mercoledì 25 gennaio 2012

Fesciole 'mbenate

Ed ecco un utilizzo della pizza de randinie,che è semplicemente una pizza fatta con la farina di mais, detto granone, questa versione è davvero saporita e gustosa.

Questa ricetta è assolutamente una di quelle zuppe calde e coccolose che la trdizione regionale molisana ci regala e permette di riscaldare lo stomaco e il cuore stando tutti raccolti attorno ad una tavola e condividendo anche il calore della famiglia!


Fesciole 'mbenate



Per la pizza vedere qui.

Per il condimento:
  • un bicchiere di olio evo
  • mezza cipolla
  • 300 gr di fagioli tondini
  • un "diavolillo" ( peperoncino)
Lessare i fagioli, che avrete tenuto a bagno per 12 ore, in una pignata di terracotta;
( per chi vive nel 2012, invece, e non possiede pignate nè camini, lessare i fagioli nella pentola a pressione per 40 minuti circa)
Quando saranno cotti, nello stesso recipiente versate il condimento, che in questo caso consisterà nella cipolla affettata sottilmente e fatta rosolare in padella con l'olio e il peperoncino piccante.


Dopo aver unito questo semplice condimento ai fagioli, lasciate cuocere ancora tutto insieme in modo che i sapori si amalgamino bene.

Spezzettate la pizza in una grossa insalatiera, su di essa versate i fagioli con il loro brodo e con una forchetta cercate di schiacciare i pezzi di pizza e di farli amalgamare ai fagioli

Gustate questo piatto ben caldo e "cocente di diavolillo".

cfr. La cucina molisana diA:M: Lombardi,R. Mastropaolo vol.I





Con questa ricetta partecipo al Contest Mani in pasta del Molino Chiavazza


Con questa ricetta partecipo al contest di bryceshouse



Con questa ricetta partecipo al contest Mine(St)renne's gluten free
di Stefania

e alla raccolta sulle ricette regionali di Laura



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

26 commenti:

  1. Questo è un piatto che sicuramente mi piace...soprattutto per il modo su come viene cucinato...un abbraccio ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo avevo apensato, che ti sarebbe piaciuto....tu poi farlo davvero come detta la tradizione!!!

      Elimina
  2. mmm che bontà non avevo mai provato neanche la pizza , proverò ha un aspetto buonissimo!!!

    RispondiElimina
  3. Sai che non vedevo l'or di vedere come avresti utlizzato quella pizza? Questa è veramente una signora ricetta, mi faccio prestare il coccio da mio suocero e me la preparo anche io...veramente una gran ricetta! Un bacione ciao :)

    RispondiElimina
  4. una bella zuppa corposa, di quelle cariche dei profumi della tradizione; io ho pignatta e caminetto e mji sa che proverò proprio così. un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Mi piace molto! Pensi che possa provare a sostituire i fagioli bianchi con la soia gialla? Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi sostituire come vuoi, purchè sia una zuppa in cui ammorbidire quella pizza!

      Elimina
  6. Ciao Loredana, piacere di conoscerti...grazie per i complimenti, ma le tagliatelle mi sono venute mooolto spesse, sicuramente se ci provi te, ti vengono molto meglio...Ti seguo volentieri, perchè ho visto che fai mole ricette tradizionali, ed io adoro conocere piatti di altre regioni, questa zuppa di fagioli poi mi ispira tantissimo, ma cos'è la farina di granone? si trova anche in Toscana? Non l'ho mai sentita...
    Un bacio
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La farina di granone è la farna di mais non raffinata!
      Quella della polenta, per intenderci!!

      Elimina
  7. Mmmm che per caso tu hai usato le pignatte in terracotta?? :P Scherzo! Un piatto ottimo da gustare con questo freddo!! ^_^ baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figurati, non ho nemmeno il camino...magari potrei procurarlìmele le pignatte, ma nel frttempo me la gusto anche così, versione 2012!

      Elimina
  8. Che buono!!!!!!!!!!!!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  9. ciao Loredana, la tua ricetta (duplice ricetta!) mi piace un sacco! Primo perché è fatta con ingredienti "poveri" ma che amo molto; secondo perché parla della tua terra e le ricette diverse da quelle a cui sono abituata mi attirano sempre moltissimo. un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Cara disconoscevo questa ricetta molto particolare e gustosa! Adoro le ricette tradizionali brava :-)

    RispondiElimina
  11. emmaccavoli lori.... la voglio!!!
    quasi quasi...
    ti mando un bacio grande

    RispondiElimina
  12. Che bello questo piatto!! Lo sai che non lo conosco e non l'ho mai assaggiato!! Ma quanto fortunati sono i tuoi figli??? Bravissima Lory, sei fantastica ^_^

    RispondiElimina
  13. Non conoscevo questa particolare pizza fatta con il mais! :-)
    Certo è che il tuo piatto è fantastico ed io già lo adoro!! :-))

    RispondiElimina
  14. Un piatto nuovo per me...e sono felicissima di averlo conosciuto! :D Notte Loredana :)

    RispondiElimina
  15. E mi chiedi se va bene??? Va stra bene!
    Ti aggiungo immediatamente! :)))

    RispondiElimina
  16. La cucina molisana assomiglia per certi versi a quella calabrese. Questo è un piatto che si consuma spesso a casa mia e lo prepariamo praticamente allo stesso modo. Che bello vedere queste cose *.*

    RispondiElimina
  17. gustosissimo questo piatto! :) a presto, buon weekend! :)

    RispondiElimina
  18. Cara passa da me c'è un pensiero per te! Non è mia abitudine invitare a passare nel mio blog...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  19. mmm che golosità!!! la inserisco subito nell'elenco del contest! Grazie mille per la partecipazione!

    RispondiElimina
  20. Deve essere troppo buona, mmmmmhhh buonaaaaaaaaa, baci, Flavia

    RispondiElimina
  21. Io questa te la copio non subito, di più...subitissimamente subito!!! é una goduriaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
    Lori sei un mito!!!
    Un bacione grandissimissimo!!!

    RispondiElimina
  22. Ma che meraviglia!!! Mi sa che quest'inverno la provo!!
    Grazie tante!!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...