venerdì 13 gennaio 2012

Milk pan

Prima che inizi l'affanno per il Carnevale

con le sue fritture, frappe, ciambelle, frittelle, chiacchiere, cioffe o come vi piace chiamarle,

posto una ricetta di un dolce che oramai è diventato tradizionale nella città dei miei genitori,

parte dall'utilizzo di un liquore realizzato con il latte ( da qui il nome) per un dolce che non è

buono...di più.

Certo che mancando il liquore di base diventa tutta un'altra cosa, ma per chi fosse interessato

ho pubblicato la ricetta tradizionale estorta  raccolta dalla viva voce della bisnonna novantacinquenne,

che fino a qualche anno fa ancora lo realizzava personalmente, qui.




Milk pan
( dose per due zuccotti medi o per 25 monoporzioni)
  • 6 uova
  • 300 gr di burro
  • 300 gr di zucchero
  • 160 gr di amido di frumento
  • 160 gr di farina
  • 120 ml di liquore Milk
  • 50 gr di cioccolato bianco grattugiato
  • succo di un limone
  • semini di una bacca di vaniglia
  • 1 bustina di lievito per dolci
Per la bagna
  • liquore Milk
  • acqua
Mescolare l'acqua e il liquore con un rapporto 1:1.

Glassatura
  • 300 gr di cioccolato bianco
  • 100 gr di pasta di nocciole
  • 60 gr di burro



Lavorare il burro a crema e aggiungere gradatamente lo zucchero.
Unire i tuorli, uno alla valta, facendo assorbire bene prima di aggiungere il successivo.
Unire il liquore, il cioccolato grattugiato, la vaniglia, la scorza di limone e mescolare.

Montare a neve gli albumi.

Versarli sul composto, setacciarvi la farina e la frumina e il lievito mescolare bene , senza smontare.

Versare in stampi da zuccotto imburrati e infarinati.

Cuocere in forno caldo a 180° per 45', valutare la cottura con la prova stecchino, la grandezza dello stampo ne determina la diminuzione del tempo di cottura.



Bagna
Dopo aver sfornato e fatto raffreddare gli zuccotti posizionarli su una gratella  e procedere all'inzuppo, utilizzando una siringa prelevare circa 10 ml di bagna per ogni zuccotto e iniettarla all'interno, in questo modo si renderà umido l'interno dello zuccotto e non solo la superficie, che altrimenti tende a sbriciolarsi.

Ripetere l'operazione per due - tre volte a distanza di 12 ore l'una dall'altra.

Dopo aver aspettato altre 12 ore procedere alla copertura.

Glassatura

A bagnomaria sciogliere il cioccolato bianco con il burro e la pasta di nocciole (se non la trovate utilizzate della crema alla nocciola di qualità o del cioccolato gianduia  100 gr circa).

far sciogliere bene .

Prelevare gli zuccotti e glassarli delicatamente, uno per uno.

Far asciugare e conservare in frigo.

Ben avvolti in carta argentata si mantengono fino ad una settimana in frigo.




invio questa ricetta alla raccolta di Laura



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

46 commenti:

  1. Una chicca molto golosa...è davvero buono...ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me ti piacerebbe davvero questo dolcino!

      Elimina
  2. Molto graziosi e buoni
    ciao :)

    RispondiElimina
  3. ciao Loredana, sanno proprio di un buono questi dolcetti!!!
    buona giornata
    sabina

    RispondiElimina
  4. ma quanto sono carini!Bravissima!
    Un bacione, a presto cara :*

    RispondiElimina
  5. Senti ma non è che tu e la tua bisnonna ce ne preparate un bel po' così veniamo ad assaggiarli?? ^_^ Mamma mia sono bellissimi e immagino la bontà!! Ne voglio unoooooo :'( buon weekend cara, bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiaretta, non appena li preparo ti invito, insieme a Marianna, ok??

      Elimina
  6. Belli lo sono di sicuro ma di sicuro saranno anche buoni!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  7. L'ho conosciuto da una signora di Campobasso ma non l'ho mai assaggiato, dev'essere buonissimo. Ci vuole quel liquore al latte, ci dai la ricetta? :)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta del liquore al latte ce l'ho, non credo che lo preparerò mai, ma scriverò la ricetta, per chi volesse provarci!!

      Elimina
  8. Come mi piacciono i dolci liquorosi, quelli che non si possono dare ai bambini perchè dentro c'è l'alcol (ma perchè poi??? mica si ubriacano, al massimo si disinfettano. Ma ora che ci penso, forse meglio così che ne romane di più per noi "grandi" :-D)
    Mi piace da matti passare nella tua cucina Lory, ci trovo sempre delle ricette interessanti e originali. Che dirti se non un "continua così"?
    Ps. Bello anche il nuovo look.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dana, ben rivista...è vero con la scusa del liquore li mangiano tutti gli adulti, tranne i miei figli che invece apprezzano la vena alcolica!!

      Elimina
  9. che golosità!!! non ho mai visto questo liquore, ma il risultato ne vale bene la ricerca! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso sia un liquore da donna, ma non sono così esperta in liquori!! ;)

      Elimina
  10. Che carini, non li conoscevo.

    RispondiElimina
  11. wow io sono cresciuta con questo dolce e conosco anche la famiglia che lo ha ideato, ne facciamo scorta ogni volta che andiamo a Campobasso da mia nonna!
    Dimmi, il sapore è come l'originale?Il liquore ce l'ho!!!Non vedo l'ora di provare la tua ricetta =)
    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sere, il sapore è proprio quello, te lo assicuro, sta un pò a te capire quanto occorre bagnare e come.
      Ne ho anche un'altra versione,se vuoi saperla contattami, io ho fatto la ricetta della mia mamma.

      Elimina
    2. Scusami mi ero distratta, ma allora ci si può incontrare qualche volta...mi ero persa le tue origini molisane!!

      Elimina
  12. Che bello!!!E' da provare!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  13. Bentrovata, anche mio marito è molisano di Agnone...ricetta meravigliosa, buon w.e.

    RispondiElimina
  14. Mamma mia!!!...si intravede benissimo dalle foto quanto sono golosi questi dolcetti!! :-)
    Con cosa sostituisco il liquore che qui non credo di trovare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella domanda...il gusto è talmente particolare, considera che deve essere un sapore aromatico, ma non troppo alcolico..al massimo puoi usare una bagna al rum, ma diventa davvero un'altra cosa...oppure evitare l'alcoool e fare solo una bagna fatta con acqua, zucchero, scorza di limone e di arancia, cannella , con cui bagnare lo zuccotto.

      Elimina
  15. Innanzitutto, bellissimo il nuovo look del tuo blog, poi complimenti alla nonna che ti ha rivelato la ricetta e poi a te che l hai realizzata!

    RispondiElimina
  16. Che belle le ricette della tradizione di famiglia! ti riportano indietro nel tempo, che meraviglia questi zuccotti! mi unisco ad Assunta nella domanda per la sostituzione del liquore che credo anche io di non trovare.. un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A breve pubblicheerò la ricetta!

      Elimina
  17. dolce come te...
    grazie
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  18. belli e buoni!!! viene voglia di mangiarli solo guardando la foto!!!! ;-D

    RispondiElimina
  19. fantastici Loredana, mi piacciono molto. Hai nominato il carnevale...mi piacerebbe trovare una bella soluzione non fritta...tutta da pensare..
    buon fine settimana, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che una soluzione non fritta sarà quasi impossibile!!

      Elimina
  20. Ma che delizia! con quella glassa e l'aspetto così morbido! non ho mai preparato dei dolci così, e non conosco il liquore milk!
    buona Domenica!

    RispondiElimina
  21. Di un po', mi vuoi far svenire? Questa è una figata pazzesca...come ha i fatto a tenerlo nascosto tutto questo tempo? E dove si trova il liquire Milk? LO VOGLIOOOOOOO.... voglio uno di questi dolcetti meravigliosi che sanno di nonna e di famiglia! Voglio sentire la glassa appiccicarmi le dita e le labbra prima di precipitare nel morbido cuore di quella tortina....Urgono informazioni!
    Ti mando un bacio grande e stupendo post! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se cerchi quando scendi giù, in qualche enoteca lo trovi...altrimenti te lo procuro io!! ^____^

      Elimina
  22. wow. copio questo link dalla pattybella... sono meravigliosi, perfetti, stupendi. non ho altre parole.

    Davvero non ne ho. Mi aggiungo ai tuoi followers e ti chiedo subito dove hai trovato i minizuccotti monoporzione. Li voglio :(((((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica, benvenuta!!!
      Gli stampini da mini zuccotti li ho trovati in una droghria, un negozietto dall'aria retrò che però ha praticamente tutto quello che serve per i dolci!
      Paaso a trovertianche io!

      Elimina
  23. questi zuccotti sono irresistibili... brava! Ti seguirò...

    RispondiElimina
  24. Ma che carinii, e chissà come sono buoni!

    RispondiElimina
  25. non lo conoscevo ma come lo assaggerei!!

    RispondiElimina
  26. Ma non puoi tentarci così!
    Ma sono fantastici!

    RispondiElimina
  27. Sono favolosi!!! Vere tentazioni per me che ti leggo di prima mattina! LO voglio a colazione! Buona domenica, Laura

    RispondiElimina
  28. Grazie Loredana, preparerò prima questa versione, poi ti chiederò anche l'altra per vedere la differenza =)

    RispondiElimina
  29. Oddio ma cos'è questa mini bellezza??:-)

    RispondiElimina
  30. fanstastico! dall'aspetto ricorda il parrozzo ma il sapore è diverso! l'adoro!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...