissime
per 12/14 pezzi ferro per waffel doppie
  • 5 uova intere
  • 250 g zucchero semolato
  • 80 ml olio di semi
  • 400 g farina 00
  • 8 g lievito per dolci
  • buccia di un limone bio grattugiata
  • succo di un limone
  • 10 ml liquore a piacere ( per me Milk)
  • 50 ml latte
  • cannella in polvere
  • vaniglia ( semi di una bacca o mezzo cucchiaino di quella liquida)
  • sale un pizzico
 Mescolare uova e zucchero e renderle spumose, unire le spezie, la buccia grattugiata , succo di limone, liquore e olio.
Inserire farina e lievito setacciati, per ultimo unire il latte per rendere l'impasto più morbido.
La consistenza deve essere abbastanza liquida, ma non troppo.

Cuocere nell'apposita macchina per un minuto circa.

Si conservano a lungo in una busta di cellophane per alimenti.

Il riposo di almeno 24 ore permette ai sapori di amalgamarsi meglio.








Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

33 commenti:

  1. Buonissime!!Le adoro...sono bellissime....bella presentazione.

    RispondiElimina
  2. quanto mi piacciono le pizzelle. Mio padre me le portava ogni volta che tornava da Isernia, che non è Abruzzo, ma tant'è che erano uguali e morbide, morbidissime e buonissime. Io le spalmavo sempre di nutella e le piazzavo in forno.. Una golosità :) Grazie per la ricetta.. Mi manca il ferro, ma mi metterò in cerca :)

    RispondiElimina
  3. è uguale alla mia, quindi mi segno la ricetta! però a mepiacciono anche croccanti, so che troverai un'altra ricetta per me, intanto provo queste! Buona Befana e Buon tutto, Loredana, di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, sai che croccanti non li ho mai fatte? Ma la ricetta la trovo sicuramente ;)

      Elimina
  4. il mio ferro è a forma di cuore, penso non cambi niente, segno la ricetta perchè quella che ho le vede più croccanti, le faccio entrambi anzi vado a gurdare la differenza, a presto e buona epifania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io avevo quello a cuoricino, ma è leggermente meno spesoo, prova a cuocerle meno e fammi sapere.

      Elimina
  5. ho comprato quel ferro un mesetto fa, ho provato i waffles, le gaufres de liege e cercavo la ricetta per le ferratelle morbide.. eccola! grazie mille, le provo presto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vengo a vedere le ricette che hai postato ;)

      Elimina
  6. ho comprato quel ferro un mesetto fa, ho provato i waffles, le gaufres de liege e cercavo la ricetta per le ferratelle morbide.. eccola! grazie mille, le provo presto! :-)

    RispondiElimina
  7. Mamma mia che bontà divina! Deve essere valsa la pena aspettare 22 anni :D
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel frattempo tanti esperimenti non sempre riusciti! :)

      Elimina
  8. Questa forma si trova in tutta Italia con nomi diversi...lo trovo sorprendente! Nell'attesa di procurarmi il ferro (ed anche un posto in casa dove riporlo quando non lo utilizzo), tengo presente la tua ricetta per la versione morbida!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero Alessandra, la cosa che mi sorprende qui in Abruzzo è di trovare le pizzelle, come le chiamano qui, anche nei bar da mangiare a colazione.

      Elimina
  9. Adoro e com uma bola de gelo e chocolate quente são uma gulodice perfeita e deliciosa, ficaram lios e tão bem apresentados.

    Beijinhos

    RispondiElimina
  10. Mamma mia quanto sono invitanti! Intanto però, mentre me le gusto virtualmente, ti faccio gli auguri per l'anno nuovo! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Auguri anche a te, Fra :)

      Elimina
  11. Chissà che bontà che devono essere, morbide e croccanti nello stesso tempo.peccato bisogna comprare un altro accessorio per farle!.uff...la mia cucina già staborda!

    RispondiElimina
  12. Il ferro ce l'ho... sono a metà dell'opera? ;)

    RispondiElimina
  13. Mi piacciono ma non ho il ferro e devo ahimè accontentarmi di ammirare le tue...altrimenti me ne mandi un po'?
    Baci

    RispondiElimina
  14. Ciao Loriiiii sono viva e vegeta!! Auguroni - in ritardo - per la Befana!
    Adoro le ferratelle, da me si chiamano così, hai anche lo strumento per farle, sono buonissime e ti sono venute perfette!!
    Ora vado a curiosare la ricetta delle mann-l att-rrat (i sassi d'Abruzzo), anche mia nonna le fa ;-)
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, anche a te, tanti auguri.
      I sassi mi sono riusciti, ma se vuoi accetto volentieri la ricetta della tua nonnina :)

      Elimina
  15. ho anch'io la macchina per i waffels, provo la tua ricetta!
    bacioni!

    RispondiElimina
  16. Ecco, ti avevo lasciato un commento sulla pagina FB ma non qui. A parte la ricetta che mi ha fatto desiderare di comprare la piastra elettrica per le cialde, le tue foto sono strepitose. Un bel bacione cara Lory.

    RispondiElimina
  17. le ferratelle le ho sempre fatte croccanti, con il vecchio ferro di ghisa regalatomi da nonna (sai di quelli che si mettono sul gas) e sempre aromatizzate con l'anice, come da tradizione familiare. Mai provate queste morbide ma cadono a fagiolo visto che ho ricevuto per regalo una piastra identica alla tua per waffel per cui copio e provo!
    baci e buon anno!!!!!!!!!
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Alice, provale e fammi sapèere :)

      Elimina
  18. Incredibile come cose simili possano avere nomi diversi.. questi per me sono i goffri (che qui si mangiano come le crepes, conditi con ogni ben di Dio, dolce o salato).. ma conosco bene quelle pizzelle durette e aromatizzate all'anice tipiche dell'Abruzzo, che mi piacciono assai (e che ho sempre visto fare con il ferro sul fuoco).
    Però ora sarei curiosa di assaggiare quelle morbide..

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...