lunedì 17 settembre 2012

Casciatielle alla molisana per la Cucina Regionale!

Ed eccomi qui pronta per una nuova avventura.

Con tutto l'orgoglio di una molisana fuori regione di cui sono capace.

Grazie a Tina, che si è ricordata delle mie origini, mi sono trovata coinvolta in un progetto che ha ricreato l'unità d'Italia attraverso le sue regioni.

Tutto merito di Babi e di Renata, ideatrici del progetto, ma anche delle altre partecipanti  a cui , da questo mese, mi sono unita anche io!



Oggi si parlerà di Ripieni , questo l'elenco delle ricette proposte per ogni regione.


Da molisana doc vi ripropongo una ricetta, passata un pò in sordina: erano gli albori del mio blog e non so quanti si siano spinti così indietro fino ad arrivare a questa ricetta.

E' un rustico tipico del periodo pasquale, ma talmente buono che non dispiacerà a nessuno mangiarlo anche fuori tempo! ;)

Casciatielle
( Ricetta tradizionale della mia famiglia)

Per la pasta:
  • 750 gr farina 00
  • 5 uova intere
  • un bicchiere di olio o 300 gr di sugna ( strutto)
  • vino bianco secco q.b.
  • sale
Per il ripieno:
  • 250 gr formaggio di mucca grattugiato
  • 200 gr pecorino nostrano grattugiato
  • 200 gr rigatino grattugiato
  • 7/8 uova
  • sale
  • prezzemolo
  • pepe
Versate sulla spianatoia la farina e, nella fontana, battete le uova con un pizzico di sale; unite la sugna ammorbidita a temperatura ambiente, il vino ed impastare raccogliendo la farina.

Lavorate il composto fino a renderlo omogeneo e liscio quindi avvolgetelo in un tovagliolo pulito e fatelo riposare.

Intanto preparate il ripieno che non deve essere liquido: in un'insalatiera battete le uova con il formaggio, evitando di far formare grumi, aggiungere un pizzico di sale ( non eccedete i formaggi sono già saporiti), una spolverata di pepe,il prezzemolo tritato ed amalgamate bene.

Stendere la pasta con il matterella sulla spianatoia infarinata, in una sfoglia non troppo sottile; ricavate dei dischi non troppo grandi, disporre al centro un'abbondante cucchiaiata di ripieno, ripiegarli su sè stessi e chiuderli pizzicandoli con la punta delle dita.

Quando saranno pronti, pennellarli con l'uovo battuto, punzecchiarli con la punta delle forbici e disporre su carta forno.

Cuocere  a 170° per circa 30'.

"U casciatielle" è un grande rustico promaverile, molisanissimo nonostante la moderna contaminazione di formaggi non indigeni che ne arricchiscono e ne plasmano il sapore.
Uova, formaggio "abdicato" ( appena appassito, come dicono a Castropignano) e fuoco costante ne sono le componenti strutturali: "u casciatielle", dunque, nasce dal cuore della primavera e rappresenta una specie di dono di restituzione di ingredienti fondamentali per la cucina molisana.
Se ne fanno infinite varietà, modulate su tutta la gamma del sapore del formaggio, dal piccante al salato, dal saporito all'agrodolce.E' immancabile nella "crianza" di Pasqua: una Pasqua senza "casciatielle" è come un Natale senza capitone.
da La Cucina Molisana - Lombardi-Mastropaolo vol.II








Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

32 commenti:

  1. Che bello che ti sei unita anche tu con la cucina molisana! Sono contenta che si possa parlare un po' i questa regione dimenticata dai più! Brava! :)
    Ti mando un bacione!

    RispondiElimina
  2. Infatti io non le avevo mai sentite e con piacere le scopro, incuriosita e ammirata! Bellissime e chissà che buone Lory! ;) Un bacione!

    RispondiElimina
  3. ma che buoni! una specie di fiadone abruzzese! del resto le nostre regioni sono vicine sia nel territorio che sapori! adoro le ricette molisane! aspetterò le altre!! ciao da In cucina da Eva!

    RispondiElimina
  4. Lory sei stata a dir poco bravissima!!!!!Una ricetta eccellente e soprattutto..sii fiera per aver onorato alla grande la tua splendida regione!!!!!!Un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Complimenti per la bellissima ricetta Loredana!!!
    Benvenuta nel nostro gruppo!!!
    ora però non puoi non offrirci questa bontà per festeggiare il tuo arrivo nella rubrica!
    eheh
    bacioni e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  6. Che bello, si viaggia un po' per l'Italia e si assaporano i piatti della tradizione, ottima idea!!
    Bravissima Loredana!
    un abbraccio, Vale

    RispondiElimina
  7. Che spettacolo Loredana!!! Fortuna che ci hai riproposto questa ricetta, merita sicuramente tanta attenzione (purtroppo capita spesso che le ricette pubblicate all'inizio della nostra avventura di blogger non abbia ottenuto tutta l'attenzione che meritavano... e dire che di solito si comincia proprio da quei piatti che ci piacciono e ci vengono meglio di tutti!).
    Benvenuta nel gruppo, è un vero piacere!!

    RispondiElimina
  8. Prima di tutto benvenuta tra noi, mi fa un enorme piacere averti in questa iniziativa..e poi queste casciatelle sono speciali, non ne conoscevo l'esistenza, i rustici sono sempre così golosi!!!!bacioni

    RispondiElimina
  9. Benvenuta Loredana!!! che buona ricetta!!! da provare;-)... complimenti un abbraccio grande dalla Valle D Aosta:-)

    RispondiElimina
  10. Ciao Lori, benvenuta! Non sai con quanto piacere lo dico, un'avventura insieme, oltre tutti i contest ai quali partecipiamo e che ci scambiamo, era proprio quello che ci mancava. Mi piacciono molto le tue casciatelle, quello che vorrei provare sono quei bei formaggi che posso solo immaginare... Un abbraccio grandissimo, a presto

    RispondiElimina
  11. Benvenuta e grazie a te per aver accettato!Complimenti come prima ricetta è super fantastica hihihihi..bravissima!Ciaoo buona settimana

    RispondiElimina
  12. Benvenuta e grazie per aver deciso di partecipare a questo gruppo per regalarci ricette della tua regione.
    Complimenti per la tua ricetta e buona settimana.
    Elisa e Laura

    RispondiElimina
  13. Ciao! se passi a trovarmi su "Le jolie coin" potrai ritirare un premio per te! complimenti!
    un bacione!

    RispondiElimina
  14. una bontà al formaggio!! sono davvero ottime e da provare! ciao cara abbiamo iniziato l'avventura :)

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia!!!!!!!!!!!!
    Ragazza tu sai come iniziare davvero bene ...
    Ottima ricetta e ancora ben ritrovata nella rubrica cara Loredana
    è un piacere condividere questo viaggio insieme!!!!!!!!!!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  16. Io mi ricordo di questa ricetta! sono buonissimi!
    In bocca al lupo per questa nuova esperienza, sarò una lettrice fedele, le tue ricette sono sempre super!
    Buona settimana, Laura

    RispondiElimina
  17. Ancora benvenuta Loredana!! Ottima ricetta, immagino che profumino... impazzisco per ogni tipo di formaggio, quando poi si parla di pecorino nostrano... Un bacione e a presto, Babi

    RispondiElimina
  18. Benevnuta ancora cara loredana; la ricetta mi era totalmente sconosciuta, a leggerla mi sembra proprio nelle mie corde e chissà che non la provi. Sarà un piacere scoprire la tua regione attraverso i suoi piatti. buona serata

    RispondiElimina
  19. Innanzitutto benvenuta nel gruppo!!! che bello ritrovare il tuo blog bellissimo anche in questa bella idea delle ricette regionali!!! apprezzo molto questa tua ricetta! da provare assolutamente!!!

    RispondiElimina
  20. ciao carissima Loredana...sono felice di trovarti qui con noi e ancora un grande benvenuto!
    e certo che no...non aspetto mica Pasqua per gustarmi queste casciatielle...troppo buone!
    un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  21. Che bel progetto, molto interessante!! Le casciatielle non le conoscevo, devono essere molto buone e mi piace tantissimo la forma...grazie per questa bella ricetta, la proverò senz'altro!
    Un bacio.

    RispondiElimina
  22. bella iniziativa ma soprattutto ottima ricetta, che non conoscevo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  23. Io adoro la rubrica regionale!! e adesso ci sei anche tu, con questa ricetta troppo invitante!! complimenti e buona settimana! ciao :-)
    Elisa

    RispondiElimina
  24. UUUUU BUONI! è inutile saremmo anche una nazione che va a rotoli ma come si mangia nelle nostre 20 regioni non si mangia da nessuna parte! ^_^ smack

    RispondiElimina
  25. ciao Lore, eccomi finalmente da te!!!
    Grazie per quel che mi hai detto (in pratica che mi stavi aspettando...); il blog mi ha dato l'opportunità di conoscere molte persone belle come te ed anche se ogni tanto mi assento per un po', poi torno sempre "all'ovile".
    Vengo alla ricetta che, come al tuo solito, mi stuzzica molto. Secondo me per questo genere di cibi il meridione ha veramente una marcia in più. Paste ripiene dolci e salate, sovente a base di ricotta... mhmmm, e chi vi "molla" più???
    Un abbraccio, carissima ed auguri per la tua nuova avventura

    RispondiElimina
  26. ciao, benvenuta nel gruppo, molto saporite queste casatielle, da provare, baci

    RispondiElimina
  27. Che prelibatezza! Davvero si mangia già con gli occhi, complimenti! :D Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  28. felice di aver letto questa ed altre ricette "tipiche" che non conoscevo! Ogni volta che entro nel tuo blog rimpiango di non essere tua collega o la tua vicina di casa! Complimenti!

    RispondiElimina
  29. questa bontà me la copio al volo!!!
    complimenti!

    RispondiElimina
  30. E sì che hai fatto bene a riproporlo cara Lory, e io me lo magnerei pure a quest'ora visto che in questi giorni manca pure il tempo per mangiare!!!! tu sai...
    Sul rustico con me sfondi una porta aperta e io mi segno subito questa ricetta che fatta da una molisana DOC, dove la ritrovo???
    Un bacio enorme e grazie davvero di cuore per il tuo affetto, che sento sempre anche a distanza! ^__^ Any

    RispondiElimina
  31. Benvenuta! E' un vero piacere averti nel gruppo. Complimenti per la scelta della ricetta. Un abbraccio

    RispondiElimina
  32. Davvero interessante questa ricetta! Grazie mille di aver partecipato al party!! Torna quando vuoi! A presto, Pamela

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...