lunedì 19 novembre 2012

Bagel e hamburger vegetariano dell'IKEA

Una bella cena in famiglia con due ricette di Silvia,ancora lei la The Recipe-tionist di novembre.

Troppo spesso siamo così preoccupate a stupire con le nostre ricette, da non replicare mai ricette di altre blogger che potrebbero piacerci.
Abbiamo ( o almeno a me capita di pensarlo) sempre il timore di apparire poco originali, eppure ci sono ricette strepitose in giro.
Per fortuna questo gioco "costringe" a studiarsi le ricette di altri e, devo ammetterlo, ho sempre scovato delle gran belle ricette, ogni volta, grazie ad Elisa per averlo ideato.

Non temere Silvia, ne ho provata ancora un'altra...a breve te la mostrerò!!
Intanto queste due mi hanno piacevolmente risolto una cena!


Il dietro le quinte della ricetta lo mostrerò più giù! ;)

Un pò di storia presa da qui:

IL BAGEL

Il bagel è un pane molto popolare in America del nord, ma le sua origini sembra essere Europee.
Si narra che queste ciambelle di pane furono fatte per la prima volta nel 1683 da un panettiere ebreo di Vienna in onore del re di Polonia, come ringraziamento per aver salvato la popolazione austriaca dall’invasione turca. Poichè il re era un appassionato cavaliere, il panettiere diede al pane la forma di una staffa –beugel in austriaco.
Quando nel 1800 le migliaia di ebrei europei emigrarono nell'America del Nord portarono con loro   questa specialità.
Fu a New York, attorno al 1910, che l’industria dei bagels si sviluppo' particolarmente. Trecento panettieri fondarono un’associazione chiamata: “Bagel bachery Local 388”. Questo gruppo di artigiani con  “il bagel nel sangue” stabilì che solo i figli dei membri potevano continuare la tradizione dei bagels.
Si narra che a quei tempi era più facile laurearsi in medicina che diventare apprendista in uno dei 36 "bagels shop” di New York e del New Jersey.
Tutti i bagels venivano fatti a mano e solo negli anni sessanta fu introdotta la meccanizzazione della produzione con una speciale macchina che dà la forma rotonda a questo impasto.
Fu attorno al 1950/1960 che i panettieri di New York e del New Jersey iniziarono ad espandersi in altri stati dove iniziarono a produrre anche bagels confezionati e soprattutto congelati per la distribuzione nei supermercati.
La particolarità dei bagels sta nella sua forma ad anello e nel metodo di cottura che conferisce loro la struttura morbida, leggermente gommosa all’interno e la crosta lucida.
Il bagel è l’unico pane che viene bollito in acqua prima di essere cotto in forno, anche per questo motivo viene giustificato il suo costo   leggermente più alto rispetto ad altri panini.
I bagels sono spesso farciti di cream cheese e sono una colazione tipica per i newyorkesi. Possono essere farciti a piacimento come un normale panino, ma piu' leggero e con meno mollica per il buco al centro.

CONSIGLI:

Il bagel va tagliato orizzontalmente , riscaldato (preferibilmente tostato), farcito a piacere e gustato caldo.
Il metodo più sicuro e semplice per tagliare il bagel con sicurezza è questo: collocare il bagel su di una superfice piana, tenerlo fermo con una mano e con l’altra usando un coltello, possibilmente da pane, tagliarlo orizzontalmente almeno fino a metà, quindi alzare il bagel in posizione verticale e finire di tagliarlo avendo cura di tenere la mano al di sopra del coltello.

FARCITURE CONSIGLIATE:

-Formaggio cremoso.
-Burro e marmellata.-Cioccolato.
-Olio d’olive e aglio
-Mozzarelle e pomodoro e passato in forno.
-petto di pollo grigliato, maionese, insalata e pomodoro.
-salame, formaggio, inasalata.
-burro, salmone affumicato,
-prosciutto cotto, formaggio, insalata, cipolla, pomodoro, senape. 


Bagel di Silvia


  • 225 ml di latte bollente
  • 50 gr di burro
  • 25 gr di zucchero
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • un po' di sale (io metto un cucchiaino scarso)
  • 1 uovo
  • 400 gr di farina 0 (oppure metà 00 e metà manitoba)
  • 2 cucchiai di latte
Procedimento:

Versare il latte bollente nel cestello dell’impastatrice, aggiungere il burro e lo zucchero e girare con un cucchiaio di legno.
Una volta intiepidito aggiungere il lievito sbriciolato e lasciare per 5 minuti.
Poi aggiungere il sale e l'albume (il tuorlo servirà per spennellare) mescolare ed aggiungere la farina, e selezionare il programma di impasto e lievitazione.
Dopo 1 ora e mezzo la pasta avrà raddoppiato il suo volume.
Prendere la pasta e dividerla in parti uguali. La ricetta originale diceva 16 parti. Vengono delle palline di circa 35 - 40 grammi.
A me piacciono più grandi e ne faccio solo 9, così inforno solo una volta nella teglia del forno e vengono delle palline di circa 85 gr l’una.


Per formare la ciambella io ho usato questo metodo:
Prendo la pallina di impasto, creo un buco al centro con le dita, lo allargo leggermente , cercando di dare la forma di una ciambellina ( ho pensato che se partivo da un salsicciotto e ne univo le estremità  si sarebbe potuto aprire durante la lievitazione e bollitura). 


Nel frattempo far bollire dell’acqua in una pentola abbastanza larga e far bollire i bagel 3 per volta, far cuocere per circa 15 - 20 secondi per lato.
Scolarli e rimetterli sulla placca forno, spennellare i bagels con il tuorlo e 2 cucchiai di latte e coprire a piacere con semini di sesamo, di papavero o di girasole.
Cuocere in forno ventilato già caldo per circa 20 minuti con una ciotola di acqua.
In questo modo i nostri bagels verranno belli morbidi dentro e croccanti fuori.




GRONSAKSKAKA :Hamburger vegetariani dell'Ikea sempre ricetta di Silvia- Una Stella tra i fornelli


ingredienti per 8 persone

-350 g di patate
-150 g di broccoletti
-300 g di ricotta o fior di latte (Per me fiordilatte con un piccolo problema in cottura)
-40 g di parmigiano
-80 g di porro( non ce l'avevo)
-50 g di cipolla (o scalogno) 

 -Erba cipollina
-Olio extra vergine di oliva
-Pepe (moderato)
-sale

Preparazione
Lessare le patate,  farle raffreddare. Tagliarle a dadini di grandezza media.
Lavare i broccoletti e lessarli, soffriggerli in una padella con olio, (porro) cipolla a cubetti, farli raffreddare.
 Amalgamare il composto di broccoletti con le patate, (la ricotta) il fiordilatte, il parmigiano, sale, pepe e erba cipollina.
Ho messo in un coppapasta il composto, poi rovesciato su una teglia coperta da carta forno e fatto cuocere in forno ventilato per 20 minuti a 200° gradi.

Prima della cottura
A me dopo 10' il composto si era un pò"spatasciato", l'ho risitemato aiutandomi con una spatola.


La spatasciatura 

Una volta pronto mettere nel bagel tagliato a metà e servire!



Come promesso ecco la mia cucina mentre preparo un paio di ricette contemporaneamente ...e le vostre cucine come sono ?? ;)



Con queste due ricette partecipo a The Recipe-tionist di novembre 



 

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

29 commenti:

  1. Quei panini col buco li adoro ma ancora riesco a vincere la paura di tuffarli in acqua. Prima o poi però mi butto, o meglio...ce li tuffo :) bella idea quegli hamburger vegetariani. Anche con lo spatascio del fiordilatte sono davvero gustosi e sicuramente molto meglio di quelli dell'IKEA :) Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Penso che sia una bella soddisfazione se una tua amica blogger, provi una tua ricetta!!! Poi tu li hai riprodotti alla perfezione e li hai farciti alla grande. Complimenti.

    RispondiElimina
  3. Prima o poi mi lancerò nei bagel li vedo spesso nei blog ma non ho mai provato ma adesso la tentazione dopo questa visione cresce sempre di piu!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  4. Adoro te, i tuoi bagel e gli hamburger vegetariani! Hai ragione, le scoperte più belle talvolta si fanno imparando da altre bloggers! Sei mitica, cara.. veramente! Devono essere troppo gustosi.. se preparati da te poi sono una garanzia! Ti abbraccio e complimenti tesò, buon lunedì!

    RispondiElimina
  5. Io di bagel ne vedo tanti qui e i tuoi sono davvero perfetti! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Bellissimi questi paninetti, non li avevo visti ma mi sa che mi segno anche questa ricetta. Adoro i Bagels ed in viaggio di nozze (Austria) credo di averne mangiato a quintalate.
    Me la segno e, tranquilla, la tua cucina è in ordine rispetto alla mia.... anche se cucino una sola ricetta per volta!
    Buona giornata
    Nora

    RispondiElimina
  7. Adoro i bagel, prepararli è sempre una sfida, ma danno grosse soddisfazioni.
    Non posso resistere a tutto questo, questi hamburger voglio provarli...

    Un bacioneeeeeeeeee

    RispondiElimina
  8. Che ricetta meravigliosa!Secondo me bisogna replicare le ricette delle delle Blogger, prima di tutto perchè è carino rifarle e dire alla blogger in questione come ci siamo trovate con la sua ricetta e secondo perchè possiamo conoscere ricette e blogger che non conoscevamo!
    P.S. quelle ciambelline sono deliziose ^_^

    RispondiElimina
  9. pensa che li ho visti un po' di tempo fa in tv ma non davano le grammature, ora che le ho mi darò alla pazza gioia e farò bagel tutto novembre!!!

    RispondiElimina
  10. La mia cucina è molto peggio... evidentemente non sono organizzata...
    .... in ogni caso ho capito da chi dovrò sbirciare questo mese per la ricette... ;)

    RispondiElimina
  11. un post dettagliatissimo e questi bagel sono favolosi!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  12. Sinceramente la tua cucina è a dir poco ordinata! Io faccio un macello quando cucino e mio marito mi rimprovera che devo tenere più in ordine :P
    Devo dire che quando sono andata in America ho assaggiato tutto, compresi i bagels ma non mi hanno fatto impazzire, così come i pancakes che però ho rifatto a casa e ora li adoro. Quindi potrei dare una chance anche a questi panini, seguendo la ricetta che ci hai proposto!
    Mi hai fatto morire con la foto della spatasciatura ahahahah
    Bacioniii

    RispondiElimina
  13. gli hamburger per cena li ho già se mi passi almeno 4 bagel è fatta!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Loredana ma che belle ricettine che hai scelto! Lo sai che anche io a volte penso di fotografare la mia cucina incasinatissima? Prima o poi lo farò!
    Per i bagel, che faccio spesso, voglio provare un altro metodo di formatura, i tuoi sono venuti tutti belli perfetti perfetti!
    I medaglioni tranquilla, il porro l'ho aggiunto io, perchè la ricetta originale prevede le cipolle, ma mio marito non le digerisce! Non vedo l'ora di vedere la quarta ricetta, buona serata ;-)

    RispondiElimina
  15. Ciao Lori, il bagel è un'altra cosa per la quale ho un timore reverenziale, non so quando mi butterò! Però i tuoi sono proprio belli. Quanto alla cucina, non ti dico come è la mia, devo dirti però che tutto questo casino produttivo mi mette allegria. Bacioni

    RispondiElimina
  16. Lory..ma che belli questi bagel...che voglia di provarli..magari comincio dai tuoi ^^ ciao cara

    RispondiElimina
  17. Che appettito che mettono, mi è tornata una gran fame, prima o poi mi deciderò a farli, chissà se mi vengono belli come i tuoi, complimenti! Ciaooo :)

    RispondiElimina
  18. io adoro i bagels e sicuramente li farò! La mia cucina? Non è presentabile visto che ha 25 anni e chiede di andare in pensione! Alro che forno statico o ventilato io ho un vecchio forno a gas che non "griglia" neanche! Sono via per lavoro per questo sono un po' latitante! Baci Helga

    RispondiElimina
  19. MA QUANTO MI ISPIRA QUESTA RICETTA E MI PIACE LEGGERE ANCHE LA STORIA!BELLISSIMO E INVITANTE!

    RispondiElimina
  20. oh! la cucina è in disordine come la tua! ho tanti piani d'appoggio e li riempio tutti, come si farà a cucinare nelle mini cucine di Ikea? tanto per essere in tema?
    anche a me piace copiare è il recipe-tionist è un'ottima scusa :)
    peccato che in questo momento non ho tempo per partecipare
    buona settimana e un abbraccio, Laura

    RispondiElimina
  21. Mamma che belli che ti son venuti! In bocca al lupo cara e buona giornata!

    RispondiElimina
  22. Tu meriti il THE RECIPE-TIONIST ad honorem..... per l'entusiasmo che metti sempre in questo gioco..... non solo perchè fai sempre tante ricette, non solo perchè ci sei sempre , ma soprattutto perchè hai riassunto benissimo lo spirito del gioco....vedere quante meraviglie ci sono tra i blog.
    E poi grazie che mi hai ricordato che ho dei mini bagles da postare :D , bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  23. bella l'idea di fotografare la cucina mentre si cucina... questa è vita vera! Ricetta rubata! Baci

    RispondiElimina
  24. Sei sempre davvero bravissima e questa ricetta è davvero molto originale e golosa: hai ragione, talvolta è proprio bellos covare negli altri blog belle ricette da ripetere!!!

    RispondiElimina
  25. mamma mia cosa darei per averne sottomano uno adesso...sai che non ho mai fatto i bagel?
    ma mi ispirano...oh se mi ispirano...e prima o poi mi ci metterò, promesso!

    RispondiElimina
  26. Caspita che bella cucina ordinata, io con una sola ricetta pare sia un campo di guerra ;-) te si che sei organizzata!!!
    Assaggio volentieri un bel bagel con l'hamburger vegetariano!!! ;-)

    RispondiElimina
  27. maddaiiii, anche tu avevi messo le foto del tuo campo di battaglia???
    bel casotto (e bellissimo mosaico!!)!!!!

    RispondiElimina
  28. questa ricetta è super la copio subito per mio marito!

    RispondiElimina
  29. Ma quanti post mi sono persa??? sei troppo brava in cucina..mmm hai ospiti a cena?
    mi segno la ricetta, anche se di sicuro sarò negata!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...