venerdì 26 maggio 2017

Torta alla farina integrale, di farro e di solina con sciroppo d'acero e fragole senza zucchero, senza lattosio

Un ennesimo dolce per la colazione.
Esagero un pochino?
E' sempre faticoso iniziare la giornata e sapere che mi attende qualcosa di dolce, anzi più di qualcosa, mi rende felice ( mi basta poco, ma proprio poco ).

Questa ricetta la trovate nella versione originale da Gabila , io avevo delle farine da utilizzare e ho fatto un mix tra farina integrale, farina di farro e farina di solina, avevo anche dello sciroppo d'acero che giaceva in frigo e così l'ho provata.

La torta resta soffice, visto la presenza di acqua e olio di semi, la dolcezza data dallo sciroppo d'acero è piacevole, anzi direi diversamente dolce, le fragole aggiungono una marcia in più, ma come dice anche Gabila, si può tranquillamente utilizzare la frutta che si preferisce.
Ho molto apprezzato la riduzione della quantità di lievito, non la solita bustina, ma 12 g, trovo che troppo spesso i dolci casalinghi sappiano troppo di lievito, in fondo saper montare bene le uova è garanzia di una buona riuscita, visto che il pan di spagna si fa senza lievito, no?

Ho usato uno stampo al silicone di 24 cm di diametro, la prossima volta provo con uno di 26, aumentando anche la quantità di frutta.





Torta alla farina integrale, di farro e di solina con sciroppo d'acero e fragole senza zucchero, senza lattosio
Ricetta originale qui

Per uno stampo da 24/26 cm
  • 200 g farina integrale
  • 75 g farina di solina
  • 75 g farina di farro
  • 150 g acqua a temperatura ambiente
  • 150 g sciroppo d'acero
  • 150 g olio di semi di girasole ( o quello che vi pare)
  • 3 uova medie a temperatura ambiente
  • buccia di un limone
  • 12 g di lievito 
  • 300g fragole 
Lavare le fragole, scolarle e tagliarle in quattro.

Preriscaldare il forno a 180°C,  Gabila suggerisce modalità statico, io ho usato quello ventilato, voi fate un po' come vi pare.

Mescolare le farine con le mani, per ossigenarle bene ed eliminare i grumi, unire i 12 g di lievito setacciato, riservare.
Nella ciotola della planetaria montare le uova con lo sciroppo d'acero, fino a renderle gonfie e spumose. Unire a filo l'olio, continuando a montare.

Unire a mano le farine, alternandole  all'acqua, senza smontare il composto, aggiungere la buccia di limone grattugiata.
Versare nella tortiera  adeguatamente preparata, se non è al silicone, posizionare le fragole armoniosamente e infornare per 50 ' circa, facendo sempre la prova stecchino.

Far raffreddare e sformare.

Il dolce ha una durata di 3/4 giorni a temperatura ambiente, coperto da una campana di vetro.





Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

4 commenti:

  1. Ma che bella sorpresa, non sai che piacere leggere questo post.....hai sentito che meraviglia di torta, l'ho amata fin da subito e credo che accostare farine integrali con sciroppo vari, sua la scelta più azzeccata!!! Mi fa però doppiamente piacere che tu abbia notato La quantità di lievito...tutti sono convinti che ce ne voglia una bustina intera e per me non c'è cosa più assurda...il dolce ti lascia quella specie di pizzicorio in bocca fastidioso! Che dirti se non grazie .....?!!??!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te , Gabila :)
      Sul lievito mi trovi perfettamente d'accordo, oramai ne uso sempre pochissimo e tutto funziona bene.
      Grazie per essere passata di qui :*

      Elimina
  2. La farina di solina mi è nuova. Corro a fare una ricerca.
    La decorazione è bellissima. Una torta da provare, senza dubbio. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una farina tornata in auge dalle mie parti, particolare e da valorizzare, anche in un dolce ;)

      Elimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...