mercoledì 31 ottobre 2018

Plumcake alle mele e biscotti speziati numero 113


Mi basterà una vita per provare tutte le ricette di torta di mele che sto collezionando?
Per chi fosse curioso sono a quota 117 e ne ho realizzate una cinquantina circa.
Poi succede che in edicola acquisto altre due riviste dedicate solo ai dolci con le mele e ci si mettono anche le altre blogger con le loro foto che invitano all'assaggio e alla prova.
È così per questa ricetta di Alessandra del blog Dolcemente inventando, l'ho modificata leggermente , ma la ricetta di partenza è la sua.





Plumcake alle mele e biscotti speziati numero 113
Per uno stampo da plumcake da 25 cm

  • 75 ml olio di semi
  • 120 g zucchero di canna grezzo
  • 2 uova
  • 140 g yogurt greco
  • 170 g farina di farro
  • 2 mele Gala
  • 60 g biscotti speziati  sbriciolati grossolanamente
  • 8 g lievito per dolci
Lavorare in planetaria olio e zucchero con la frusta, inserire un uovo alla volta e mescolare fino ad avere un composto cremoso.
Aggiungere lo yogurt, i biscotti sbriciolati, la farina e il lievito.
Mescolare bene, unire una mela sbucciata e tagliata a cubetti nell'impasto.
Versare il composto nello stampo ( per me al silicone ), sbucciare la seconda mela affettarla e disporla sulla superficie.
Cuocere in forno caldo a 180°C per circa un'ora.

Volendo spennellare con gelatina di albicocche.
SHARE:

lunedì 29 ottobre 2018

Plumcake alla curcuma e limone senza zucchero

Ricetta che mi ispirava per il colore dato dalla presenza della curcuma.
Considerando che è anche relativamente  light è stato un piacevole diversivo alle mie solite colazioni.
Ricetta trovata su questo sito 



Plumcake alla curcuma e limone
Dose per uno stampo da plumcake medio

  • 180 g farina 00
  • 25 g fecola di patate
  • 2 uova
  • 1 limone ( buccia e succo )
  • 125 panna vegetale non montata
  • 30 g olio di semi per me olio di cocco
  • 1 cucchiaio raso di curcuma in polvere
  • 2 cucchiai sciroppo d'agave
  • un bustina lievito per dolci
Montare bene le uova tenute a temperatura ambiente , inserendo lo sciroppo d'agave, far raddoppiare.
Inserire l'olio a filo, aggiungere la panna non montata e il succo di limone.
Aggiungere la farina, la fecola e la curcuma, inserire la buccia grattugiata di limone, il lievito e mescolare bene.
Versare in uno stampo da plumcake foderato con cartaforno.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 30' circa.

Durata massima 3 giorni.

SHARE:

giovedì 25 ottobre 2018

Togo solo albumi

Le infinite tentazioni dello scorrere le immagini di Instagram.
Vedo i famosi bastoncini ricoperti di cioccolato e c'è anche la ricetta per realizzarli
Come sempre sono partita dalla ricetta originale, poi ho deciso di modificarla utilizzando solo gli albumi, anziché l'uovo intero.
Ho ricoperto i togo con del cioccolato fondente fuso con l'aggiunta del Mycryo per provare , voi utilizzate semplicemente del cioccolato fuso anche perché non sono dolci che avranno vita lunga.




TOGO
Dose per circa 60 pezzi

  • 65 g albume ( oppure un uovo intero nella ricetta originale )
  • 90 g zucchero semolato
  • 100 g burro
  • 250 g farina 00
  • Vaniglia
  • Punta di un cucchiaino di lievito per dolci
In una ciotola mescolare l'albume, lo zucchero, la vaniglia e il lievito.
Unire la farina e poi il burro a pezzetti.
Ottenere un impasto morbido.
A questo punto se avete uno stampino al silicone della forma richiesta spatolateci il composto e poi lasciate riposare in frigo per circa un'ora, altrimenti lasciate riposare avvolto in una pellicola e poi procedete a formare i bastoncini.
Preriscaldare il forno a 180°C modalità ventilato e cuocere per circa 12'.
Far raffreddare.

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria ( aggiungere il burro di cacao quando raggiunge i 35°C)  tuffare i bastoncini e far asciugare.

Conservare nascondere in una scatola di latta.


SHARE:

lunedì 22 ottobre 2018

Cake vegano alle castagne , semi di chia e sciroppo d'agave

Una tortina per utilizzare uno stampo nuovo.
Una tortina per non esagerare e dimostrare, soprattutto a me stessa, che posso anche avere dolci diversi per colazione.
Ci ho provato, comunque è una buona alternativa.




Cake alla farina di castagne
Dose per uno stampo della capacità di 1 lt

  • 200 g farina di farro
  • 100 g farina di castagne
  • 10 g lievito per dolci
  • 200 ml latte di avena
  • 10 g semi di chia
  • 130 g polpa di mela
  • 20 g sciroppo d'agave
  • 50 ml olio di semi
  • Cioccolato fondente al 99% tritato
La sera prima o la mattina mescolare i semi di chia con il latte e lasciare in frigo.

In una ciotola versare le farine, il lievito e mescolare.
In un'altra ciotola unire il latte con i semi, la polpa di mele, lo sciroppo e l'olio, mescolare con una frusta e  versare sulle farine.
Una volta ottenuto un composto omogeneo inserire il cioccolato tritato ( la quantità a piacere, io ne avevo poco a disposizione ).
Versare in uno stampo capacità un litro,preparato (leggermente unto con olio e infarinato.
Cuocere in forno caldo a 180°C , ventilato, per 35' /40'.
Fare la prova stecchino.

SHARE:

venerdì 19 ottobre 2018

Brioche alla zucca

Mi sono lasciata tentare dalla zucca, è bella da vedere, è buona da mangiare, è versatile, con un semplice passato di zucca potrete preparare sia un ottimo risotto che questa deliziosa brioche.
Sono partita da questa ricetta, ma poi l'ho modificata a mio piacere.






Brioche alla zucca
Dose per una brioche di 22 cm , un mini plumcake e due brioche tipo maritozzi

200 g farina integrale
300 g farina Caputo sacco rosso
 250 g zucca lessata e passata
100 g zucchero
50 g burro
 1 uovo intero + 1 tuorlo
10 g lievito di birra fresco
 Vaniglia
Buccia di limone
Sale

 Nella ciotola della planetaria unire farina setacciata, farina integrale, zucchero e aromi e la zucca passata.
Far prendere corpo all'impasto e inserire le uova a filo, lentamente.
Far incordare, lavorare fino a quando il composto si staccherà dalle pareti, a questo punto inserire il burro a fiocchi, in ultimo il sale.
Far riposare 30' poi arrotondare, porre in una ciotola, coprire con pellicola e lasciare 10/12 ore in frigorifero.
Il giorno successivo far ambientare l'impasto.
Rovesciare su un piano infarinato, appiattire, ritagliare delle strisce di pari peso, arrotolarle e arrotondare.
Porre in un cerchio, se volete una  brioche unica,  in uno stampo da plumcake oppure formate dei maritozzi .
Far lievitare fino al raddoppio, spennellare con un tuorlo miscelato con poca panna, cospargere con zucchero a granella.
Cuocere in forno caldo  a 180°C per 15' per i maritozzi, 50' per la brioche grande, controllare la temperatura al cuore 92° C.

Soffici e gustose, provate a farcire la monoporzione con della salsa al pistacchio e della panna montata.
Durata tre giorni circa poi perde leggermente di sofficitá.



SHARE:

mercoledì 17 ottobre 2018

Tortine alla zucca

Prendi una ricetta e modificala, questo potrebbe essere il mio motto.
In effetti la ricetta originale di Menta e Cioccolato è per una torta, ma mi sono lasciata tentare dalla voglia di sperimentare e così ne ho fatto delle tortine mini per assaggiare in anteprima, sono buonissime, soffici e con quello che in questo momento è un ortaggio presente su ogni tavola : la zucca.
La ricetta della torta è ottima e vi suggerisco di provarla così come riportata da Morena, ma anche le tortine da sole meritano un posto a tavola.





Tortine alla zucca o Pumpkin cake 

Ingredienti per una torta di 20 cm di diametro o per 6/8 muffin 
  • 210 g di farina 00
  • 200 g di zucca lessata e passata
  • 200 g di zucchero semolato 
  • 40 g di farina di nocciole
  • 4 uova 
  • 60 g di burro 
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Noci o semi per la finitura per i muffin

In planetaria montare le uova con lo zucchero fino a farle triplicare di volume, inserire la zucca passata, lavorando a bassa velocità, inserire anche il burro fuso.
Aggiungere le polveri, poco alla volta con una spatola.
Versare il composto in stampini per muffin oppure in uno stampo unico di 20/22 cm di diametro imburrato e infarinato.
Volendo coprire con semi misti o un gheriglio di noce o dello zucchero a granella.
Cuocere in forno caldo a 170°C per 25'/30' per i muffin e 40'/50' per la torta.
Fare sempre la prova stecchino.
SHARE:

sabato 13 ottobre 2018

La torta di mele del Maestro Rinaldini numero 99 e la quota 100

Lavoro in un posto in cui da circa 20 anni sento quasi esclusivamente parlare di pensioni.
Tra quote rosa, opzione donna, scivolamenti vari, mi sale una smania di far passare in fretta questi altri tre/ quattro anni ( a favore delle mie colleghe , sia chiaro ) in modo da avere finalmente un ricambio generazionale e potere, nel frattempo, iniziare anche io a parlare di quando andrò in pensione ( la cosa é ancora così lontana che sicuramente troverò altri e migliori argomenti di conversazione ).
Per ora mi accontento di aver raggiunto la quota 100 , ma solo sul mio quadernino, quello dedicato alle torte di mele.
Questa che vi lascio è la numero 99 ed è del Maestro Rinaldini, condivisa su fb da Cecco del blog I dolci del Cecco ( a proposito date un'occhiata a tutte le bontà che prepara ).

La ricetta è particolare nell'esecuzione, si fa un impasto simile a quello per la pâte á choux e poi si prosegue inserendo le mele, e particolare nella cottura.
Così come suggeriva il Cecco anche io consiglio di inserire un elemento croccante aggiungendo pinoli tostati o noci  nell'impasto.
Ho dovuto prolungare la cottura di altri 15' per avere un composto asciutto alla prova stecchino.






Torta di mele del Maestro Rinaldini numero 99
Dose per uno stampo da 22/24 cm
  • 120 g burro
  • 67 g acqua
  • 2,2 g sale 
  •  16 g latte in polvere
  • 196 g farina 00 
  •  152 g zucchero
  • 20 g lievito per dolci 
  •  165 g uova intere
  • 22 g latte fresco 
  •  4/5 mele gala
  • Buccia grattugiata di un limone
  •  Gelatina per la finitura
Accendere il forno in modalità ventilato a 250°C, imburrare e infarinare la tortiera scelta.
In un pentolino portare a bollore acqua, burro, sale e latte in polvere , al bollore aggiungere la farina setacciata e cuocere per un paio di minuti fino a quando il composto staccherà bene dalle pareti.
Versare il composto nella planetaria e aggiungere le uova, uno alla volta, alternandole allo zucchero miscelato con il lievito, in ultimo aggiungere il latte fresco e la buccia di limone.
Spegnere la planetaria e inserire le mele sbucciate e tagliate a cubetti, lasciare due mele per la superficie,  a questo punto inserire la nota croccante ( noci o pinoli o mandorle ).
Versare nella teglia, disporre le fettine di mele.
Infornare a 250° C per 5' poi spegnere  il forno ( FATELO SENZA TIMORE ) e aspettare 15'.
Riaccendere il forno a 170°C e cuocere per 30', a questo punto ho fatto  la prova stecchino e ho prolungato la cottura per altri 15'.
Spegnere il forno e lasciare qualche minuto prima di estrarre.
Far raffreddare e lucidare bene con la gelatina.





SHARE:

mercoledì 10 ottobre 2018

Cookies proteici al cioccolato

Oltre al quaderno dedicato esclusivamente alle ricette di torta di mele  ( per la cronaca sono a quota 98), ho anche un altro quadernino in cui annoto le ricette da lo famo strano, quelle che sono cariche di tutte le buone intenzioni: vegane, vegetariane, salutiste ecc. Io le intenzioni ce le metto, ma poi incrocio un lievitato o dei biscotti burrosissimi e allora non so dire di no.
La ricetta che segue è stata realizzata in un momento di pentimento dopo aver realizzato nell'ordine : cake cioccolatosissimo, chiffon cake agli agrumi , linzer torte ai lamponi e brioche ( a mia discolpa con farina integrale ), nel giro di tre giorni. Urgeva una ricetta light, ma golosa e alternativa.
Arriva in mio aiuto Instagram e il profilo di una ragazza sportiva e attenta alla propria alimentazione Brenda_Fitfood.Ig .
Sia chiaro, questi biscotti non sono come i cookies di Martha Stewart, ma possono servire a soddisfare la voglia di dolce, senza compromettere la linea ( anche perché tra poco non sarà Natale?).



Cookies proteici al cioccolato
Dose per 10 pezzi

  • 180 g farina di avena 
  • 25 g farina di mandorle
  • 80 g skyr o yogurt greco
  • 80 g albumi
  • 32 g sciroppo d'agave o altro dolcificante
  • 1 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio
  • 40 g cioccolato fondente al 99% tritato
Nella ciotola della planetaria versare tutti gli ingredienti  e mescolare con il gancio a foglia.
Prelevare una cucchiaiata e adagiare su cartaforno.
Cuocere in.forno caldo a 180°C , modalità ventilato, per 30' circa.

Restano soffici all'interno, non sono particolarmente dolci, se lo preferite utilizzate un cioccolato meno amaro.


SHARE:

mercoledì 3 ottobre 2018

Girelle al lievito madre e albumi


Ultimamente non ho tanta voglia di scrivere.
Il senso di nausea che accompagna le mie giornate lavorative si ripercuote anche sulla scarsa ispirazione nel trovare parole per accompagnare i miei post.
Concentro tutto l'ottimismo nel post per la colazione che pubblico su instagram, poi và a scemare, cerco di trovare un senso mettendo le mani in pasta, sempre siano beati i lievitati.






Girelle lievito madre e albumi
Dose per 9/10 pezzi


  • 300 g farina forte (manitoba )
  • 120 ml latte
  • 100 g lievito madre ( rinfrescato il giorno prima )
  • 30 g burro
  • 60 g albumi
  • 50 g zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di concentrato di limone o buccia di un limone grattugiato
  • Vaniglia 
  • Sale
  • Malto diastatico 1 cucchiaino
Iniziare la lavorazione alle ore 9 
Sciogliere il lievito nel latte tiepido, con la foglia, inserire il malto poi lo zucchero, la farina e l'albume alternandoli, terminare con il sale (mezzo cucchiaino) e gli aromi.

In ultimo inserire il burro a pezzetti.
Far incordare.
Arrotondare e porre in una ciotola.
Conservare in frigorifero fino alle orre 16,00.
Tirare fuori dal frigo, far ambientare per un'ora .
Appiattire a circa un centimetro e mezzo, dando una forma rettangolare, coprire con la farcitura scelta ( crema pasticcera, crema al cioccolato, cremoso ai lamponi per me ) arrotolare, tagliare fette alte 3 cm.
Porre su una teglia, coprire con pellicola e far lievitare per due/ tre ore.
Preriscaldare il forno a 170°C , cuocere per 15'/18'.


SHARE:
Template by pipdig