venerdì 1 marzo 2013

Ravioli ripieni con funghi e salsa all'aceto balsamico di Nino Graziano

I motivi per cui si resta incantati da alcune ricette sono vari e molteplici.
La prima cosa a colpirci è l'immagine del piatto, spesso ancora più attraente della ricetta stessa.
Altre volte capita di sfogliare libri di cucina e di leggerli, come fossero romanzi, con attenzione agli ingredienti, al procedimento utilizzato, al risultato.

Questa ricetta è stata una bella scoperta.

Per prima cosa non aveva nessuna immagine a rappresentarla, era scritta lì, in una pagina , con tutti i suoi ingredienti e mi ha attratto per il condimento, una pasta condita con l'aceto balsamico non l'avevo ancora provata e quindi ho letto tutto con attenzione e cosa ho scoperto?
  1. Ricetta varia, ma con quantità di ingredienti ridottissima
  2. Impasto fatto con farina 00 , invece che classica semola e/ o uova
  3. Metodo di cottura originale della pasta stessa
Conclusione : impossibile non volerla provare.

So che può sembrare un pò elaborata, ma quello che sto imparando è che in cucina serve organizzazione, preparare tutti gli ingredienti pesati , puliti, in anticipo, in modo da avere già tutto a portata di mano e non andare girando per scaffali e ripiani, semplifica di molto il lavoro.

Giudizio sulla ricetta: il gusto del ripieno è inimmaginabile per la complessità e la freschezza, l'abbinamento con il condimento è perfetto, una vera ricetta da chef.


Ravioli ripieni con funghi e salsa all'aceto balsamico
( da Cucina Siciliana di Nino Graziano ed. Bibliotheca Culinaria)

La ricetta originale prevedeva l'utilizzo dei cardoncelli, varietà che non sono riuscita a trovare e che ho sostituito con champignon e pioppini.

Ingredienti per 4 persone

Per il ripieno:
  • 120 gr di funghi, cardoncelli nella ricetta originale, per me champignon e pioppini
  • 50 gr di verza
  • 10 gr di foglie di sedano
  • 10 gr di porro
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 5 gr di zenzero fresco
  • 60 gr di filetto di maialino
  • 20 gr di lardo di Colonnata
  • olio evo
  • sale, pepe, peperoncino
Per la pasta:
  • 200 gr di farina 00
  • 50 ml di acqua
  • 5 gr di sale

 Per il condimento:
  •  50 gr di aceto balsamico tradizionale di Modena
  • olio evo
  1 pomodoro per decorare

Per il ripieno:
Pulire accuratamente i funghi, tagliarli a cubetti piccoli, saltarli in padella con un cucchiaio di olio, salare, pepare e cuocere per circa 5 minuti; mettere da parte un quarto.

Sbollentare la verza per qualche minuto in acqua salata, scolare e tagliare a pezzetti.
Saltare la verza in padella con un poco di olio, il sedano, il porro e l'aglio triatati finemente.
Salare e pepare, cuocere per 5 minuti a fuoco lento, infine aggiungere lo zenzero grattugiato.
Frullare il filetto di maiale con il lardo di Colonnata, aggiungere al composto di verdure e funghi e amalgamare tutto per ottenere un composto omogeneo.
Conservare in frigo fino al momento di utilizzare.

Per la pasta:

Impastare la farina con l'acqua e sale , nel caso aumentare l'acqua se dovesse risultare troppo asciutto., farla riposare in frigorifero 1 ora coperta da un panno.

Tirarla ad uno spessore di mezzo millimetro e tagliarla manualmente in piccoli cerchi.
Al centro di ogni cerchio mettere un cucchiaino di ripieno, inumidire i bordi e chiudere la pasta su se stessa, a formare una mezzaluna.


Scaldare l'olio in una padella, aggiungere i ravioli e farli dorare da un solo lato, poi sfumare con un bicchiere di acqua e lasciar cuocere per 3 minuti a fuoco lento.

Per il condimento:
Saltare i rimanenti funghi con l'aceto balsamico per 2 minuti circa.

Versare un cucchiaio di condimento al centro del piatto, aggiungere 6 ravioli disposti a cerchio, mostrandone il lato dorato, nappare con i rimanenti funghi all'aceto e decorare con il pomodoro a cubetti.


Note

La quantità di funghi lasciata da parte per il condimento mi è sembrata piuttosto scarsa, ho raddoppiato la dose  lasciando invariata la quantità di aceto, la quantità di ripieno, invece è perfetta per ottenere circa 60 ravioli piccoli.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

32 commenti:

  1. Che meraviglia!
    Un piatto spettacolare.
    Come dici tu una bella ispirazione, e se tu ne sei stata ispirata solo leggendo la ricetta, noi possiamo esserne conquistati anche grazie alle belle immagini.
    Un abbraccio e buon we!
    alice

    RispondiElimina
  2. In genere rimango un po' male davanti alle ricette senza foto nei libri ma poi alla fine, sono quelle che mi lasciano più soddisfatta perchè non mi lascio condizionare dall'immagine. In periodo di "raviolite" acuta questi li devo fare assolutamente. Non c'è una cosa che non stuzzica la mia curiosità, dal ripieno, al condimento alla cottura in padella che per la pasta secca ho provato ma che per quella fresca, epr di più ripiena, non avrei osato azzardare. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  3. No, la pasta fatta in casa non l'ho mai fatta ed ogni volta che voglio provarci poi ho paura che mi venga dura e non si cuocia.... Ma ecco possiamo mangiare la tua! Buon weekend Lory! Ma come stai!? Passata l'influenza?
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora no, cara Emily, stavolta è stata davvero pesante ;)

      Elimina
  4. Posso farti un applausone? Ecco, tolgo le dita dalla tastiera e questo è tutto per te *clap*clap*clap*! Perfettamente riuscito cara, davvero sublime e ti faccio i miei complimenti!!! Un bacio e felice week end!

    RispondiElimina
  5. c'era da aspettarselo dopo il semplice ciambellone di ieri che postassi una super ricetta fichissima. Sei un mito questi ravioli sono mitici!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  6. ho proprio in previsione di ravioli con i funghi e non sapevo come condirli ;) mi raccomando, riprenditi...ti mando tanti cioccolatini virtuali!

    RispondiElimina
  7. sei veramente bravissima mi piace tantissimo questo piatto e poi i miei complimenti per la presentazione è bellissimo questo piatto

    RispondiElimina
  8. Ma buoniiiii :D Devi sapere che io ho una vera e propria passione per l'aceto balsamico, lo metterei ovunque... ma sulla pasta non l'ho mai provato! Deve essere ottimo... quella salsina lì è invitantissima! Salvo subito la ricetta, grazie e complimenti :) Un abbraccio, buon weekend :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è stato il motivo per il quale ho notato la ricetta: la salsa all'acto balsamico, ma ti assicuro che i ravioli fanno la loro egregia parte ;)

      Elimina
  9. bellissimi! la cottura assomiglia ai ravioli dell'Europa dell'est, hai ragione adesso mi sento ipnotizzata, non posso non provarli!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Loredana, passi un secondo da me?!?! ^_^

    RispondiElimina
  11. Eh si hai ragione, è proprio una ricetta da chef!!! E' molto particolare e interessante! Complimenti per la realizzazione!
    Quindi Lory se ho capito bene i ravioli non devono mai essere girati sull'altro lato, giusto? Ma mette il coperchio o lasci senza?? Grazie. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, Roxy, si cucinano, dopo la rosolatura, con l'acqua e, ti assicuro, cuociono benissimo.

      Elimina
  12. Molto, molto buoni, complimenti Loredana.

    RispondiElimina
  13. Ma non è bellissimo scoprire ricette da pagine senza alcuna immagine e rendersi conto una volta fatte che sono dei veri capolavori. Quello che mi intriga più di tutto in questa ricetta, lo confesso, è il passaggio in padella a rendere i ravioli croccanti un po' come quelli orientali....veramente un piatto fantastico.
    Un forte abbraccio carissima. Pat

    RispondiElimina
  14. Uno spettacolo questo piatto: non resta che provarlo!

    RispondiElimina
  15. Ciao cara io non l'avrei mai letta una ricetta senza foto e, visto lo splendido risultato che hai ottenuto tu, penso che sicuramente dovrò stare più attenta e leggere anche ciò che non attiri il mio sguardo! Grazie per questa bellissima lezione! E complimenti per il piatto da grande chef! Un abbraccio
    paola

    RispondiElimina
  16. davvero splendido piatto a presto simmy

    RispondiElimina
  17. Penso che mi avrebbe colpito anche a me se non altro per il metodo di cottura dei ravioli. Mi sembra anche a me un piatto da chef. Certamente da provare!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. ancora un piatto goloso ed insolito per il condimento, brava!

    RispondiElimina
  19. Cara Loredana, come hai scritto tu sono una delizia per gli occhi anche senza assaggiarli!!! Curioso il ripieno al balsamico. Ne scopri sempre di nuove tu ;-)
    La presentazione è cosi accurata, e se penso che dopo un lavoro così me li vorrei solo mangiare, complimenti doppi x la fotografia!!!
    Buona Domenica e guarisci bene,
    bacioni
    Dany

    RispondiElimina
  20. A me succede sempre,da te,di rimanere incantata....

    RispondiElimina
  21. loredanan complimenti buonissimo primo piatto

    RispondiElimina
  22. E' una ricetta molto fusion, la cottura dei ravioli mi ricorda i gyoza giapponesi e anche il ripieno ne richiama i sapori, al posto della salsa di soia c'è l'aceto balsamico....dev'essere squisita !!!!
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  23. Deliziosi! Li proverei volentieri! Buona giornata

    RispondiElimina
  24. la cottura è originalissima ed il ripieno variegato, il risultato eccellente, come sempre ti ammiro, io non avrei tutta la tua pazienza! Buona domenica un abbraccio Helga

    RispondiElimina
  25. mia cara...davvero un piatto da grande chef!
    sfiziosa la cottura dei ravioli!
    e i cardoncelli? io li adoro e se vieni dalle mie parti
    li trovi, sono proprio tipici della murgia barese!
    quando li trovo sulle bancarelle li prendo a volo perchè sono buonissimi!
    bravissima e bacioni

    RispondiElimina
  26. Wowww una vera ricetta da chef, complimenti! A me però non piace quando non trovo le foto di una ricetta, non so, non mi viene voglia di provarla, ho bisogno di vedere l'immagine :-)
    Comunque la prima cosa che mamma mi ha insegnato è proprio preparare tutti gli ingredienti in anticipo, così non ci si dimentica nulla! ;-)
    baciii

    RispondiElimina
  27. Loredana che piatto da grande chef davvero! Che abbinamento forse nuovo, forse azzardato ma sicuramente indovinato! Un bacione

    RispondiElimina
  28. Come vorrei assaggiarne uno... :D

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...