Google traduttore

mercoledì 15 gennaio 2014

Spezzatino di capriolo ai mirtilli con pane di Grant per l'MTChallenge

Secondo esperimento  con lo spezzatino per la prova dell'MTC.

Questa volta avevo casualmente del capriolo regalatomi dalla mia giovane collega che ha la fortuna di avere il papà cacciatore e procacciatore di porcini e la sfortuna di avere me come collega.
La ricetta della sfida di questo mese cade proprio a fagiolo e allora ho iniziato a pensare a come utilizzare il capriolo in mio possesso.

Ho letto un pò di ricette in rete e mi sono ispirata ad un classico piatto dell'Alto Adige, modificando qualcosa secondo il mio gusto.
Non c'è verdura, a parte il trito di aromi, ma ho utilizzato i mirtilli,  so che questo mi spedirà fuori gara, comunque il mio spezzatino ve lo passo , così come l'ho realizzato.

Lo chef di casa, quello vero, lo ha assaggiato e ha deciso di darmi una stellina su cinque, il buongustaio di casa ( vale a dire il piccolo) lo ha apprezzato moltissimo, mangiandolo tutto fino all'ultimo bocconcino.

Ho accompagnato questo piatto con un pane inglese a base di farina integrale,il pane di Grant, ricetta semplice e rapida da realizzare, ideata da Doris Grant e pubblicata nel suo ricettario nel 1940.
L'impasto non necessita di un'eccessiva lavorazione e si mantiene per diversi giorni.


Spezzatino di capriolo ai mirtilli
per due persone

 per la marinata
  • 500 g capriolo a pezzi, privato delle ossa
  • 1 lt vino rosso Montepulciano
  • bacche di ginepro
  • grani di pepe
  • foglie di alloro
  • uno spicchio di aglio
  • una rondella di cipolla
  •  buccia di arancia bio
  • rosmarino fresco
Per lo spezzatino
  • capriolo sgocciolato dalla marinata
  •  marinata filtrata
  • una carota
  • una costa di sedano
  • una cipolla piccola
  • olio extravergine di oliva 30 ml
  • due cucchiai di farina 
  • sale
  • 120 g di mirtilli freschi
Mescolare, in un contenitore adatto ad andare in frigo , tutti gli ingredienti per la marinata, unire i pezzi di carne, precedentemente lavati, e lasciare in frigorifero per 24 ore.

Sgocciolare la carne dalla marinata, tamponare leggermente con della carta da cucina.

Nel frattempo preparare un trito con la carota,il sedano e la cipolla, versare in una pentola con l'olio e far soffriggere dolcemente.
Infarinare la carne, scuotere dalla farina in eccesso e versare nella pentola, far dorare e coprire con la marinata filtrata.
A metà cottura salare.
Far cuocere per un'ora e mezza a recipiente coperto.

Lavare e asciugare i mirtilli.
 Rimuovere lo spezzatino dalla pentola e tenere da parte. Versare i mirtilli nel fondo e cuocere per 5 minuti.
Passare tutto al mixer, fino ad ottenere un composto liscio e versarvi lo spezzatino lasciato da parte.
Mescolare e servire.


Pane di Grant
( da Il Pane fatto in casa di Ingram- Shapter )

per uno stampo di circa 21 x 11 x 6 cm ( per me uno stampo da plumcake)

  •  450 g di farina integrale
  • 6 g di sale
  • 5 g di lievito secco
  • 400 ml di acqua calda (35°-38°C )
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
Ungere bene lo stampo  e conservarlo al caldo.

Setacciare la farina, insieme al sale, in una terrina capiente e leggermente riscaldata.

Versare il lievito in 100 ml di acqua, dopo un paio di minuti aggiungere e mescolare lo zucchero.
Lasciar riposare 10'.

Disporre la farina a fontana e aggiungere il composto di lievito, acqua e zucchero e l'acqua rimanente.

L'impasto risulterà piuttosto liquido.

Mescolare per circa 1 minuto.
Versare nello stampo preparato precedentemente.
Coprire con della pellicola oleata e lasciar crescere al caldo per 30', fino a quando l'impasto arriverà ad un centimetro dal bordo.

Preriscaldare il forno a 200°C, rimuovere la pellicola e infornare per 40' o fino a quando la pagnotta non sarà croccante e suonerà vuota se colpita sul fondo.

Rimuovere dallo stampo e lasciar raffreddare.

Tagliare a fette e servire con lo spezzatino.





  Con questa ricetta partecipo all'MTC di gennaio



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

17 commenti:

  1. E si il fuori concorso non te lo toglie nessuno..ma che super piatto che ci hai sfornato!!Mi sembra di capire che l'idea dello spezzatino ti è piaciuta e questo ci rende super felici!!
    Ho avuto modo di assaggiare il capriolo e mi è piaciuto molto, abbinata ai mirtilli la vedo proprio bene. Loredana, mi passi un po' della tua fantasia?Noi ogni volta arranchiamo per ideare la ricetta dell'MTC e tu come niente fosse ci regali prima uno spezzatino "artusiano" e poi questa bontà. Brava, brava. un abbraccio e buona giornata.
    Chiara

    RispondiElimina
  2. Che sapore particolare che avrà... ho ancora mangiato il capriolo, ma mai con i mirtilli, è una ricetta davvero intrigante. Brava.
    Alice

    RispondiElimina
  3. Fuori concorso,ma con una ricetta saporitissima!

    RispondiElimina
  4. mannaggia a te e al fuori concorso! o non potevi mettercene due, di cipolle!
    una ricetta meravigliosa, profumata, originale e, sono certa, buonissima.

    e poi... appena hai citato il pane di grant mi sono detta: l'ha preso dal libro che ho anch'io! e vedo che non mi sono sbagliata! ;-)

    mi dispiace davvero per il fuori concorso, non è giusto!

    RispondiElimina
  5. Lory, è bellissimo il tuo piatto, come sempre d'altronde! Non ascoltare il marito, la sua unica stellina è per gelosia :P in bocca al lupo per la sfida! Il capriolo mi ricorda tantissimo le mie gite sui miei amati monti, dove lo mangio accompagnato con la polenta, ma questo pane, lo devo assolutamente provare! Mi hai troppo incuriosito ;)
    Un bacio enorme e... buon anno Lory! ^__^ Any

    RispondiElimina
  6. Che ricetta squisitissima!!!

    RispondiElimina
  7. ricorda molto il filetto di maiale che tu hai utilizzato per i ravioli al plin...l'altro giorno ho fatto un arrosto di maiale seguendo quella ricetta ed è buonissimo !! Mi piace da morire la liquirizia...grazie !! Il capriolo non l'ho mai cucinato e penso di non averlo mai mangiato neanche...avrei anche da ridire su quelli che nel 2014 si divertono andando in giro per boschi sparando agli animali ma è un discorso a parte. Comunque, mi piace questo spezzatino che deve essere profumatissimo...e poi la figata dei mirtilli alla fine ! Ma lo chef vero di casa è quello che preferisce il salamino dolce della mamma ? E poi ti ha dato una stellina su cinque !!???? Guarda che organizzo una missione educativa dalla Capitale....avere una cuoca come te in casa e concedere una stellina...non si fa !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, la polemica sulla caccia la rimandiamo, ma considera che sono d'accordo con te.
      Questo capriolo mi è stato gentilmente regalato e non potevo di certo sprecarlo ;)
      Sono felice che la ricetta del maiale con la liquirizia ti sia piaciuta, è piaciuta molto anche a me e conto di rifarla presto.
      Lo chef di casa è quello adulto, il piccolo ha letteralmente divorato questo spezzatino, anche la mia porzione :)

      Elimina
  8. ma che meraviglia....il mio hubby si leccherebbe anche la pentola visto che lui adora i mirtilli....non ho mai assaggiato la carne di capriolo ma adesso la curiosita' sta facendo capolino su diversi piatti....complimenti!

    RispondiElimina
  9. Sarà pure fuori gara, ma io sono col piccolo di casa, e me lo spazzolerei tutto!

    RispondiElimina
  10. La selvaggina da noi è quasi impossibile a trovare a meno che non ti metti d'accordo con il macellaio al caso....quindi si trovano solo in pacchi surgelati già premarinata ma non credo sia la stessa cosa. Cercherò di vedere la ricetta mi piace. Buona serata

    RispondiElimina
  11. I medaglioni di capriolo con i mirtilli sono sempre stati la mia passione da quando me li fece assaggiare la mamma di una mia amica (cuoca nel suo hotel nelle Dolomiti).
    Ti dirò che avevo pensato anch'io ad una preparazione del genere come alternativa al primo che ho pubblicato ieri.
    Ora mi tocca cercare qualcosa di alternativo ma di idee ce ne ho diverse. Quello che mi manca è il tempo, ma confido nel WE.
    Bacioni
    Nora

    RispondiElimina
  12. che gran bella ricetta Loredana! cosa darei per assaggiarla i mirtilli...sono un lontano indimenticato amore!

    RispondiElimina
  13. Tudo com tão bom aspecto e tão bem apresentado, uma delicia certamente, os mirtilos são uma tentação em qualquer altura do ano.

    Beijos

    RispondiElimina
  14. il grant loaf!!!! loredana!!!! ma solo tu!!!!
    ora non mi dire che come me sei alla ricerca dello stampo originale (la prossima volta che vado in Inghilterra voglio andarci solo per quello- e per gli uccellini col becco aperto da mettere al centro delle pie, per farle sfiatare in cottura)... e se lo trovo, ne prendo uno anche per te.
    Senti: ho letto i "mannaggia, loredana, sei fuori concorso" qui sopra- e ti rincuoro subito: son tutte false come giuda :-) SOSPIRI DI SOLLIEVO, han tirato... perchè una cipolla in più e satebbe stata ricetta da podio, altro che storie.. braverrima!

    RispondiElimina
  15. Ha ragione Ale:invidia...pura invidia stp provando adesso...e lo confesso!! Perché hai fatto in piatto da urlo. Con questo avrei in mio potere mio marito per giorni. E poi quel pane...anche io ho quel libro ma non mi vengono bene come a te!!! Rosico. ;-)

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...