lunedì 19 marzo 2012

Crostata maddalena alla ciliegie...auguri ai papà e l'ultima scultura di Stefano Bianco

Oggi, giorno della festa del papà, pubblico con piacere un dolce fatto con il cuore per il mio papà , per mio suocere e per il papà dei miei figli: auguri!!

Ho pensato di festeggiarli con una crostata, anzi una signora crostata.

Ho scelto questo dolce perchè un pò rappresenta i papà, dolci, ma un pò duri, apparentemente, ma poi se scalfisci quella fragilissima crosta trovi la dolcezza unita alla croccantezza, che un uomo sempre racchiude.

Avrò provato infinite ricette , morbide, croccanti, con burro, con olio, con la frolla, senza la frolla, ma una così non l'avevo mai fatta.

L'impasto di base l'ho dovuto correggere un pò, altrimenti non sarebbe mai venuto un composto utilizzabile, ma tutto il resto è stato perfetto.


Crostata maddalena alle ciliegie
(dal ricettario allegato a I love Cooking Crostata)
  • 300 gr farina 00
  • 150 gr burro
  • 100 gr zucchero
  • 2 uova intere ( la ricetta diceva 2 tuorli)
  • un limone
  • sale
Per la pasta maddalena
  • 180 gr zucchero
  • 150 gr farina
  • 40 gr burro
  • 3 tuorli
  • 1 uovo
  • vaniglia (mezza bacca)
  • sale
  • una confezione di marmellata di ciliegie
  • 3 savoiardi
  • zucchero a velo
Preparare la pasta frolla impastando rapidamente la farina con il burro ammorbidito.
Formare la fontana al centro , versare lo zucchero, la buccia di limone grattugiata, sale e uova.

Impastare tutto velocemente, fare una palla , avvolgere in una pellicola e mettere in frigo per 30'.

Pasta maddalena

Montate a bagnomaria l'uovo e i tuorli con lo zucchero, i semini della bacca di vaniglia e un poco di sale; fuori dal fuoco incorporate la farina setacciata e il burro fuso.

Stendete la pasta frolla a mm 4 di spessore e con essa foderate uno stampo da crostata.

Mescolare la marmellata di ciliegie con i savoiardi sbriciolati e distribuite sul fondo della tortiera.

Ricoprite con la pasta maddalena spolverizzata di zucchero a velo (io l'ho dimenticato!!) e completate con le striscioline di pasta frolla ricavate dai ritagli.

Sagomare il bordo a piacere e rimboccatelo sul ripieno.

Cuocere la crostata in forno a 180° per 20', poi a 170° per altri 20' ( fare sempre la prova stecchino, se occorre prolungare la cottura).

Sfornatela, dopo 10' rimuoverla dallo stampo e lasciarla raffreddare.

Spolverizzare di zucchero a velo.





Con questa ricetta partecipo volentieri all'ultima sfida  di Carving in the kitchen di Ammodomio per trovare un nome alla scultura di Stefano Bianco


Questa volta, guardando la scultura , mi sono sentita attratta da quella linea azzurra che attraversa la mano, un fiume??...può darsi, ma scorre esattamente sulla linea del cuore nel linguaggio della chiromanzia.

E questo mi ha fatto riflettere, di fronte a questa linea siede accovacciato un pescatore che ha gettato l'amo e attende, in una posizione tranquilla, ma concentrata.

Il cuore è come un fiume, a volte come un mare, certe volte è semplice pescarci dentro, altre piacevole navigarci, ma il cuore può anche chiudersi, come un pugno, come una mano di pietra e diventare così impenetrabile e duro, ma sempre il cuore attende.

A cuore scalzo ad aspettare
e i piedi sopra il cuore
ad aspettare pronti al salto
a cuore scalzo

Saranno fiumi e cascate di perle
saranno fiori sbocciati
da cogliere fino alle stelle
per noi che abbiamo tempo
passiamo troppo tempo
ad aspettare l'attimo che accende

A cuore scalzo Max Gazzè

Il titolo che ho scelto è  L'attesa del cuore

Grazie Stefano  per questa bellissima esperienza, grazie per la tua arte!


Con questa ricetta partecipo al contest di Dolci ma non troppo






Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

36 commenti:

  1. ciao Loredana, hai fatto una signora crostata, deve essere molto buona e si presenta benissimo.
    auguri a tutti i papà anche da parte mia.
    un bacione e buona giornata
    sabina

    RispondiElimina
  2. Una crostata deliziosa, i festeggiati saranno stati contenti ;-)

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono moltissimo le crostate con doppio strato di pasta, non sono costretta a mangiare tutti i bordi :) bellissima questa crostata...buona giornata Lory ciao

    RispondiElimina
  4. Bellissima come tutte le tue interpretazioni, sicuramente buonissima come tutte le tue ricette!! In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  5. E' davvero invitante la tua crostata!! Deve essere buonissima!! La metto subito tra le ricette da provare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Non sapevo che era la festa del papa', qui e' un giorno diverso... ma non ricordo neppure quello! La crostata sembra buonissima!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  7. Bella bella questa crostata, davvero invitante! baci e in bocca al lupo per il contest..ciao Ilaria

    RispondiElimina
  8. la crostata è sublime e il titolo dell'opera esprime una grande dolcezza... hai trovato l'amore vero in una unione perfetta! :*

    RispondiElimina
  9. bellissima...appena rientra Stefano gliela faccio leggere...grazie Loredana... una poetessa <3

    RispondiElimina
  10. Tutto Meraviglioso, sia la crostata che le parole giustissime per descrivere i nostri duri, ma dolcissimi papà! sono davvero colpita di come due persone lontane come noi, abbiano avuto la stessa sensazione guardando quel mare scorrere nel palmo di una mano! Ho pensato la stessa cosa appena l'ho vista giuuuuuro! Brava LORY ♥

    RispondiElimina
  11. E' sempre un piacere leggere le vostre interpretazioni, cara Loredana, un grazie infinito e a presto!!!

    RispondiElimina
  12. Bellissimo il paragone tra la tua crostata e i nostri splendidi papà! Auguri a tutti i papà del mondo!!
    Ps: la crostata è semplicemente invitante!

    RispondiElimina
  13. non la conoscevo questa torta, stupenda. Leggendo il post mi hai fatto tenerezza quando dici che hai dimenticato lo zucchero vanigliato, capita anche a me, talvolta, qualche dimenticanza! Baciotti Helga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è l'età che avanza!!! ;)

      Elimina
  14. cara è fantastica questa crostata e perfetta per i festeggiati di oggi :-)

    RispondiElimina
  15. buonissima questa cara!!! :) perfetta per oggi!!
    io tempo fa avevo fatto la torta maddalena, che buona!!1
    un bacio
    sori

    RispondiElimina
  16. Laboriosa ma il risultato finale è ad effetto! quel bel cuoricino discreto chi l'ha mangiato??
    auguri ai tuoi papà di casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indovina un pò?...il figliolo piccolo!! ;)

      Elimina
  17. Direi che è perfetta......oltre che molto molto buona....segno immediatamente tra le ricette pervenute per il mio contest....grazie per aver partecipato e a presto...stefy

    RispondiElimina
  18. Post e crostata fantastici, bello il pezzo di Gazzè. Brava Lory come sempre. Un abbraccio. Ciao.

    RispondiElimina
  19. La pasta maddalena non la conoscevo, ma sembra deliziosa e assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  20. eheheh mi piace la somiglianza all'uomo :) ottima questa crostata! bacio :)

    RispondiElimina
  21. Che bella questa ricetta!! Mi piace un sacco!
    Mi piace tanto l'uso della pasta maddalena come copertura della confettura..idea stupenda! Sempre bravissima!
    A presto, ti aspetto..
    Kika

    RispondiElimina
  22. è davvero una ricetta da ricordare.. non la conoscevo la pasta Maddalena, non me ne dimenticherò facilmente;)

    RispondiElimina
  23. immagino che i papà di casa saranno stati felici di poter assaggiare questa delizia!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  24. Questa crostata non è solo bellissima, ma mi sa proprio di quelle torte buone e genuine alla Nonna Papera... alle quali non so resistere!!! :-)

    RispondiElimina
  25. è stupenda!!! Questa si che è una Signora Crostata!!

    RispondiElimina
  26. Quando passo da te imparo sempre qualcosa di nuovo e la cosa mi fa un immenso piacere. Questa volta non conoscevo la pasta maddalena... ma la tua crostata mi sembra superlativa e quindi penso che approfondirò la conoscenza preparando anch'io questo dolce. Laura

    RispondiElimina
  27. Cara Loredana, non conoscevo questa pasta maddalena...è da provare e poi io adoro le crostate!!!
    Un caro saluto
    e.

    RispondiElimina
  28. E' davvero una "signora" crostata! Fortunatissimi i papà di casa tua. Un bacione

    RispondiElimina
  29. Che spettacolo Lory. Una visione irresistibile. Io sono un'amante delle crostate e specialmente quelle coperte, come al tua, perché la parte che mi piace di più è quella vicino alla bordo, in casa mia ce lo litighiamo a sangue. E qui la frolla invece avvolge tutto, un po' come il famoso pasticciotto quindi il piacere raddoppia.
    Bellissime immagini. LA proverò senz'altro. Ti abbraccio carissima. Pat

    RispondiElimina
  30. La voglio provare assolutamente! l'idea di quella marmellata con le briciole di savoiardi mi ha fatto venire una vogliaaaa

    RispondiElimina
  31. Che crostata meravigliosa.....e w i papà!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  32. Che belle foto e che bella presentazione per questa crostata buonissima! :)
    Buona serata! ciao

    RispondiElimina
  33. Una vera delizia Lory, presentata come sempre in maniera splendida! Il titolo che hai scelto, l'attesa del cuore, mi piace un sacco!!!! Bravissima Lory . Un abbraccio!

    RispondiElimina
  34. e qui che dire????
    niente.
    non dico niente...

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se ti fa piacere :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...