Google traduttore

venerdì 20 giugno 2014

Pollo a "ciffe e ciaffe" per la cucina molisana de L'Italia nel piatto

Il sugo a " ciffe e ciaffe" era un ottimo sistema per ammorbidire il pollo ruspante, sodo e compatto per lo scorrazzare libero sull'aia, cosa oramai quasi impensabile per noi consumatori del XXI secolo.
Oramai pretendiamo polli dalle carni tenere, che vengano via con facilità dalle ossa , ma i nostri nonni erano abituati a far funzionare la mandibola più di noi.

Questa ricetta tradizionale molisana riporta a quei tempi in cui anche la spartizione del pollo seguiva regole ben precise: le parti migliori toccavano agli uomini.
Al capo di casa il petto, ai giovani, che dovevavo lavorare e irrobustirsi, le cosce, alle vecchie, che avevano pazienza e tempo, il collo, alle ragazze le ali come augurio di convolare a giuste nozze e alla regina indiscussa della casa, toccava " il boccone del re", vale a dire la parte carnosa del volatile dove...non coce 'o sole ( per citare Pino Daniele!).

Oggi può essere tutto più semplice, o più complicato se si assecondano i gusti di tutti i commensali, ma, comunque sia, è sempre un piacere ritrovarsi insieme attorno ad una tavola imbandita e mangiare, magari dimenticandosi delle posate.

Il tema di questo mese per noi de L'Italia nel Piatto è il pollo, ogni regione ha la propria ricetta , seguiteci nel nostro consueto viaggio gastronomico:

Trentino Alto Adige - Petti di pollo ai mirtilli
http://afiammadolce.blogspot.it/2014/06/petti-di-pollo-ai-mirtilli.html

Lombardia -assente per questo mese

Veneto - assente per questo mese

Emilia Romagna - Pollo in galera http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2014/06/pollo-in-galera-per-litalia-nel-piatto.html

Liguria: pollo alla cacciatora http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2014/06/litalia-nel-piatto-le-ricette-con-il.html

Marche - Pollo alla 'ncip 'nciap http://lacreativitaeisuoicolori.blogspot.com/2014/06/pollo-alla-ncip-nciap-ricetta-tipica.html

Umbria - Gnocchi con sugo di piccione
http://amichecucina.blogspot.com/2014/06/gnocchi-con-sugo-di-piccione-per.html

Campania - Tagliata di pollo cotto su pietra lavica
http://www.isaporidelmediterraneo.it/2014/06/tagliata-di-pollo-cotto-su-pietra-lavica.html
Puglia - Non partecipa

Calabria - Pollo cu pipi salati
http://ilmondodirina.blogspot.it/2014/06/pollo-cu-pipi-salati.html

Sardegna - Pollo con olive e capperi a succhittu ricetta sarda
http://blog.giallozafferano.it/vickyart/pollo-con-olive-e-capperi-a-succhittu/

e il Molise con il Pollo a ciffe e ciaffe



Pollo a "ciffe e ciaffe"
  • un pollo ruspante ( da catturare rigorosamente sull'aia)
  • 500 g di pomodori pelati
  • 2 spicchi di aglio
  • un peperoncino piccante
  • un rametto di rosmarino
  • un bicchiere di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
Avete catturato il vostro polletto? Bene, adesso procedete al trapasso e alla pulizia.
Spennatelo e spiumatelo, bruciacchiate sulla fiamma l'eventuale peluria ( e ritornate con la memoria a quando era la vostra mamma o nonna a farlo), sventratelo, estraete  le interiora e lavatelo in acqua corrente.
Più semplice , ma di vcerto meno avventuroso, l'acquisto di un pollo ruspante, bello e pulito e magai anche già a pezzi.

Tagliatelo a piccoli pezzi ( se l'avete catturato e pulito voi) e fatelo rosolare a fuoco moderato in una "tiella" di coccio con l'olio e tutti gli odori, mescolando spesso con un cucchiaio di  legno.
Appena la carne sarà diventata dorata, insaporitela con il sale e il peperoncino, unire i pomodori pelati e fate cuocere per circa un'ora, aggiungendo se necessario, un pò di acqua calda.

Il sughetto dovrà risultare piuttosto denso e piccante, ideale accompagnamento di questo piatto è la pizza "de randinie".




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

14 commenti:

  1. Ke buono ke buono ke buono con tanto toccetto!!!!
    Buon week end

    RispondiElimina
  2. Che aspetto invitante!!! Da....trattoria!!;-) Il titolo è divertente e ...incomprensibile per me:DDD Sei bravissima amica mia...un abbraccio grande! <3

    RispondiElimina
  3. Questo per me è un piatto del ricordo, il mio papà lo cucinava spessissimo!!
    Grazie mille per averlo proposto!!
    Un caro abbraccio e complimenti per questa bella rassegna di ricette regionali
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Parteciperò anch'io con la mia ricetta... complimenti per questa meraviglia, bravissima!

    RispondiElimina
  5. Ma questa ricetta è pure gluten free e oggi è venerdì… ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto solo oggi Stefania, partecipo lo stesso?

      Elimina
  6. beh si è difficile ormai trovarli! ottima ricetta grazie :)

    RispondiElimina
  7. Mi ricorda una vecchia ricetta di famiglia! Di racconti come i tuoi quanti ne ho sentiti, da mia nonna, da mia suocera: agli uomini le porzioni migliori e più grandi!! E pensa che in loro ancora vedo questo atteggiamento! Bellissimo però, perché è un modo di fare legato ai ricordi e alle abitudini di un tempo che non si vogliono lasciare, come se si volesse ancora vivere il passato; un passato che, nonostante i tanti disagi e le tante fatiche, le ha rese felici!
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  8. esatto, adesso che abbiamo i denti sicuramente più sani di prima non vogliamo far fatica a masticare, non sapevo ci fosse una regola precisa per la spartizione del pollo, mi piace il sapore piccantino di questo pollo, un bacio

    RispondiElimina
  9. Ricordo pure io, gli uomini avevano sempre il petto, noi ragazzi le cosce, le mamme e le nonne quello che restava. Ed erano contente. Grazie.

    RispondiElimina
  10. Il titolo e' tutto un programma :-) buonissima questa tua versione.
    A presto

    RispondiElimina
  11. bella la regola di spartizione del pollo...e bellissima anche la ricetta dal nome particolare ..che infatti ho sbagliato a scrivere...corro a correggere! complimenti!!! un bacione grande!

    RispondiElimina
  12. bellissimo e simpaticissimo il post...oltre che il nome della ricetta!
    buonissima anche questa tua versione del pollo ruspante...a trovarli però! mio marito che non adora il pollo, mangerebbe solo questi!
    un bacione Lory!

    RispondiElimina
  13. Una versione molto interessante di cucinare il pollo. Un abbraccio

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...