sabato 13 aprile 2013

Chili, fagioli , nachos e il West a modo mio

Mia nonna era Calamity Jane ovvero tutto quello che ho sempre immaginato sul Far West grazie ad una nonna mai conosciuta.

Il tema del mese in corso per l'MTChallenge è la cucina texana e il West.

L'unico contatto tra me e questo mondo non sono i film, nè i vestiti da carnevale e neanche una passione per la cucina texana, no! L'unico ricordo e legame con il West lo devo a mia nonna, titolo di cui non si è potuta fregiare.

Questa che racconterò è la storia di una ragazza, figlia di immigrati , nata a Buffalo e cresciuta con la passione per i cowboy, non quelli veri, ma quelli che vedeva al cinema.

Era forte lei, minuta, ma intraprendente, anticonformista e coraggiosa, tanto da decidere di tornare in Italia, la patria dei suoi genitori, una volta cresciuta abbastanza.
Lei che andava a pattinare sul ghiaccio, che masticava i chewingum quando qui ancora non si diffondevano, che amava godersi la vita senza timore, sceglie di tornare indietro, a cercare le radici della sua famiglia, nel periodo peggiore , a cavallo tra le due guerre mondiali.

Trova un Paese in crisi, cerca un lavoro, si rimbocca le maniche e incontra l'amore della sua vita, una storia complicata, per l'epoca, ma che lei affronta da donna "moderna", in altre parole andando contro le convenzioni e il giudizio degli altri e seguendo solo il proprio cuore.

Una donna così avrei proprio voluto conoscerla, una che se ne andava al cinema da sola ( negli anni 40') infischiandosene di chi non condivideva e cosa andava a vedere? Film western.
Le piacevano così tanto che restava in sala per almeno due proiezioni, sempre con le sue cicche da masticare.

Ho amato questa piccola donna, di cui conservo solo qualche foto in bianco e nero, ma che ha saputo insegnarmi moltissimo: il valore della libertà di scegliere il proprio destino, un pò come i veri cowboy.


Con vera curiosità ho preparato questo piatto e con altrettanta curiosità l'ho mangiato.
La sorpresa è stata nello scoprire che il peperoncino utilizzato in questo modo non "ustiona" la bocca, pizzica, ma dopo non lascia nessun retrogusto amaro o fastidioso e lo dice una che non mangia MAI il peperoncino.
 Ho deciso di accompagnare la carne con i fagioli cucinati secondo la ricetta del mio papà che, non so perchè, in famiglia abbiamo sempre definito "alla messicana" e con dei nachos, preparati per la prima volta sperimentando un pò.

 Chili con carne di Anne  con contorno di fagioli alla "messicana" e nachos 


Per due porzioni
  • peperoncini piccanti freschi  ( per me 6)
  • 500 gr di scottona di vitello 
Prepariamo la salsa di peperoncini, fondamentale per la buona riuscita di questo piatto.


Ho seguito le indicazioni di Anne, ho fatto cuocere i peperoncini in forno per circa 20 minuti a 170°, fino a quando non li ho visti cotti, ma non bruciati.

 Ricordarsi di fare questa operazione di giorno, così è possibile areare bene la cucina mentre il peperoncino cuoce e diffonde il suo aroma pungente, se i peperoncini sono di quelli molto piccanti utilizzare i guanti per spellarli e privarli dei semi, evitare il contatto delle mani con gli occhi! ;)


Li ho tirati fuori dal forno, avvolti nella carta argentata e fatti raffreddare.
Ho provveduto a privarli della pelle, dei semi e dei filamenti interni, inserito nel mixer e frullato fino ad ottenere una crema.

Mescolare in una ciotola la carne a cubetti di circa 2-3 cm con la salsa.
Versare in una pentola di coccio, di ghisa o di acciaio con il fondo spesso e cuocere a fuoco bassissimo coprendo con un coperchio leggermente sollevato, per circa 3 ore, aggiustando di sale.
Controllare di tanto in tanto che il fondo non si asciughi , nel caso aggiungere un pò di acqua.

Una volta terminata la cottura conservare e consumare il giorno dopo, se resistete!


 Fagioli alla messicana ( ricetta del mio papà)
  • 120 gr fagioli cannellini secchi
  • olio evo
  • rosmarino fresco
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • mezza cipolla piccola
  • una spruzzata di aceto di vino bianco
  • rosmarino fresco
  • sale
La sera precedente mettere in ammollo i fagioli  in acqua fredda.





La mattina scolare e sciacquare bene.
Cuocere in abbondante acqua , a fuoco medio, fino a quando non risulteranno teneri.
Questa volta  ho aggiunto del rosmarino durante la cottura dei fagioli.

Sgocciolarli, conservare un pò di acqua di cottura e tenere da parte.

In una padella scaldare l'olio con la cipolla tritata, farla ammorbidire e versare i fagioli con un pò della loro acqua di cottura ( poca),far scaldare e unire il cucchiaio di concentrato di pomodoro, il rosmarino fresco e il sale.

Far ritirare un pò e aggiungere la spruzzata di aceto, lasciare evaporare e servire.


Nachos a modo mio
  • 125 gr di farina di mais fioretto
  • 100 gr di farina 00
  • 100 ml di acqua , circa
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • sale q.b.
Mescolare le due farine e il sale , aggiungere la farina e l'olio e lavorare fino ad avere un composto con cui si possa formare un panetto.

Lasciar riposare per circa 20' coperto ( altrimenti si secca troppo).


Dividere in porzioni grandi come una polpetta e stendere con un matterello, aiutandovi con della carta forno. Incidere ogni sfoglia con una rotella creando 6 spicchi.

Spennellare il fondo di una padella antiaderente con dell'olio evo , far scaldare e adagiarvi i nachos.
Far cuocere 2'-3' per lato, facendoli asciugare bene.

Più l'impasto sarà sottile, più il nachos avrà la caratteristica croccantezza.

Servire il chili con contorno di  fagioli e nachos.





 Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge di aprile




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

37 commenti:

  1. che visione mattutina...non dormo dalle 2...sono pronta a fare colazione ;;;;)

    RispondiElimina
  2. che storia bellissima, anche io la vorrei conoscere tua nonna, tanto a dimostrare che per essere anticonformista e forte e coraggiosa non occorre essere Coco Chanel... Delizioso Chili

    RispondiElimina
  3. bello tutto questo post! la cucina texana è buonissima, tema davvero azzeccato per l'MT. Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Loredana, SEI FANTASTICA! Hai presso tanto di tua nonna...! Questo è un chilli con carne da oscar!
    Besos

    RispondiElimina
  5. mamma mia ecco per me hai vinto perche' il chili mi piace con i fagioli e i nacos ...ottima loredana io produco oggi ....

    RispondiElimina
  6. Mi piace la tua nonna e quanto affetto traspare nel tuo post! Io quando leggo delle nonne mi emoziono sempre!
    Una ricetta deliziosa, la carne ti è venuta proprio bene con quel sughetto che fa venire fame anche a quest'ora.
    E poi quanto mi piace quel piatto, da un tocco ancora più rustico.
    Buona domenica cara ed in bocca al lupo per la sfida.

    RispondiElimina
  7. come si fa alle 9,15 di mattina a sbavare davanti a un chili di carne???? Ma si noi "possiamo"!
    Che bel racconto della vita di tua nonna che ci hai fatto!
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  8. ed è il preferito di mio padre ma chissa' se riuscira' a mangiarlo un giorno :(

    RispondiElimina
  9. Si vede che eri ispirata, l'influenza di Calamity Jane si è riversata tutta nel tuo chili così come nel contorno e nei nachos! lei era intraprendente e moderna, tu hai una marcia in più, sempre. Vedi cosa vogliono dire i geni ereditati?? :-)
    I tuoi nachos li provo presto!!! baci

    RispondiElimina
  10. Fantastico! Una donna da ammirare e da cui prendere sempre esempio.. Fantastica anche la preparazione.. soprattutto per me che invece amo il piccante in ogni cosa..

    RispondiElimina
  11. Noooo! Anche io sto facendo i nachos da abbinare al chilly... Io volevo usarli come contorno però.. non so se le maestre dell'MTC mi bacchetteranno.. Io ci provo:)
    Adoro la signora che va al cinema da sola! E i western, bè hanno un non-so-che di vintage che adoro:)
    a presto!

    RispondiElimina
  12. Un esempio!
    Bellissima ricetta che racchiude tre generazioni! :)

    RispondiElimina
  13. questo chili è fantastico!!!!!!!!!!
    bacioni e buon we
    Alice

    RispondiElimina
  14. Che forza la tua nonnina, io mi commuovo sempre quando si parla di nonne!!
    Come sempre i tuoi piatti sono pazzeschi, da mangiare con gli occhi! Brava Loredana, non ti smentisci mai!

    RispondiElimina
  15. I tuoi piatti fanno venire sempre fame...... mitiche le nonne! :*

    RispondiElimina
  16. Che bella la storia di tua nonna, peccato davvero che tu non l'abbia conosciuta.
    Il tuo chilli, da acquolina ma non poteva che essere così :-)

    RispondiElimina
  17. la serata chili dovrebbe essere obbligatoria per legge! io lo adoro! ogni tanto lo faccio, accompagnato rigorosamente dai nachos, ma mica li ho mai fatti....con la tua ricetta proverò! ;)
    ottimo questo chili!!!

    RispondiElimina
  18. Che bella presentazione per questo piatto!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  19. Lo scrivevo ad Anne, poco fa: la cosa più bella dell'mtc è quello che ispira la ricetta. E la cosa ancora più bella, è che dopo 29 edizioni uno pensa di conoscere tutto quello che il virtuale consente, dei propri "amici": e invece, ogni volta, ci son pieghe della vita che vengono spianate, sulla scia delle sollecitazioni di un piatto. Mai avrei immaginato che discendessi da una nonna Calamity: ma ora che lo so, non mi spiego tante cose :-)
    Spiace anche a me che tu non l'abbia conosciuta: queste figure sono pezzi di Storia, e di quella con la maiuscola. Però, anche così, ti ha dato tanto.. e di sicuro, ha lasciato il segno: un chili strepitoso, con un'altra delle tue solite variazioni "domestiche" che sono le gemme con cui arricchisci sempre i tuoi piatti. I fagioli alla messicana devono essere straordinari, i nachos fatti in casa ancora di più- e l'insieme, come sempre,parla da solo.
    tutto merito del DNA, ovviamente :-)
    Grazie ancora!

    RispondiElimina
  20. tutto l'insieme: il chili perfettamente eseguito, i fagioli e i nachos che si vede che sono belli croccanti mi sembrano proprio una combinazione eccellente! Qui sono le tre di notte e una manciata di nachos da intingere nel sughetto del chili e dei fagioli li divorerei attraverso lo schermo...
    Ma ancora di piu' ho letto con grande pertecipazione la storia della tua nonna americana---che anche se purtroppo non hai avuto l'opportunita' di conoscerla di persona ti ha lasciato una grande eredita'--il significato e il valore di essere liberi, che comporta sempre e comunque avere coraggio.
    Grazie di averla fatta conoscere anche a noi che ti leggiamo.

    RispondiElimina
  21. Bravissima Loredana, bellissima presentazione, il tuo chili con i perfetti nachos casalinghi! Certo che se ci fossero più donne come tua nonna, il mondo sarebbe migliore! Un bacione Helga

    RispondiElimina
  22. naaaaaaaaaaa...................i nachosssssssssssssssss!!!!!! ti rubo subito la ricetta e ....non sparami sai???!!! ahahahah brava brava brava!!!

    RispondiElimina
  23. Ah però che cenetta etnica, carne, fagioli e nachos, gli ultimi mai fatti in casa, ma la tua ricettina non è niente male, semplice e veloce. Ti copiamo anche la carne che ha un gran bell'aspetto. Complimenti per tutto.
    Baciotti e buona domenica
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  24. bellissima questa ricetta..anch'io nel w-e mi sono data al chili, non avrei mai pensato fosse tanto buono... ma il tuo con i nachos... complimenti, sempre GRANDE!

    RispondiElimina
  25. Quella che hai raccontato sembra una storia perfetta per un bellissimo romanzo a lieto fine :') mi hai commossa, anch'io avrei voluto conoscere un personaggio simile, ma secondo me c'è qualcosa di lei in te :-)
    A me piace la cucina messicana e il piccante perciò segno questa ricetta! smackkk

    RispondiElimina
  26. che gran donna tua nonna :)
    penso che avrebbe amato questo tuo chili con i nachos a modo tuo :)
    baci

    RispondiElimina
  27. versione gustosissima! brava:-)

    RispondiElimina
  28. Che bella la storia di tua nonna, Loredana!!!!! Un donnino minuto e coraggioso che ha sfidato il mondo e le sue convinzioni per vivere la sua vita, grande!!! E grandissima è la sua nipotina, che affronta l'avventura del quotidiano con lo stesso coraggio, e le avventure culinarie con tanta maestria!
    Bravissima Lory, 10 e lode!!!!

    RispondiElimina
  29. Spero di riuscire a lasciarti il commento.... io adoravo Calamity Jane e la versione con Doris Day resterà sempre nel mio cuore di bambina .
    La ricetta per The recipe-tionist l'ho vista e già linkata, ma non sono riuscita a lasciarti un commento...baci , Flavia

    RispondiElimina
  30. Un piatto meraviglioso! Bravissima Loredana,
    un bacione :)

    RispondiElimina
  31. Carissima Loredana hai fatto delle foto splendide... le migliori!!!
    Un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  32. Loredana, sono ripetitiva lo so, ma sei troppo brava! Il tuo post è bellissimo dalla storia della nonna ai nachos... Bravissima! Ti rubo la ricetta dei fagioli, già so che piacerà a tutti!!! Un bacione, Sarah

    RispondiElimina
  33. bello il composé, carissima. Sempre braverrima.
    Anche dalle mie parti domenica è stata la giornata per il chili e pure io ho sperimentato le tortillas, che poi ho gestito come nachos per i bambini, stesse dosi all'incirca ma con farina di mais bianco, buone vero?
    un abbraccio, baci :)

    RispondiElimina
  34. Proprio da cowboys, Loredana ^^ Il colore del tuo chili è assolutamente invitante e i nachos ... ah, mannaggia, mi fai venir fame, oggi, Loredana! ^^ Complimenti davvero, un piatto davvero ben fatto e ben presentato :)

    RispondiElimina
  35. Complimenti per il chili che veramnte viene voglia di addentare il monitor...e molto interessante la tua versione dei nachos.

    RispondiElimina
  36. Ciao Loredana! Arrivo sul tuo blog grazie all'MTC e mi sono iscritta fra i tuoi followers..complimenti per il tuo chili, ha davvero un aspetto appetitoso.. complimenti anche per la nonna doveva essere un tipo davvero in gamba!!
    Ora mi faccio un giro per il blog!
    A presto!

    RispondiElimina
  37. bellissimo questo tuo omaggio alla nonna, in effetti la ricetta la ricordavo ma...mi ha fatto piacere rileggerla! L'unica cosa che...i contest è sui dolci, Lori...e spero avrai ancora voglia di fare qualcosa per me e raccontarmi un'altra bella storia! Intanto ti abbraccio! La nonna sarà orgogliosa di te!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...