venerdì 15 marzo 2013

Fideuà...si, viaggiare!

Il giro di boa dei quarant'anni era stato una bella prova.
Una specie di momento di riflessione che aveva aperto la porta ad idee nuove, strane, un pò temerarie.
Si era sentita ancora forte ed in grado di affrontare una nuova avventura, aveva ascoltato i suggerimenti di gente sconosciuta che l'aveva incoraggiata a tentare; in fondo, perchè no?
Le piaceva viaggiare,navigare, se non dal vero almeno con l'immaginazione e così, ogni volta che attraversava quella porta magica, si perdeva in mondi, viaggiava, stupita da colori, suoni, immagini di luoghi conosciuti e nuovi, esotici o dietro l'angolo.

E allora si butta, senza rete, senza bombola, senza nessun tipo di attrezzatura, nè di conoscenza di quello strano modo di viaggiare.

Sceglie un nome, suggerito dalla figliola, lo prende per buono e come buon augurio e ...preme il tasto pubblica.

Da quel momento sono trascorsi due anni. La navigazione l'ha portata a  girare per il web, con la curiosità del vero esploratore,  raccogliendo notizie e spunti e incrociando altri viaggiatori.
In particolare incrocia un gruppo di scalmanate che ogni mese si riunisce per mettersi alla prova su una ricetta.

Grazie a loro i viaggi si infittiscono, di mese in mese aumentano le conoscenze, si corregge la rotta, si fa esperienza e si impara che attraverso il cibo si può girare tutto il mondo.
Come finisce questa storia? Non  saprei, la quarant.....enne è ancora qui a smanettare, cercando di stare dietro a un mondo virtuale non sempre comprensibilissimo, ma soprattutto è ancora entusiasta di viaggiare attraverso la cucina.

Così questo mese si approda in Spagna, per la precisione in Catalogna.
E' stato un viaggio impegnativo, ma soprattutto nuovo e, in quanto tale, non mi ha permesso di modificare qualcosa che non conoscevo.

Sono partita dalla base, ho seguito Mai nella sua cucina e nei profumi del suo piatto e, faticosamente, ho cercato di riproporlo.

Faticosamente per me.E' una preparazione impegnativa, ma fattibile, ricca di sapore , di aromi, originale per il metodo di cottura, insomma tutta da provare perchè va bene la descrizione, perfetto vedere le immagini, ma il sapore di questo piatto è qualcosa di unico e appagante.

Unica modifica la salsa, all'aglio proprio non sono riuscita ad arrendermi ;)



Fideuà con salsa ai pomodori secchi

Per 4 persone

  • 300 gr. di "fideus" (potete farli spezzando degli spaghetti, 2/3 cm)
  • 5 pomodori maturi
  • 1 o 3 spicchi d'aglio (a piacere)
  • 350 gr. di calamari
  • 12  gamberoni
  • 8 scampi
  • 1/2 cucchiaino di paprica dolce
  • un pizzico di pistilli di zafferano
  • sale 
  • olio extra vergine


Brodo
  • 1 cipolla media
  • acqua
  •  sale
  • pesce di roccia (perché è più saporito, per me: razza, gallinella, scampi)

Per la salsa

  • pomodori secchi 10
  • olio evo
  • aglio 2 spicchi




Procedimento
Mettere il pesce per il brodo in una pentola piena d'acqua fredda (2 l.) aggiungere la cipolla, sbucciata e fatta in 4 pezzi grossolani. 
Portare a ebollizione e togliere la schiumetta che si forma sopra, cuocere per 30/40 minuti. 
Dopo filtrare e tenere da parte a caldo.

Tritare gli spaghetti alla lunghezza di 2-3 cm.
Nella "paella" scaldare un filo d'olio, versarci i fideus e farli tostare il più omogeneamente possibile, devono diventare sul marroncino ma attenzione a non bruciarli troppo. Poi mettere da parte. 

Aggiungere olio alla paella e cuocere i gamberoni, salare verso la fine e mettere da parte. 
Conviene munirsi di un recipiente, meglio con coperchio, per  preservare il pesce cotto e mantenendolo caldo. Se serve, aggiungere olio e cuocere gli scampi, salare verso fine cottura e mettere in caldo.
Passare ai calamari, puliti e fatti a pezzi, (ad anelli , io ho unito anche i tentacoli) salare anche questi a fine cottura e unire al resto del pesce. Fate attenzione alle diverse cotture, il pesce fresco cuoce velocemente, ve la cavate in pochi minuti, ma aggiungete sempre abbastanza olio, perché vi servirà anche per il soffritto.




Lavare e sbucciare i pomodori.  Tagliuzzateli piccoli, piccoli.
 Sbucciare gli spicchi d'aglio, passarli in uno schiaccia aglio e soffriggere nell'olio, dopo qualche secondo aggiungerci i pomodori. Aggiungere una punta di zucchero, e più avanti correggere di sale. Se è necessario, (e lo sarà) bagnare con del brodo di pesce. 
Quando il soffritto ha cambiato colore, si è ridotto e addensato, versare lo zafferano pestato nel mortaio e sciolto con un filo di brodo, amalgamare e aggiungere mezzo cucchiaino di paprica dolce. Dopo di che va versato il brodo, il sufficiente a coprire appena appena la pasta quando la andremo a buttare. Dovrete regolarvi a secondo la pentola o padella che avete a disposizione, ma meglio se questa è bassa e larga. 

Quando il brodo comincia a sobbollire buttare la pasta, disporla omogeneamente su tutta la padella. Qui vanno controllati i tempi di cottura della pasta, la mia era 10 minuti, dopo i primi 4 minuti che cuoceva la pasta ci ho aggiunto i calamari e i gamberoni, amalgamato e cotto fino ai 6 minuti restanti. Assaggiare se è giusto di sale e adagiare sopra gli scampi.
Ammorbidire i pomodori secchi in acqua bollente e un poco di aceto, strizzarli e versarli in un mixer, unire l'olio e l'aglio sbucciato.
Frullare fino ad avere una consistenza cremosa. 




Con questa ricetta navigo verso l'Mtc di marzo ;)



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

45 commenti:

  1. Quella padellata di pesce posso sognarmela per tutto il giorno!!! Un bacione, buon fine settimana simaptica viaggiatrice della rete ^_^

    RispondiElimina
  2. Gracias mi amiga querida! Es estupenda esta receta!! :D <3 Loryyy ma grazie di averci portato in Spagna! Che meraviglia di piatto.. che fotografie!! :D Mi piace veramente tanto.. davvero! Il pesce è qualcosa a cui non so resistere! Ti abbraccio, con affetto <3 Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. carssima Loredana, è vero quello che dici, attraverso i nostri blog abbiamo la possibilità di viaggiare un po' cucinando piatti come questo ed esplorando blog stranieri (cosa che mi piace fare tantissimo). Io devo confessare che dopo l'ultima gravidanza mi è venuta una voglia tremenda di fare la valigia e di andare...dove? in Provenza ad esempio, in montagna dalle mie parti ma...devo starmene buona a Milano:) e allora viaggiamo verso la Mai. Un piatto stupendo, mi piace tantissimo la tua salsina!!!
    un bacione e buon we,
    Vale

    RispondiElimina
  4. Loredana, la tua fideua parla una lingua universale, vorremmo essere quella padella, ma anche la forchetta, senza necessità di passare per il piatto. Ricetta grandiosa, di quelle a cui tu ci hai abituato e sempre ogni volta riesci a stupire un po' di più.
    Bacioni alla Cucina di Mamma, che è un angolo stupendo!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapete esprimere in maniera poetica quello che si poteva sintetizzare in un : buono!!! ;)
      Grazie :)

      Elimina
  5. Che meraviglia questo piatto e che bella quella ceramica in cui lo servi un connubio che mi evoca i colori e i sapori dell'estate!
    baci e buon we
    Alice

    RispondiElimina
  6. Ecco, sono contenta che in questo viaggio ci siamo incontrate :)
    Sei sempre extra!

    RispondiElimina
  7. E' un viaggio unico questo dell'MTC, e la tua Fideuà mi piace un sacco!

    RispondiElimina
  8. Che bel post!! :-) Quant'è bello il mondo virtuale? E tu sei sempre all'altezza delle sfide che ti poni o che ti vengono proposte, brava Lori, purtroppo per me non mangio i gamberoni, proprio non ce la faccio, mi fanno impressione O.o
    :P un bacione grande e buon weekend

    RispondiElimina
  9. viaggiare in qualsiasi modo lo si faccia, apre la mente ed aumenta la curiosità, arrichisce e rende "splendenti" come te e come il tuo piatto assolutamente solare ed invitante! Helga una delle tante compagne di viaggio

    RispondiElimina
  10. Sei una persona davvero in gamba Lory e non solo nella cucina, sei davvero un'avventuriera, coraggiosa e dinamica complimentoni!
    Dopo tutta sta sviolinata mi inviti a pranzo vero?!
    Scherzi a parte sei mitica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente, Emily e vieni in compagnia! :)

      Elimina
  11. beh per fortuna c'è la cucina ... ultimamente con lei viaggio parecchio!!! mi piace questo piatto ti è venuto sublime!!! buona giornata Loredana

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piacciono i pomodori secchi! E la tua salsa dev'essere perfetta con la fideuà!

    RispondiElimina
  13. Sante parole le tue! Viaggiare poi, insegna sempre e sorprende ancora di più!
    Io rimango sempre a bocca aperta quando vedo cosa siete capaci di fare.
    Loredana anche io dei calamari metto i tentacoli, da me non si butta niente, e questo dettaglio mi è piaciuto tanto! Che importa che la salsa non sia al'aglio, questa si abbina stupendamente. e poi.... Maddòòòòòò ma quanta roba, che fideuà meravigliosa che hai fatto!

    besazos!!!!!

    RispondiElimina
  14. Bellissima l'introduzione e magnifica la ricetta. Lory io lo dico sempre che sei una persona speciale non solo per noi che abbiamo la fortuna di conoscerti,ma anche per le ricette che hanno la fortuna di essere Cucinate da Te.
    Sono riuscita commentare con il tablet ;-) Baciiiiii

    RispondiElimina
  15. Bravissima! La ricetta sembra impegnativa ed il risultato ottimo! Bello anche il racconto iniziale, sempre bello leggere un post ben scritto! Buon week end, Simona!

    RispondiElimina
  16. Cara mi ci tufferei in quella bella padellata di pesce!!!! immagino la bontà di questa fideuà :-P un abbraccio, Ros

    RispondiElimina
  17. e pure questa mi piace la mia va il brodo è il bollitura stasera si cena pesce :) per la felicità della famigliaaa

    RispondiElimina
  18. Che brava la ricetta è super invitante!

    RispondiElimina
  19. questo mese salto, Loredana, come hai visto sono poco presente ma mia nonna si è rotta il femore, è in ospedale, sono quindi senz ababysitter e corro avanti e indietro per gli ospedali. però mi sa tanto che mi perdo qualcosa.....ha una faccia 'sto piatto!

    RispondiElimina
  20. questa sfida mi piace da matti, questo piatto fa una gola pazzesca, più di un triliardo di dolci....fantastico Lory!

    RispondiElimina
  21. Ricetta difficile ma credo ne sia valsa la pena visto l'aspetto delizioso.. mi posso solo limitare ad ammirare il tuo piatto, che invidia!

    RispondiElimina
  22. Tu sei una donna da sfide, non ci sta niente da fare! Le affronti sempre, a testa alta e le porti a termine con tenacia, passione, bravura. E il risultato è sempre uno spettacolo! Complimenti. Una grandissima bella ricetta realizzata alla grande!!!

    RispondiElimina
  23. @ Grazie a tutti di cuore, ma grazie a Mai per questa ricetta che, garantisco, all'assaggio è qualcosa di incredibile! :)

    RispondiElimina
  24. Anche per me il giro di boa dei 40 mi ha fatto strani scherzi, non ultimo l'apertura del mio blog un anno e mezzo fa. Come te mi sono un pò buttata in un viaggio incerto che non so ancora bene dove mi porterà. Quel che so è che ho conosciuto belle persone che mi hanno sempre insegnato qualcosa, ad ogni passaggio, con ogni post. E fra quelle ci sei anche tu. Il tuo blog è un bel porto dove attraccare! e con questo post e la tua fideuà lo hai dimostrato ancora una volta! un bacione e buon fine settimana.
    Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, compagna di navigazione :)

      Elimina
  25. Non vado a letto prima di lasciare un commento. Perché tu sei sempre una di quelle meravigliose concorrenti che io metto sulla pedanina in segno di rispetto profondo ogni volta che parte un nuovo Mtc. E anche questa volta non mi sono sbagliata, perché nonostante tu abbia voluto seguire parallelamente la ricetta di Mai con doveroso rispetto, la tua mano si vede e si sente dietro le tue parole. Che meraviglia Lory.
    Notte cara, un buon week end a te. Pat

    RispondiElimina
  26. io, invece, qui da te mi sento a casa. Mi sento sempre accolta come un'amica di vecchia data, con quel calore e quell'affetto che si riservano agli ospiti speciali- e che sono propri solo delle persone con una marcia in più. Sei da sempre la cncorrente più generosa, più infaticabile, più entusiasta del nostro gioco e un punto di riferimento personale per la naturalezza con cui riesci a regalarci ogni volta piatti straordinari, secondi solo alla tua umiltà. L'ho sempre detto, lo ripeto di nuovo: siamo nooi a dover ringraziare quel giorno di follia ;-) che ti ha spinto ad aprire la tua cucina e a condividerla con tutti noi, permettendoci di conoscere, oltre alle cose che fai, la meraviglia di persona che sei. Per noi è un onore, ogni tua partecipazione all'mtc. Grazie, davvero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Alessandra, sai quanto mi senta onorata delle tue parole e non smetterò mai di ringraziarvi per questa bellissima avventura :)

      Elimina
  27. Che bel modo di 'bloggare'! Mi piace come hai espresso questa tua esperienza virtuale, e sono d'accordo con te, proprio un sì viaggiare (mi piace anche la canzone :-))>

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  28. Loredana, mi sono incantata di più a leggere "del tuo viaggio" ed alla ricetta ho dato per ora uno sguardo veloce. Hai descritto perfettamente il viaggio che io ho intrapreso con degli anni molto ma molto più dei tuoi, circa quattro anni fa e sono ancora qui sempre più innamorata di questo bel viaggio! Ciao Un bacio Azzurra

    RispondiElimina
  29. raffinatissima ricetta e che viaggio! brava come sempre....
    bacio
    cris

    RispondiElimina
  30. Splendido il tuo post, quanto mi piace viaggiare!!!! Il profumino di questo piatto è delizioso, che voglia irresistibile di mare....

    RispondiElimina
  31. Bellissima la tua fideuà! Noi ci siamo cimentate oggi in questo favoloso "viaggio" ed il risultato è stato davvero gustossissimo :)
    Buon fine settimana.
    A presto.

    RispondiElimina
  32. e si vede che a te viaggiare ti fa proprio bene, guarda qua cosa mi tiri fuori dal tuo cappello :)) Quindi, non ultimo.. AUGURI! Buon comple-anno-blog ;))
    un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille degli auguri, Cinzia, non avrei mai pensato di arrivare a quota 2!! ;)

      Elimina
  33. Bella Loredana, molto simile alla mia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella della Mai, semplicemente ;)

      Elimina
  34. cara Loredana per te niente è impossibile! lo sai che ammiro la tua pazienza e la tua bravura.
    Mi piace la similitudine del viaggio, le tue tappe sono straordinarie ed hai solo cominciato!
    anche questo piatto è straordinario...
    buona domenica, Laura

    RispondiElimina
  35. Nel rispettare la ricetta originale, hai dato il tuo tocco magico, Loredana :) Buonissima e bellissima, complimenti :) La salsa ai pomodori secchi, poi, con quel gusto forte, ci sta tutta! ^^

    RispondiElimina
  36. E il naufragar m'e' dolce in questo mare ... il mare è il tuo blog ed ogni volta mi perdo estasiata dalle tue ricettine!
    Strepitosa fideua e bellissime foto!!! L'ho preparata anche io oggi e questa ricetta mi ha conquistata alla prima forchettata ... è davvero buona da far spavento!!
    Ti appoggio anche per l'idea della salsa ... niente aglio nemmeno per me! ;-))
    BAciooo

    RispondiElimina
  37. molto molto invitante!!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...