sabato 12 gennaio 2013

Torta all'arancia

E' sempre complicato muovere i primi passi in cucina.

I miei sono stati disastrosi, nonostante la buona volontà.

Mi sono ritrovata a 24 anni a vivere da sola, in un'altra città, senza più le cure e la cucina della mia mamma e ho dovuto arrangiarmi.

Sono sempre stata attratta dallo stare ai fornelli , ma, concretamente, non mi era mai capitato, se si escludono quelle due tre esperienze in vacanza con gli amici in cui si improvvisava la famosa carbonara del 15 agosto , con un chilo di spaghetti cotto in un litro di acqua e, praticamente  non scolati!

Anche io quindi ho dovuto sperimentare, tentare, sbagliare e intossicare imparare come non avvelenare me e il mio allora fidanzato ( oggi marito: è sopravvissuto!!).

Mi pesava così tanto cucinare dopo il lavoro che cercavo di preparare in anticipo; odiando terribilmente cuocere la pasta ( già da allora), di solito ne cuocevo un pacco intero e lo mangiavo in due, tre volte.

Su non fate quelle facce, anche il gusto si affina, l'ultima cosa che desideravo era stare ai fornelli e non mi importava molto di quello che ingurgitavo.

A qualche anno dopo risale l'acquisto di un'enciclopedia dei dolci, lì qualcosa è cambiato, ho iniziato ad appassionarmi ( solo ai dolci ) e a cominciare i miei primi tentativi ...peccato che almeno due volumi su cinque di quell'enciclopedia riportasse ricette completamente sbagliate!

Ogni volta, con tutta la fatica fatta, mi ritrovavo con un disastro.

Non mi sono lasciata abbattere e ho cominciato a cercare altrove, riviste, libri di cucina, giornali, ricette della mamma, però quell'enciclopedia ancora non l'ho buttata via ( dovrei farlo, lo so!), per via di quelle 4/5 ricette che, invece riescono.

Questa è una di quelle, ve la riporto con le mie modifiche.


Torta all'arancia

Dose per 6/8 persone
Tortiera 22 cm di diametro
  • 200 gr di farina 00
  • 130 gr di zucchero
  • 130 gr di burro morbido
  • 3 uova
  • 2 arance bio
  • 1/2 bustina di lievito per dolci ( 8 gr)
Per lo sciroppo
  • Succo di 2 arance
  • 70 gr di zucchero
  •  mezzo cucchiaino di agar agar ( l'ho aggiunto io)
Mandorle a lamelle e un' arancia per la finitura.


Imburrare e infarinare una tortiera.

Lavare accuratamente le arance, asciugarle, grattugiarne la buccia e spremerne il succo.
 Montare a neve ferma gli albumi separati dai tuorli.

In una terrina lavorare il burro a crema con lo zucchero, unire i tuorli, uno alla volta cercando di fare inglobare bene il precedente prima di aggiungerne un altro.
Aggiungere poco alla volta la farina setacciata con il lievito, la buccia delle arance e il succo.
Amalgamare bene. Unire gli  albumi al compost.
Versare nella tortiera e cuocere in forno caldo a 180° per 40 minuti ( fare sempre la prova stecchino).

Togliere dal forno, sformarla e lasciar raffreddare.

Preparare lo sciroppo
 
Versare il succo e lo zucchero in un padellino, portare ad ebollizione, unire l'agar agar e lasciar bollire ancora un paio di minuti.

Far raffreddare e versare sulla torta.

Decorare i bordi con mandorle a lamelle e il centro con fette di arance .




  




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

75 commenti:

  1. davvero molto invitante..!!! Buona giornata!!

    RispondiElimina
  2. solo un libro con ricette sbagliate??io ne ho una vera collezione!!ha!ha!Certo che questa torta fa perdonare tutti i fallimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo in giro ce ne sono tanti di libri farlocchi! ;)

      Elimina
  3. Si inizia con ricette sbagliate, ma come vedi...che risultati! Buon fine settimana! silvana

    RispondiElimina
  4. X imparare bisogna sbagliare.. ma poi cominci a fare delle cose strepitose, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è quello che c'è tra i due risultati!

      Elimina
  5. Pure io più o meno quello che è successo a te... l'unica piccola differenza è che qualcosa preparavo già a casa perchè mamma non era sempre presente. Soprattutto mi dedicavo ai dolci... Poi Università lontana da casa ed esperimenti in cucina... ho comprato anch'io enciclopedie a fascicoli con ricette spesso sbagliate... non riesco a dimenticare il parozzo abruzzese che era venuto una frittata e non ho mai avuto il coraggio di ripetere l'esperimento. Ho sempre pensato che il fatto che a casa avessi sempre mangiato cose semplici e genuine, quanto buone, mi abbia solo dato lo stimolo di perseguire quella strada e una volta raggiunta la base, cominciare a sperimentare!:-) Bella la tua torta, sembra proprio deliziosa!:-) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come il parrozzo a frittata? Devi riprovarci...anzi vogliamo provarci insieme?

      Elimina
  6. Ma se non si fanno pasticci che gusto c'è a migliorare e imparare? Questa torta deve essere buonissima e pure la decorazione è carinissima. Un bacione e buon we!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, come per Ulisse lo scopo era il viaggio non la meta, tutto il gusto è quello che porta al risultato!

      Elimina
  7. Mi riesce difficile pensare che tu potessi fare pasticci in cucina visti i risultati di oggi. La cucina è vero, è prima di tutto passione altrimenti non si impara. A quanto pare tu ne hai tantissima e i tuoi piatti ce lo dimostrano. La torta all'arancia è sicuramente buona e la tua decorazione la rende meravigliosa. Complimenti.

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...difficile? Non sai cosa combino anmcora! :P

      Elimina
  8. Semplicemente spettacolare!!!
    Foto magnifiche!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  9. Questa torta è strepitosa! E non riesco a pensare ai tuoi pasticci in cucina... Le tue ricette sono sempre avanti!!! Complimenti, Loredana!
    Buon fine settimana,
    Sarah

    RispondiElimina
  10. Ciao Loredana :) Eeheheheh io fino a un paio d'anni fa non sapevo nemmeno cuocere la pasta, fare un plum cake... poi è scoppiato un amore improvviso (soprattutto per i dolci) e oggi non saprei vivere senza mettere le mani in pasta! Strana la vita! :D (Sapessi poi quante ricette sbagliate ho seguito, in passato... alcuni libri sono da mani nei capelli... aaargh!) Certo, c'è tantissimo da imparare, ci sono diverse cose che non so fare ma è anche divertente provare e riprovare, mettersi alla prova... e tu sei bravissima mia cara! :) Questa torta oltre ad essere invitante e golosa è bellissima, complimenti! :) Un forte abbraccio e buon fine settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considerando la tua bravura nei dolci mi riesce difficile credere che anche tu hai pasticciato!!!
      Ma è una gran soddisfazione vincere le sfide!

      Elimina
  11. Son d'accordo con chi dice che è giusto sbagliare, far pasticci, per imparare e "crescere" e guarda dove sei arrivata! Sei troppo brava! :) Torta invitantissima...gnam :D
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  12. Anche io ho iniziato così, quando ero troppo lontana per potermi portare nella valigia le cose buone della mamma e ho dovuto arrangiarmi da sola... Continuo a comprare libri che spesso non mi aiutano, ma per fortuna ci sono i blog di gente più esperta! La tua torta all'arancia è bellissima, chissà che buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, anche io compro riviste e poi finisco con il provare ricette di altri blog, per fortuna che esistono le foodblogger!!! :D

      Elimina
  13. Che bel racconto cara Loredana! Io in cucina ci sono sempre andata "di nascosto" a sperimentare cose che alla fine mangiavo solo io...un po' per timidezza forse, un po' per vergogna quando le cose uscivano malino :)
    La torta deve essere eccezionale!
    Buon fine settimana cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E anche tu sei partita in sordina e sei arrivata a risultati strepitosi!
      La soddisfazione è nel sentirsi dire dai propri cari che quello che si prepara è buono!
      Ripaga di tutti gli insuccessi!

      Elimina
  14. Se io non fossi diventata celiaca, non avrei mai imparato a cucinare... e dopo quasi 4 anni di blog, di cose ne ho imparate e molte ancora ne devo imparare e tu sei una di quelle da cui imparo sempre! :*
    P.s. Ho fatto una torat simile all'inizio della mia carriera bloggheristica e la ricetta era di Nigella... sarà per questo che riesce? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stento io a credere che non sapevi cucinare, cara Stefania, questo dimostra quello che diceva il piccolo Remì di Rattatouille : Tutti possono cucinare! :)

      Elimina
  15. Come te anche io ho dovuto imparare a cucinare quando mi sono ritrovata lontana da casa e con un marito da sfamare: ancora si ricorda qualche schifezza allucinante di cui ridiamo a crepapelle!
    Questa torta è splendida, e non ci crederai ma ne ho fatta una simile come concezione anche se non come ingredienti...la vedrai presto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, difficile da credere anche nel tuo caso, questo dimostra che nessuno deve sentirsi negato per la cucina,basta solo un pò di applicazione e voglia di provare! :)
      Aspetto di vedere la tua torta!

      Elimina
  16. io invece sono al contrario pasta a go go e ho sbarrato gli occhi alla tua frase di scaldare la pasta però sono una frana nei dolci .. complimenti bellissimo questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo che qualcuno l'avrebbe notato!!! :D
      Continuo ad avere una grande resistenza nel preparare piatti di pasta...nonostante tutto!!!

      Elimina
  17. Ciao Loredana, se penso a tutte le volte che ho combinato pasticci in cucina mi sento male!!! Soprattutto con i dolci quando si comincia senza avere delle basi è un vero disastro, il più delle volte si fa tanta fatica per niente, bisogna essere molto testarde per non arrendersi.....e noi lo siamo!!!
    Mi piace la tua torta all'arancia, semplice e buona.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i dolci si sbaglia alla grandissima e lì è solo la voglia di riuscire a far tentare ancora...personalmente ho ancora tantissimo da imparare!! :)

      Elimina
  18. Andiamo quasi in sistonia... tu hai postato questa splendida torta all'arancia, io una torta con le clementine. Facciamo scambio????

    RispondiElimina
  19. devo dire che te la sei cavata piuttosto bene! anche io ho iniziato con i dolci...che bello anche questo, che profumo!

    RispondiElimina
  20. Madonnina bella questa di che è una signora torta che splendore e chissà che buona!!!!!!! Questa ti è sicuramnte riuscita appieno come ricette, la trovo splendida! Baci

    RispondiElimina
  21. Non sei l'unica ad avere fatto pasticci in cucina, però che soddisfazione quando un dolce o qualsiasi piatto sperimentato ti riesce bene, con l'apprezzamento di chi fa da cavia.
    La tua torta all'arancia è favolosa, adoro tanto gli agrumi, danno hai dolci un profumo unico,un abbraccio e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Teresa, anche a me piacciono molto gli agrumi nei dolci!
      BUona domenica a te!

      Elimina
  22. Wooow che bella!! Vorrei tanto poterne assaggiare una fettina!!
    Bravissima Loredana!!
    Un bacione e buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
  23. è una meraviglia Loredana!!! E non chiedermi perchè, ma leggendo la ricetta mi è venuta voglia di prepararla al grano saraceno!!
    ps. il mio primo libro di cucina? ..era un librio di cocktails XD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella idea...chissà cosa riuscirai a creare!!!

      Elimina
  24. Uhm! una delizia! Complimenti! Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  25. Un dolce stupendo, soprattutto per i ricordi che evoca! :) Io ricordo che sin da piccolina è stata la mia nonna materna, con la sua bravura ai fornelli, a passarmi la passione per la cucina; nonchè i dolci della zietta.. e che disastri combinavo.. budini alla menta fluorescenti e collosi.. muffins esplosivi.. :) Sei dolcissima. Ti abbraccio forte e ti auguro una notte stupenda..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio forte anche a te, Ely!

      Elimina
  26. la torta è splendida e io stò ancora ridendo, io peggio di te, del resto neanche mia madre era un'abile cuoca ;-)

    RispondiElimina
  27. noo loredana ma davvero hai confessato una cosa che non avrei mai immaginato ...vedo che poi i passi li hai fatti eccome complimenti e la torta all'arancia oddio io l'adoro essendo divoratrice di agrumi ^.^ BUONA DOMENICA

    RispondiElimina
  28. Carissima,
    Mi sono rivista in parte del tuo post. Piccolo disastro in cucina , mi chiama ancora adesso mio marito, il quale guarda con stupore la mia "crescita" culinarie ed i miei esperimenti per il blog: ci voleva il blog a non farmi desistere ;)
    Questa torta e' una favola. Ci credo che è infallibile! Guarda il risultato ! E che foto straordinarie che hai accompagnato ! :-)

    RispondiElimina
  29. E chi l'avrebbe mai detto che una così bravissima cuoca come te avesse questi scheletri nell'armadio?? ;-))
    Se i risultati sono dunque questi potresti far convertire molte donne che vanno avanti solo (o quasi) a quattro salti in padella ...
    Naturalmente ci vuole la voglia e lo spirito di sperimentazione (anche combinando disastri) ... se queste due cose mancano beh non ci sono speranze.
    Complimenti per la torta ... deve essere senz'altro deliziosa e poi a me piacciono moltissimo i dolci con gli agrumi.
    Un bacioneeee

    RispondiElimina
  30. Potremmo fare un bel tè delle cinque tutte assieme per gustare e scambiarci i nostri dolci agli agrumi, in questi giorni ne ho visti diversi sui blog!
    Io intanto mi servo una fettina della tua splendida torta!

    Ahahahah la pasta cotta in un dito di acqua...credo sia un'esperienza a cui è impossibile sottrarsi da ragazzi!
    Ricordo ancora le cene fra amici (mai meno di quindici persone) a casa di chi abitava da solo e quindi aveva pentolami da single!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un'ottima idea quella del te! ;)

      Si dovrebbe brevettare la pasta che non si scola!!!:DDD

      Elimina
  31. mamma mia deve essere profumatissima..in questo periodo poi faccio scorpacciate di arance..

    RispondiElimina
  32. Adoro la torta all'arancia..chissà che profumino! Me lo immagino..non l'ho mai preparata, ma devo dire che la tua è stupenda, e grazie a te mi è venuta voglia di prepararla! :) Bellissima la tua...stupenda!
    Buon inizio settimana,
    Incoronata.

    RispondiElimina
  33. grazie per le tue visite, gradite come i tuoi dolci

    RispondiElimina
  34. cara Loredana, hai certamente recuperato alla grande in cucina! io con i dolci ho iniziato a 13 anni ma per il resto mi facevo viziare da mia mamma. Il resto imparato da sola..
    La torta all'arancia ha un aspetto cosi goloso quanto mi tenti!!
    Qui fresco, 3°. stamane pochi fiocchi di neve che non hanno attaccato poi leggermente coperto. Tutt'altro rispetto settimana scorsa.
    buon inizio settimana cara
    Dany

    RispondiElimina
  35. Non ho mai mangiato una torta all'arancio, ma la tua l'assaggerei voletieri

    RispondiElimina
  36. Ciao Cara Lori, neanch'io sono più passata qui, mi capita che se non mi vengono a trovare, non passo dai blog dei miei amici, mi dispiace, cerco di ricordarmi, ma poi me ne dimentico. Anche qui hai postato tantissime cose meravigliose, sai che abbiamo copiato la stessa ricetta per recipetionist, quando dico che abbiamo delle affinità elettive.... spero di leggerti domani mattina, quindi a presto, un bacio grande (ma un caffé con una fetta di questa bella torta, ce lo prendiamo?)

    RispondiElimina
  37. Mamma mia che ricordi, pensa io avevo 19 anni quando lasciai casa mia per andare a vivere da sola in un'altra città e non sapevo nemmeno cuocere un uovo fritto! L'unica cosa che cucinavo erano i dolci. Non si sa perchè ma ci avviciniamo quasi tutte/i alla cucina, cuocendo dolci... Oggi Adoro cucinare quasi tutto, ma la mia passione restano sempre LORO i dolci, come a dire che il primo amore non si scorda MAI!
    Inutile dirti che questa ricetta l'ho già stampata,vero?
    Un BACIONE LORY SMACK ♥

    RispondiElimina
  38. ciao Lore... e visto che era un po' che non passavo di qua una visitina per scoprire qualche dolce non me la potevo perdere.
    Questa me la copio... e non farà la stessa fine delle cartucce (sempre in attesa, ahimè!). :))
    P.s. sai che a me la pasta riscaldata piace??? ah, ah, ah...

    RispondiElimina
  39. certo che per essere una persona che, all'inizio non amava cucinare, hai fatto dei miglioramenti incredibili e ora... sei arrivata a grandissimi risultati! Complimenti Loredana!

    RispondiElimina
  40. Chi di noi ha cominciato senza sbagliare?
    Io continuo a farlo e devo dire che ogni errore è un passo avanti nel momento in cui capisco dove ho sbagliato.
    A quel punto è meraviglioso...
    Torta fantastica eh :)
    Buona giornata

    RispondiElimina
  41. E' bello conoscere qualcosa di te :-) Eeeehm io ho iniziato ancora più tardi di te, a 29 anni, quando mi sono sposata e sono uscita di casa. Fino ad allora avevo vissuto nella bambagia, con mamma che mi coccolava, non che non mi dessi da fare in casa ma la cucina è sempre stata un po' off-limits! Quindi mi son dovuta arrangiare, ma con mio marito ci divertiamo molto a cucinare pranzi e cene per gli amici! Per ora comunque sono ancora tanto appassionata di dolci :D
    Ottima questa torta! bacissimi

    RispondiElimina
  42. Ciao Loredana, ho inserito la tua ricetta grazie di cuore!
    Vale

    RispondiElimina
  43. io invece ho cominciato abbastanza presto, da figlia unica che doveva cavarsela da sola tutto il giorno. ma sono stata sempre poco portata per i libri o le riviste, purtroppo, e così mi sono sempre più o meno arrangiata... la ragazza potrebbe fare di più ma non si applica!

    comunque questa torta è una vera compagna di vita! se la fai e la rifai da anni dev'essere proprio buona.
    ma l'agar agar dove si compra? lo posso sostituire con la gelatina?? in proporzione sarebbe tipo mezzo foglio???

    :***
    roberta

    RispondiElimina
  44. Oh sono una nuova iscritta! complimentissimi per il tuo blog.
    Se ti va passa da noi saremo ben liete di averti tra i nostri AMICI!
    A presto

    RispondiElimina
  45. Ciao sono una tua lettrice fissa. E' vero e' sempre complicato muovere i primi passi in cucina ma penso che se una persona ha la passione e' già a metà dell'opera!!!!!! Complimenti per il tuo blog e anche per questa torta all'arancia...dovrà essere buonissima!!!!! Ho di recente aperto un blog di cucina ti lascio il mio indirizzo : www.ilovecookingsite.blogspot.com Accetto consigli.

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...