giovedì 26 gennaio 2012

Giorno della memoria



Agli indifferenti,
agli increduli,
agli "apolitici"

Questo post è dedicato agli indifferenti,
agli increduli,
agli "apolitici",
a coloro i quali sono inclini a chiudersi
nella egoistica ignoranza delle azioni,
delle opere,
degli sforzi,
delle sofferenze di quanti, lottando per la libertà degli altri,
contemporanei  e posteri,
sono stati sottratti alla liberazione di una
morte immediata
e inviati a popolare le
infernali città dello sterminio
create dal nazismo in Germania e nei Paesi occupati
durante la guerra dal nazismo scatenata.

Quattro, cinque  milioni di creature.

Questo post è destinato a quanti,
indifferenti increduli "apolitici" egoisti,
ignorano che altri cinque milioni di persone,
soltanto perchè nate da una determinata stirpe, quella ebraica,
furono distrutte nei modi più efferati
nei  campi di sterminio.

Questo post è destinato a quanti
non sanno e non credono
che la libertà degli individui e dei popoli, e quindi la solidarietà umana,
sono uniche garanti contro la sopraffazione,
contro la crudeltà,
contro la violenza;
e indulgono ancora oggi
ai miti che hanno fatto scatenare
la più grande strage della storia.

dalla prefazione di Pensaci , uomo! di P. Caleffi e A. Steiner



LA LEGGE ISTITUTIVA IL GIORNO DELLA MEMORIA


 « La Repubblica italiana
riconosce il giorno 27 gennaio,
data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,
 “Giorno della Memoria”,
 al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico),
 le leggi razziali,
 la persecuzione italiana dei cittadini ebrei,
 gli italiani che hanno subìto la deportazione,
 la prigionia, la morte,
nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi,
 si sono opposti al progetto di sterminio,
ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati».






Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

8 commenti:

  1. Mai più.
    grazie, un abbraccio forte. e auguri.

    RispondiElimina
  2. Ciao Loredana, mi ha colpito molto questo post.
    Non sapevo oggi fosse il giorno della memoria e ti ringrazio per averlo ricordato.
    un abbraccio
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è domani...l'importante è ricordarlo tutti insieme.

      Elimina
  3. Mai dimenticare..Un sereno giorno a te :)
    Gio'

    RispondiElimina
  4. CHE cosa TERRIBILE è impossibile dimenticare!

    RispondiElimina
  5. Ti ringrazio anche io Loredana, per aver ricordato di.. NON DIMENTICARE! Sono stata tempo fa al campo di concentramento di Dachau, terribile. Impossibile per me dimenticare, è giusto che NESSUNO dimentichi l'orrore che quelle povere persone hanno vissuto. Ti mando un bacione

    RispondiElimina
  6. Smettere di ricordare sarebbe come dire che non è mai accaduto nulla!

    RispondiElimina
  7. Se non sbaglio sono 67 anni.. i miei genitori erano ancora vivi quando succedeva!
    No, non bisogna dimenticare, e chi non l'ha vissuto, dovrebbe sapere perché una cosa così non può cadere nell'oblio.
    Grazie per il post!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...