mercoledì 6 giugno 2012

simil macarons con crema al limone

Quando sono stata presa dalla macarons-mania avevo una gran voglia di provarne varie versioni.
Un giorno avevo iniziato a prepararli e poi, strada facendo, mi sono accorta che la farina di mandorle era pochina, così ho aggiunto quella alle nocciole facendo diventare la ricetta un'altra cosa.

Difatti dei macarons hanno solo il nome, ma poi...
Leggendo di qua e di là sono andata e finire su questo blog e ho scoperto che proprio lui,  Luca Montersino , aveva sperimentato qualcosa di simile ( leggere qui), e allora mi sono detta che sperimentare non è poi tutta questa tragedia, ma anzi spesso si arriva alle stesse conclusioni seguendo altre strade.
Fatto sta che ne sono venuti fuori questi dolcetti.
Simil macarons con crema al limone

Per 10 pezzi accoppiati:
  • 1 albume vecchio di 2/3 giorni
  • 20 gr. Farina di mandorle setacciata
  • 20 gr. Farina di nocciole setacciata
  • 60 gr. Zucchero a velo
  • 25 gr. Zucchero
  •  Colorante giallo in polvere (facoltativo)

Per la crema:
  • 60 gr. Succo di limone
  • Scorza di un limone bio
  • 10gr. Maizena
  •  60 gr. Burro
  • 1 uovo intero

Scaldare il forno a 150°.
Unire le farine allo zucchero a velo.
Montare l’albume , aggiungendo lo zucchero semolato in tre volte, formare una meringa ben ferma.
Unire alle farine senza smontare.Unire il colorante. Versare in un sac a poche e formare dei mucchietti di 1 cm. di diametro circa su una placca foderata di carta forno.
Lasciar riposare 30’ minuti all’aria.
Infornare 15 minuti circa. Per i primi 2 minuti forno caldo a 180°, poi 3 minuti a 160° e infine 10 minuti a 150°.
Lasciare raffreddare prima di staccare dalla carta.

Preparare la crema unendo in un pentolino tutti gli ingredienti , far addensare a fuoco dolce.

Una volta raffreddata la crema farcire i gusci accoppiandoli.
n.b. La crema non necessita di zucchero in quanto serve a smorzare la dolcezza del guscio.


Con questa ricetta partecipo al contest di Crema e panna



Con questa ricetta partecipo molto volentieri al contest Ti ritocco la ricetta


e al contest di La cucina che vale


e, naturalmente, a Samaf per la  raccolta di dolci per finanziare il reparto di Oncoematologia di Padova


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

35 commenti:

  1. A chi lo dici Loredana, anche qua le sperimentazioni sono all'ordine del giorno...il problema e che possono non venire bene come le tue, se sono salate non c'è problema Zorro ringrazia, ma le dolci...
    Questi simil macarons mi ispirano parecchio soprattutto per la cremina compensatrice, a volte sono così dolci....

    Grazie del commento sulle ostie, le ho scoperte in rete, ma la ricetta mancava di legante per la frutta secca, era sotto dosato, e così ho aggiunto miele... mi sono piaciute davvero tanto...ma non avendole mai viste, non sapevo se erano corrette...grazie ancora! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti a me non piacciono moltissimo i macarons, personalmente li trovo più belli che buoni, ma sisa come vanno queste cose...la moda anche in cucina!! ;)

      Elimina
  2. ma sai che alla fine io i macarons non li ho mai fatti? un poì perchè non ho lo stampo (scusa n°1) un po' perché mi sembrano troppo comlicati (scusa n°2-quella vera) e così...sono ancora qui a guardare. La tua versione mi piace molto, immagino il profumo di limone!!
    un abbraccio e buona giornata,Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono preparazioni che hanno questo effetto, ma fossi in te ci proverei...gli stampi non servono! ;)

      Elimina
  3. Mi riprometto di farli, ma poi mi prende l'ansia e non li faccio. Ora la tua ricetta mi dà un pò più di coraggio e penso che sia arrivata la volta buona. Grazie, ciao.

    RispondiElimina
  4. Non riesco ad immaginare un'accoppiata così golosa, nocciole/limone! Debbo provvedere subito :-D

    RispondiElimina
  5. che belli...e che buoni!
    La sottoscritta è troppo pasticciona per provarci.....

    RispondiElimina
  6. da leccarsi i baffi, son sicura! Bacetti

    RispondiElimina
  7. Ah la macaron-mania! Ancora non sono caduta nella rete, la tentazione è sempre in agguato e la paura di fare disastri pure. Magari potrei iniziare propri da qui :) Oltretutto quella crema al limone dev’essere perfetta in coppia con la dolcezza della meringa. Baci, buona giornata

    P.S. scusa se mi permetto una dritta sugli albumi a neve: meglio il succo di limone del sale. Bressanini docet!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Fede, infatti non lo metto, è rimasta la vecchia ricetta non corretta!! ;)

      Elimina
  8. il tuo è un bel sperimentare sei arrivata a creare questi simil macaron che non hanno nulla da invidiare agli originali! ne immagino il profumo del limone! Bravissima cara .-)

    RispondiElimina
  9. Ma sai che non li ho mai assaggiati i Macarons, nemmeno quando sono stata a Parigi! Somigliano troppo alle meringhe che io odio, e quindi non ho il coraggio di mangiarli! Però farina di mandorle e farina di nocciole mica male....
    Mah vedremo smack

    RispondiElimina
  10. Idem come sopra! Anch'io come Marianna non li ho mai assaggiati, non mi hanno mai incuriosita, nonostante sia andata a Parigi per ben due volte. Ma se anche tu sei caduta in tentazione mi sa che devo provarli, seguendo la tua ricetta magari! Un bacio grandeeee

    RispondiElimina
  11. Ancora non sono stata presa dalla macarons mania, sarà che non mi piacciono le mode...però però....;-)

    RispondiElimina
  12. A me i macarons piacciono tantissimo anche se ho avuto la fortuna di mangiarli solo una volta e provenienti direttamente dal negozio di Pierre Hermé da Parigi... Infatti non ho mai avuto il coraggio di farli per conto mio per paura di rovinare una cosa così perfetta (io e le cose fatte a meringa non andiamo d'accordissimo...). Ma in effetti l'aggiunta della farina di nocciole deve essere proprio buona!

    RispondiElimina
  13. Visto che sono già gf devo assolutamente provarli ;-)

    RispondiElimina
  14. C'è la mania, scusa se lo dico..., dei macarons anche a Salerno dove le pasticcerie più accorsate li fanno su ordinazioni! Io non ho mai provato, ma magari a scuola finita mi metterò a pasticciare. Un abbraccio, laura

    RispondiElimina
  15. Buoniiiiiiiii...adoro il limone, bravissima ti inserisco subito e ti auguro in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  16. che darei per averne uno in questo momento! li immagino scioglievoli e goduriosissimi!

    :*
    roberta

    RispondiElimina
  17. fff! io ho fallito due tentativi già alla partenza-montaggio-albumi :( e li ho dirottati ad altro..
    vedere te che con solo albume hai fatto dei bocconcini cosi interessanti mi invoglia a ritentare, mal che vada "ritocco" ahah!! che poi anche per quello sappiamo tutte che ci vuole arte a saperlo fare, vero?
    bacione!

    RispondiElimina
  18. Mai osato provare a farli, i tuoi son molto invitanti!!!Ciao Loredana, buona serata!!!

    RispondiElimina
  19. Ecco...io rinuncio ai macarons perchè sono una frana e non mi vengono di sicuro (come le meringhe... ahime!)
    e tu... tu riesci ad emulare Montersino??
    Mi prostro.... sei un mito!
    Nora
    PS. Il tutto per dire che mi attirano tanto ...

    RispondiElimina
  20. Ciao Loredana ! Grazie per la tua ricetta...ti confesso che i macarons oltre a non averli mai cucinati, non li ho nemmeno mai assaggiati...la tua ricetta è molto particolare e poi adoro la sperimentazione!
    un bacio!

    RispondiElimina
  21. Sei talmente brava ed esperta, che sono sicura che ogni modifica che apporti a una ricetta ti riesce bene!! ecco qui la prova in questo post ;-)
    Trovo il limone sia un frutto stupendo da fotografare, sia per la forma che il colore. Mi piace la tua composizione!! i simil macarons in primo piano e il gioco di ombre!!

    RispondiElimina
  22. Ciao Loredana, i macarons sono troppo buoni. Anch'io ho sperimentato ormai un po' tutti i tipi di impasto e di farcie possibili e immaginabili. Risultato: non ne sono mai avanzati.

    RispondiElimina
  23. E probabilmente l'esperimento è migliore dei macarons originali...che a dirla tutta a me non piacciono se non perché sono belli colorati.
    La tua versione più rustica e con crema al limone mi piace ;-)

    p.s. per quel che riguarda la domanda che mi hai fatto: lo sciroppo di mais chiaro è molto neutro come sapore. Il malto scuro ha più carattere e probabilmente si sentirebbe di più. Se provi fammi sapere ;-)

    RispondiElimina
  24. hai ragione anche in cucina è moda!!!,e questi tuoi macarons li hai ben preparati e quasi quasi mi hai fatto venire la voglia di provare anche a me!!!brava!
    buona giornata!

    RispondiElimina
  25. Non ho mai fatto i macarons. In generale li trovo un po' stucchevoli però l'idea di farcirli con crema al limone mi ispira un sacco.

    RispondiElimina
  26. Bellissimi, dall'aspetto invitantissimo!!!! Ciao, un abbraccio e felice serata

    RispondiElimina
  27. troppo golosi! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. Le tue sperimentazioni sono sempre le benvenute, perché sembrano frutto di casualità, invece dietro c'è un bel lavoro di rimuginazione e ragionamento. NOn ti ci vedo lì a tirare a caso. Poi tu, per i dolcetti sei un vero portento e questo risultato lo dimostra. Mi piacciono di più dei macarons!
    Ti abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  29. non riesco ad immaginare l'abbinamento nocciola-limone ma mi piacerebbe molto provarlo :)

    RispondiElimina
  30. fatto sta che questi "simil" me li mangerei con gusto... se solo non fossi a dieta! Brava Lore, nientemeno che essere copiata dal grande Montersino! Non è da tutti, no no... Un abbraccio

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...