lunedì 12 novembre 2012

Mestecanza per La Cucina Regionale del Molise


Far parte del gruppo Cibo e Regioni che promuove ogni due settimane le ricette regionali, mi riempie di orgoglio.

La regione dalla quale provengo, il Molise, mi sembra un pò la Cenerentola delle regioni italiane.


Sono convinta che moltissime persone non sappiano nulla del Molise, che sia solo un nome su una carta geografica, una specie di buco nero e non interessi nulla...eppure il Molise è una regione bellissima, ha dei paesaggi cha passano dai monti al mare, ha una storia antica legata ai Sanniti, ancora visibile in zone archeologiche importanti come Pietrabbondante con il suo anfiteatro,  complesso architettonico in cui si fondono elementi italici, ellenistico-campani e latini, e la zona archeologica di Altilia-Saepinum con la sua città romana ancora percorribile, riconosciuta come "Meraviglia Italiana" nel 2011.

Per non parlare della gastronomia che regala prodotti di eccellenza tutti da provare.

Parlare anche della cucina del Molise , quindi, non può che rendermi orgogliosa e fiera delle mie origini, della mia terra e delle tradizioni che non devono assolutamente perdersi.


Questa volta Babi e Renata ci hanno chiesto di dedicarci alle verdure invernali , pronti a fare il giro d'Italia?? Si cominicia ecco le partecipanti:


CALABRIA: Maccarruni chi brocculi 'ffucati di Rosa ed Io

CAMPANIA: Pizza con friarelli e salsiccia di Le Ricette di Tina

SICILIA:Pasta con i broccoli di Cucina che ti Passa

TOSCANA: Minestrone di verdura di Non Solo Piccante

LOMBARDIA: Verze imbracate di L’Angolo Cottura di Babi

VENETO: Tagliatelle alla trevisana di Semplicemente Buono 

FRIULI VENEZIA GIULIA: Capuzi garbi di Nuvole di Farina

PIEMONTE: Cardi di re Carlo Alberto di La Casa di Artù

EMILIA ROMAGNA: Torta di patate di Zibaldone Culinario 

TRENTINO ALTO ADIGE: Ciapus cott di A Fiamma Dolce

PUGLIA: : Recchietèdde e ccìme de rape che l’alìsce di Breakfast da Donaflor 

LAZIO: A tutta indivia... per un bel risotto tutto romano e per gli aliciotti della cucina ebraico-romanesca di Chez Entity

LIGURIA: Suppa de scucuzun e cou neigro di Un’arbanella di Basilico

UMBRIA: Crostini di cavolfiore con l'olio nuovo di 2 Amiche in Cucina 

MARCHE: Olive marinate di La Creatività e i suoi Colori

ABRUZZO: Cioffa mbriica di In Cucina da Eva

VALLE D’AOSTA:Zuppa alla valdaostana con cavolo e fontina, verdure sotto sale per l'inverno di L’Appetito Vien Mangiando

SARDEGNA: Melanzane ripiene con carne e pecorino sardo di Vickyart Arte in Cucina 

BASILICATA: Ciambotta di Pasticciando con Magica Nanà

...ed io  per il Molise con la Mestecanza !


Mestecanza
( La Cucina Molisana vol.I)
  • una verza
  • 500 gr di patate
  • 100 gr di ventresca ( io ho usato del guanciale)
  • un bicchiere di olio di oliva evo
  • un "diavolillo" ( peperoncino piccante
  • sale 
  • fette di pane casareccio
Pulite la verza, eliminando le foglie esterne più dure, tagliatela a fette, lavatela accuratamente, quindi fatela lessare in acqua salata; a mezza cottura, unitevi le patate pelate, lavate e tagliate a grossi pezzi.


In un tegame fate soffriggere dolcemente la ventresca tagliata a dadini con olio, aglio e diavolilli; quando la verza e le patate saranno cotte, scolatele dell'acqua di cottura e versatele nel soffritto.
Mescolate per bene e lasciate insaporire  tutto insieme per una decina di minuti, aggiungendo, se necessario, un pò dell'acqua di cottura della verza che avrete tenuto da parte.

Versate la zuppa in un'insalatiera, schiacciate bene le patate insieme alla verza in modo da ottenere una purea e mangiatela caldissima, accompagnandola con fette di pane abbrustolito e leggermente strofinato con uno spicchio di aglio e un diavolillo.



Anche io ringrazio di cuore le ragazze di 2Amiche in cucina che hanno daro il Premio Dardos a noi del Regionale! Questo riconoscimento è stato creato dallo scrittore spagnolo Alberto Zambade, il quale nel 2008 concesse nel suo blog Leyendas "El Pequeño Dardo " il seguente premio ai primi quindici blog selezionati da lui e da quel momento il premio iniziò a circolare su internet. Secondo il suo creatore, questo premio vuole " riconoscere il valore di ogni blogger, per il suo impegno nella trasmissione di valori culturali, etici, letterari e personali".( Grazie Rumi ho copiato da te!! )


  Lo lascio a disposizione di tutti i blog amici che passano di qui.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

34 commenti:

  1. E' vero, io stessa ammetto che del Molise non si sente tanto parlare.. e cara Lory, questo piatto meritava d'essere conosciuto!! :) Che buono, saporito e invitante! Mi piace sempre imparare da te.. lo assaggerei con piacere! Complimenti per fotografie e preparazione, amica mia!! :D Buona settimana! ;)

    RispondiElimina
  2. Buonissimo, invitante e molto buono sicuramente!! Brava Loredana!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Buonissima la tua mastecanza, una zuppa veramente super. Complimenti.

    RispondiElimina
  4. L’attesa è valsa la pena perché l’abbinamento è davvero meraviglioso :) Delicato e raffinato insieme.
    Ora vado a guardarmi il tutorial qui sotto che mi sembra alla mia portata :) Un baciotto, buona settimana

    RispondiElimina
  5. Una zuppa che adoro e siccome mio marito non la mangia me la faccio tutta per me ^_^
    Splendida!

    RispondiElimina
  6. grazie a te, mai preparata questa zuppa, da provare, baci

    RispondiElimina
  7. è un piacere leggerti cara Loredana
    Quello che provi nel divulgare le ricette e tradizioni della tua terra lo capisco bene perchè lo provo anch'io!!!
    Promuovere la propria regione, dargli voce è vero riempie d'orgoglio!!!!!
    e anche di fame ahahahah
    Ottima ricetta
    Un bacione e buobna settimana

    RispondiElimina
  8. Complimentissimi per il premio cara! Il Molise E' bellissimo! Io sono stata a Isernia e a Pesche, mi sono piaciute tantissimo!! Buonissima questa ricetta.. quando tornerà il freddo qui sarà graditissima!

    RispondiElimina
  9. io sono una di quelle che non sa molto :) ottima la zuppa la faccio anche io ma senza pancetta, la proxima volta l'aggiungo darà molto più sapore! ciao cara!

    RispondiElimina
  10. Una bella ricetta gustosa, la provo presto
    ciao

    RispondiElimina
  11. E già conoscono bene la sensazione anche la Basilicata per essere conosciuta ci hanno dovuto fare un film che iniziava con la celebre frase "la Basilicata esiste"!
    Comunque venendo alla tua ricetta credo sia ottima in quelle giornate di inverno pieno davanti al calore del camino acceso ^_^!!! quando scendo la preparerò per i miei genitori e dopo la mangeremo davanti al camino :D!!! Ti farò sapere come andrà Un bacione Lory ♥♥

    RispondiElimina
  12. bella piccantina gnam! mi piace! non ho mai provato la ventresca così almeno per una volta la provo! se riesco a preparala ti faccio sapere il risultato!ciao da IN cucina da Eva

    RispondiElimina
  13. Anche secondo me è una regione bellissima Loredana e grazie a te stiamo scoprendo queste fantastiche ricette..questa la proverò mi piace troppo!Ciao buona settimana

    RispondiElimina
  14. Non sai quanto mi piace questo appuntamento con le cucine regionali!!! Questo piatto è una favola. Copio, copio copio. Farò felice mio marito, che ama la verza.
    Per quanto riguarda il Molise, io trovo che ci siano dei posti meravigliosi e sinceramente secondo me se non se ne sente parlare molto, è anche perché fortunatamente a livello di cronaca (quella brutta...) non accade niente di rilevante, pertanto se ne deduce che è un posto tranquillo, dove si vive bene e si mangia benissimo.
    BAci
    alice

    RispondiElimina
  15. che golosità! lo copierò perché amo la verza.
    io nei miei giri per zone archeologiche sono stata a Pietrabbondante, anche se devo ammettere che del Molise non so poi molto :(
    continuerò a leggere i tuoi post del lunedì per scoprire cose nuove...
    buona settimana, Laura

    RispondiElimina
  16. già solo per la presenza del diavolillo amo la tua ricetta, poi c'è tutto ciò che adoro in un piatto, mi sono annotata la ricetta.

    RispondiElimina
  17. Cara Loredana purtroppo hai ragione, della tua regione si conosce poco ma tu sei una degna rappresentante e ce la stai facendo scoprire piano piatto postando ogni volta piatti deliziosi!
    E questa bontà è davvero gustosa, la mangerei volentieri a cena!!
    bravissima!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  18. Loredana questa ricetta rappresenta proprio la tradizione contadina, buonissima e ben presentata, complimenti!

    RispondiElimina
  19. Posso dire slurp e straslurp!!! E io che leggendo mestecanza pensavo che fosse la nostra misticanza, una insalata mista favolosa che si mangia da noi! Ma questa qui, con quei crostini, Lory... mamma mia che bontà!!!
    P.S. non ho mai pensato che il Molise non fosse una bella regione. Pur non essendoci ancora mai andata so per certo che ogni regione d'Italia, nessuna esclusa, ha i suoi angoli di paradiso e di bellezza straordinari, che ci invidiano in tutto il mondo!!

    RispondiElimina
  20. Come mi piace Loredana!!
    Sono anni che non mangio questo piatto!!
    Lo faceva sempre la mia nonna paterna!!
    Grazie per la ricetta così me la preparo anch'io!!
    Un bacione grande Carmen

    RispondiElimina
  21. non conosco la cucina del Molise, son sincera, ma questa ricetta sempre molto appetitosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  22. Ero curiosa di sapere cosa fosse la tua mestecanza, ed è un piatto molto buono, con la verza e le patate mi piace di sicuro! Ciao Lori, un bacione a presto

    RispondiElimina
  23. E' vero il Molise è poco conosciuto, avrebbe bisogno di una maggior promozione, come d'altronde altre regioni d'Italia, abbiamo dei luoghi fantastici ma non siamo in grado di farli conoscere.
    Questo piatto è un buon inizio, delizioso e adatto alla stagione! Bravissima!

    RispondiElimina
  24. Ciao ci sono due premi per te!!!
    Dana et Dana

    RispondiElimina
  25. Mamma che buona, la voglio provare con le patate! Io questa zuppa la facco spesso d'invernovcon il riso o altro tipo di cereale. Ora ringraziando a te so che proviene dal Molise e che si chama mestecanza. Ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
  26. Ero curiosa di sapere cosa fosse la mestecanza! Beh, veramente molto appetitosa con quel gusto piccantino che mi piace tantissimo. Grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  27. Che bella questa ricetta, hai ragione io per prima conosco molto poco del Molise ma credo che come tutte le regioni poco conosciute conservi una bellezza e una ricchezza storica e paesaggistica ancestrale e preziosa.
    Sono contenta che tu ci proponga spesso le ricette della tua regione, questa vorrei provarla perché è semplice ma di grande effetto, e poi mi permetterebbe di scoprire se la verza riesco a mangiarla, cucinata così! ^_^

    RispondiElimina
  28. Molte zuppe in questo appuntamento davvero tutte buone e gustossime. tutte da provare durante quest'inverno che ci attende.
    Complimenti.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  29. Hai proprio ragione, anche io sono orgogliosa della nostra raccolta delle ricette regionali. Adoro cercare la ricetta da proporre, provare nuove pietanze e soprattutto scoprire cosa avete preparato anche voi....
    il molise in effetti lo conosco poco, adoro i tuoi post ci dedichi davvero tanta anima e ci stai facendo venire voglia di passare una vacanza nella tua terra!!!

    RispondiElimina
  30. .... Deve essere davvero squisita :)Che bello far parte del vostro gruppo. Stò conoscendo, scoprendo, imparando tanti buoni piatti . Grazie :)

    RispondiElimina
  31. Questo piatto un aspetto davvero molto gustoso. Da provare sicuramente.
    Buon proseguimento di settimana.

    RispondiElimina
  32. Mmmh mi ricorda la ricetta svizzera del canton Vaud, dove al posto della ventresca si cuoce il saucisson con patate e porri, e viene un piatto molto gustoso!!
    Perfetto per riscaldare queste fresche serate autunnali :-)

    RispondiElimina
  33. ed io invece che ci sono stata in Molise ti posso dire che è una bellissima regione e soprattutto una regione genuina!!!
    e questo piatto sa proprio di casa e di cose fatte con amore!!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  34. Lory, ma quanto brava sei stata??????Davvero insuperabile!!!!un piatto strepitoso!!!!un bacione!!!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...