mercoledì 21 novembre 2012

Stollen ...ci prepariamo per il Natale?

Sembra presto, prestissimo, in effetti lo è, ma non potevo di certo aspettare dicembre per questa ricetta...e se poi non mi piaceva?
...e se non mi riusciva?
...e se volevo modificare qualcosa?

Ogni scusa è buona per entrare nell'atmosfera natalizia, anche così in anticipo.

La colpa ( o il merito) è sempre sua, di Silvia, la The Recipe-tionist di questo mese.

Ho trovato la ricetta di cui mi parla sempre, con un pò di nostalgia, la mia collega del Trentino , ma anche con un tale entusiasmo da avermi fatto nascere il desiderio di provare a replicarla.

Complice un panetto di pasta di mandorle regalatomi da un'altra collega, andata in ferie in Sicilia, ho fatto 1 + 1 e voilà ecco la ricetta.

Lo Stollen è un dolce tipico natalizio della Germania, a metà strada tra il nostro panettone e il panforte.La sua caratteristica è quella di avere un sapore del tutto particolare in virtù delle spezie che fanno parte degli ingredienti.
 La sua storia si perde nella notte dei tempi, tanto che viene citato per la prima volta nel 1474.
Una curiosità è che a quei tempi era un vero e proprio pane, perché fatto solo con farina, lievito e acqua, dato che era un dolce di quaresima. Possiamo immaginare che non fosse un gran che come dolce, tanto che fu chiesto insistentemente al Papa il permesso di aggiungere almeno il burro come ingrediente.
Innocenzo VIII allora inviò uno scritto, passato alla storia come “Lettera del burro” in cui concedeva il permesso di utilizzare latte e burro, in cambio di una penitenza.
Si dice anche che lo Stollen per la sua forma ricordi il Bambinello avvolto nelle fasce.

Notizie prese da qui .


Stollen o Christollen
Ricetta di Silvia, presa da Solema

Ingredienti x 3 stollen:
750 gr. di farina forte
200 gr. di zucchero
1 bustina di lievito secco liofilizzato o 25 gr di lievito di birra ( io lievito di birra fresco)
280 gr. di latte tiepido
250 gr. di burro morbido
1cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di cardamomo ( per me 5/6 bacche pestate e fatte bollire nel latte da utilizzare)
160 gr. uvetta
100 gr. di mandorle con la buccia
40 gr. di canditi misti  ( per me mirtilli essiccati)
40 gr. di zenzero candito ( arancia candita)
80 gr. di albicocche secche morbide
pasta di mandorle
Rum q.b
2 uova
Sale 5 gr.

Per spennellare:
30 gr. circa di burro
Zucchero semolato q.b
Zucchero a velo q.b

Procedimento:
Fate il lievitino con 130 gr. di farina, 80 gr. di latte, 1 uovo e il lievito. 
 
Sciogliete il lievito con 2 cucchiai di latte, a parte battete leggermente l'uovo, aggiungete il resto del latte, la farina, deve risultare una crema densa .
 Coprite e mettete a lievitare in luogo tiepido, fino al raddoppio.
 Io l'ho messo nel forno in modalità camera di lievitazione ( o semplicemente con la luce accesa) dopo 40' dovrebbe aver raddoppiato il volume.
A questo punto, nell'impastatrice mettete il resto della farina, lo zucchero, la cannella, il cardamomo , il lievitino; date una giratina e mettete il latte gradatamente (non serve tutto).
Deve risultare un impasto molto sodo.
Mi sono aiutata anche a mano. Rimettete in funzione l'impastatrice aggiungete il sale e l'uovo un pò sbattuto e, quando questo è incorporato, iniziate a mettere il burro molto morbido, un pò alla volta, sempre con l'impastatrice in azione.
 Quando tutto è ben "incordato", mettete l'impasto in una terrina unta di burro. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio, avendolo preparato il pomeriggio, l'ho lasciato in frigo oltre le 24 ore.
Quando ho ripreso l'impasto era bello lievitato.L'ho lasciato a temperatura ambiente per altre tre ore.

Trascorso questo tempo ho sgonfiato delicatamente l'impasto,  incorporato i canditi, le uvette, le albicocche che  ho messo a bagno nel rum la sera precedente tagliate in 4 o 5 pezzi, sgocciolati bene e all'occorrenza anche asciugati ( io li ho lasciati abbastanza umidi, il sapore del rum è molto piacevole nell'impasto).
Mettete anche le mandorle intere. Dividete l'impasto in tre parti.
Sulla spianatoia infarinata iniziate a lavorarli uno alla volta, arrotolateli con le mani fino ad avere un cilindro, spianatene metà con il matterello e nel pezzo più grosso appoggiate il marzapane, che avrete preparato anzitempo. Arrotolate anche il pezzo che avete spianato, fino a coprire il marzapane.
Mettete gli stollen sulla teglia ricoperta di carta forno e divideteli con la stessa. Appoggiate il matterello sulla chiusura per sigillare al meglio. Coprite con pellicola e lasciate riposare anche qui fino al raddoppio.
 Ci sono volute circa 4 ore ( per me un pò meno, ma sempre nel forno)


 Fate cuocere nel forno preriscaldato a 170° x 15 minuti , a 160° per circa 40 minuti ( nel mio forno sono stati sufficienti 25!).
 Appena cotti spennellateli abbondantemente di burro fuso , volendo anche sotto, sempre abbondantemente spolverateli di zucchero semolato e subito dopo di zucchero a velo. 

Lasciate raffreddare e avvolgeteli nella carta di alluminio. La ricetta originale vorrebbe, appunto, un riposo di almeno 2 settimane, lo ritengo un pò troppo e, comunque, avevo necessità di provarli bene prima di lasciarli a riposo! ;)

La collega del Trentino mi ha assicurato che il sapore è quello e che effettivamente loro lo conservano a lungo, consumandolo come dolce da colazione accompagnato da latte.






Con questa ricetta ( giuro che è l'ultima) partecipo a The Recipe-tionist di novembre
 

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

36 commenti:

  1. Delizioso.
    E molto in tema con quello che pubblicherò oggi :-)))

    RispondiElimina
  2. ma sai che avevo una mezza idea di provare a farlo pure io quest'anno? Se provo passo da te e scopiazzo :)) mi pare un ottimo risultato, davvero ottimo!
    un bacione e buona giornata,
    Vale

    RispondiElimina
  3. E' bello entrare nell'atmosfera natalizia e con il tuo stollen ci siamo in pieno. Complimenti io non lo ho mai assaggiato, ma mi sembra veramente buono. Ciao.

    RispondiElimina
  4. Il dubbio che potrebbe non piacermi non mi sfiora nemmeno, specie nella versione mirtilli essiccati al posto dei canditi misti :) E un panetto dimenticato di marzapane spuntato fuori dalla dispensa potrebbe fare il resto :D! E' dall'anno scorso che ci vado dietro allo stollen! Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  5. Mammamia! Mi preparo al Natale mooolto volentieri!!! Questa te la copio per i miei pensierini mangerecci! (E non, altrimenti il marito si offende...) ;) Un abbraccio e buona giornata,
    Sarah

    RispondiElimina
  6. bello bello e bello..sa proprio di natale, di calore di casa, di festa :)! grazie per la condivisione!

    RispondiElimina
  7. Oh caraaa! Conosco bene lo Stollen, lo mangio sempre da mia zia sotto Natale, quando riesco ad andare a trovarla. E nella Germania del sud si usa proprio così, con marzapane nel mezzo!! Sei fantastica! E' bellissimo il tuo!! Un bacione! :D

    RispondiElimina
  8. Non l'ho mai mangiato, ma credo che mi piacerebbe proprio tanto! io inizio ad aver voglia di Natale, credo che nel fine settimana inizierò a pasticciare un pò!

    RispondiElimina
  9. siiiiiiiii!!!!! prepariamoci per il Natale!!!!!! ^_^
    non lo conoscevo questo dolce! sei bravissima!!!

    RispondiElimina
  10. sento il profumo fin qui...
    mi ci vorrebbe una seconda colazioncina...

    RispondiElimina
  11. Adoro lo stollen in tutte le sue forme, in particolare quello olandese! Questo è ricchissimo, e di conseguenza, assolutamente da provare :-)

    RispondiElimina
  12. E' vero, sembra proprio un filoncino di pane, ma dev'essere delizioso e sfizioso! Certo la preparazione è lunghetta, ci vuole pazienza... però credo proprio che dia soddisfazioni e anche nel latte dev'essere ottimo!
    PS: hai fatto l'albero?? ;-) ihihih

    RispondiElimina
  13. E' decisamente molto, ma molto più bello di quello che si trova in giro in genere confezionato e impataccato di zucchero a velo.
    Dato che ho il trip dei lievitati, dovrò provarlo, sicuramente sotto le feste. Che bella atmosfera anche qui da te...non vedi l'ora eh?
    Un bacione gigante! Pat

    RispondiElimina
  14. Lory l'ho provato una volta ma non mi ha fatto impazzire..a te è piaciuto?
    cmq il tuo ha un aspetto meraviglioso!
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Valeria, ti dirò, a me è piaciuto molto, sa di panettone pur essendo più leggero, anzi questa sarà la ricetta che proporrò come dolce a Natale, ma, come si dice, de gustibus...

      Elimina
  15. Oddio sicuramente una bontà che mangerò volentieri quando ci incontreremo, perchè tu lo porterai all'incontro a Roma vero? ^_^!!!
    P.S. scherzi a parte sei stata davvero brava e quei piatti natalizi sono divini! ♥

    RispondiElimina
  16. Non valeeeeee!!!! Hai già vinto una voltaaaa!!!! :-( Uffi! Io parto domani (o stasera) con la mia proposta per The Recipe-tionist ma è nulla in confronto della tua!
    Bellissimissimo per dirla come Flavia.
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nora, ma è per questo che me la godo, perchè so che non posso vincere di nuovo!!! ;)

      Elimina
  17. adoro, dico A D O R O i dolci pieni zeppi di cose buone, tipo uvette, frutta secca, e chi più ne ha più ne metta...mi tufferei nel monitor per deliziarmi di questo tuo dolce favoloso!

    RispondiElimina
  18. Woooow che bella atmosfera natalizia ... e che bel dolce!!!
    Bello, cicciottelo e ripienoso di frutta secca proprio come piace a me!!!
    Bravissima Loredana!!!

    RispondiElimina
  19. Lo Stollen il dolce di mia cognata tedesca doc che mi invio la ricetta tempo fa infatti la misi per Natale anche sul mio blog. E' diventato un dolce nazionale in Germania non in tutta ma....brava come ricetta e come storia. Ciaoooo

    RispondiElimina
  20. ma come facevo a non conoscerlo?!?!? Deve essere buonissimo!!!

    RispondiElimina
  21. mi piace!!! sarà buonissimo e, tutto sommato, non troppo difficile da fare, bisogna solo organizzarsi per la lievitazione...ma si può fare :)
    buona giornata, Laura

    RispondiElimina
  22. Vedere nei blog i preparativi per il natale inizia a farmi amare un po' di più questa festa, di solito per me è un periodo sempre frenetico per il lavoro ( lavoro in un negozio) e non riesco mai a godermelo a dovere!

    Bellissima preparazione! Complimenti!

    RispondiElimina
  23. ma come potevi pensare che ti venisse male?????
    jingle bells, jingle bells.... sono pronta!!!!!
    baci

    RispondiElimina
  24. fa troppo Natale questa ricetta...mi hai convinto, anche la mia prossima sarà Natale style!

    RispondiElimina
  25. Che bella atmosfera natalizia in queste foto! e bella anche la tua ricetta... Un bacione

    RispondiElimina
  26. Ciao Lory, non mi sembra poi così presto, manca poco più di un mese ma considerando che il tempo vola, questo è il periodo giusto per cominciare a fare le prove e non avere sorprese all'ultimo momento!!! Non ho mai assaggiato lo stollen ma sembra delizioso e ha tutti i sapori e profumi tipici del Natale....mi sembra un'ottima idea da proporre per le feste!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  27. Mai assaggiato in verità non ne conoscevo neanche l'esistenza, mi copio la ricetta e lo preparo per Natale ( va bè lo provo prima) adoro per le feste proporre oltre a quelli tradizionali anche dolci particolari!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  28. Ciao Loredana, complimenti per il bellissimo blog dal quale passo per la prima volta! Vivendo a Berlino conosco bene questo dolcetto Natalizio, ma non ho mai provato a farlo in casa. Ti e' venuto benissimo! Mi unisco con piacere ai tuoi numerosi lettori, se hai voglia e vuoi passare a trovarmi ti aspetto con piacere. A presto e buona nottata, Letizia

    RispondiElimina
  29. ccciao cara, che bella visione questa pagnottona molto natalizia! Le tue foto mi mettono già voglia di feste :) e poi trovo questa ricetta un bellissimo omaggio a Silvia, che conosco personalmente e vediamo se mi ci impegno anch'io per farle una ricettina prima che scada il termine..
    baci!

    RispondiElimina
  30. Ricevuti tutti i tuoi commenti..ero fuori e con poca connessione..... sento il profumo di Natale solo leggendo la ricetta :*... buona giornata, Flavia

    RispondiElimina
  31. Loredana!!!!!!! Dai hai fatto lo stollen! Io quest'anno passo, perchè DEVO riuscire a tutti i costi a fare il panettone con o senza pasta madre :-D

    RispondiElimina
  32. bravissima! Lo stollen io lo compro sempre in questo periodo, lo trovo in Francia. Il tuo sicuramente sarà più buono, peccato non essere lì vicino!

    RispondiElimina
  33. Eh caspita ... il Natale stà arrivando si ... ma io non sono proprio pronta!!!! ;-)
    Per ora niente ricettine e niente idee (oltre a zero tempo ....).
    Che dolce favoloso: lo conoscevo di nome ma non l'ho nè mai assaggiato nè tantomeno preparato.
    Mi piace moltissimo tutta quella bella frutta secca ed essiccata!
    Delizioso davvero!!!

    RispondiElimina
  34. bellissimo anche il tuo di Stollen ora non s che ricetta prendere farò un mix!!!! vediamo cosa esce fuori..la tua ricetta prevede anche le uova !!vedremo..grazie Lory!!!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...