venerdì 22 febbraio 2013

Sacher Torte di Enrico Cerea

Un mondo virtuale è un bel mistero.

Strano pensare a quanto possano diventare "reali" certi rapporti, standone fuori.
Neanche prendevo in considerazione l'idea, prima di aprire un blog.
Ritenevo "finto" tutto ciò che ruotava attorno a questa realtà.

I quasi due anni di blog mi hanno regalato, tra le tante, bellissime amicizie, anche un rapporto particolare con due ragazze ( non vecchie come me!), colleghe di ufficio ( loro due), amiche nella vita e blogger loro stesse.
Una scrive di libri, la sua passione, e legge alla velocità della luce ( quanto la invidio per questo!!), un'altra racconta delle avventure con il suo capo, che detesta e chiama , simpaticamente, Troll e dei suoi spostamenti sui mezzi pubblici con disservizi e siparietti di fauna locale.
Le nostre strade si sono incrociate casualmente, ma non si sono più divise.

Leggo Le recensioni di Chiara e chiedo a Marianna: Tu che sai tutto...  parliamo del più del meno (e anche del diviso e del per), così ho scoperto che c'è anche una gemella  psicologa che da pochissimo ha aperto un blog anche lei ( quale occasione migliore per sottopormi a un pò di psicoterapia?).

 La cosa più bella è che ci scriviamo, ci lasciamo reciprochi commenti, ci sosteniamo, ci auguriamo un buon we , ma anche un "resisti ! " quando arriva il lunedì, ci raccontiamo di cucina e di disastri, poi arriva la richiesta di Chiaretta: Loredana posta una Sacher.

Una Sacher? E ti sembra semplice?

Ne ho provata qualcuna, non sono mai rimasta soddisfatta del risultato, non conoscendo il sapore di quella originale, epperò...amo che mi si chieda di provare qualcosa e , soprattutto, raggiungere il risultato.

Ho cercato, cara Chiaretta, una ricetta che mi convincesse, che fosse buona , semplice da realizzare e con tanto d'autore: l'ho trovata :)

Per tutte le notizie storiche su questa torta basta cercare in rete, non avevo voglia di fare il solito copia -incolla, personalmente ringrazio  il giovane pasticcere Franz Sacher, per aver creato a Vienna nel 1832 , questa torta, leggera, morbida, non stucchevole e...cioccolatosa al punto giusto e ringrazio lo chef Enrico Cerea per questa sua versione della Sacher Torte.

Questa è per te Chiaretta, per Marianna e per Emily (che avrà tempo per capire quanto sono "rompi"),che dite si può parlare di amicizia?

ps: Per ora l'assaggio è solo virtuale, ma il passaggio a quello reale si può organizzare.


Sacher torte di Enrico Cerea
(dose per una teglia da 22 cm)
  • 130 gr di burro
  • 40 gr di zucchero a velo
  • 1/4 di bacca di vaniglia
  • 6 tuorli
  • 6 albumi
  • 180 gr di zucchero semolato
  • 130 gr di farina 00
  • 130 gr cioccolato fondente
  • marmellata di albicocche
Per la ganache al cioccolato
  •  100 gr cioccolato fondente al 60%
  • 80 gr panna fresca
  • 20 gr burro
  • 10 gr di glucosio ( per me miele)

Preparare la base
Sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato a pezzetti, una volta ottenuto un composto fluido unire lo zucchero a velo, i semi della vaniglia, mescolare bene e spegnere il fuoco.

Lasciare sul bagnomaria, mentre si procede a montare gli albumi a neve con 90 gr di zucchero, fino ad avere un composto fermissimo.

Montare i tuorli con gli altri 90 gr  di zucchero, fino a far triplicare il loro volume.

Per la buona riuscita del dolce è indispensabile che tuorli ed albumi siano montati benissimo.

Unire gli albumi ai tuorli, mescolando delicatamente per non smontare il composto, unire il cioccolato ( tiepido, ma non freddo) e mescolare bene.

In ultimo unire la farina setacciata, in due/tre volte.

Imburrare e infarinare una teglia ( io ho anche posto un disco di carta forno sulla base).
Versare il composto e cuocere in forno caldo a 180° per 22'-25' , fare sempre la prova stecchino, se occorre prolungare la cottura.

Sfornare, far raffreddare, dividere a metà e farcire con uno strato di marmellata di albicocche ( per me quella fatta dalla mia mamma).

Preparare la ganache al cioccolato
Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato spezzettato con la panna fresca, il burro e il glucosio ( miele), fino a quando non si avrà un composto fluido.

Far intiepidire leggermente e versare sulla torta, ricoprendola interamente.

Poggiarla su una gratella , sopra un piatto per recuperare la ganache che scivolerà più e poterla, poi, stendere sui bordi.

Una volta rappresa ( la ganache non diventerà durissima) volendo far sciogliere un pò di cioccolato fondente a bagnomaria e scrivere  Sacher sulla torta.




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

30 commenti:

  1. caspita Lory è stupendissima...ci ho sempre provato con ricette recuperate qua e la, le torte erano buone, ma erano torte al cioccolato...questa è grandiosa...prenderò spunto...complimenti!

    RispondiElimina
  2. E' veramente così. Anche io non mi sarei aspettata che certe conoscenze virtuali assumessero la forma di amicizie vere e proprie, anche se non ti vedi quasi mai, anche se sei lontana. Eppure tra le parole ed i messaggi senti che i rapporti sono veri e sinceri e ti danno veramente tanto umanamente.
    Sacher magnifica. Proverò sicuramente la tua base perché mi sembra molto interessante. Sulla glassa, ho trovato quella perfetta, che diventa dura e croccante e resta bella lucida. Un venerdì favoloso con questo mito al cioccolato. Baci grandi carissima, Pat

    RispondiElimina
  3. Devo dire che non vado matta per la sacher proprio perchè quelle che ho fatto sino ad oggi erano sempre troooooppo dolci e stucchevoli. Mi segno subito la tua ricetta e poi ti dirò ^_^

    RispondiElimina
  4. Lory.. la tua sacher è stupenda davvero e le tue parole sull'amicizia ancora di più. Condivido con te, certi legami speciali possono nascere anche così.. e delle volte riescono addirittura ad essere più veri di tante ipocrisie che ti trovi a constatare, da parte di chi dovrebbe esserti vicino. Non dico nulla guarda, che in questi giorni ne avrei da raccontare... sei dolcissima e ti abbraccio cara. Buon venerdì!! <3

    RispondiElimina
  5. Una vera e propria delizia!!!

    RispondiElimina
  6. Te lo devo dire che mi sono commossa??? Ho le lacrimone agli occhi... faccio l'acida, ma alla fine sotto la scorza da dura sono una romanticona e certe parole di Amicizia mi commuovono sempre. Anche io il fine settimana penso sempre a te e al fatto che di sabato lavori, ma che alla fine Ami il tuo lavoro e questo ti fa Onore!
    Dalla fetta ho preso una forchettata virtuale della tua buonissima sacher, ma non vedo l'ora di incontrarci e di assaggiarla davvero :)! Rifarò la torta e questa volta non cambierò il burro con la margarina + sul ♥! Grazie Lory e come da tradizione Buon Fine settimana ♥♥

    RispondiElimina
  7. :')
    ... il tuo post mi ha lasciato senza parole... sì, l'amicizia virtuale esiste ed è più forte e più vera di tante amicizie "reali". Ho conosciuto molte persone in questi due anni di blog, alcune si sono perse per strada, altre sono rimaste e ci sosteniamo a vicenda, ci facciamo coraggio e condividiamo gioie e dolori della vita quotidiana.
    Sei una persona splendida, forte dolce e coraggiosa, un vulcano!!! Quando ti ho chiesto di postare la ricetta della sacher sapevo che mi avresti accontentata, perché so che ami le sfide ^_^ e infatti, guarda cosa mi hai combinato, la tua sacher è bellissima, non vedo l'ora di provarla, anche se avrei preferito assaggiare la tua :P
    Mi hai fatto un regalo meraviglioso e mi hai tirato su di morale, considerando che sto a casa da ieri mezza influenzata :-/
    un bacione Lori, buon weekend e grazie ancora di cuore

    RispondiElimina
  8. Be che dire se non grazie delle tue parole Lory io ti conosco da taaaanto tempo visto che come hai detto bene tu la mia gemellina non fa altro che parlarmi di te il week end e anche perché io leggevo sempre i tuoi post e le tue risposte a queste due pazzerelle! Da neofita blogger posso dire poco su questo mondo ma sono sicura anche io che l'amicizia vera può nascere anche quì sopratutto fra persone sincere con se stesse! Basta questo non è lo spazio psi ma lo spazio godereccio e questa torta ha un valore ancora più bello del suo aspetto! Vediamoci presto e assaggiamo questa delizia un abbraccio e buon week end!

    RispondiElimina
  9. bellissima questa sacher mamma mia che buona

    RispondiElimina
  10. è sempre una meraviglia di torta che fa il suo figurone, non mi stancp di collezionare ricette di torte sacher, riscuotono comunque sempre un disceto (per essere modesti) successo. e questa penso proprio non farebbe che alzare il livello!

    RispondiElimina
  11. Ciao Loredana :) Anche io ero molto prevenuta ma da quando ho aperto il blog ho conosciuto delle splendide persone, ho provato (e provo) delle emozioni stupende... certo, c'è il buono e il cattivo... così come nella vita reale... ma il cattivo non ci interessa ;) Spero di abbracciare tante di voi, finora mi è capitato solo una volta ed è stato bellissimo <3 Per quanto riguarda la Sacher... anche io non sono mai soddisfatta del risultato finale (e nemmeno di quelle che ho mangiato finora a dire il vero...) ma guardando questa mi vien voglia di provare immediatamente: bella e invitante! E poi mi fido di te! ;) Chiara sarà felicissima :) Segno tutto, grazie e complimenti! Buon weekend :**

    RispondiElimina
  12. Questo mondo virtuale è buffo e può riservare anche delle graditissime sorprese. quando ho aperto il blog non mi sarei mai aspettata che il più grande regalo che potesse farmi fosse riscoprire l'amicizia, quella vera. E sono stata felice di essermi sbagliata. E oggi, a distanza di tre anni, avverto molto pià calore e sincerità in tanti commenti che non dalle persone che mi ruotano intorno nella vita di tutti i giorni.
    La tua sacher è una favola e mi sta tentando anche troppo! Un bacione , buon fine settimana

    P.S. grazie del commento bellissimo che mi hai lasciato ^_^

    RispondiElimina
  13. Solo chi non ha un blog non può sapere quanto può essere reale questo mondo virtuale, quante belle persone si possono incontrare anche solo virtualmente e quanta solidarietà corre nella rete! Sai cosa mi sconvolge? che a volte trovo più calore, parteciazione e affetto in un commento che non in alcune persone reali che frequento quotidianamente.
    Golosissima la tua sacher!
    bacioni e buon we
    Alice

    RispondiElimina
  14. Torta splendida Loredana!! Io è da poco che ho aperto il blog, mille dubbi e tante cose che ancora non so, ma credo nell'amicizia ed è bello si siano create per te queste amicizie che forse, come dice Chiara ti danno di più che le amicizie reali. un bacione e buon fine settimana..

    RispondiElimina
  15. proprio l'altro giorno nel film di Moretti... la sacher con una montagna di panna... acquolina e sorrisi ;)

    RispondiElimina
  16. Proprio bella la vostra amicizia sicuramente più vera di quelle reali. Bello il tuo gesto di fare la sacher perchè te l'abbiano richiesta. Io ci credo nell'amicizia in ogni sua manifestazione e se qualcosa va male e tico i rapporti possono anche modificarsi sia in peggio e sia in meglio. La tua sacher rimmane la stessa unica e meravigliosamente buona. Complimenti e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  17. Certo,cara Loredana,che come primo esperimento ti è venuta fuori una meravigliosa sacher.....ne mangerei una bella fetta.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  18. ciao Loredana,complimenti e' una vera meraviglia da leccarsi i baffi ...buon fine settimana !!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  19. Per me sei la donna delle sfide. ANzi la donna che le sfide le vince sempre. E' magnifica! Sarà che la ricetta originale che hai adocchiato era buona, sarà che tu sei sempre magnifica nelle realizzazioni e nelle foto!!! Un abbraccio bella mia... Oggi freddo, pioggia, grigio... quasi quasi faccio le pulizie di pasqua!

    RispondiElimina
  20. ho le tue stesse amiche virtuali e lo stesso desiderio di far diventare reale un rapporto fatto di piacevoli commenti e di augurali "resisti", magari ci possiamo organizzare per un incontro, basta volerlo!
    Vado a visitare la gemella psicologa di Marianna...
    la tua sacher? favolosaaaaaaa

    RispondiElimina
  21. Loredana il blog ti regala questeamicizie che poi diventano realta' e anche io ho scoperto persone che adoro!!!! tu sei stata bravissima questa sacher e' perfetta a dire il vero un assaggio lo farei:)
    un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  22. wooowww!!! di sicuro la voglio fare... sembra deliziosa!!!

    RispondiElimina
  23. Non c'e ostacolo per la grande Loredana!!!
    Bellissima la tua Sacher e pure la scritta la rende perfetta!!!! Ho una ricetta (dal libro dell'hotel sacher ma con alcune modifiche) ma che non ho mai osato provare... Chissà che successo!!!
    ..Mi hai fatta sorridere con il tuo commento - grazie per essere sempre presente a trovarmi - riguardo l'aria di montagna e il profumo della pizza ;-)
    Una buona Domenica a te e ai tuoi cari,
    qui prevedono neve - arriva a trovarmi dall'Italia
    :-)
    Dany

    RispondiElimina
  24. Che vergogna non ho mai assaggiato una sacher è così buona e poi a guardar la tua mi fa venire l'acquilino in bocca.
    baci a te cara.
    Inco

    RispondiElimina
  25. Ragazze,perdonate la latitanza, ma l'influenza mi ha beccato e riesco a malapena a lasciare un commento qui.
    GRazie e buona domenica a tutte
    ps se voleter inviatemi altrericette di Sacher, sono curiosa di trovare quella perfetta, anche se questa mi piace veramente moltissimo:)

    RispondiElimina
  26. cara Loredana, spero tu ti rimetta al più presto. Io sono appena tornata e, nonostante il freddo intenso, non mi sono neanche raffreddata. La "tua" sacher è bellissima e non oso pensare all'assaggio, credi che mi possa inserire anche io per un passaggio reale?
    La devo copiare e preparare visto che è la torta preferita da mio marito, ma temo che i miei risultati non saranno così! Un bacione e auguri di pronta guarigione Helga

    RispondiElimina
  27. E' difficilissimo fare la Sacher, ma la tua mi sembra abbia un ottimo aspetto! Non sottovalutarti... Ma se vuoi mi offro per l'assaggio reale:-)))) baci

    RispondiElimina
  28. Questa è una torta che mio marito adora ... è sempre nella lista delle cose da fare e prima o poi mi toccherà farla per forza!!!
    La tua è favolosa e non ti nego che la ricetta me la appunto amorevolmente!
    Per le amizicie virtuali ti do perfettamente ragione ... ci si sente e ci si commenta con gioia sentita e non lo si fa per un tornaconto o secondi fini.
    Ci sono al contrario amicizie reali che nonostante guardicchino il blog non mi dicono quasi mai niente ... ed è tutto che dire!
    Un bacioneee

    RispondiElimina
  29. Non ho mai preparato una sacher, per i motivi di cui sopra, ma quando deciderò di farlo, saprò dove attingere :D

    RispondiElimina
  30. Loredana anch'io non ho mai provato la Sacher perché non ho mai trovato una ricetta che mi convincesse... ora che tu hai proposto la tua, mi toccherà rompere gli schemi! *_* Sapessi quaaaaaaanto ciò mi addolora!
    Un abbraccio, bravissima!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...