martedì 14 maggio 2019

BISCUTT’ ARTAGLIET’ di Pizzoferrato

Avevo questa ricetta in memoria da almeno cinque anni,  l'avevo vista su un calendario con ricette abruzzesi e l'avevo trascritta, non ho trovato traccia di questa preparazione  a Pizzoferrato , comune della provincia di Chieti.
Ammetto di non aver mai capito il senso del termine artagliet,  pensavo a qualcosa tipo artigliati,  soltanto realizzandoli ho capito che artagliet stava per ritagliati .
Sono biscotti semplici,  come quelli di una volta,  quelli che si trovano ancora nei forni di paese e che su di me hanno un fascino particolare.
Come mi suggeriva la mia mamma,  si potrebbe  aggiungere dell'anice al posto del succo di limone,  ma siccome  a me non piace particolarmente  li ho realizzati come riportato dalla ricetta.
Con queste dosi si otterranno una cinquantina di biscotti, utilizzando una teglia di 32 cm X 28 cm.
Si conservano in un contenitore  a chiusura ermetica,  durano per più  di una settimana.





BISCOTTI RITAGLIATI O BISCUTT’ ARTAGLIET’ di Pizzoferrato


• 3 uova


• 200 gr zucchero


• 80 gr olio


• 100 gr latte


• 400 gr farina


• 1 bustina di lievito


• Limone


Rompere le uova in una ciotola, unire lo zucchero e frullare bene.


Poi versarvi l’olio e il latte con il lievito.


Aggiungere il succo di un limone e un po’ alla volta la farina.


Versare il composto in una teglia foderata con carta forno e cuocere a 180° per 45/50 minuti.

Ultimata la cottura appoggiare il dolce su un canovaccio e tagliarlo in biscotti lunghi 10 cm.


Rimetterli nella teglia e di nuovo in forno per la cottura, io li ho tenuti circa 20', ma regolatevi in base al forno e ai vostri gusti,  a me piacciono  croccanti. 

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

1 commento:

  1. sono retorica, ma in questo mondo in cui l'apparire, anche in cucina, conta più della sostanza, in cui necessariamente bisogna sempre stupire, ben venga un ritorno alla semplicità e questi biscotti "ritagliati" mi danno un senso di "accoglienza", del prendere un caffè tra vicini di casa, brava Loredana per avermeli fatti conoscere e, purtroppo, non assaggiare!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...