giovedì 13 novembre 2014

Muffin salato ai funghi e sono diventata un pò Alice anche io.



Nel giro di un paio di minuti, il Bruco si tolse di bocca il narghilè, tirò qualche sbadiglio, e si dette una scrollatina. Poi scivolò giù dal fungo e si allontanò strisciando in mezzo all'erba, dicendo solo :
"Un lato ti farà diventare più grande, l'altro più piccola."
"Un lato di che cosa? L'altro lato di che cosa?" pensò Alice fra sè e sè.
"Del fungo." Rispose il Bruco, proprio come se lei avesse fatto la domanda a voce alta, e in un attimo scomparve alla vista.
Alice contemplò il fungo pensosamente per un minuto , cercando di indovinare quali fossero i due lati del fungo,e, siccome era perfettamente rotondo, il problema non era di facile soluzione. Comunque alla fine allargò le braccia e tendendole il più possibile, abbracciò il fungo e ne staccò dal bordo un pezzettino per parte con ciascuna mano.
"E adesso,quale pezzetto è per quale direzione?" si chiese, e rosicchiò un angolino del pezzetto che teneva nella destra per provarne l'effetto. Fu questione di un attimo, e sentì un colpo violento sotto il mento: era andata a sbattere contro il proprio piede!
   
Una corrispondenza semplice a questo giro dell'MTC  ( GRAZIE Francy!!!!), sarà che mi sento un pò come Alice nel Paese delle meraviglie, sarà che non ho ancora capito bene dove mi trovo e cosa ci faccio, sarà che (ogni tanto) mi piacerebbe "tornare" alla mia solita vita, come Alice, che sonnecchiava annoiata sotto un albero. Solo che non si può.
Il Bianconiglio che ho seguito mi ha condotto per una strada sicuramente faticosa, ma anche molto gratificante, ma, ogni tanto, mi domando, non potrei finire in una storia in cui invece che il ruolo di quella che  lavora come una matta,( e non sono il Cappellaio) ho quello di chi è semplicemente uno spettatore?

Prima o poi andrò a lamentarmi con chi scrive 'ste robe chiedendogli di cambiarei il finale !!!

Per tornare alla storia che ho scelto ho voluto dedicare il mio muffin salato ad un libro che amo molto,  per i suoi personaggi assurdi, per i suoi dialoghi strampalati e per tutto quello che nasconde, giochi di parole, matematici, filastrocche e poesie .

Ho pensato al bosco, in cui Alice finisce, poi mi è tornato sotto gli occhi il dialogo tra il Bruco e Alice e, lì, l'ingrediente era chiaro, chiarissimo: il fungo.
Ad avercene di funghi in grado di tirarci fuori dai guai facendoci cambiare a nostro piacimento.
Il Bruco fumava placidamente un narghilè e allora ho voluto aggiungere un elemento legato al fumo, semplicemente del sale affumicato , della robiola per legare il tutto e una crema al mascarpone e gorgonzola perchè...perchè non c'entra un bel niente e proprio per questo ci sta benissimo, in fondo nel mondo di Alice non è tutto un pò senza senso?
Anche questo muffin lo è.


Per il resto cosa aggiungere? Sono qui che vago nel bosco, ho perso le tracce del Bianconiglio, correva dicendo che era in ritardo...per caso l'avete visto passare?




 Muffin salati ai funghi con crema al mascarpone e gorgonzola
Per tutte le spiegazioni tecniche e le indicazioni vi rimando al post di Francy

Dose per 12 pezzi

  • 300 g di farina 00
  • 50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 100 g di robiola
  • 1/2 cucchiaino di sale affumicato
  • un pizzico di timo
  • 8 g di lievito in polvere per salati
  •  un pizzico di bicarbonato
  • 400 di funghi freschi, lavati e affettati
  • uno spicchio di aglio in camicia
  • olio evo
  • mezzo bicchiere di vino bianco  ( per me del Pecorino abruzzese)
  • 125 g di latte
  • 70 g di burro + una noce per completare ( che io ho dimenticato!)
  • 2 uova medie
Preparare i funghi: in una pentola di coccio versare l'olio e lo spicchio di aglio in camicia schiacciato con la lama di un coltello, non appena inizierà a scaldarsi versare i funghi precedentemente puliti e affettati ( per me un pò di prataioli, chiodini e pleurotus).
Far cuocere dolcemente, fino a quando non risulteranno rosolati, a quel punto sfumare con il vino bianco e salare con il sale affumicato.
Dopo la cottura il peso sarà di circa la metà.



Preriscaldare il forno a 190°C modalità statica.
Preparare il contenitore per la cottura dei muffin o imburrando ed infarinando oppure utilizzando gli appositi pirottini.

Far sciogliere il burro a bagnomaria e tenere da parte.

In una ciotola setacciare la farina con il lievito e il pizzico di bicarbonato, aggiungere il parmigiano grattugiato, il timo, il sale affumicato.

In un'altra ciotola mescolare le uova con la robiola, il latte, i funghi  e il burro fuso , mescolare bene e versare nella ciotola degli ingredienti secchi.
Dare una mescolata approssimativa ( non più di 10 giri come dice la Francy ) e aiutandovi con un cucchiaio versate negli appositi stampini, riempiendo per i 2/3.



Cuocere in forno , abbassando la temperatura a 180°C per 20'-25'.
Fare sempre la prova stecchino.
Fare intiepidire.



Per la crema al mascarpone e gorgonzola
  • 100 g gorgonzola dolce
  • 100 g mascarpone
  • 250 g di besciamella
  • sale affumicato
Preparare la besciamella
  • 500 lt latte intero
  • 30 g burro
  • 35 g farina 0
  • sale affumicato
  • pepe

Scaldare il latte fin quasi al bollore.
Sciogliere il burro in un pentolino, lontano dal fuoco unire la farina setacciata e mescolare energicamente con un cucchiaio di legno, unire il latte bollente poco alla volta, rimettere sul fuoco e continuare a mescolare, far addensare, cercando di mantenerla piuttosto liquida.
Salare poco e pepare.


Versare nella besciamella calda il gorgonzola, mescolare fino a farlo sciogliere unire il mascarpone e far amalgamare bene.
Versare la crema al gorgonzola sui muffin e completare con una macinata di sale affumicato.






Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

16 commenti:

  1. Anche io voglio chiedere a chi ha scritto la mia storia... e soprattutto se lo trovi, il Bianconiglio, fammi un fischio! ;)

    RispondiElimina
  2. Che sfiziosità questi muffin ai funghi con quella morbida crema in superficie a mo di cup cakes!

    RispondiElimina
  3. Bella l'ispirazione così come la ricetta che ne è uscita fuori!
    Hanno una consistenza molto rustica e sfiziosa, già solo a vederli

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  4. sai che avevo pensato anch'io ad alice?!?! è irresistibile, alice, e si presta moltissimo a incursioni nel cibo. la tua intepretazione mi è piaciuta molto, equilibrata e non banale... e per quella salsina al gorgonzola farei follie!

    RispondiElimina
  5. Bellissima scelta, Alice nel paese delle meraviglie, e bellissima scelta degli ingredienti: un muffin autunnale, ricco e strepitoso!

    RispondiElimina
  6. Hai scelto una favola che adoro! Il non-sense e la sfrenata fantasia che caratterizzano tutta la storia è qualcosa di veramente fantastico!
    Ed è bellissima l'interpretazione che ne hai dato tu, partendo dal paragone del Paese delle Meraviglie in cui viene catapultata Alice e dove si trova costretta ad affrontare mille insidie, alla vita vera che ciascuno di noi affronta ogni giorno. Risultato, questi tuoi muffin originali e gustosissimi, i fungosi e formaggiosi (concedimi queste due parole strampalate, le potrebbe aver dette il Bianconiglio? :-) e il tuo consueto tocco magico: quella crema di gorgonzola e mascarpone che esalta il tutto alla perfezione!
    Fantastica, stavolta a ragion veduta! ;-)

    RispondiElimina
  7. Non mi è mai piaciuta la favola di Alice nel paese delle meraviglie, era talmente assurda che mi faceva venire i nervi da bambina... e me li fa venire anche adesso. ;-) Per distenderli mi ci vorrebbero giusto questi muffins: affonderei nel mare della loro delizia... e non presterei alcuna attenzione alla storia.
    Grandissima Loredana!!!

    RispondiElimina
  8. Bella la favola di Alice! Personaggi assurdi e strani.. Noi adoravamo lo Stregatto! Ogni tanto quando la luna é sottile sottile lo citiamo, io e mia sorella! ;)
    I tuoi muffin sono super! Ottimo abbinamento!

    RispondiElimina
  9. Appena ho letto narghilè seguito da bruco, ho capito immediatamente di quale libro stavi parlando. Anche io lo amo molto, e lo leggo e rileggo volentieri.
    Ricetta stupenda, e azzeccatissima!
    :*

    RispondiElimina
  10. Mi piace tantissimo Alice... tanto quanto mi piacciono i tuoi muffins!!! ;-) Complimenti,
    Un abbraccio, Lidia

    RispondiElimina
  11. Lori, non sai quanto ti capisca: gira che ti rigira, ad ogni cambiamento della vita, a me aumenta sempre il lavoro. Poi, per carità: lo fai per un progetto che è anche tuo, ti ripeti che il lieto fine ci sarà e tutto il resto: ma intanto, chi pedala con la testa bassa sei sempre tu. E, qualche volta, non sai neppure in che direzione...
    Io son come la Mapi, ho odiato Alice nel Paese delle Meraviglie sin da piccola e dovrei sempre provare a riprendere il libro in mano, per vedere se con gli anni è cambiato qualcosa: però, in questa tua interpretazione, mi ci sono riconosciuta e pure emozionata, pensa te.
    La ricetta è assolutamente strepitosa, pure nella parte "che non c'entra" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, e pensare che non amo neanche andare in bicicletta, ma pedalare tocca sempre.

      Elimina
  12. Adoro "Alice nel paese delle meraviglie", mi ricorda quando mamma mi lasciava a casa di zia: lei mi metteva una cassetta (altro che i blu-ray di oggi!) e poi poteva anche dimenticarsi completamente di me, restavo incantata davanti a "Biancaneve", "Cenerentola", "Alice". Mi piacciono tantissimo questi muffin salati ai funghi e quella crema di mascarpone e gorgonzola mi piace troppo.. ho l'acquolina. Bravissima!

    RispondiElimina
  13. cara Loredana, nella vita si fanno scelte, si subiscono, ognuno ha il suo percorso, io da un po' ho fatto le mie scelte, che mi portano ad avere periodi di tranquillità in cui sono molto serena e spero che diventino sempre più lunghi, ma so anche che, spesso, si vive di corsa, io di vivere così sempre non ne sarei più capace, ma comprendo benissimo che tante volte è la vita che ti conduce ... che dire Alice, il Bianconiglio, il Cappellaio e lo Stregatto non fanno altro che rendere questo muffin ancora più magico e favoloso. Un abbraccio e spero che tu possa aver amato Parigi anche solo per un attimo come l'amo io, perchè è una città che riesce a dare veramente tanto

    RispondiElimina
  14. Una bellissima ricetta che parte da un'ispirazione che adoro
    Mi piacciono, sono un connubio di sapori da provare e agguantare subito.
    La vita nel paese delle meraviglie è un sogno che anche per Alice finisce, ma è bello finché esiste nella nostra mente!!

    RispondiElimina
  15. Ti capisco, bisognerebbe avere la capacità ogni tanto di fermarsi e capire quello che realmente vogliamo. ma purtroppo non sempre si riesce. Comunque sia i tuoi muffin mi piacciono da impazzire e trovo geniale il collegamento che hai fatto al testo letterario, anche se sono anch'io del partito di Mapi ed Alessandra, però devo dire che con questo post me l'hai quasi reso simpatico :)

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...