mercoledì 5 settembre 2012

Cremoso al sambuco ...per il colore viola

Mi  sono mancati i vari giochini a cui partecipo da quando ho il blog.

Mi sono accorta che avere una "sfida" da affrontare ogni mese, mi stimola e mi spinge a voler creare qualcosa di nuovo, anche prendendo spunto dal web.

E' così per il bellissimo contest di Cinzia e Valentina che, ogni mese, mi fa mettere alla prova  abbinando al piatto preparato un colore.

Ho saltato la sfida di agosto sulla mise en place che, lo confesso, proprio non amo ( tranne che per fare le foto ai piatti!), forse perchè non amo stare seduta a tavola a mangiare...lo so che può suonare strano per una che ama cucinare, ma è proprio così: chiedetemi tutto, ma non di stare seduta a tavola, preferisco una bella conversazione su un comodo divano che attorno ad un tavolo.

Vedo l'atto del mangiare a tavola finalizzato al nutrirsi e basta, poche chiacchiere e non vedo l'ora di finire, un pò come l'ispettore Montalbano, qualcuno lo ricorderà, che quando è a tavola è concentrato sul piatto e non ama parlare, se non al termine del pasto.


E voi  come vivete lo stare a tavola?

Per tornare al gioco di Cinzia e Valentina, questo mese il colore scelto è il viola...avevo in mento varie soluzioni, ma ho optato per la più semplice per me...avevo già la materia essenziale per ottenere un bel viola, ho cercato in rete una ricetta e l'ho adattata .
L'utilizzo dei soli albumi per la crema è geniale!!



Cremoso alla composta di sambuco

Per 4 bicchierini
  • 130 gr di panna fresca
  • 150 gr di albumi
  • 15 gr di zucchero semolato
  • 80 gr di cioccolato bianco
  • 50 gr di composta di bacche di sambuco ( oppure altra marmellata di frutti neri tipo mirtilli o more)
Per la crema allo yogurt
  • 170 gr yogurt greco
  • 70 gr panna fresca
  • 50 gr zucchero a velo
In una ciotola sbattere gli albumi con una frusta fino a far perdere loro la tensione ( non montarli!!!), unire lo zucchero, la panna  e mescolare.
Posizionare la ciotola su un bagnomaria non bollente e cuocere , mescolando, fino a che la crema non velerà il cucchiaio ( circa 12/15 minuti).

Togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato tritato finemente e la composta di sambuco ammorbidita con un cucchiaino di acqua calda per renderla più fluida.

Mescolare bene e versare nei bicchierini.

Porre in frigo a rassodare.

Preparare la crema allo yogurt.
Montare la panna , unirla allo yogurt greco lavorato con una frusta, aggiungere lo zucchero a velo setacciato e mescolare ( assaggiare e, se occorre, unire altro zucchero).

Versare in una sac a poche con bocchetta a stella e decorare la superficie del cremoso al sambuco.

Conservare in frigo.

Prima di consumare decorare con dello sciroppo di composta di sambuco.







Con questa ricetta partecipo per il mese di settembre al contest di Cinzia e Valentina


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

41 commenti:

  1. Bellissima foto, fa venire fame a quest'ora del mattino.
    Bentrovata ed in bocca al lupo per il contest.
    Besos Debora

    RispondiElimina
  2. così cremoso di prima mattina... lo gradirei per colazione mia cara! adoro la riduzione di sambuco e abbinata così è davvero perfetta!

    RispondiElimina
  3. Ciao Loredana!!Bentornata dalle vacanze e al nostro contest colorato! Questo dessert mi pare una gran bella cosa, ancora adatta a questa coda d'estate. Io è da un po' che non sperimento di queste cremine e l'ultima volta (in una delle mie ricerche del dessert all'ultimo minuto) avevo giocato anch'io con lo yogurt greco, compatto e consistente, l'alleato ideale per tenere ferma la base di questa coppetta.
    Non ti piacerà stare a tavola ma sono certa che i tuoi ospiti ci rimangono fermi volentieri con le gambe sotto il tavolo ;)))
    Un bacione e a presto, Vale

    RispondiElimina
  4. Loredana amo il viola e queste fotografie mi rapiscono letteralmente: un dessert che è uno splendore!! Sei stata come al solito troppo brava :) Riesci a portare in tavola classe e poesia.. e anche io preferisco stare seduta, con calma, ad ogni pasto.. perchè non è un semplice momento di 'nutrimento'. E' gioia, sapore e colore da condividere. Il cibo è arte in fondo.. e tu lo sai davvero bene!! :) Buongiorno!

    RispondiElimina
  5. Amo il viola, sicuramente tra i miei colori preferiti insieme all'arancio e al bianco. E sono assolutamente rapita da questo dessert. Il sambuco lo associo sempre e solo alla marmellata ed è un grosso errore!
    Stupefacente come sempre, un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  6. E' davvero un colore magnifico quello di questa mousse, anche se, ti dirò la verità, gli albumi così destano sempre in me un po' di sospetto per come vengono utilizzati (lo so, è una scemata, infatti sono paturnie mie :)). Quanto allo stare a tavola... sai che per me dipende anche dalle persone sedute e da quante sono? E poi dall'umore... a volte due chiacchiere le faccio volentieri, a volte non vedo l'ora di sbaraccare tutto :)) Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè Pips?
      Se leggi bene noterai che gli albumi vengono cotti insieme alla panna a bagnomaria per ottenere una crema, è questo utilizzo , secondo me, è fantastico, in pratica si ha una crema leggera e bianchissima, e anche buona, con l'aggiunta del cioccolato poi ...non ci sono parole!

      Elimina
  7. Colore magnifico e di una bontà divina :-) Bravissima!

    RispondiElimina
  8. ma che meraviglia di colori e che abbinamenti favolosi.. uno spettacolo direi complimenti come sempre

    RispondiElimina
  9. Ciao bellezza, tutto ok???
    Io da buona meridionale invece amo stare a tavola ore a chiacchierare...se la compagnia è buona non mi alzerei mai, anche dopo aver terminato il pranzo o la cena nella mia famiglia è una consuetudine rimanere a tavola a parlare...parlare...parlare...(quando il tempo lo consente ovviamente).
    Questo dolce è fantastico...il salpore dev'essere delizioso ed il colore è molto accattivante!!!! Baci

    RispondiElimina
  10. ..accomi anch'io, per apprezzare anzitutto le tue parole d'inizio, perché anche per me i contenst sono uno stimolo a "cogitare".. sono come il titolo di un tema: senza quello mi manca un argomento.
    E questo bicchierino è da urlo, capisco che si possa fare una sostituzione tattica con mirtilli o altro, ma vogliamo mettere le bacche di sambuco?!?!? che mi stanno sfuggendo anche questa volta ahimé, non ho praticamente tempo in queste settimane e la beffa è che sono letteralmente circondata da sambuchi!!
    Grazie, come sempre le tue ispirazioni sono alle volte poetiche :))

    RispondiElimina
  11. Cara Lori, mi sei mancata! I tuoi post sono sempre simpatici e intelligenti! Mangiare a tavola per me invece è diverso.. non lo vivo come Montalbano, anzi! Soprattutto quando si fanno i pranzi in famiglia, è un modo per stare insieme e chiacchierare! ;-)
    A presto cara! Un bacione

    RispondiElimina
  12. Colori davvero stupendi e chissà che profumo!
    Sullo stare a tavola, quando si è compagnia non mi dispiace affatto stare intorno al tavolo a chiaccherare e commentare i piatti ... altre volte (soprattutto le sere infrasettimanali) non vedo l'ora di buttarmi sul divano! :)

    RispondiElimina
  13. Io sono una che mangia veloce e non riesco a stare seduta, credo di essere come te:) una cosa che odio sono i pranzi lunghi io divento come un animale in gabbia!!!!
    Queste coppette sono davvero una delizia cremose e molto belle:)
    Baci

    RispondiElimina
  14. Io sono sempre per le vie di mezzo ... stare a tavola per tante ore non mi va ... ma quando il tempo è un pò più limitato e la compagnia è buona, rimango a tavola molto volentieri (anche perchè se sono io la cuoca mangio velocemente e non ci riesco quasi mai a stare se non dopo il dolce ed il caffè ... e solo allora mi posso godere un pò di più gli ospiti).
    Ci credi che non ho mai mangiato la confettura di bacche di sambuco? Me ne vergogno, ma è così!
    I tuoi bicchierini sono favolosi, colorati ed eleganti.
    Complimenti!!!
    Un bacione cara Lory

    RispondiElimina
  15. Il viola è tra i miei colori preferiti :-)
    queste coppette sono golosissime e le foto magnifiche :-)
    Che bello essere ritornata a leggere il tuo bel blog, un abbraccio, Ros

    RispondiElimina
  16. Eccola la mamma sprint del Blog,ho visto che dall'inizio di settembre ne hai postate di cose... mi devo rimettere al passo immediatamente!
    Per me, da buona terrona, mettersi a tavola a mangiare è una vera e propria arte, da noi un piatto si contempla e si mangia un boccone alla volta lentamente tra una chiacchiera e l'altra! Pensa che quando siamo solo noi 4 (io, mia sorella e i miei genitori) ci sediamo a tavola alle 13.30 e non finiamo prima delle 15.00 ora del sacro santo caffè!!! Quando tutti i parenti sono riuniti si fa sera e nemmeno ce ne accorgiamo :)!
    Bellissime le coppette bianche e viola, prima o poi devo assaggiare questo sabuco..Un BACIONE SMACK ♥

    RispondiElimina
  17. Il viola ci sta proprio bene a tavola. Complimenti per la ricetta e auguri per il contest.Ciao.

    RispondiElimina
  18. Ciao Loredana! io a tavola posso durare massimo un paio d'ore, e devo essere veramente in OTTIMA compagnia, altrimenti mezz'ora è più che suff.
    Bellissimo il tuo dessert, il sambuco confesso non l'ho mai assaggiato.. dovrò rimediare.
    Bacioni,
    Francy

    RispondiElimina
  19. Complimenti è molto bello e auguri per il contest
    ciao

    RispondiElimina
  20. A me piace stare a tavola il tempo strettamente necessario a mangiare. Difatti non sopporto i pranzi/cene di matrimoni, battesimi, ecc... Pure a Natale mi scoccio un pochino, ma per fortuna mia mamma è della mia stessa pasta ^_^
    Sai che io, da ignorantona, non sapevo nemmeno di che colore fosse il sambuco? Pensavo che fosse solo quello che aggiunge al caffè ... Bellissima presentazione

    RispondiElimina
  21. Oh mamma mia che favola.... Quella panna così bianca e quella composta sono favolose... Io invece adoro stare a tavola, mi piace anche dopo aver finito poter continuare la conversazione, forse perchè generalmente ci sto seduta poco, alzati per servite tutti e poi porta i piatti nel lavabo e poi e poi... Così soprattutto quando invito qualcuno alla fine mi attardo con la tavola ancora da sparecchiare :-).
    Baci!!!

    RispondiElimina
  22. Ha un aspetto molto invitante questo Cremoso al sambuco.. vorrei provarlo a fare anche io.. ma sono un disastro! Ancora tanti complimenti.. buona giornata.
    Giulia

    RispondiElimina
  23. davvero una nuvoletta leggera!deve essere deliziosa e freschissima!bacio!

    RispondiElimina
  24. è BELLISSIMO ADORO LA CREMA DI SOLO ALBUMI CON IL CIOCCOLATO BIANCO POI... !
    A TAVOLA ? IO CI STO COSI' POCO :( A PRANZO MAI SEMPRE IN PIZZERIA POVERI FIGLI MIEI LA SERA UN PAIO DI VOLTE A CASA :( ...CHE VERGOGNA !

    RispondiElimina
  25. Splendide foto!! Amo il viola e questo.dolce così presentato.è bellissimo! Un saluto Cinzia

    RispondiElimina
  26. Loredana i tuoi scatti sono sempre più belli, mi piace così tanto l'accostamento del viola con il verde....ma l'hai fatta tu la composta di bacche di Sambuco? Mi sa che è difficile da trovare in giro, è molto particolare, come pure la ricetta..bravissima!
    Baci, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,Alessia, la composta di bacche di sambuco la preparo ogni anno, non l'ho mai pubblicata, ma, in fondo, è come preparare quella si more, solo che utilizzo il sambuco, che ha un sapore particolare.

      Elimina
  27. che cosa favolosa!!!e quanto mi ispiraaaaaaaaaa!!!!mmmmm....che bontàààà!!!

    RispondiElimina
  28. Sinceramente a casa mia non c'è differenza tra mangiare sul divano a intorno a un tavolo, si chiacchiera comunque, ci si alza da tavola, si gira per casa, poi si ritorna e si continua. Diciamo che viviamo la tavola in maniera libera, niente bon ton :)
    bellissimi questi bicchierini, quel viola è davvero delizioso

    RispondiElimina
  29. che immagini meravigliose, parlano da sole e infondono serenità. E fanno pure venire voglia di affondarci il cucchiaio......
    Il colore lilla e viola è bellissimo, il preferito di mia figlia...

    RispondiElimina
  30. Bellissime foto e che voglia di rubare un bicchierino!
    Io sarei una che a tavola chiacchiera, ma il marito non corrisponde :(
    Però i pranzi eterni di Natale o delle cerimonie no, quelli anche io li sopporto a fatica e alla fine mi passa pure la fame!

    RispondiElimina
  31. Ciao Loredana, complimenti per il blog e le foto... sono stupende!! La ricetta te la rubo di sicuro, adoro i dolci al cucchiaio e questo mi ha convinto. Grazie, Babi

    RispondiElimina
  32. Sempre tutto buono e bello da queste parti!
    Baci, Alice

    RispondiElimina
  33. Ciao Loredana, che bello qui da te!
    E bellissima ricetta,il colore viola è da sempre fra i miei preferiti!
    Ciao, fico&uva

    RispondiElimina
  34. Bravissima Loredana, non ho parole per questo dolcetto cremoso e colorato e po leggendo qua e la ho scoperto che fai pure la composta di sambuco...tu sei magica! bravissima e benvenuta in Cibo e Regioni! bacioni

    RispondiElimina
  35. ..sono tornata guardarne il colore.. mi stregaaaa!

    RispondiElimina
  36. bbbellissimooooo... ti volevo chiedere: secondo te si piò fare il cremoso anche senza la composta di sambuco, cioè secondo te si può magari usare anche altro???

    :***
    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi usare quello che vuoi: marmellate, frullati, composte di frutta fresca e tutto quello che ti viene in mente! ;)

      Elimina
  37. Loredana, sei incredibile, hai creato dei bicchierini deliziosi, romantici e squisiti!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  38. che bella loredana, mi segno assolutamente anche questa!!

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...