sabato 20 aprile 2013

Fiarone molisano per L'Italia nel piatto

Tutti pronti per L'Italia nel Piatto?

Questa volta parliamo di Ricette salate al forno:

RICETTE AL FORNO SALATE
      La vincitrice del nostro gioco su fb è Un pezzo della mia Maremma,dal Lazio che sarà con noi con la sua ricetta dei Panzerotti alla romana.
      Per partecipare al gioco leggere tutte le regole qui.

    Lo so che Pasqua è passata, ma questo è un rustico che merita di essere ancora presente sulle nostre tavole, sa di scampagnate, di erba fresca, di giornate luminose e di gioia di condividere sapori semplici.




    Fiarone
    Dose per un ruoto di 26 cm , per me mezza dose per 22 cm

    Per la pasta
    • 500 gr farina 00
    • 100 gr di sugna
    • 3 uova
    • 50 ml vino bianco ( o poco più se dovesse servire)
    • sale qb
    Per il ripieno
    • 7 uova
    • un'abbondante manciata di pecorino fresco grattugiato
    • un'abbondante manciata di parmigiano grattugiato
    • 300 gr di formaggio fresco di pecora
    • tocchi di salsiccia secca a piacere ( quella molisana fa la differenza)
    • 4 uova sode
    • un pizzico di sale
    • pepe se piace

    Versate la farina sulla spianatoia, nella fontana battete le uova con un pizzico di sale, amalgamatele alla sugna ed ammassate l'impasto aggiungendo il vino fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e morbido.
    Avvolgetelo con un tovagliolo ( che non sappia di detersivo o ammorbidente!) e fatelo riposare per circa 30'.

    A questo punto con il matterello stendete la pasta sulla spianatoia e, quando avrete ottenuto una sfoglia sottile ( 3 mm) e liscia , disponetela in un ruoto  unto e infarinato ( io ho posizionato anche un foglio di cartaforno sul fondo), facendola aderire bene ai bordi.


    Riempitela con uno strato di salsiccia, uno di formaggio fresco, l'una e l'altro tagliati a tocchetti, ed uno di uova sode a fettine.
    Continuate ad alternare gli strati fino ad esaurire gli ingredienti, quindi versate su tutto le uova battute con il formaggio grattugiato e coprite il "fiarone" con listarelle di pasta, disposte a losanga; ripiegate i bordi o pizzicateli con la punta delle dita, pennellate la superficie del "fiarone" con un tuorlo d'uovo battuto, infornatelo a calore moderato e fatelo cuocere per circa un'ora; solo quando avrà preso un bel colore dorato, sfornatelo.





    Mi raccomando: ricordatevi della nostra pagina su fb e del gioco a cui potete partecipare copiando una delle ricette regionali proposte oggi, per tutte le informazioni leggere qui




    Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
    Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

    30 commenti:

    1. adoro l'appuntamento con L'Italia nel piatto :)
      questa torta salata sembra buonissima: complimenti!

      RispondiElimina
    2. mamma mia che delizia complimenti davvero

      RispondiElimina
    3. Ne voglio un pezzetto ahahahahahaha che meraviglia brava

      RispondiElimina
    4. Ne vorrei subito una bella fetta Loredana :-) ricetta favolosa :-) un abbraccio e buon fine settimana

      RispondiElimina
    5. Wow che spettacolo. Una ricchezza di profumi e di sapori che accompagnerei molto volentieri con il vinello di quella fiaschetta che hai fotografato!!!
      grazie per la tua stupenda ricetta!

      RispondiElimina
    6. Un piatto favoloso!!Con un buon bicchiere di vino una cena fantastica!

      RispondiElimina
    7. Piatto delizioso... e foto bellissime. complimenti sempre bravissima
      passa a trovarmi se ti va

      http://muchoney.blogspot.it/

      RispondiElimina
    8. Wow! Non conoscevo questa bellissima specialita',ne' conosco la maggior parte dei piatti proposti per quest'ottima iniziativa,avro' una lunga lettura da fare!
      buon weekend.

      RispondiElimina
    9. hai ragione, peccato mangiarlo solo a Pasqua!

      RispondiElimina
    10. questa va bene anche se la Pasqua è èassata ;) ottima, molto buona, ciao cara!

      RispondiElimina
    11. e hai ragione! Non solo a Pasqua e Pasquetta per questo dolce. Ogni scampagnata ne sarebbe onorata! C'è tutto il ben di Dio del mondo dentro. Però visto che ci sta anche l'uovo sodo voglio illudermi che sia un'ottima alternativa per la mia dieta!!! Hehehehe!!! Fosse vero. Ma le diete si sa non durano all'infinito, vero Lori??? E allora io l'assaggerò!!! E guarda, per l'occasione mi scolerò anche quel bel bicchierozzo di vino rosso (che a me non piace, ma sai... l'occasione fa l'uomo ladro e potrei anche convertrirmi!!). Un abbraccio e i miei complimenti oltre che per la ricetta anche per le tue splendide foto!!!

      RispondiElimina
    12. sarà pure un piatto di Pasqua, ma me lo mangerei anche il questo momento, un bacio e buon fine settimana

      RispondiElimina
    13. Io preparazioni così me le pappo tutto l'anno! Davvero molto bella ed invitante!! Complimentissimi.

      RispondiElimina
    14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      RispondiElimina
    15. molto bello anche questo rustico...ne abbiamo proposti parecchi in questo appuntamento e sono tutti deliziosi, non trovi?
      Complimenti!

      RispondiElimina
    16. Hai ragione merita TANTISSIMO
      bello e ricco
      sa proprio di una bella scampagnata tra l'erba
      Io ho una gita per il 1 Maggio
      e mi sa che ho trovato la ricetta perfetta
      Grazie!!!!!!!!!!!!!!!

      RispondiElimina
    17. cara Loredana, questo rustico lo papperei tutti i santi giorni per quanto è ricco e gustoso!
      e le foto...le foto...troppo belle, quel pezzo sembra che fuoriesce dallo schermo!
      bacioni

      RispondiElimina
    18. una volta ho mangiato un rustico simile ed era spettacolare! devo provare il tuooooo

      RispondiElimina
    19. Lory cara...per piatti come questo non esiste una stagione!!!!!e tu rendi davvero speciale ogni pietanza! Un grande abbraccio e complimenti!!!

      RispondiElimina
    20. ciao Loredana, io sono la special guest di questo mese, piacere di conoscerti,interessante la tua ricetta, molto bella davvero...un caro saluto

      RispondiElimina
    21. Ottima proposta la tua complimenti. Buona domenica,

      RispondiElimina
    22. in effetti ci sono piatti che si preparano durante delle specifiche festività ma nulla osta di prepararle fuori tempo soprattutto se buone da morì :)
      *
      Cla

      RispondiElimina
    23. Ricchissimo il tuo Fiarone!!!!
      Certo bisognerebbe trovare quella salsiccia che, son sicura faccia la differenza.
      Un abbraccio

      RispondiElimina
    24. Ciao Lori, ero proprio curiosa di vedere cosa fosse il fiarone. Eccomi accontentata con questa bella torta saporitissima. Ti abbraccio a presto

      RispondiElimina
    25. Ma che meraviglia, è perfetta e le foto rendono alla grande tutta la sua bontá

      RispondiElimina
    26. Il Fiarone .... immaginavo tutto tranne che questa squisitezza :) Brava

      RispondiElimina
    27. Mangiarla solo per pasqua sarebbe un reato! una bontà simile bisogna mangiarla sempre secondo me!!!
      Una bontà rustica che davvero fa venire voglia di correre a casa a prepararla!!!
      bravissima tesoro, hai scelto una ricetta perfetta!
      bacioni

      RispondiElimina
    28. Questo è un vero rustico, in tutti i sensi. Fa proprio venire in mente la cucina povera dei nostri nonni e ha un aspetto che lega benissimo con le vecchie immagini che si hanno delle cucine di una volta.
      Perfetto anche l'abbinamento con quella fiaschetta di vino... ;-)

      RispondiElimina
    29. Quanto è buona questa torta salata..
      Complimenti e tantissimi Auguri!!

      RispondiElimina

    Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...