venerdì 2 novembre 2018

Reindling o lievitato soffice al latte d'avena

Quando vedo i lievitati condivisi su altri blog subito iniziano a prudermi le mani.
Leggo la ricetta, penso ai tempi a mia disposizione, ai tempi della ricetta, inizio a pensare a come poter dimezzare gli ingredienti per evitare di ritrovarmi con quantità eccessive ( visto che sono sempre l'unica a fare colazione ) poi modifico anche qualche ingrediente e alla fine procedo.
I lievitati spesso scoraggiano, soprattutto per i tempi morti, quelli delle lievitazioni, io di solito mi regolo incastrando le mie uscite pomeridiane nelle due ore della lievitazione e la gioia che provo nel rientrare e  trovare il panetto bello lievitato mi dà la voglia di proseguire .

Questa ricetta viene dal blog di Ricette di cultura, da Alessandra troverete tutte le notizie che riguardano questo lievitato tradizionale della Carinzia, qui da me trovate la versione dimezzata e modificata , nel mio tentativo di riuscire a renderla vegana, per ora solo nel sostituire il latte con latte di avena, ho poi sostituito l'uvetta con i mirtilli ( entrambi adatti ad una versione vegan ), ma i tentativi continueranno, fino a quando non troverò un degno sostituto del burro, intanto provatelo e non ve ne pentirete.



 i


Reindling o lievitato soffice della Carinzia
Dose per uno stampo da gugelhupf da un litro o una teglia da 16 cm.

  • 200 g farina 0 
  • 2 g sale
  • 25 g zucchero semolato
  • 25 g burro a temperatura ambiente
  • 7 g lievito di birra fresco
  • 8 g rum
  • 110 ml latte di avena
Farcia
  • 20 g burro a temperatura ambiente
  • 70 g zucchero di canna grezzo
  • cannella q.b.
  • mirtilli rossi disidratati ( di solito non necessitano di essere reidratati )
Nella ciotola della planetaria versare tutti gli ingredienti, evitando di far entrare in contatto il lievito con il sale, lasciare da parte un cucchiaio di farina.
Lavorare a vel. 1 con la foglia, formare l'impasto,inserire l'ultimo cucchiaio di farina, continuare ad impastare lentamente per altri 10'.
Rovesciare su un piano e dare una serie di pieghe per rinforzare l'impasto, ripiegando verso il centro una parte di impasto del bordo . Arrotondare, riporre in una ciotola, coprire con la pellicola e lasciar raddoppiare, circa tre ore.

Preparare la farcia : tirare fuori il burro e farlo ammorbidire in modo da renderlo spalmabile. Imburrare lo stampo scelto e cospargere con zucchero.
Sgonfiare l'impasto, stendere in un rettangolo spesso un paio di millimetri, spennellare con il burro, cospargere di zucchero , di cannella e di mirtilli.
Arrotolare dal lato più lungo, adagiare nello stampo preparato, coprire con pellicola e far lievitare coperto con pellicola.
Preriscaldare il forno a 170°C , abbassare a 160°, infornare e cuocere per 25'/30'.
Temperatura al cuore 92° C.
Da consumare entro due giorni, massimo tre.





Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

2 commenti:

  1. bellissimo e penso buonissimo!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Amo alla follia i lievitati anche se posso dedicare loro solo la domenica, ma mi segno questa ricetta perchè la trovo deliziosa e la voglio provare!
    baci
    Alice

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...