lunedì 29 ottobre 2012

Cucina Regionale :Cauciune di castagne alla molisana

Pronti per un altro giro d'Italia??


A causa del blog ( grazie al blog, dicono i miei figli!) mi sono ritrovata a friggere più spesso di quanto facessi prima, adesso anche con la Cucina  Regionale ;)

 Questa volta , infatti,  parliamo di fritti dolci e salati, l'idea è sempre di Babi e di Renata.


Ecco l'elenco delle altre partecipanti, rifatevi gli occhi e preparatevi a farvi invogliare.


CALABRIA:   Crispeddi  di Rosa ed Io 
CAMPANIA:  Palle di riso di Le Ricette di Tina 

  SICILIA: Anelli di totani fritti di Cucina che ti Passa 

  TOSCANA: Baccalà alla livornese di Non Solo Piccante 

  LOMBARDIA: Gli Sciatt di L’Angolo Cottura di Babi 
  VENETO: Frito de sardele di Semplicemente Buono 
  FRIULI VENEZIA GIULIA: I “crafen” di Nuvole di Farina 
  PIEMONTE: Fritto misto alla piemontese   di La Casa  di  Artù
  EMILIA ROMAGNA: Chizze Reggiane di Zibaldone Culinario 
  TRENTINO ALTO ADIGE:   Straboi e Rostida  di A Fiamma Dolce 

PUGLIA: Le Pettl  di Breakfast da Donaflo
  LAZIO:  Filetti di Baccalà fritti alla romana di Chez Entity 
  LIGURIA:   panissette frite di Un’arbanella di Basilico  
  UMBRIA: Arvoltolo di 2 Amiche in Cucina  
  MARCHE: Crema fritta di La Creatività e i suoi Colori 
  ABRUZZO:   Panzarotti all’abruzzese di In Cucina da Eva 
  VALLE D’AOSTA: “Pattes dorèe, Pain perdu o Frittele di pane e Semolini fritti”  di L’Appetito Vien Mangiando 
  SARDEGNA:  Frittelle con panna fortaies o frisgioli longhi di Vickyart  Arte in Cucina 
  BASILICATA:     Panzerotti di Pasticciando con Magica Nanà

.... e naturalmente io , con il MOLISE e I Cauciunitti alle castagne



Cauciunitti di castagne
(da La Cucina Molisana -Lombardi-Mastropaolo vol.2)

per la pasta:
  • 400 gr farina 00
  • 3 uova
  • 150 gr zucchero
  • 150 gr strutto
  • un pizzico di sale
Per il ripieno
  • 350 gr di castagne lessate
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 100 gr cioccolato fondente a pezzi
  • 100 gr cedro a pezzetti
  • 50 gr mandorle
  • buccia grattugiata di un limone non trattato
  • un goccio di liquore dolce
  • 100 gr di cacao amaro
 Ripieno modificato da me
  • 300 gr composta di marroni
  • 100 gr cioccolato fondente a pezzi
  • 100 gr arancia candita a pezzetti
  • 50 gr mandorle
  • buccia grattugiata di un limone non trattato
  • un goccio di liquore dolce
 Olio per friggere
Zucchero a velo per spolverizzare



Preparare il ripieno mescolando la composta di marroni con il cioccolato spezzetato, le mandorle tritate grossolanamente, i canditi, il goccio di liquore e la buccia di limone.
Lasciare da parte.

Versate la farina a fontana sulla spianatoia,unitevi le uova, lo zucchero, il sale e lo strutto ammorbidito a temperatura ambiente.
Impastate, raccogliendo con le mani tutta la farina e lavorate il composto fino a renderlo liscio, quindi fatelo riposare per circa mezz'ora avvolto in un canovaccio da cucina.
Stendetelo in una sfoglia sottile e ricavate tanti dischi, larghi come una tazza da the.
Farciteli con un cucchiaio di ripieno e ripiegateli su sè stessi, schiacciando bene i bordi con un cucchiaio o una forchetta o, se la possedete , con "la pizzicarola", una specie di pinzetta, orlata ai bordi, che serve per decorare.

Quando tutti i "cauciune" saranno pronti, friggeteli in abbondante olio caldo e, dopo averli fatti asciugare su carta assorbente, spolverizzateli con lo zucchero a velo.






Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

44 commenti:

  1. Con la pasta leggermente diversa, ma mi ricordano tanto i calcionetti abruzzesi che si usano per Natale :) profumo di casaaaaaaaaaaaa! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  2. buoni con il ripieno alle castagne, le castagne ce l'ho, mi resto solo da provare, un bacio

    RispondiElimina
  3. Bravissima Loredana!! Splendide foto e buona la ricetta con il ripieno alle castagne:-) ricetta da provare:-) oggi il regionale ci ha offerto tante bontà:-) un abbraccio Cinzia

    RispondiElimina
  4. Fantastica proposta e la tua ricetta è superinvitante:)

    RispondiElimina
  5. Beh Lory.....sei sempre speciale!!!!ricetta a dir poco fantastica1!!!!complimenti!un bacione

    RispondiElimina
  6. Anche a me il blog ispira molte ricette anche quelle che solitamente non avrei fatto. Ti capisco. In compenso mangiamo cose buonissime come le tue cauciune di castagne, veramente deliziose.Un ripieno fantastico.Complimenti.

    RispondiElimina
  7. Bellissima ricetta Lory, mi piace come hai modificato il ripieno, così rimane più morbido...una vera golosità!!! Tra l'altro ho della composta di marroni in frigo che avevo utilizzato per la mousse e mi era avanzata, ora so cosa farci, la tua ricetta è perfetta, grazie!!
    Un bacio e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. Stamattina è proprio una tortura con la cucina regionale.. guarda questi che bellezza... Pure con le castagne!! Complimenti Lory, di tutto cuore! Una dolce settimana! :)

    RispondiElimina
  9. Ma che meraviglia, un fritto, ma un fritto stagionale, adatto a questo autunno che è arrivato all'improvviso! deliziosa preparazione!

    RispondiElimina
  10. che meraviglia, Loredana per me hai fatto benissimo ad utilizzare la crema di marroni, ma perchè non sono la tua vicina di casa? Bacioni e buona settimana

    RispondiElimina
  11. i cacioni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! loredana che bontàààà!!! sei bravissima! questi dolci li aceva mia nonna e li ho sempre adorati. un bacione

    RispondiElimina
  12. ahahahaahah i figli ringraziano sempre per i fritti..e che fritto il tuo complimenti!Buona settimana ciaoo

    RispondiElimina
  13. ti sono venuti benissimo!
    anch'io ho una ricetta simile ma non li faccio perché ho paura che friggendoli si aprano tutti :(
    io e i fritti non andiamo molto d'accordo, se sono dolci poi è ancora peggio
    Buona settimana, Laura

    RispondiElimina
  14. Che belli!
    Pagherei oro per trovare le castagne :-(

    RispondiElimina
  15. Al martirio che adora le castagne questi dolci piacerebbero da matti... io mi astengo dal dirti cosa ne penso perchè altrimenti mi viene il diabete!
    Bella da segnare... e da attaccare alla porta del frigorifero!
    Nora

    RispondiElimina
  16. Mi piace questa versione con le castagne... sono un vero piatti autunnale. Adattissimo a questo periodo.
    Devo essere di un buono...
    Buon lunedì!

    RispondiElimina
  17. Che bello, un fritto a tema autunnale! Per me è un'assoluta novità, mai assaggiato nulla di fritto con un ripieno di castagne, ma ti assicuro che non avrei nessun problema…anzi!! Mi incuriosisce molto questo abbinamento, grazie per avercelo proposto, a presto, Babi

    RispondiElimina
  18. anch'io amo poco la frittura... ma credo che questi saranno ottimi anche infornati. Quel ripieno mi fa letteralemente sbavare! Non amo per nulla l'autummo, quanto ai frutti che ci porta, beh, quelli sono insostituibili. Castagne, arancia candita... il tutto con un tocco di cioccolato; non c'è dubbio, è una ricetta che fa per me! (E' mica una novità che tu posti ricette "ricopiabili").
    Un abbraccione e buona settimana

    RispondiElimina
  19. E neanche tu puoi farci vedere queste cose.....Troppo buoni!!!!Ciao, buona settimana.

    RispondiElimina
  20. Che meravigliaaaaaaaaaaa
    sia nella versione originale sia nella TUA di versione
    un fritto cara Loredana che fa girare la testa
    Una bella ricetta davvero!!!!!!!!!
    Complimenti!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. Tesoro credevo di aver lasciato il commento prima invece non si è pubblicato! Bè che dire di questa ricetta se non: E' MERAVIGLIOSAAAAAAAAAAAAAAAA!!!
    super golosi, beati i figlioletti che li mangiano, e la presentazione è magnifica!!
    bravissima sotto tutti i punti di vista!!
    bacioni e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  22. Ehiii ma non sono come i - non so come si dica in italiano così lo scrivo in dialetto - caggnitt abruzzesi?? Li adoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no, questi sono quelli molisani!! ;)

      Ma ci sono tante varianti tra queste due regioni!

      Elimina
  23. Questi panzerottini me li porta Chiara a Carnevale, Sua mamma è bravissima in cucina e i dolci sono la sua specialità! Quella donna è l'unica che conosco che cucina le chiacchiere fritte e questi panzerottini e io li mangio e non sto male! Incredibilmente BRAVA!!!
    Ovviamente dovrò provare anche i tuoi, perchè l'aspetto è davvero invitante!!! baciiiiiii ♥

    RispondiElimina
  24. una ricetta che non conoscevo, deliziosi entrambi i rpieni sia quello tradizionale che quello modificato d ate. un bacione

    RispondiElimina
  25. Devono essere davvero squisiti :) da provare....

    RispondiElimina
  26. ma che bella questa ricetta!!! ma sai che da piccola, sull'appennino Tosco-Emiliano, mangiavo una specialità molto simile? bravissima, come sempre!
    ciao
    Ilaria

    RispondiElimina
  27. Devo fare pubblica ammenda: conosco poco o niente della meravigliosa cucina molisana.
    Grazie per condividere tante belle ricette.

    RispondiElimina
  28. Che incredibile meraviglia golosa !!!
    Complimenti e peccato per me che resto senza sigh ...
    Ciao a presto, Ornella :) ;)

    RispondiElimina
  29. ma che buoni! li adoro! non li preparo da molto! chi non lo sa il molise e l'abruzzo, prima erano gli abruzzi, quindi abbiamo molte ricette in comune, e questa l'adoro! mia zia li fa uguali!

    RispondiElimina
  30. Quanto mi ricordano i ravioli dolci che mi faceva la mia nonna Maria! Questi dolcetti mi ricordano proprio i bei Natali in famiglia, quando le sedie erano ancora tutte occupate e i vecchi erano ancora giovani... ti abbraccio Lori, a presto

    RispondiElimina
  31. Che meraviglia!! La tua ricetta e la tua presentazione sono fantastiche!!
    La copiamo immediatamente!
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  32. Devono essere ottimi, non conoscevo questa ricetta!!
    Mi piace moltissimo la tua modifica!!
    Mi appunto la ricetta e li provo!!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  33. castagne...arancia candita....questi dolcetti sono golosissimi...fanno subito festa e allegria!!!
    bellissima ricetta...e foto stupende!
    bacioni e buona settimana

    RispondiElimina
  34. Non puoi sapere la curiosità che avevo oggi. In ufficio è stata una giornata infernale... niente da fare. Stasera sono passata dalla mia piccolina che compiva un anno e veniva prima di ogni altra cosa... Poi arrivo qui e comincio il tour... e già inizio bene!!! La tua variazione è ineccepibile. Mi fanno pensare tanto ai calzoncini fritti che mi faceva mia mamma quando ero piccola!! Che bontà che sono. Hanno solo un problema... dopo quanti si riesce a fermarsi di mangiarli???? Un abbraccio.
    p.s. Le pastelle sono entrambe buone. La seconda senza uovo e senza lievito è più leggera e appena appena più fragrante. In realtà ce ne sarebbe anche una terza, senza uovo e con il lievito o con il bicarbonato come faceva mia madre. Ma metterei sempre le uova montate a neve subito prima di friggere, perché risultano veramente più leggeri. Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
  35. mica scherzi tu?? fritti e ripieni con composta di castagne e cioccolato!mettici pure il cedro! mai mangiati ma sembrano buonisssssimi! golosi troppo! davvero interessanti!! baciiii

    RispondiElimina
  36. Favolosi e con un ripieno golosissimo!!!!!!!!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  37. Buonissimi assomigliano tanto ai nostri dolci di carnevale, solo che noi aggiungiamo la mostarda.... buonissimi, che voglia mi hai fatto venire! bacioni

    RispondiElimina
  38. No no no questo non me lo dovevi fare. Sono solo le 8.30 del mattino, ho finito di fare colazione da poco e.. adesso ho una fame terribile per colpa tua :-D
    Grande Loredana! Sei che non li ho mai assaggiati? Gia però il solo nome mi piace assai.

    RispondiElimina
  39. ciao Loredana, complimenti per il blog, delle ricette molto interessanti come questi raviolotti dolci ripieni dei miei amati marron glace. ciao kiara

    RispondiElimina
  40. Ma che spettacolo! Non conoscevo questo tipo di dolce e lo trovo fantastico!
    buona serata
    ficoueva

    RispondiElimina
  41. Forse sarebbe il modo di riuscire a farmi mangiare le castagne. Decisamente invitante!!!
    Semplicemente Cucinando

    RispondiElimina
  42. o mamma questi devono essere superlativi !!! sei fantastica davvero !!

    RispondiElimina
  43. uh...già dal nome sospettavo che fosse qualcosa di veramente super!!...torno di là, allo strudel, per proseguire la lettura... ;)

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...