domenica 13 ottobre 2013

MTC.: Benedict's Egg , la colazione all'americanacontaminata e come passo la domenica .

Una domenica in famiglia.
La gita programmata si è dissolta per un diluvio improvviso.
La sveglia mattutina viene zittita e si continua a dormire.
Con lentezza e placido ozio inizia la domenica a casa mia, ciondoliamo in pigiama, ognuno occupato nelle proprie pigre faccende...e io?
Io mi tuffo nella nuova sfida dell'MTC che, ancora una volta, mi appare difficile e complicata, questo mese le uova la fanno da padrone, e per me è ancora più difficile da affrontare, ma mi metto in gioco e corro da Roberta ad imparare a memoria il suo post.
Trascorro un'intera mattinata a preparare salse, pane, uova, macedonie, e poi assemblo, cuocio, monto, sciroppo e, alla fine, VOILA': il risultato che fa mugulare di compiacimento la figliola.

Dopo aver utilizzato più di metà della giornata per la sfida dell'MTC, la seconda tocca ai pargoli che decidono, di comune accordo, di voler vedere insieme un film dell'orrore, che visto alle tre del pomeriggio, insieme a me , fa meno effetto e poi con le mie battute diventa persino divertente.
Tutto questo per dire che all'inizio del film scelto ( a proposito era 1408 , si intitolava proprio così!), dopo aver pensato a come preparare un uovo alla Benedict per tutta la mattina, mi ritrovo la battuta del protagonista che, uscendo da un hotel in cui avrebbe dovuto vedere dei fantasmi, dice:
"...In ogni caso le uova alla Benedict sono squisite!".

E la figliola può confermarlo!

In tutto questo non ho ancora capito se questa versione di una colazione americana può ritenersi in gara oppure no.
Iniziamo dalla base: il pane che ho utilizzato è un pane arabo.
L'uovo è rigorosamente in camicia ( da notte, considerando l'abbigliamento del resto della famiglia!).
La salsa, con le uova, come da regolamento.
La bevanda di accompagnamento ha subito la contaminazione del pane  e della recente esperienza di Cagliari, ho provato ad abbinare il famoso carcadè preparato secondo le modalità dello chef egiziano,Moustafa El Refaye.
La frutta di accompagnamento , rigorosamente ridotta in macedonia, è condita con uno sciroppo al cardamomo , pistacchi a pezzi e chicchi di melograno, per dare una nota croccante, come dicono gli chef veri, in tv.

Insomma non sarà un pò troppo contaminata dalle influenze mediterranee, questa colazione?
Nel dubbio noi ce la siamo gustata tutta e con piacere, riuscendo anche ad utilizzare la salsa avanzata come piscina in cui tuffare bastoncini di focaccia bianca , per merenda.

E adesso beccatevi la spiegazione chilometrica per riuscire a realizzare questo American Breakfast.



Colazione all'americana contaminata

  • pane arabo
  • uova
  • salsa universale per carpaccio
  • carpaccio di manzo
  • carcadè
  • macedonia di frutta

Pane arabo ( trovate la ricetta anche qui)

  • 100 g di lievito madre NON rinfrescato
  • 300 g manitoba
  • 150 g acqua
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • farina di semola
Nella planetaria con il gancio versare farina, lievito madre, zucchero e acqua e far girare a vel.1 per amalgamare bene gli ingredienti, proseguire per altri 5' a vel.2.

Unire il sale e proseguire per altri 5'.

Rovesciare il composto in una ciotola unta di olio, coprire con della pellicola e far lievitare al caldo per 3 ore.

Trascorso questo tempo rovesciare l'impasto su una tavola cosparsa con farina di semola di grano dura, dividere in 6 pezzi e formare delle palline, schiacciarle, come per fare la pizza, adagiare su cartaforno e far lievitare per altre 2 ore.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 20'.


Salsa universale per carpaccio di Cipriani

Questa salsa fu "creata"nel 1950 da Giuseppe Cipriani, fondatore dell'Harry's Bar di Venezia per
 la contessa Amalia Nani Mocenigo,che poteva mangiare solamente carne non cotta. Il nome venne dato in onore del pittore Vittore Carpaccio, in quanto a Giuseppe Cipriani il colore della carne cruda ricordava i colori intensi dei quadri del pittore ed in quel periodo si teneva una mostra a lui dedicata.
Più precisamente il carpaccio che propose Cipriani consisteva in fettine sottilissime di controfiletto di manzo disposte su un piatto e decorate con una salsa che viene chiamata universale.

Maionese
Dose per 300 ml 
  • 2 tuorli
  • 150 ml olio extravergine di oliva delicato
  • 150 ml di olio di semi di girasole
  • 7,5 ml aceto di vino bianco
  • 7,5 ml succo di limone
  • sale
  •  pepe macinato al momento
Versare i tuorli nella planetaria e iniziare a montare.
In un recipiente mescolare i due tipi di olio e versare goccia a goccia nelle uova, continuando a montare alla massima velocità , finoa quando non ne avrete versato la metà.
A questo punto fermare la frusta e aggiungere metà aceto e metà succo di limone, sale e pepe e sbattere lentamente per amalgamare il tutto.

Ricominciare ad unire l'olio rimasto, poco alla volta, riportando la frusta alla massima velocità, terminare con il resto dell'aceto e del succo di limone. Conservare in un recipiente coperto.
Si conserva in frigo per tre giorni.


Per la Salsa Universale
  • una ciotola di maionese 200 ml
  • 20 g senape di Digione
  • 7 g salsa Worcester
  • 10 g brandy
  • 10 gr whisky
  • 50 g panna fresca
Versare la maionese in una ciotola e incorporarvi la senape e la salsa Worcester , unire il brandy, mescolando bene e , in seguito, il wisky.
Aggiungere la panna mescolando delicatamente fino ad avere un composto ben amalgamato.
Conservare in frigo fino al momento dell'utilizzo.



Uovo alla Benedict

Si tratta di un uovo in camicia, come racconta benissimo Roberta, le tecniche per realizzarlo possono essere diverse, io, ad esempio, uso cuocerlo in abbondante acqua portata al bollore, lo lascio scivolare, abbasso immediatamente il fuoco e faccio cuocere per 3 minuti esatti.
Scolo utilizzando un mestolo forato e lascio asciugare brevemente.

L'importante è avere l'albume che circondi il tuorlo e mantenere la consistenza del tuorlo liquida.

Macedonia con sciroppo al cardamomo
  • uva bianca pizzutella
  • banan
  • mandarino
  • pugne nere
  • prugne gialle
  • melograno
  • pistacchi non salati
  • zucchero
  • acqua cardamomo in bacche
Preparare uno sciroppo facendo bollire in 150 ml di acqua  10 bacche di cardamomo aperte e schiacciate e 80 gr di zucchero. Una volta ottenuta una consistenza tipo sciroppo, filtrare e tenere da parte.

Lavare e tagliare la frutta in pezzi piuttosto piccoli, sgranare il melograno, mescolare tutto e condire con lo sciroppo al cardamomo.
Decorare con i pistacchi tritati grossolanamente.

Carcadè
 per due bicchieri
  • 24 gr di carcadè
  • 500 ml acqua
  • 15 gr zucchero
  • 6 cubetti di ghiaccio
Versare l'acqua lo zucchero e il carcadè in una pentola, portare a bollore e far sciogliere lo zucchero, spegnere, aggiustare di zucchero, se occorre, e far raffreddare.
Versare nel bicchiere del minipimer il carcadè e il ghiaccio a cubetti e frullare fino ad ottenere un schiuma densa in superficie.

Versare nei bicchieri.


Comporre la colazione :

 Dividere in due il pane arabo, adagiarvi l'uovo.
Versare la salsa  fino a coprire l'uovo, adagiare due fette di carpaccio tagliate a listarelle, chiudere con l'altra metà del panino.

Servire con il carcadè e la macedonia.




E questa è la mia colazione per l'MTC di ottobre


E anche la ricetta che invio alla cara Vatinee per il suo contest, che dici è abbastanza contaminata la mia colazione? ;)



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

59 commenti:

  1. Sei sempre una delle prime a preparare per la gara e fai sempre foto bellissime... scoraggi gli altri tipo me o incoraggi?!
    Ma vedremo :-) buona domenica ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che mi devo togliere il pensiero!!
      Lungi da me scoraggiare, piuttosto incoraggiare: ce la faccio io, ce la possiamo fare tutti! ;)

      Elimina
  2. mamma mia che bella preparazione questa!!! complimenti davvero e in bocca al lupo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Elena, ma spero proprio di no! Non voglio vincere ;)

      Elimina
  3. Madù, che colazione! Io sto ancora cercando di capire se riuscirò a partecipare all'MTC questo mese (ché di preparare una colazione così per me sola non so se mi verrà l'ispirazione), ma la tua colazione è un vero esempio... posso venire da te domenica prossima? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che ti aspetto!
      ps anche la mia è stata per una porzione, detto tra noi io non riesco a mangiare le uova, non mi piacciono molto! :)

      Elimina
  4. Ecco...era proprio questo che temevo: restare senza parole per commentare...Che poi, come si commenta la meraviglia? e' come cercare di spiegare un tramonto...Carissima Loredana, non so come ti abbia sfiorato il dubbio di finire fuori concorso e credimi, tutti gli americani che conosco e anche quelli, e sono di piu', che non conosco non avrebbero da obbiettare davanti ad una colazione cosi'. Come sempre: chapeau!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto merito tuo, hai sentito la OLA dei miei figli per te?
      È stata una sfida stupenda, per la prima volta ho fatto la maionese, la salsa universale, il carcadè all'egiziana ...cosa volere di più? ;)

      Elimina
  5. secondo me hai fatto un capolavoro! io non so da che parte cominciare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, segui i tuoi gusti, vedrai che arriverà l'ispirazione!

      Elimina
  6. Wow Loredana!!! Sembra un quadro la tua foto, una natura morta bellissima. E che dire della tua colazione? Una favola. Tutto pensato con gusto e fantasia. Bellissima l'idea del carcadè (ci sono serviti quei giorni a Cagliari :)) e pure la macedonia con lo sciroppo al cardamomo... ma anche la salsa e l'idea del carpaccio...insomma, si capisce che le tue uova mi sono piaciute no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary, bisogna subito mettere a frutto gli insegnamenti appresi! ;)

      Elimina
  7. A contaminare ci vuol del talento, che evidentemente tu hai, visti i risultati. Ora sono andata in fissa per la tua salsa universale di Cipriani, già il nome "universale" mi piace, vuol dire che si abbina bene su tutto, come un tubino nero? :-) la provo di sicuro, sono curiosa di assaggiarne il gusto, che con il whisky e il brandy dev'essere strepitoso (tanto la figura dell'avvinazzata l'ho già fatta!) a parte gli scherzi, grandissima perparazione e bellissime foto! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetta anche sul pane, semplicemente, Francesca, proprio come il tubino nero! ;)
      A noi è piaciuta molto e, dopo, eravamo tutti mooolto euforici, chissà perchè! :P

      Elimina
  8. meravigliosa loredana. meravigliosa prima di tutto la foto, che conquista l'occhio, ma meraviglioso soprattutto il piatto, a cui non pende un pelo, come si dice qui. mi è piaciuta la macedonia, il pane arabo, il carcadè.
    mi è piaciuto tutto. e sono certa che l'insieme sia perfetto.
    qui il sillogismo ha funzionato eccome.
    bravissima, rimango senza parole!

    RispondiElimina
  9. bravissima Loredana, insieme vincente! bacione Helga

    RispondiElimina
  10. Io ancora non ho il coraggio di affrontarla, considerato che la mattina mando giù un bicchiere di latte come fosse una medicina anzichè la colazione....
    Faccio il brunch domenica prossima con questa tua...ok ;-)???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che è un pò troppo anche dalle mie parti, ma come pranzo alla figliola è andato benissimo! :)

      Elimina
  11. io non lo vorrei scrivere, che uccidi la gara ogni volta... ma mi ci costringi, ragazza mia... per inciso, tanto per farmi del male: tu, al ritorno da Cagliari, confezioni una meraviglia del genere. Io decido di chiudere la mia parte di blog :-) qualcosa vorrà pur dire, no? brava, brava, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ce l'ho fatta ad aspettare, mi sale l'ansia! ;)

      Elimina
  12. Hai fatto una cosina così, improvvisata....che te possino :-)
    L'ho visto anch'io quel film ma di sera, al buio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film ci ha lasciato un pò perplesse, io l'ho letto come una metafora della malattia mentale, nonostante il finale!
      Si, come hai potuto leggere, proprio una cosina improvvisata, 5 ore di lavoro, per non parlare della cucina da sistemare! ;)

      Elimina
  13. super colazione! buono tutto eliminerei l'uovo come te
    in bocca al lupo per la sfida!

    RispondiElimina
  14. Ciao Lory :) Bella la tua versione, bella l'idea del carcadè! :) Bravissima, un bacione e buona serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Valentina, un bacione anche a te!

      Elimina
  15. a me sembra una contaminazione mediterranea perfetta. e sai una cosa? mi sa che, alla prima domenica uggiosa, mi toccherà coccolarci con un brunch così. oh si si, proverò anche io le uova alla benedict! contaci! un bacino, Sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà cosa preparerai, già me lo immagino! Baci

      Elimina
  16. Complimenti! E' davvero strepitosa!!!

    RispondiElimina
  17. che colazione divina!!! complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Tiziana, diciamo pure un quasi-pranzo!

      Elimina
  18. Sembra il compito (riuscito alla perfezione direi) dopo la lezione con Guerani...quale karkadé hai utilizzato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina ho utilizzate le bustine, naturalmente ne ho usate tante fino a raggiungere le dosi indicate, devo riconoscere che fatto in quel modo è tutta un'altra cosa! :)

      Elimina
  19. una vera super colazione !!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  20. questa si che è una colazione della domenica seria! Bellissima!

    RispondiElimina
  21. Loredana!! Loredanaaaaaaaaaaaaaa...all'americana ti dico OMG!!!!!! baci Flavia

    RispondiElimina
  22. ocavolino, qui mi sa che si vince!!!

    RispondiElimina
  23. strepitosa non rende l'idea è mooolto di più ...invidio questa tua capacità di mescolare e creare...questa vince secondo me

    RispondiElimina
  24. Ragazze...non gufate! ;)
    NO, non vince! :D

    RispondiElimina
  25. wow...Loredana..che altro dire??
    se non che la salsa universale me la sono già segnata anche se temo che assaggiandola, finirei per mangiarmela a cucchiai, da quanto sono golosa :)
    e il karkadè..ragazzi una delle bevande più buone mai assaggiate...era la preferita del mio babbo ^_^
    un bacione tesoro e in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  26. vedo che questa sfida ci ha "sudare".
    Ma la tua creazione è un capolavoro, degno di vittoria.
    Bacio.

    RispondiElimina
  27. Contaminazioni....di gran classe!!!
    Mi piace la cura e la ricerca che hai dedicato ad ogni dettaglio e se al prossimo giro all' Harry's Bar trovo questo piatto saprò chi ringraziare!!!:))) Forse potresti fargli sapere del tuo "omaggio"!!!

    RispondiElimina
  28. Come al solito mi hai fatto morire dalle risate, grande Lori! Ti dico solo che a me e mio marito piacciono i film horror, ma lui, mio marito intendo, è fifone e quando ci siamo messi a vedere 1408 a un certo punto si è alzato arrabbiatissimo perché aveva paura e se n'è andato a letto, lasciandomi da sola a vedere il film (che ho visto fino alla fine, mentre lui se l'è rivisto il giorno dopo di pomeriggio :P). Se penso a come finisce il film ho ancora i brividi, è fatto molto bene! Oddio scusa, sono andata un po' fuori tema!
    Mi dispiace che sia saltata la vostra gita, che peccato! Ma hai trovato subito qualcosa da fare ^_^ Però questa mi sembra una preparazione un po' troppo complicata per me, magari la prossima volta vengo ad assaggiarla direttamente da te, che ne dici? :D
    Un bacione cara

    RispondiElimina
  29. carissima Loredana,
    bhè direi che è perfettamente contaminata questa ricetta :-)
    sono cresciuta in mezzo agli americani (perchè ho frequentato scuole internazionli) e quindi confesso che spesso le mie colazioni sono proprio cosi! benedict's egg :-)
    ma la tua contaminazione, che porta con se quei meravigliosi sapori e profumi di un'esperienza condivisa insieme, ha un tocco davvero speciale. sento sin qui l'essenza del carcardè e la freschezza della macedonia.
    Bhè, dopo la battuta del film orror, non potevi che pubblicare al volo questa ricetta ;-) incredibile la coincidenza!
    grazie cara per la partecipazione! inserito la ricetta e in bocca al lupo! :-)

    RispondiElimina
  30. Secondo me la colazione americana è perfetta per la domenica che hai descritto tu, in cui si può preparare con calma e concedersi il tempo di qualcosa di più sostanzioso della abituale colazione. Mi piace l'idea del carcadé e quella del pane arabo.

    Fabio

    RispondiElimina
  31. Ciao, arrivo da te grazie al contest "Contaminazioni" , complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto.
    A presto, Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
  32. oooooh ma almeno me la lasci un po' di suspance per il toto-vincitore?? possibile che tu debba fugare ogni dubbio al secondo giorno di pubblicazioni???
    questa colazione è una favola, niente a che fare col film dell' orrore.
    A tal proposito, non so se ti resta comoda la corriera per Roma, perchè io avrei giusto bisogno di qualcuno che mi renda divertente film del genere che mio marito ogni tanto mi fa guardare (a tradimento) e io poi non riesco più neanche ad andare in bagno a lavarmi i denti da sola temendo di alzare la testa e vedere qualcosa riflesso nello specchio.......

    RispondiElimina
  33. wow Lory, che accostamenti! Il pane arabo te lo rubo senza dubbio, poi la salsa Cipriani, la melagana....wow Lory!

    RispondiElimina
  34. Che sia Americana o Mediterranea, Originale o Contaminata non ha importanza: quello che importa è che questa proposta è sensazionale!
    La salsa di Cipriani è fa-vo-lo-sa, quel Karkadè me lo sogno di notte, il carpaccio è un'idea geniale e l'insieme è sublime!!!

    E... in ogni caso, l'uovo alla benedict era squisito. :-D

    RispondiElimina
  35. che spettacolo Lori!! mi piace tutto, proprio tutto! ed è bellissima anche la presentazione! baciii

    RispondiElimina
  36. I "grandi cuochi" non sono certo quelli della televisione (soprattutto di questi tempi).
    Sono quelli che come te, in una piovosa domenica mattina, accendono un raggio di sole in tavola con una colazione come questa!
    Perché dovrebbe essere fuori gara? Gli USA sono considerati da sempre un "melting pot" per razze ed abitudini mescolatesi.... Più ben amalgamate di così?!
    Brava!
    Nora

    RispondiElimina
  37. Se tu appena sveglia riesci a preparare tutto questo, mi inchino deferente ai tuoi piedi! Io appena mi sveglio, non ricordo nemmeno il mio nome per i primi 10-20 minuti!! Quel karkadé mi intriga da morire!! Complimenti :)

    RispondiElimina
  38. Ti sei il mio mito. Il tuo post è fantastico e soprattutto è un dejavu di quello che accade in casa Andante la domenica. Quella appena passata io non mi sono mai tolta il mio pigiama da combattimento con tanto di vestaglia di pile orsetto! E ci ho messo come te, l'impossibile per preparare una colazione che si è trasformata in pranzo. E quel film...ommioddio che roba angosciante...Solo tu potevi sdrammatizzare un film orrido con le tue battute! me la ricordo la battuta finale! Assolutamente perfetta! Grazie Lori, sei davvero unica. Un abbraccio grandissimo. Pat

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...