mercoledì 18 luglio 2012

Il gelato del "parrino" e una torta al papavero

Come unire due delle prove più divertenti a cui partecipo ogni mese : l'MTChallenge e il The Recipe-tionist.

La prova di questo mese prevede la preparazione di gelati e , lo confesso, ne sono molto felice.
Quindi ho preparato un gelato usando come base, oltre alla crema inglese, il caffè del parrino (per la ricetta leggere qui).
Invece per il Recipe-tionist c'era da spulciare tra le abbondanti e varie ricette di Carla Emilia di Un'arbanella di basilico e ho trovato un dolce ai semi di papavero che mi sembrava ottimo da accompagnare al gelato.

Questa l'idea e questa la mia realizzazione!



GELATO AL CAFFE' DEL PARRINO CON TORTA AI SEMI DI PAPAVERO
(Da: Caroline Liddell, Robin Weir – Gelati e Sorbetti – Newton Compton)
250 ml latte ( ho diminuito la quantità per mantenere lo stesso rapporto di )liquidi
50 caffè del parrino
300 g zucchero semolato
250 ml panna fresca
45-50 g tuorli (da 3 uova grandi)
1 baccello di vaniglia

Resa: 800 ml

Tagliare a metà il baccello di vaniglia e metterlo in un pentolino insieme al latte , al caffè e a metà dello zucchero. Mescolare per sciogliere lo zucchero, poi mettere sul fuoco e portare fin quasi a ebollizione. Togliere la pentola dal fuoco, coprire e lasciare in infusione per almeno 15 minuti per estrarre tutto l’aroma della vaniglia.
Nel frattempo montare i tuorli con il restante zucchero finché il composto “scrive”.
Riportare il latte quasi a bollore e versarlo a filo sulle uova montate mescolando continuamente con una frusta.
Versare in un polsonetto ( io non ce l'ho ho usato una pentola in acciaio) protetto da frangifiamma e fare addensare la crema inglese fino a quando non velerà il dorso di un cucchiaio e avrà raggiunto la temperatura di 85 °C.
Non superare questa temperatura o lo stadio della velatura del cucchiaio, altrimenti la crema si coagula e impazzisce.
 Toglierla immediatamente dal fuoco e immergere la base della pentola in una ciotola contenente acqua e ghiaccio mescolando continuamente, altrimenti si raffredda solo quella a contatto coi bordi del recipiente, mentre il resto rimane caldo. Se l’acqua si intiepidisce sostituirla con altra acqua fredda e ghiaccio per abbatterne rapidamente la temperatura. Quando la crema sarà fredda trasferirla in un barattolo a chiusura ermetica (lasciandoci ancora dentro il baccello di vaniglia) e far riposare in frigo almeno un’ora, anche tutta la notte: il composto deve essere freddo di frigorifero prima di passare alle fasi successive della lavorazione. Estrarre il baccello di vaniglia e aiutandosi con la lama liscia di un coltello raschiare tutti i semini e mescolarli alla crema; unire la panna liquida al composto e amalgamarla benissimo.

Se il gelato non deve essere servito immediatamente, trasferirlo subito in un contenitore in polipropilene riempiendolo fino a 6 mm dal bordo, poi coprirlo con un rettangolo di carta forno che deve aderire perfettamente alla sua superficie. Tappare, etichettare e mettere in freezer: così facendo limiteremo la presenza di aria umida nella vaschetta del nostro gelato e impediremo la formazione di fastidiosi cristalli di condensa sulla sua superficie. Fare indurire il gelato dai 30 ai 60 minuti e trasferirlo in frigorifero per 20-30 minuti prima di servirlo, perché sia morbido al punto giusto.


Io  ho versato una parte del gelato morbido in una tazzina da caffè e l'ho posto in frigo.

Nel frattempo ho preparato la torta da accompagnare al gelato.

TORTA AI SEMI DI PAPAVERO di  Un'arbanella di basilico

300 g di farina OO
150 g di fecola
2 vasetti di yogurt ai cereali
250 g di zucchero
100 g di burro
1 bustina di lievito per dolci
200 ml di latte
3 uova
2 cucchiai di semi di papavero
1 pizzico di sale

Fate tostare leggermente i semi di papavero in un padellino. Quando si saranno raffreddati unitevi la farina e la fecola setacciate, il sale e il lievito. Montate a spuma le uova con lo zucchero, poi unitevi lo yogurt, le farine, il burro fuso al MO e il latte. Montate bene con le fruste. Versate l'impasto in una teglia da 26 cm di diametro imburrata e infarinata e infornate a 180°C per 30-40 minuti. Spegnete il forno, aprite lo sportello e lasciate raffreddare la torta nel forno. Prima di servire cospargete di zucchero a velo.


Servire la tazzina di gelato al caffè accompagnata da una fetta di torta.






Invio questa ricetta a Martina di Lamponi e Tulipani




Con questa preparazione partecipo all'MTChallenge di luglio e
                                                                 al The Recipe-tionist.



E al contest di Profumo di cose buone


e alla raccolta di Ann



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

34 commenti:

  1. E adesso come mi schiodo da qui?
    Ok, epr la gelatiera ho già iniziato a guardare in giro ma torta ai semi quella posso inaugurarla anche subito :) Quanto m'attizza quella tazzina golosa...Bacioni, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ GRazie Fede, buona giornata a te! :*

      Elimina
  2. Il gelato del parrino mi era già piaciuto tanto quando hai trasmesso la ricetta, ma ora con l'abbinamento della torta e con questa presentazione, diventa tutto così fantastico. Io i gelati riesco a farli solo con il bimby, mi stai facendo venire il desiderio di comprare la gelatiera.Complimenti, ciao.

    RispondiElimina
  3. Bello bello bello! Quanto sei brava?? :)
    Buona giornata! :*

    RispondiElimina
  4. Ma che spettacolo!!!! La gelatiera mi manca, ma alla torta non rinuncio ;)
    Baci cara, e buonissima giornata!!!!

    RispondiElimina
  5. Mi farei prete pur di averne *diritto*......
    Bellissima idea, bellissima foto, che voglia di pausa già alle 8.30 del mattino!
    Nora

    RispondiElimina
  6. Come Federica non ho la gelatiera....ma ho una mega-scorta di semi di papavero! Almeno la torta posso farla subito!
    Complimenti davvero per questa preparazione! Bravissima sei! :)
    PS: A proposito del latte di mandorla ...ti rispondo qui: ho indicato un tempo di 8 ore di infusione come necessario per ottenere il latte, ma io l'ho lasciato anche di più, quindi direi che tutta la notte è l'ideale! :)

    RispondiElimina
  7. mi piace tantissimo aver presentato il gelato nella tazzina molto originale e poi mi piace proprio tutto tutto, brava cara :-)

    RispondiElimina
  8. Proprio non resisti, devi accendere il forno ahahah monella! Due ricette molto interessanti, complimenti cara Lori!

    RispondiElimina
  9. dalla foto del blogroll il coperchio della tazzina mi sembrava una meringhetta, e invece c'è molto di più, la torta se non ci fossero 37° la farei subito e il gelato invece posso, e si che posso!

    RispondiElimina
  10. E' senz'altro un'accoppiata vincente! :-)
    Un applauso alla tua bravura ed alla tua incredibile fantasia!
    Ho spulciato un po' di post precedenti a questo, mi sono deliziata!!! :-))
    Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  11. quel gelato che spunta dalla tazzina è semplicemente fantastico, come penso anche la torta che non ho mai assaggiato, motivo in più per prepararla! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Ciao! Ho letto il tuo post con molto interesse mi piace il connubio del gelato al caffè con la torta, sarebbe una colazione perfetta con questo caldo!
    Il caffè del parrino non lo conoscevo e sono andata ad indagare! Quante cose interessanti da queste parti!

    RispondiElimina
  13. Buonissimo, peccato che ai miei bambini non piaccia il gelato al caffè, l'ultima volta che l'ho fatto si sono lamentati per ore, non capendo come possa avergli fatto un tale sgarbo! hahaha! Me lo dovrei fare in privato! E che bella tazzina!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  14. Mondo birbone! che delizie! adoro il gelato, ne divoro in quantità industriali ma non lo faccio in casa, non ho la gelatiera e a farlo senza ancora non ho trovato il coraggio...
    complimenti!
    felice serata.

    RispondiElimina
  15. Ma io adesso voglio quella Tazzinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!! Dai Lory fai uno sforzo e raggiungimi in ufficio,così ci facciamo due chiacchiere mangiando gelato spalmato su una dolce fetta di torta ai semi di papavero!
    Sei sempre bravissima e mi chiedo come fai ad essere piena di energia anche con questo clima torrido??? Smack

    RispondiElimina
  16. Passa anche da me ... sono le 16 in un pomeriggio assonnato in ufficio e mi stò concedendo 10 min. di pausa saltando qua e là nei vs blog ... una tazzina di quel gelato al caffè me la "slurperei" volentieri!! Se c'è anche una fettina di torta ancora meglio! ;-)
    Un bacione cara

    RispondiElimina
  17. Sono qui in mezzo ai barattoli di pittura a preparare le scenografie per la prossima stagione..Quel bel gelato in tazzina mi ci vorrebbe proprio e magari anche un pezzetto di torta! :-P

    RispondiElimina
  18. hai fatto un capolavoro!!!! e io che sto gelatando non mi riesce ancora!!!!
    per cui mi gusto il tuo gelato con quella fetta di torta:-)un bacione

    RispondiElimina
  19. che bella ricetta complimenti ti seguo con piacere se ti va passa da me ciao

    RispondiElimina
  20. E' tutto bello in questo post, le ricette i pizzi e... delizioso
    ciao

    RispondiElimina
  21. Sono ripetitiva (lo so!), ma... SEI BRAVISSIMA! Prendo volentieri una bella fetta di torta (ahimè virtuale!) accompagnata da questo gelato strepitoso. Buona serata
    Sarah

    RispondiElimina
  22. Wow Lori, la mia ricetta reinterpretata per l'MTC è una sorpresa che non mi aspettavo proprio. Sei stata bravissima e mi hai .... emozionato! Grazie, bacione

    RispondiElimina
  23. Stamattina, non ho resistito e prima di uscire di casa ho dato un'occhiata al tuo post. E ovviamente, mi è rimasto in testa per tutto il giorno. Raffinato, ben bilanciato, eseguito in modo perfetto e presentato in modo elegantissimo: cosa si può chiedere di più?
    bravissima, come sempre
    ale

    RispondiElimina
  24. accoppiata vincente! Bravissima e presentazione d'eccellenza!

    RispondiElimina
  25. Due ottime ricette con una presentazione bellissima! in bocca al lupo per i contest, Laura

    RispondiElimina
  26. Con un gelato così caffettoso farei felice mio marito ma sono sicura che l'assaggerei anch'io, mal che vada io mangerei la torta :-)
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  27. Fantastiche e interessanti ricette, una più goduriosa dell'altra!!
    Bravissima Loredana
    Baci

    RispondiElimina
  28. veramente squisita.....scappo a nanna....notte stefy

    RispondiElimina
  29. HAi postato la ricetta nel posto giusto :D .....e ance la ricetta giusta...wow...... buon weekend, Flavia

    RispondiElimina
  30. Grazie Loredana! Questa ricetta è stupenda! :) a presto!

    RispondiElimina
  31. Ho voglia di affondarci il cucchiaino in questo tuo gelato!! e la torta.. beh, per merenda ;-)
    buon weekend Loredana!!

    RispondiElimina
  32. Tre piccioni con una fava, Lory! E che bei "piccioni", uno migliore dell'altro per tre contest eccezionali. Ti sei superata!! Ma anche tu sei una garanzia nel blog! Ricordo sempre con affetto lo scambio di ricette tra noi e anche il fatto che la tua l'ho preparata in più occasioni!!
    Quanto vorrei affondare il cucchiaino in quel gelato e dare un morso a quella torta!!!

    RispondiElimina
  33. Brava, brava, brava: ogni volta riesci a sorprendermi!!!! :-9

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...