mercoledì 5 giugno 2013

Cheesecake al cioccolato di Lorraine Pascal e...io ci ho provato

Lo dico da subito, non sono stata ligia alle regole.

La ricetta doveva essere copiata alla lettera, doveva, ma il rispetto per l'economia domestica mi ha impedito di acquistare altri biscotti.

Se ci si aggiungono i  600 gr di cioccolato al latte ancora da smaltire da Pasqua ( non stupitevi da queste parti si và di extrafondente e basta) questa era la ricetta perfetta...sempre evitando di considerare che dei quattro componenti della famiglia il piccolo detesta dolci al cioccolato, mangia cioccolato fondente a tavolette, la grande non ama le cheesecake e il marito non preferisce i dolci.

Insomma , mi domando, visto che ho anche sudato come neanche una seduta di zumba, saltellando su un piede solo per tutta la cucina, ma per chi ho preparato questo dolce e...perchè?

La risposta è una sola: non ho resistito.
Patty lo ha presentato il mese scorso nello Starbooks e io ho subito pensato che non sarebbe stato complicato prepararlo con una gamba sola e due stampelle! ;)

L'esecuzione si è dimostrata semplice, come per tutti i dolci che non prevedono l'utilizzo del forno.
A suo favore và anche detto che non utilizza gelatine, agar agar o altre cose che so che a tante non piace adoperare, quindi è una ricetta perfetta se si ama il cioccolato.

La mia ,alla fine, l'ho offerta agli ospiti presenti a cena e l'hanno apprezzata, considerando che ho leggermente diminuito le dosi direi che sicuramente 12 porzioni ne vengono fuori tranquillamente, se poi sono ospiti attenti alla linea anche di più!

A differenza di Patty  ho utilizzato il quark che, rispetto al Philadelphia, ha una nota pià acida , quindi ho aggiunto lo zucchero a velo, che Patty aveva omesso e devo riconoscere che il dolce migliora dopo 48 ore di frigo, i sapori si amalgamano meglio e quella lieve acidità data dal quark scompare.

Il top l'ho decorato con fili di cioccolato fondente, anzichè con cioccolato al latte e ho preferito creare una decorazione più sottile per agevolare il taglio e alleggerire il tutto.

Il titolo della torta sarebbe Chocolate digestive cheese cake di Lorraine Pascal, ma considerando le modifiche la mia la chiamerò semplicemente:

Cheesecake al cioccolato di Lorraine Pascal ( rivisitata o meglio adattata)



per una torta di circa 22 cm / 12 porzioni


Per la base

  • 250 gr di biscotti secchi ( tipo petit)
  • 30 gr di cioccolato al latte
  • 75 gr di burro
In un mixer ridurre in briciole i biscotti e il cioccolato.

Sciogliere il burro sul fuoco, lasciarlo intiepidire, versarlo sulle briciole facendole intridere, aiutandosi con il dorso di un cucchiaio.
Versare il composto in una tortiera, foderata con cartaforno, pressate bene aiutandovi con un peso ( come suggerisce Patty il batticarne è ideale) e porre in frigo.

Per la farcia
  • 750 gr di quark
  • zucchero a velo ( regolarsi in base al proprio gusto, io ho usato 4 cucchiai)
  • cioccolato al latte 300 gr
  • 100 gr di cioccolato fondente al 72% per il top
In una ciotola lavorare il quark con lo zucchero a velo fino a renderlo cremoso.
Nel frattempo sciogliere il cioccolato a bagnomaria, una volta che è scioltoallontanare dal fuoco e unire una cucchiaiata di crema al formaggio, mescolando per amalgamare bene. Proseguire unendo altra crema al formaggio fino a terminare la crema al formaggio.

Versare il composto sulla base, livellare bene, battendo leggermente sul piano di lavoro per eliminare le bolle d'aria e conservare in frigo.
Come già detto ho notato che dopo 48 ore il sapore migliora, questo permette di prepararla con largo anticipo. A differenza di altre torte si conserva bene per almeno4/5 giorni.

Dopo un paio di ore di raffreddamento in frigo, sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e decorare la superficie del dolce creando delle strisce sottili.
Venendo a contatto con la superficie del dolce fredda il cioccolato tenderà a solidificare immediatamente.

 Le foto purtroppo sono quello che sono...come già detto è il massimo che riesco a fare in questo momento! :)




Invio questa ricetta a Martina del blog Lamponi e Tulipani




con questa ricetta partecipo allo Starbooks Redone



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

30 commenti:

  1. Viste le premesse dei gusti di famiglia te lo stavo per chiedere il perché proprio di questa scelta. E però lo capisco. A me non piacciono ad esempio le meringhe eppure continuo imperterrita a farle solo perché mi divertono tanto :) I tuoi ospiti saranno stati ben felici di fare da “cavia” e non credo se ne siano avuti a male per le modifiche…anzi :) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  2. veramente ottima questa torta, solo che la dovrei fare in dosi ridotte ... ma ci posso provare a te è venuta benissimo! Come stai? Come ti trovi a casa? Un bacione Helga

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia...Adoro le cheesecake!!!

    RispondiElimina
  4. Ma confidenzialmente, a te è piaciuto? Pensa che io ho dimezzato le dosi e l'ho fatto in uno stampo da 18 cm perché mi sembrava enorme ma alla fine mia figlia e mio marito l'hanno adorato ed ho già le richieste di bis. Devo dire che la presenza dei digestive al cioccolato fa la differenza. La tua interpretazione mi sembra degna di plauso....e la griglia di cioccolato fondente è un must:
    Un bacio mia cuoca salterina!
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto, infatti una fettina al giorno la sto finendo io...altro che prova costume!!
      La dose è davvero abbondante e in 12 ci si mangia tranquillamente.
      Il quark regala una nota sicuramente particolare e la crema la fa da padrona, senfa nulla togliere alla base di Digestive che nel mio caso non c'è.

      Elimina
  5. Io amo le cheesecake la mangerei tutti i giorni ma mi contengo! Sono sempre alla ricerca di nuove combinazioni, gusti e questa è favolosa credimi ed io ho già segnato la ricetta :-P
    Sei in "gamba" :-D cara Lory <3

    RispondiElimina
  6. Allora la devo provare anch'io...dopo quella di Patty adesso anche la tua !!! E io che avevo pure ripreso a fare jogging...
    Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni...
    Un saluto !
    Marina

    RispondiElimina
  7. ah ah stupendissima, allora se non ti piace il cioccolato mischialo sempre con qualche altro gusto, tipo il burro di arachidi, vieni da me e scoprirai come :-D ah ah
    ma che vuol dire redone?
    No perchè io ogni tanto le rifaccio le ricette dello starbooks, per es l'altro giorno ho fatto gli asparagi in padella :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora partecipa allo Starbooks Redone: le rifatte, in pratica! ;)

      Elimina
  8. Avevo visto la versione di Patty e mi era piaciuta. Così come mi piacciono le varianti che hai apportato tu che ci stanno tutte. Mi avete fatto venire voglia di provarla!
    Fabio

    RispondiElimina
  9. ma è meravigliosamente goloso e quel piattino è tenerissimo!
    baciotti
    Alice

    RispondiElimina
  10. Stupendissima anche la tua versione! Ora basta guardare.....ho già l'acquolina in bocca...sigh sigh

    RispondiElimina
  11. bellissima complimenti certo ho riso alle parole "saltellare in cucina" ti ci vedevo ahahahahhaha i miei complimenti sinceri è bellissima

    RispondiElimina
  12. Loredana, innanzitutto buona guarigione! Scusami, ma sono sempre molto assente anche dai blog che amo e spesso mi perdo le circolari! :(
    Poi, non so perché ma me lo sentivo che avresti provato anche tu questa ricetta per il Redone! ^_^
    Anch'io sono stata conquistata dalla semplicità di esecuzione di questa ricetta, oltre che dal suo aspetto golosissimo! Dalla tua foto (meravigliosa, peraltro) ho avuto la piacevolissima conferma che sia la tua che la mia versione di cheesecake hanno la stessa consistenza!
    La chicca di unire il cioccolato al latte (altrimenti assente nei biscotti) per la base è stato l'atto di coraggio che io, per chissà quale sorta di timore, ho preferito non osare quando ho avuto, per una frazione di secondo, la tua stessa idea! Quindi grazie per l'ottimo spunto, lo terrò senz'altro presente per la prossima volta!
    Anche ad utilizzare un formaggio più acidulo del Philadelphia hai avuto coraggio! Mi trovi d'accordo sul fatto che, con un riposino in frigo di almeno 24 ore, i diversi sapori si armonizzano tra loro e il risultato finale guadagna parecchio... la mia ci è arrivata, ma probabilmente era lo zucchero nella crema ad essere pochino!
    Grazie per la possibilità di questo confronto! :**

    RispondiElimina
  13. Mi sembra che anche con le varianti che dici, tu abbia ottenuto un risultato favoloso......lo si mangia con gli occhi!
    Le ricette della Pascale generalmente sono facili da realizzare e di sicuro effetto, io me ne papperei una bella fetta all'istante, credimi...

    RispondiElimina
  14. Intervento?
    Stampelle?
    Spero tutto bene... e se hai problemi a smaltire questa delizia, mi offro volontaria e se vuoi poi ti aiuto anche a pulire le stoviglie.
    Buona ripresa, ciao Deb

    RispondiElimina
  15. o mamma, che vedono i miei occhi, ne voglio una fettaaaaaa, un bacio

    RispondiElimina
  16. Tesoro il tuo spirito di cuoca non si ferma anche se ti tocca saltellare!!
    ma se ti viene voglia di fare dolce con mega cioccolato ricorda che ci sono io che ne mangio quantità industriali!!!
    ahahah
    bravissima, mi sono innamorata della foto credimi!!!
    baciii

    RispondiElimina
  17. Innanzitutto mi spiace per il tuo piede...spero che questo dolce, fettina dopo fettina, stia aiutando nel recupero ;-)

    RispondiElimina
  18. Momamma Lory! Questa è davvero da leccarsi i baffi:)
    Bella bella.. ma come non piace la cioccolata? O.o ma come non piacciono i dolci? O.O sono incredula..
    ok basta..
    un bacione:**

    RispondiElimina
  19. Comincio col ringraziarti per avermi eletta vincitrice di the recipetionist :) non mi sarei mai immaginata che l'ovetto mancante potesse essere galeotto :D e ti confermò che abbiamo adorato il boureki anche senza di lui :) per quanto riguarda la cheesecake aveva colpito subito anche me, ma non ho avuto modo di provarla. Io la segno per il prossimo Starbooks ;)
    Guarisci presto e grazie mille ancora :D

    RispondiElimina
  20. Quasi quasi la faccio.....è che ho troppo lavoro a scuola e a casa ( a causa della scuola).Intanto conservo la ricetta,non si sa mai!!!!
    Brava Loredana,buona guarigione a te.

    RispondiElimina
  21. Loredana tu sei il mio mito! Mi hai risolto un grande dubbio! Tu devi sapere che io adoro il cheesecake ma d'estate non lo faccio mai perchè odio la panna e poichè tutti mi dicevano che solo con il formaggio fresco non si poteva fare non l'ho mai fatta! Adesso leggo la tua ricettina e tadaaaaa la posso fare! Grazie grazie! Smack

    RispondiElimina
  22. ma è una meraviglia...altro che disastro, questa torta è un'opera d'arte, grande Lory!

    RispondiElimina
  23. Complimenti per la fantastica golosità!!! Un abbraccio e felice serata

    RispondiElimina
  24. Mi sembra che la tua rielaborazione sia perfettamente riuscita. Ti dirò che sono davvero curiosa di provarla, io di solito faccio quelle con la frutta, ma amando il cioccolato non posso che tentare questa ricetta! Ti farò sapere se ho ottenuto risultati buoni almeno quanto i tuoi ^^

    RispondiElimina
  25. Loredana questa cheesecake è veramente super.. devo assolutamente farla.. complimenti!

    RispondiElimina
  26. Wow, sembra favoloso, le foto della fetta fa venire voglia di leccare lo schermo :-)

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  27. Wow Lori che bontà! Amo la cheesecake, cerco sempre di trovare ricette originali e nuove e questa ne è una, grassieeee
    Smackkk

    RispondiElimina
  28. stampelle o non stampelle riesci sempre a creare e a fotografare dei dolci bellissimi!
    non conoscevo questa torta e la copierò spudoratamente, non mi sembra troppo difficile da fare...
    solo che non resisterò mai 48 ore per farla insaporire, a casa mia sparirà subito!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...