giovedì 28 febbraio 2019

Biscotti mirtilli e corn flakes senza uova, senza burro e senza glutine*


Se una buona colazione vuoi fare, 
i biscotti devi variare.
 Direi che posso fare mia questa frase, anzi direi che l'ho già fatta mia considerando la notevole quantità di biscotti che sforno e provo.
A conferma di ciò comunico anche di aver inaugurato un quadernino dedicato, su cui riporto solo le ricette di biscotti provati e piaciuti.
La ricetta che segue è entrata di diritto sul quadernino e posso dire che i biscotti li ho terminati in due giorni, che và bene senza burro, senza uova ecc., ma mangiarne tanti non è l'ideale se si prova ad avere un'alimentazione corretta.

La ricetta viene da Instagram da Marco Bianchi, veloce da realizzare e gustosa.
Ho modificato leggermente la ricetta inserendo un pizzico di lievito e dimezzando i cornflakes.
Se utilizzate cornflakes certificati senza glutine è perfetta anche per gli amici celiaci.





Biscotti mirtilli e corn flakes senza uova, senza burro e senza glutine*

  • 150 g farina di riso
  • 40 g maizena ( amido di mais )
  • 70 g zucchero di canna integrale
  • 50 ml latte
  • 70 ml olio extravergine d'oliva
  • 100 g mirtilli rossi disidratati
  • 50g + 50 g corn flakes glutenfree
  • punta di un cucchiaino di lievito per dolci
  • Vaniglia
Sciogliere nel latte a temperatura ambiente lo zucchero.
Mescolare in ciotola tutti gli ingredienti tranne mirtilli e cornflakes.
Una volta ottenuto un panetto inserire i mirtilli e metà dei cornflakes.
Formare delle palline, appiattirle sul resto dei cornflakes tritati grossolanamente, porre su teglia foderata da cartaforno e cuocere a 180°C per 12' / 14' .

SHARE:

lunedì 25 febbraio 2019

Le macine come quelle vere

La mia infanzia ha visto nascere e spopolare le famose merendine e biscotti del più noto mulino.
All'improvviso i sapori genuini e casalinghi non ci attiravano più, le mamme con i  loro soliti ciambelloni non riuscivano a competere con i sapori sintetici, ma apparentemente ottimi, con le confezioni colorate ( e già da allora piene di inutile plastica ) e, ciliegina sulla torta, con le sorpresine, anche loro nelle scatoline con l'immagine del famoso mulino in bella mostra.
Nessuno poteva resistere e la mia mamma si arrese, iniziò a sfornare sempre meno dolci a vantaggio del negozietto vicino casa da cui ci si riforniva di viveri per colazione e merenda e il rifornimento era molto frequente, visto che i ragazzi golosi da accontentare erano tre.
Poi il tempo , le mode che cambiano e  l'attenzione ad un'alimentazione più corretta hanno fatto il resto, però il sapore di quelle merende è rimasto e, ogni tanto, provo a cercarlo ancora e così mi è tornata la voglia di questi biscotti.
Sulle vecchie confezioni, quelle degli anni '90, oltre agli ingredienti erano riportate anche le ricette per replicare i biscotti e io una di queste l'ho conservata in un'agenda del 1995 e, finalmente, l'ho provata.
Il risultato non delude, il sapore e la consistenza sono quelle dei biscotti originali, provateci e non ve ne pentirete.
Ovviamente ho aggiustato la ricetta a mio gusto ed esigenza, ma il risultato non delude.







Le macine come quelle vere
Dose per circa 30 biscotti

  • 250 g farina 00
  • 75 g zucchero a velo
  • 25 g maizena
  • 33 g albume
  • 8 g lievito per dolci
  • 3 cucchiai di panna fresca
  • vaniglia
  • 100 g burro
  • sale
Versare tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria e mescolare con la foglia, senza lavorare troppo.
Rovesciare su un piano infarinato e appiattire a circa 5 mm, ritagliare con uno stampo di 7 cm di diametro, con un altro stampino creare un buco al centro, formando delle ciambelline.
Preriscaldare il forno a 180°C , porre i biscotti su cartaforno e cuocere per 12' / 15'.
Far raffreddare prima di rimuovere.
Gustare tuffandole in una tazzona di latte 😊
SHARE:

sabato 23 febbraio 2019

Ciambella al quark senza burro

Succede anche a voi di fare scorta di prodotti e poi non riuscire ad utilizzarli?
A me spesso, poi puntualmente mi tocca trovare ricette per smaltirli, così per del quark acquistato per non ricordo neanche cosa e arrivato quasi alla scadenza.
Per fortuna provvidenziale è stata la ricetta di Alessandra del blog Dolcementeinventando, realizzata da me in mezza dose, cioè come riportata qui sotto.
Il dolce migliora con un riposo di un giorno e, soprattutto , vi farà utilizzare quella confezione di quark comperata non si sa più per cosa.
 Il dolce si realizza con una ciotola ed è anche senza burro 😉.




Ciambella al quark senza burro
Dose per uno stampo a ciambella da 1 lt

  • 100 ml olio di semi
  • 120 g zucchero a velo
  • 2 uova
  • 150 g quark
  • 150 g farina 00
  • Vaniglia un cucchiaino
  • 8 g lievito per dolci
In una ciotola mescolare olio e zucchero, unire in un uovo alla volta, inserire il quark, la vaniglia e la farina setacciata con il lievito.
Versare in uno stampo a ciambella imburrato e cuocere a 180°C per 35' / 40'.

SHARE:

giovedì 21 febbraio 2019

Blinis di grano saraceno

I miei primi blinis, non so se corrispondano al sapore di quelli originali, ma avevo un pochino di mascarpone da utilizzare e del salmone affumicato e si sa che salmone chiama blinis.
Lascio la ricetta così come l'ho realizzato, senza nessuna pretesa di aver inventato nulla, ma con la certezza di qualcosa di buono e veloce da realizzare.



Blinis al mascarpone
Dose per 6/8 pezzi

- 45 g farina di grano saraceno
- 40 g farina 00
- 90 g acqua frizzante
- 35 g mascarpone o yogurt greco o formaggio spalmabile o quello che vi trovate in casa
- 7 g lievito istantaneo per torte salate
- 1 uovo
- sale
-pepe
.
Mescolare le farine con il lievito, in una ciotola unire acqua, mascarpone e uovo e lavorare brevemente con una frusta.
Versare il composto di uova sulle farine, aggiustare di sale e pepe e mescolare fino ad eliminare tutti i grumi.
Riposo coperto per 30'.
Scaldare una padella e ungerla leggermente con olio, versare due cucchiai di composto e cuocere fino a quando non compariranno le prime bollicine, voltare con una spatola e cuocere per un altro paio di minuti.
Proseguire fino ad esaurimento del composto.
.
Accompagnare con salmone affumicato, panna acida su un'insalata di finocchi e pompelmo rosa.
SHARE:

lunedì 18 febbraio 2019

Torta con sciroppo d'acero

Un dolce così veloce non l'avevo mai preparato.
Cinque minuti complessivi per una tortina sofficissima e giustamente dolce, considerando che l'unico zucchero presente è quello dello sciroppo d'acero , se si esclude il cucchiaio di zucchero di canna integrale per la finitura.
La ricetta viene da questo blog da cui attingeró ancora .




Torta con sciroppo d'acero
Dose per uno stampo da 22 cm

  • 150 ml sciroppo d'acero
  • 150 ml latte
  • 1 uovo
  • 80 ml olio di semi
  • vaniglia 
  • 150 g farina 00
  • 8 g lievito per dolci
  • 60 g noci ( macadamia nella ricetta originale )
  • zucchero di canna integrale e cannella per la finitura
Mescolare latte e sciroppo.
In un'altra ciotola con una frusta a mano mescolare uovo e olio, aggiungere il mix di latte poi la farina setacciata con il lievito, vaniglia.
Versare in uno stampo al silicone da 22 cm, cospargere con le noci, dare una spolverata con lo zucchero di canna e la cannella.
Cuocere in forno caldo a 170°C per 35' / 40'.
Fare la prova stecchino.



SHARE:

sabato 16 febbraio 2019

Brioche Bouldouk o torta delle rose facile

Di brioches simili da queste parti se ne sono viste abbastanza, qui  , qui , qui , qui ,ma siccome a fare sempre le stesse cose mi annoio, quando l'ho vista sul blog Comm'é ammaro stu'ppane, sono andata subito a sbirciare e, rimandando il post a sua  volta ad un altro blog, ho seguito le  tracce e sono arrivata a questa ricetta.
Le dosi sono perfette per una torta di circa 20/22 cm di diametro.
Dopo il primo impasto ho lasciato in frigorifero per quasi 18 ore, il composto sembra non averne sofferto e la cosa mi ha permesso di gestire le lievitazioni successive.






Brioche Bouldouk o torta delle rose facile
Dose per una torta di 20/22 cm

  • 270 g farina 0
  • 35 g zucchero semolato
  • vaniglia
  • 10 g lievito di birra
  • 130 g latte tiepido
  • 50 g burro morbido
  • 1 uovo
  • 1/4 cucchiaino di sale
  • Buccia di arancia o limone grattugiata
Per sfogliare
  • 30 g burro fuso
  • Zucchero di canna
  • Cannella in polvere
Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido.
Versare la farina  setacciata in planetaria, aggiungere il latte e il lievito, iniziare a mescolare con la foglia, inserire l'uovo e lo zucchero, lavorare fino a quando l'impasto  non sarà aggrappato sulla foglia.
Inserire il burro morbido a fiocchi, ribaltando il composto un paio di volte, dopo ogni inserimento.
Volendo proseguire con il gancio fino ad avere un composto ben incordato.
A questo punto si può procedere direttamente, ponendo il composto in una ciotola, coperto e facendo lievitare al raddoppio per due ore oppure conservare direttamente in frigorifero fino al giorno successivo ( io ho fatto così ).
Dopo la lievitazione rovesciare l'impasto su un piano leggermente infarinato e dividere in 4 pezzi.
( Avrei dovuto dare una piega e arrotondare, ma me lo sono dimenticato )
Appiattire formando 4 cerchi uguali, spennellare un lato con il burro fuso, tiepido, cospargere con zucchero di canna e cannella, sovrapporre il secondo disco e procedere  come per il primo disco, terminare con l'ultimo disco, senza spennellare.
Riporre in frigorifero per 15/30'.

Stendere la pila in un rettangolo spesso 4/5 mm da cui ritagliare 8 strisce, arrotolare su sé stesse e porre in un anello, su cartaforno, far lievitare coperto per un paio di ore.
Preriscaldare il forno a 170°C ventilato, cospargere di zucchero di canna e cuocere per 25'/ 30', temperatura al cuore 95°C.
Volendo lucidare con uno sciroppo di acqua e zucchero caldo 50/50, sul dolce appena sfornato.

SHARE:

lunedì 11 febbraio 2019

Torta di mele e cioccolato vegana n° 131

Ho un'amica che ogni tanto mi chiede delle ricette da provare, solitamente la richiesta è seguita da: semplice e facile.
Nei limiti delle mie conoscenze provo a spulciare blog e quaderni, su cui appunto ricette, e solitamente qualcosa riesco a consigliare.
Negli ultimi tempi, però, al semplice e facile si è aggiunto: vegana.
E qui le cose si complicano, le ho passato questa ricetta  che è diventata il suo / mio cavallo di battaglia ( come dice lei ); qualche giorno fa la richiesta : una torta di mele vegana.
Le ho suggerito di provare questa , ma mi sono ricordata di un'altra ricetta, trascritta e non provata e così, visto che mi trovavo l'ho anche realizzata.
La torta viene dal blog di LuCake e ho leggermente modificato la ricetta a cominciare dall'utilizzo esclusivo di mele, anziché mele e pere.

Il dolce è buono, giustamente umido, ve lo lascio così come l'ho realizzato, per la versione originale passate da LuCake.





Torta di mele e cioccolato vegana n°131
Dose per uno stampo di 18 / 20 cm

  • 125 ml di avena ( o altre latte vegetale )
  • 55 ml olio di semi di mais
  • 80 g zucchero di canna integrale
  • 50 g farina di solina ( o integrale )
  • 50 g farina 00
  • 50 g farina 0
  • 4 g cremore di tartaro
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • sale
  • 50 g cioccolato fondente al 70% tritato grossolanamente
  • 200 g mela sbucciata e tagliata in parte a dadini, in parte a fette
  • cannella q.b.
Mescolare gli ingredienti secchi, versare a filo il latte e poi l'olio.
Mescolare con una frusta, aggiungere mele a cubetti, il cioccolato tritato.
Versare in uno stampo foderato con cartaforno e distribuire le fette di mele, volendo dare una spolverata di cannella.
Infornare in forno preriscaldato a 175°C/ 180°C per 30' / 40'.
Fare la prova stecchino, se occorre prolungare la cottura.
SHARE:

sabato 9 febbraio 2019

Toffee apple and cinnamon cake la torta di mele n° 130

Le ricette delle torte di mele hanno su di me lo stesso potere di attrazione degli spaghetti per Alberto Sordi, la battuta è scontata : Torta di mele tu mi hai provocato e io ti provo.
Così è stato dopo il post di Mariella, che  non posso che ringraziare, per aver pensato a me e alla mia fissazione  raccolta di ricette di torte di mele , raccontandomi e raccomandandomi di provare questo dolce, e io? Non potevo non rispondere  alla chiamata.
A mia discolpa confesso di aver dimezzato le dosi, ottenendo una tortina di 15 cm di diametro e 18 cm di altezza, ma la bontà quella c'è tutta, non posso che convenire con Mariella nel dire che è un dolce strepitoso.

Ho modificato solo l'esecuzione della base, lavorando tutto insieme , dividendo nelle tre teglie e cucinando poi contemporaneamente, inoltre ho aggiunto della granella di noci pecan sulle basi, prima della cottura per dare una nota croccante.
La ricetta è meno complicata di quel che sembra , procedendo a step, non sarà stressante.







Toffee apple and cinnamon cake
Dose per una torta da 20 cm

La torta si compone di 3 strati di pan di spagna alla cannella, farcia di mele sciroppate, panna montata e caramello.

Pan di spagna alla cannella

  • 6 uova a temperatura ambiente
  • 180 g zucchero semolato
  • 180 g farina 00
  • Una bustina lievito per dolci 
  • 3 cucchiaini vaniglia
  • 1 cucchiaino e ½ di cannella
  • Poche  noci pecan tritate per la superficie.
Montare le uova con lo zucchero fono a farle triplicare di volume, occorreranno circa 12'.
Setacciare la farina con il lievito, per due volte, inserire nelle uova con una spatola senza smontare, in tre volte, inserire anche la cannella e la vaniglia.

Preriscaldare il forno a 180°C modalità ventilato, dividere il composto negli stampi scelti, adeguatamente foderati con cartaforno o trattati con spray antiattaccante.
Versare un terzo del composto in ogni stampo, coprire con la granella di noci e cuocere per 16' / 18' .
Far raffreddare .

Caramello
  • 180 g zucchero
  • 120 g acqua
  • 75 g burro
  • 80 ml panna fresca
In una casseruola dal fondo spesso versare lo zucchero e l'acqua, fare un caramello biondo, senza mescolare.
Lontano dal fuoco inserire il burro e la panna fatta intiepidire, ATTENZIONE AGLI SCHIZZI.
Mescolare bene , ottenendo una salsa omogenea.
Far raffreddare, conservare per il montaggio.

Mele sciroppate
  • 5 mele ( per me annurche )
  • 350 g zucchero
  • 200 ml acqua
  • Cannella
Sbucciare le mele e tagliarle a cubetti di circa 2,5 cm.
In una pentola versare lo zucchero e lo sciroppo, far sciogliere lo zucchero e versarvi le mele, proseguire la cottura a fuoco medio/basso fino a quando le mele non risulteranno morbide, ma non disfatte.
Versare in un contenitore con tutto lo sciroppo, unire la cannella e conservare fino al montaggio.


Farcia

  •  500 ml Panna fresca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo


Montare la panna con lo zucchero a velo, lasciandola morbida.

Montaggio
Porre il primo pandispagna su una base, sgocciolare le mele dallo sciroppo e utilizzare quest'ultimo per umettare leggermente la base.
Fare uno strato con metà delle mele, fare uno strato di panna e aggiungere il caramello a proprio gusto, proseguire con il secondo strato, allo stesso modo, lasciando qualche mela , la panna e il caramello per completare il dolce.
Aggiungere l'ultimo strato, coprire con la panna , tirarla anche sui lati , decorare la superficie con qualche mela sciroppata e il caramello.
Far riposare una notte in frigorifero.




SHARE:

lunedì 4 febbraio 2019

Panini al latte o panini del compleanno di Bronte Aurell

Mi piace sempre l'idea di proporre pane , panini o similari al posto di quei prodotti del supermercato che, non appena li apri, vieni investito da una nube alcolica che neanche dopo una notte di bagordi.
Il problema è che non ho sempre giornate intere per dedicarmi alla produzione e così quando incrocio una ricetta relativamente veloce, la provo, immediatamente.

Questa ricetta l'ho vista qui e viene dal libro "Scandikitchen Dolci Hygge" di Bronte Aurell.
Ha molti lati positivi primo su tutti la velocità di realizzazione, iniziando nel primo pomeriggio in serata saranno pronti per essere gustati.
Per i miei gusti lo zucchero é decisamente troppo, li ho realizzati dimezzando la quantità, ma restano sempre troppo dolci, lo diminuiró ancora ad un solo cucchiaino.
Ho utilizzato solo il latte, omettendo la panna e non sostituendola in nessun modo, i panini sono venuti morbidissimi, il "trucchetto" di porre un canovaccio umido appena sfornati, mi ha permesso di ottenere dei panini dalla superficie soffice.
Con le dosi date ho realizzato 10 panini da 75 g e un cornetto da 90 g.





Panini al latte o da buffet
Da una ricetta di Bronte Aurell
Per  circa 12 pezzi da 70 g

  • 200 ml latte
  • 18 /20 g lievito di birra fresco ( o 7 g secco )
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 400 g farina tipo 1 per pane
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 uovo
  • 80 g burro morbido
  • 1 uovo per spennellare
Scaldare il latte a 36° C \ 37° C, sciogliervi il lievito mescolando.
Versare nella ciotola della planetaria e aggiungere lo zucchero e metà della farina prevista miscelata con il sale.
Unire l'uovo e il burro morbido un fiocchetto alla volta.
Inserire , poco alla volta, il resto della farina.
Lavorare fino a quando l'impasto non si staccherà dalle pareti ( circa 10 minuti ).
Coprire con pellicola e far raddoppiare ( circa 40 minuti ).
Rovesciare l'impasto su un piano leggermente infarinato, sgonfiare leggermente e dividere in pezzi del peso voluto ( per me 75 g ).
Formare i panini facendo roteare la pasta tra il piano e la mano.
Porre su cartaforno, coprire con pellicola e far lievitare altri 20 minuti.

Preriscaldare il forno a 180°C modalità ventilato.
Spennellare i panini con l'uovo sbattuto con una forchetta.
Cuocere per 12 minuti, per i cornetti o i panini da 90 g cuocere per 15 minuti circa.

Non appena sfornati coprire con un canovaccio umido. 

Conservati in una busta restano soffici anche il giorno successivo.


SHARE:

venerdì 1 febbraio 2019

Biscotti al burro alla farina di solina

Portate pazienza, il 2019 mi vede più biscottare che tortadimeleggiare, LO SO, sembra impossibile, ma ho capito che dalle parti di casa mia i biscotti vengono apprezzati di più e non si buttano mai.

Prendi una ricetta di famiglia, condivisa dalle cugine acquisite nel gruppo whatsApp di tutti i cugini del consorte e...cambiala.
Spero che le zie non se la prenderanno, per ora ve la passo così come l'ho realizzata, prima o poi vi passerò anche quella originale.



Biscotti al burro alla farina di solina

  • 100 g burro
  • 100 g zucchero di canna
  • 60 g albumi
  • 100 g farina 00
  • 100 g farina di solina
  • ½ cucchiaino ammoniaca
  • Vaniglia
  • Sale
  • Latte e zucchero per la finitura

Lavorazione di una semplicità estrema, raccogliete tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria e lavorare con 
la foglia fino ad avere un composto omogeneo.

Su un piano leggermente infarinato stendere la pasta allo spessore di 3 - 4 mm.
Ritagliare i biscotti nelle forme preferite.
Porre su cartaforno, spennellare con burro, cospargere di zucchero semolato e cuocere in forno preriscaldato a 180°C modalità ventilato per 20'.
SHARE:
Template by pipdig